Oggi è 20/08/2019

Scuola

Digitale e analogico, due facce della stessa medaglia

Diverse scuole dispongono di entrambe le modalità. Perché non realizzare una didattica che utilizzi entrambi?

Pubblicato il 23 maggio 2019

Digitale e analogico, due facce della stessa medaglia
Si è svolto a Torino, presso l’Istituto Maria Consolatrice, il convegno “Innovare la didattica con il digitale: istruzioni per l’uso”. L’incontro si inserisce nel tour di formazione Eipass. Gli interventi del dott. Leonetti, docente e tutor di Master presso LTE- Laboratorio Tecnologie dell’Educazione, e della dott.ssa Volpi, Psicologa e Specialista in Psicologia Cinica in ambito privato, hanno solleticato la mia curiosità. Invogliandomi ad una riflessione personale, in qualità di insegnante di una scuola primaria del Nord Italia.

Dopo quanto ascoltato, credo sia chiaro che disquisire ancora sul considerare o meno il digitale un “metodo” o uno “strumento” didattico, sia poco produttivo.

Inizierei proponendo la breve lettura dell’etimologia di queste due parole, estrapolate dal vocabolario Treccani. Mètodo: via per giungere a un determinato luogo o scopo, il procedimento seguito nel perseguire uno scopo. Struménto: arnese necessario per compiere una determinata operazione o svolgere una attività.

Considerato che il termine metodo include in sé il concetto di strumento – così come ha spiegato Leonetti – per districare quello che sembra essere diventato un vero e proprio nodo gordiano, si potrebbe provare a decentrare il focus sostituendo i due termini con la parola “modalità”. Intesa come elemento utile al raggiungimento di un fine. In effetti, se ci sleghiamo per un attimo dalla pratica didattica per ricollegarci a concrete situazioni di vita, quando ognuno di noi deve raggiungere un determinato luogo, la prima domanda che si pone è “come posso arrivarci?”. Da questo interrogativo base, ne nascono inevitabilmente altri due. Il primo “con quale mezzo?”. Quindi, qual è lo strumento che voglio usare per raggiungere il luogo prefissatomi? Il secondo “in che modo?”. Ovvero, quale via scelgo di intraprendere?

Gli esempi appena proposti potrebbero in effetti trovare un loro riscontro diretto anche sul versante didattico dell’insegnamento/apprendimento scolastico. Scegliere se usare l’analogico o il digitale è come scegliere la modalità (ovvero cioè scegliere il metodo e gli strumenti che offre) con la quale raggiungere l’obiettivo. Questo perché sia analogico che digitale hanno metodi e strumenti diversi e peculiari a loro disposizione.

Il problema, quindi, è più che altro di tipo ideologico, condizionato da idee preconcette predefinite e da pregiudizi. Il dibattito, infatti, potrebbe essere superato ponendo l’attenzione sulla scuola e sulle stesse modalità di trasmissione. Dal momento che sempre più scuole dispongono di entrambe le modalità (analogico/digitale), perché non provare a superare il dualismo argomentativo per puntare alla concretezza? Pertanto, realizzando una didattica che utilizzi entrambi gli elementi che, in fondo, sono due facce della stessa medaglia?

Il dott. Leonetti, in tal senso, è stato molto esaustivo e ha portato a una riflessione sull’utilizzo del digitale e del l’analogico. Non a caso i due termini sono menzionati in questa sequenza. Il primo, avendo un impatto principalmente mediatico, dà il massimo del suo contributo se utilizzato come leva motivazionale in grado di stimolare l’interesse dell’alunno. Il secondo invece adempie alla sua funzione approfondendo tutto ciò che la curiosità dell’alunno, appena stimolata, ricerca e desidera.

In sostanza, più che una vera contraddizione, si parla ancora una volta di saper fare. Ogni strumento, al pari di ogni metodo, deve infatti essere usato con accortezza e legato al contesto pragmatico d’intervento.

