Oggi è 20/11/2019

In Evidenza

Ars, approvato il taglio alle pensioni d’oro. Riduzioni fino al 40%

Le pensioni dei deputati pesano con una percentuale di circa il 10%, per un importo pari a 18,5 milioni di euro annui

Pubblicato il 26 giugno 2019

Ars, approvato il taglio alle pensioni d’oro. Riduzioni fino al 40%

PALERMO – Finalmente anche l’Assemblea regionale siciliana, al pari degli altri Consigli regionali d’Italia, si adegua alla legge nazionale che prevede la riduzione delle pensioni degli ex burocrati. Il recepimento è stato deciso dal consiglio di presidenza dell’Ars stessa all’unanimità.

La legge lo chiama contributo di solidarietà e non sarà però definitivo, ma avrà la durata di 5 anni, a partire dal primo gennaio 2019 fino al 31 dicembre 2023. È dal 2014 che si è cominciato a mettere mano  agli stipendi e alle pensioni d’oro dei superburocrati dell’Assemblea siciliana.

Il primo agosto di quell’anno, sotto la presidenza di Giovanni Ardizzone, entrò in vigore il limite a 240 mila euro agli stipendi dei dirigenti Ars, molti dei quali decisero quindi di andare in pensione per non perdere i diritti acquisiti. Dopo solo dieci mesi di servizio se ne andò anche il segretario generale del tempo, che nonostante la totale mancanza di trasparenza, si è calcolato guadagnasse una cifra di circa 500 mila euro annui lordi, assolutamente anacronistica, viste le sofferenze economiche della Sicilia già in quell’anno.

Tradotto in termini semplici, il segretario generale dell’Ars guadagnava  1.400 euro al giorno lordi. Ecco quindi che, per non perdere la lussuosa pensione, molti burocrati di Palazzo dei Normanni hanno deciso di mettersi a riposo, caricando il bilancio dell’Ars  delle nuove sostanziose pensioni, oltre alle liquidazioni calcolate sull’ultimo stipendio. Si parla di pensioni medie da 13 mila euro al mese e di liquidazioni di un milione e 700 mila euro.

Oggi il Consiglio di presidenza ha deciso di ridurre le pensioni rispettando i seguenti scaglioni: del 15 % da 100 a 130 mila euro, del 25%  quelle da 130 a 200 mila euro del 30% per le pensioni da 200 a 350 mila euro, del 35% per quelle da 350 a 500 mila euro, del 40% per le pensioni superiori a 500 mila euro. Il taglio verrà fatto a prescindere dal sistema di calcolo adottato per la liquidazione delle stesse pensioni.

La riduzione delle pensioni non riguarderà gli ex dipendenti “dispensati dal servizio per motivi di salute”. Il consiglio ha fatto anche sapere che i risparmi della spesa pensionistica, derivanti dall’applicazione della norma, saranno accantonati in un apposito fondo istituito nel bilancio dell’Ars.

Esulta il Movimento Cinque Stelle, che in una nota spiega come si risparmieranno circa 4,3 milioni di euro ogni anno. I deputati Cancelleri, Siragusa e Zito aggiungono che non si fermeranno a questo risultato, ma che entro il mese di luglio si possano ridurre anche i vitalizi degli ex deputati dell’Ars.

In merito il governatore Musumeci qualche mese fa aveva passato la palla al presidente dell’Ars Miccichè, che a sua volta ha istituito una apposita commissione per decidere sui tagli. Ma ad oggi nessuna decisione è stata presa e sul bilancio interno di previsione per il 2019 le pensioni dei deputati pesano con una percentuale di circa il 10 per cento, per un importo pari a 18,5 milioni di euro all’anno.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Accessori per impianti elettrici: dalle fascette di plastica alle etichettatrici per cavi

    In Evidenza

    L’impianto elettrico è fondamentale per portare elettricità in un appartamento, in un ufficio e in una qualsiasi struttura. Serve per garantire tanto l’illuminazione quanto il funzionamento di dispositivi elettronici ed elettrodomestici. Le basi per realizzare un buon impianto..

    Continua a Leggere

  • Giornata Mondiale della Filosofia, a Monreale il convegno “La filosofia e i diritti di cittadinanza globale”

    In Evidenza

    MONREALE - Nella giornata di domani 21 novembre, presso l’Aula Consiliare Biagio Giordano, alle ore 09,30, in ottemperanza alla Giornata Mondiale della Filosofia, evento creato dall’UNESCO che di norma si celebra il terzo gio..

    Continua a Leggere

  • Monreale: Violenza sulle donne: “quando è codice rosso”. Focus sulle donne straniere

    In Evidenza

    MONREALE - Il 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne stabilita dall’assemblea generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre del 1999, con la risoluzio..

    Continua a Leggere

  • Nuova interdittiva antimafia per la ditta Mirto, riunione d’urgenza in Sala Rossa

    In Evidenza

    MONREALE - Una nuova interdittiva antimafia è stata emessa dalla Prefettura di Palermo nei confronti della ditta Mirto SRL di San Cipirello, la società impegnata a svolgere il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti per il comune di Monr..

    Continua a Leggere

  • Maxi confisca al boss Guttadauro, società e libretti intestati a prestanome

    In Evidenza

    Confiscati i beni di Giuseppe Guttadauro, ex medico dell'ospedale Civico di Palermo ritenuto essere il vertice del mandamento mafioso di Palermo-Brancaccio. Questa mattina i carabinieri del ROS, su disposizione della Procura della Repubblica di Palermo - Direzione Distrettuale Antimafia, hanno es..

