Anniversario dell’omicidio del capitano D’Aleo, dell’appuntato Bommarito e del carabiniere Morici: commemorazione a Monreale

L’Arma dei Carabinieri, in sinergia con Comune e l’Arcidiocesi di Monreale ricorda le vittime della mafia

MONREALE – In occasione del 36esimo anniversario dell’omicidio, per mano mafiosa, del capitano Mario D’Aleo, dell’appuntato Giuseppe Bommarito e del carabiniere Pietro Morici, domattina alle ore 10.30 in via Venero, avrà luogo la cerimonia commemorativa. Organizzata dall’Arma dei Carabinieri, in sinergia con Comune di Monreale e Arcidiocesi di Monreale.

Alla manifestazione vi prenderanno parte i familiari delle vittime, il Comandante della Legione Carabinieri Sicilia Generale D. Giovanni Cataldo, il Comandante del Comando Provinciale Carabinieri di Palermo Col. Antonio Di Stasio, il Comandante del Gruppo Carabinieri di Monreale Ten. Col. Luigi De Simone e il Comandante della Compagnia di Monreale Cap. Guido Volpe, l’arcivescovo Michele Pennisi, il sindaco Alberto Arcidiacono, la giunta, il presidente del Consiglio comunale Marco Intravaia, i consiglieri comunali e numerose autorità civili, militari e religiose.

Nel corso della cerimonia verrà deposta una corona di fiori ai piedi della lapide. Presenti anche i soci dell’Associazione Carabinieri e della Polizia in congedo. Il capitano Mario D’Aleo, comandante della Compagnia Carabinieri di Monreale,  venne assassinato da un commando di sicari di Cosa Nostra. I killer a bordo di due motociclette trucidarono D’Aleo sotto la sua abitazione in via Cristoforo Scobar a Palermo. Mentre l’appuntato Giuseppe Bommarito ed il carabiniere Pietro Morici che attendevano l’ufficiale, furono uccisi in macchina, a poca distanza dal portone. D’Aleo aveva preso il comando della Compagnia di Monreale dopo l’omicidio del Capitano Emanuele Basile, da cui ereditò le indagini sulle cosche di Monreale, Altofonte e San Giuseppe Jato.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.