Per Leonetti la vera domanda che potrebbe finalmente dare una svolta alla didattica scolastica non è “digitale si o no?”. Bensì “digitale come?”. Proporre quindi una domanda diversa, slegata da posizioni rigide e più aperta all’innovazione, renderebbe meno difficoltosa l’introduzione del digitale nella didattica. Questo fa ormai parte della vita di tutti, soprattutto di quella degli studenti che, volente o nolente, si trovano costretti ad usufruirne. Pertanto, dal momento che il tempo non può tornare indietro, tanto vale utilizzarlo nel migliore dei modi possibili.

Quindi spetta agli adulti leggere il “foglietto illustrativo” (e dunque il come usarlo si usa) al fine di spiegarlo ai piccoli geni del digitale che sono al contempo “grandi ingenui” sulle pericolosità di tale innovazione.

Affinché ciò avvenga è necessario attuare un’adeguata formazione destinata ai genitori, e ai professionisti di ogni settore (artisti, avvocati, giudici, medici, psicologi, logopedisti, operatori del benessere, insegnanti e tanti altri), compresi anche quelli che non lavorano nel sociale, perché noi tutti, in un modo o in un altro, siamo/saremo a contatto con le nuove generazioni. Nonostante siano tanti i corsi di formazione attualmente proposti, ma serve qualcosa in più, qualcosa che faccia scattare la molla,l. Ovvero su quel modus operandi che includa un modo diverso di vedere il digitale, il quale non è un oggetto uno strumento ‘demoniaco’ se lo si sa usare correttamente. Probabilmente noi tutti ne abbiamo paura perché non lo conosciamo. Insomma, diamogli una possibilità.

Foto presa da Facebook 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • A Monreale il campeggio vista «munnizza»: nuove frontiere nel campo del turismo

    Scuola

    MONREALE – Una città che combatte ogni giorno con i rifiuti è Monreale che oggi li trasforma in risorsa. Dopo l’autolavaggio «fai da te» allestito nella fontana dell’Abbeveratoio (


  • Grisì, conclusa la festa in onore del Sacro Cuore di Gesù

    Scuola

    [gallery ids="114948,114949,114950,114951,114952,114953,114954,114955"] GRISÌ (Monreale) - Si è appena conclusa una 4 giorni di festa a Grisì, frazione di Monreale. Una festa anche quest’anno molto partecipata che ha avuto il culmine con ..


  • Rimini. Il Duomo di Monreale protagonista al meeting di Comunione e Liberazione

    Scuola

    [gallery ids="114920,114921,114922,114923,114924,114925,114926,114927,114928,114929,114930,114931,114932,114933,114934,114935,114936,114937,114938,114939,114940,114941,114942"] RIMINI - Il Duomo di Monreale è in questi giorni protagonista del 40esimo mee..


  • Inizia alla grande l'”E…state@Monreale 2019″. Domani sera gli “Apollo 11” portano i Negramaro in città

    Scuola

    [gallery ids="114907,114908,114909,114910,114911,114912,114913"] MONREALE - Grande successo per i concerti che hanno aperto l'"E...state@Monreale 2019", la rassegna di 25 eventi di musica, spettacolo, cabaret, moda, danza, teatro e letteratura sviluppata e pro..


  • La fontana dell’Abbeveratoio tra degrado e rifiuti: ora è un autolavaggio

    Scuola

    Monreale - La fontana dell'Abbeveratoio ridotta a un autolavaggio. È la triste fine che ha fatto uno dei punti storici di approvvigionamento idrico dei monrealesi. E, come se non bastasse, rifiuti e un gazebo abbandonato da anni hanno perso ormai il sopravvento. Piange il cuore a vedere uno dei ..


  • Decreto Dignità come cambia il mondo delle scommesse sportive

    Scuola

    Il nuovo decreto ministeriali porta con sé molte novità che puntano a rivoluzionare completamente il settore delle scommesse sportive e regolamentare il mercato italiano con l’obiettivo di difenderlo dall’intrusione degli operatori offshore.


  • Stabilizzati ma risultano ancora precari, sono i dipendenti comunali monrealesi

    Scuola

    Monreale  - In base a quanto previsto dalla vigente normativa, tutti i lavoratori che prestano servizio a tempo determinato negli enti pubblici siciliani sono stati inseriti, a partire dal 2015, in un apposito elenco istituito presso l’assess..