    Continua a Leggere

  • Monreale vola in Europa con un ufficio per attrarre fondi e per la progettazione europea

    In Evidenza

    Monreale vuole avvicinarsi all’Europa e si prepara a dare avvio ad un nuovo organo che potrebbe creare concrete occasioni di sviluppo economico, culturale e sociale e di scambio grazie all’istituzione dell’Ufficio Europa. L’idea nasce dal lavoro del movimento “..

    Continua a Leggere

  • Running Sicily Coppa Conad, la Marathon Monreale vince il trofeo

    In Evidenza

    I podisti monrealesi portano a casa la vittoria, per la prima volta la Marathon Monreale vince il Running Sicily- Coppa Conad. La premiazione si svolgerà il 13 dicembre alle 17,30 a Villa Savoia, un grande spettacolo sportivo per Monreale. Al secondo posto del podio la Universitas, mentre al terzo ..

    Continua a Leggere

  • Concorso infermieri, esteso ai neo laureati in Scienze infermieristiche

    In Evidenza

    PALERMO - Sarà riaperto il concorso per reclutare nuovi infermieri in Sicilia in modo da consentire la partecipazione anche dei neo laureati in Scienze infermieristiche. L’ha annunciato l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, inter..

    Continua a Leggere

  • Su Palermo torna il sole, temperature in aumento

    In Evidenza

    PALERMO - Dopo giornate ventose e con pioggia sulla città di Palermo tornerà a splendere il sole. Infatti, da domani sul Mediterraneo occidentale si formerà una zona di Alta Pressione che tenderà a portare tempo stabile e soleggiato. Un po’..

    Continua a Leggere

  • I mafiosi? “Uomini del disonore”, soldi da “spaccaossa” e reddito di cittadinanza (VIDEO)

    In Evidenza

    Alla mafia di Brancaccio non solo i proventi di pizzo e droga ma anche i soldi delle truffe degli "Spaccaossa" e addirittura del reddito di cittadinanza.  A finire nelle maglie della squadra mobile di Palermo sono stati questa mattina Michele Marino, 50 anni, Stefano Marino, 47 anni, Nicolò..

    Continua a Leggere

  • Slot machine online o macchinette da bar? Ecco perché i giocatori preferiscono le prime

    In Evidenza

    Quando si parla di gioco d’azzardo, sappiamo tutti che si tocca un tema caro a molti, tanto che l’Italia può essere considerata uno dei paesi di maggior successo per questo settore. Non deve dunque stupire che questo comparto abbia mosso dei passi da gigante in termini tecnologici, tanto che qu..

    Continua a Leggere

  • Monreale: al via Art in Fashion, moda, arte, cultura e spettacolo

    In Evidenza

    MONREALE - Si aprirà domenica 24 novembre alle ore ore 17,30

    Continua a Leggere

  • Palermo, sgominata la famiglia mafiosa di Roccella, Sperone e Corso dei Mille

    In Evidenza

    [gallery ids="124625,124626,124627,124628,124629,124630,124631,124632,124633"] È stato inferto un duro colpo al mandamento mafioso di Brancaccio questa notte, con l’arresto di 9 soggetti, tutti uomini, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione, associazione per delinquere fin..

    Continua a Leggere

  • Alberto Arcidiacono eletto nel consiglio Regionale di Anci Sicilia

    In Evidenza

    Il sindaco di Monreale Alberto Arcidiacono è stato inserito nel coordinamento regionale dell’Anci, l’associazione che unisce i comuni italiani. Il neoeletto avrà anche il compito di attuare un dialogo con le parti sociali per portare alla risoluzione di problematiche centrali come i rifiu..

    Continua a Leggere

  • Smantellato il mandamento mafioso di Brancaccio, arrestati esponenti delle famiglie mafiose di Corso dei Mille e Roccella (LE IMMAGINI)

    In Evidenza

    [gallery ids="124604,124605,124606,124607,124608,124609"] [video width="640" height="480" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2019/11/operazione-antimafia-Brancaccio.mp4"][/video] Rapine, spaccio di droga, truffe assicurative. Questi i reati al centro dell’operazione a..

    Continua a Leggere

  • Salta giunto del viadotto, chiuso tratto della Palermo-Catania

    In Evidenza

    Salta un giunto di un viadotto sulla A19 Palermo-Catania. Il tutto è accaduto sul viadotto Fiumetorto all’altezza dello svincolo per Termini Imerese, dove il giunto si è improvvisamente staccato dal suo asse.  Il tratto di autostrada è stato momentaneamente chiuso e presidiato dalle For..

    Continua a Leggere

  • Strade da incubo, da Corleone l’appello: “Tavolo tecnico per soluzioni concrete”

    In Evidenza

    Il Comune di Corleone si schiera con il gruppo di cittadini che si sono riuniti sotto il nome del comitato cittadino ‘Vogliamo la strada Corleone/Partinico per la viabilità delle strade del Corleonese. Così anche la giunta guidata..

    Continua a Leggere

  • Ritenuto vicino ai boss, confiscati beni per 1,1 milioni ad Antonino Vernengo

    In Evidenza

    La Polizia di Stato ha confiscato un patrimonio di oltre un 1,1 milioni di euro riconducibile ad Antonino Vergengo, palermitano di 61 ritenuto vicino alle famiglie mafiose di Cruillas e della Noce.  Il provvedimento è stato disposto dalla sezione  Misure di Prevenzione del Tribuna..

    Continua a Leggere