Corleone approva il Regolamento per la gestione condivisa dei Beni comuni

A breve sarà possibile adottare la villa comunale, dietro San Leonardo, le Cascate delle due rocche, piazza Danimarca, il parco giochi e le aiuole

CORLEONE – Il consiglio comunale approva all’unanimità il “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazioni per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni urbani”. 

I patti di collaborazione sono così ora ufficialmente regolamentati e a disposizione di cittadini, associazioni, gruppi informali e comitati di quartiere, che vogliano iniziare un percorso con il Comune di Corleone, per prendersi cura e riqualificare spazi pubblici, aree verdi, immobili in disuso o degrado. La proposta è stata approvata durante la seduta del 4 giugno.

“Un atto importante – dichiara il Presidente del Consiglio Pio Siragusa – che punta alla partecipazione attiva della cittadinanza nella gestione condivisa di beni pubblici, quali piazze, strade, aree verdi e tanto altro. Al fine di garantire e migliorare la fruizione degli stessi da parte di tutta la cittadinanza”.

Quindi, a breve nel corleonese sarà possibile adottare la villa comunale, dietro San Leonardo, le Cascate delle due rocche, piazza Danimarca, il parco giochi e le aiuole.

Il Presidente del Consiglio, lo scorso 22 febbraio, ha partecipato all’evento “Lo Stato dei beni Comuni”, organizzato dalla Camera dei Deputati e da Anci, a Montecitorio. In quell’occasione, sindaci e presidenti del Consiglio di tutta Italia hanno condiviso esperienze ed idee, grazie al regolamento e alla collaborazione di tutti i cittadini potranno trovare presto un riscontro pratico a Corleone.  

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.