  • Partinico, uomo aggredito da randagio mentre passeggia in piazza

    Scuola

    Un anziano è stato aggredito da un Pittbull a Partinico. Una passeggiata si trasforma così in attimi di terrore. La solita uscita con il suo pastore tedesco nei pressi di piazza Duomo ha rischiato di finire in tragedia. Un randagio ha attaccato il pastore tedesco. Nel tentavo di dividere i due..


  • Due cani lasciati dentro un furgone rovente, salvati dai carabinieri

    Scuola

    PALERMO - Due cani rinchiusi in un furgone sotto il sole hanno rischiato di morire ma sono stati salvati grazie all'intervento dei carabinieri. Ieri mattina, in via Principe di Palagonia, i carabinieri del nucleo radiomobile di Palermo hanno tratto in salvo due cani che erano stati lasciati all..


  • Oltre la crisi di governo, si gioca un’altra partita

    Scuola

    Una crisi di governo graduale, in cui uno dei due partiti della coalizione di governo chiede, non ufficialmente, il rimpasto e la sostituzione di alcuni ministri del partito alleato. Poi dalla volontà di un rimpasto si è passati alla mozione di sfiducia al Premier. Fatto anomalo, potrebbe sembr..


  • Boom di turisti a Monreale, ad agosto è record al Chiostro

    Scuola

    Monreale è la quinta attrazione turistica della Sicilia almeno secondo i dati relativi agli afflussi turistici in agosto in musei e parchi archeologici siciliani. Ad agosto nella città normanna il Chiostro dei Benedettini del Duomo di Monreale ha già staccato 1.800 biglietti e il mese non è anco..


  • Al via oggi l’Estate Monrealese con due concerti e cambia la viabilità

    Scuola

    MONREALE - Oggi, 17 agosto, inizia lEstate Monrealese, il cartellone di eventi e ini..


  • E…STATE MONREALE. Una gestione manageriale della cosa pubblica

    Scuola

    MONREALE - Palermo, Cefalù, Castelbuono, Pollina, Petralia Sottana, Terrasini. E da oggi anche Monreale. Sono tanti i comuni palermitani, ma anche i più vicini della provincia di Trapani (come Castellammare del Golfo) che stanno offrendo (quasi..


  • Plastic free, Vasco e Pelù in spiaggia a sostegno dell’ambiente VIDEO

    Scuola

    [video width="226" height="400" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2019/08/1565960478792.mp4"][/video] MONREALE - "Anch'io sensibilizzato plastic free". Vasco Rossi a spasso per le spiagge del Sud documenta sui social il suo impegno per l'ambiente. Sulla s..


  • Tregua fino a domenica.Torna il caldo dalla prossima settimana

    Scuola

    MONREALE - Abbiamo goduto di un clima perfetto in questi due giorni. Un moderato maestrale ha spazzato via la cappa caldo-umida che ha reso invivibile le giornate pre-festive. E così sarà almeno fino a domenica. Per la prossima settimana ci aspetta un nuovo rialzo termico ma molto..


  • Il sindaco Orlando critica Salvini e parte la “controffensiva” social

    Scuola

    I due post di ferragosto del sindaco Orlando, l'ennesimo contro il ministro dell'Interno e vicepremier Salvini e un altro contro i paesi che aderis..


  • I tesori del duomo di Monreale in mostra a Rimini, fervono i preparativi

    Scuola

    RIMINI - Fervono i preparativi per la quarantesima edizione del Meeting di Rimini che si svolgerà dal 18 agosto fino al 24 agosto.  Quest’anno tra le mostre spicca certamente quella denominata: “Si aprì una porta nel cielo: la cattedrale di Monreale”. Le mostre costi..


  • Palermo, poliziotto G.C. si lancia da un viadotto

    Scuola

    PALERMO - Decide di togliersi la vita lanciandosi dal viadotto sulla Palermo-Catania. Un poliziotto, G.C. 37 anni, in servizio all'ufficio prevenzione generale della questura di Palermo, si è suicidato questa notte lungo l'A19, all'altezza di Villabate. "Continua la scia luttuos..