Dalla Calabria a Monreale la Sciarpa della Pace

Una sciarpa di 100 metri, cucita con mattonelle di lana, simbolo di pace e speranza

Monreale, 16 maggio 2019 – Fa tappa a Monreale la Sciarpa della pace, e dalla città normanna continuerà a legare alla Calabria, attraverso un filo immaginario, altri comuni della Sicilia. La sciarpa nasce nel 2017 dall’idea di Maria Brunella Stancato, come simbolo di speranza per un mondo migliore. Un simbolo di pace, che possa idealmente legare vari comuni della penisola.

La sciarpa è stata realizzata manualmente dagli iscritti e aderenti ai Centri di Aggregazione Culturali della Calabria. È realizzata con migliaia di riquadri di vari colori, di centimetri 10 × 10, chiamati mattonelle. È larga un metro e ad oggi è lunga 100 m.

Le prime “mattonelle” della sciarpa sono state realizzate nel 2017 in Calabria. Da allora è stata accolta in alcune regioni italiane e ha valicato i confini nazionali ospite in Romania, Argentina, Canada. Non ha valore economico ma è preziosa perché è stata tessuta da migliaia di mani generose di chi crede che un piccolo quadrato all’uncinetto possa rappresentare la propria partecipazione alla Pace. L’Ambasciatrice della Sciarpa della Pace è Maria Brunella Stancato, Presidente di Senior Italia Calabria e Direttore dell’Associazione “Volare a Santo Stefano”, organismo ideatore del progetto “La Sciarpa della Pace – Sul Filo della Cultura per non perdere la Memoria”.

La manifestazione di oggi è la prima a tenersi in terra siciliana.

L’iniziativa ha coinvolto gli studenti degli istituti scolastici P. Novelli, A. Veneziano, Margherita di Navarra, che hanno preparato delle mattonelle di lana da cucire nella sciarpa. La manifestazione si è tenuta in aula consiliare, da dove i ragazzi sono partiti alla volta del duomo per consegnare la sciarpa all’arcivescovo di Monreale, Mons. Michele Pennisi.

Nel corso della manifestazione è stata consegnata al comune di Monreale una pergamena.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.