Retrocessione del Palermo, M5s prepara un’interrogazione parlamentare

Steni Di Piazza: “Fermare subito il campionato di Serie B e garantire appello al Palermo Calcio prima di svolgere i playoff“

Palermo, 14 maggio 2019 -La classifica di Serie B da ieri vede il Palermo in ultima posizione. Il Tribunale  sportivo ha mandato la squadra in fondo alla classifica condannandola alla retrocessione in Lega Pro. La sentenza ha causato la disperazione dei tifosi palermitani che sognavano, invece, la promozione in Serie A dopo aver vinto i play off. Anche la politica adesso interviene e il senatore del Movimento 5 Stelle presenta un’interrogazione parlamentare sulla questione e chiede che venga garantito al Palermo il tempo necessario per presentare ricorso contro la decisione dei giudici della Figc e consentire di giocare i playoff in caso di accoglimento.

“Fermare subito il campionato di Serie B e garantire appello al Palermo Calcio prima di svolgere i playoff – afferma il senatore -. Riformare il calcio e tutelarlo con una legge sul conflitto d’interessi. La giustizia sportiva della FIGC ha già sbagliato la scorsa stagione, non può permettersi di sbagliare anche quest’anno nei confronti del Palermo”.

Per Di Piazza “non si può affrontare un caso del genere con tale leggerezza penalizzando non solo i club, ma anche i tifosi e tutto l’indotto che vi gira intorno”. “Il sistema calcio va totalmente rivisto – afferma -, la Lega di Serie B non può escludere una squadra di calcio sulla base di una sentenza di primo grado mentre si discute già del ricorso in appello. Chi risarcirà il Palermo Calcio e i suoi tifosi per il grave danno subito se le istanze che porterà il club rosanero in tribunale saranno accolte? Ricordiamo che lo stesso organismo ha già danneggiato il club siciliano nella scorsa stagione negando una legittima promozione in Serie A riconosciuta da una sentenza. Preparerò un’interrogazione parlamentare per chiedere spiegazioni su questa giustizia sportiva a doppia velocità che ancora una volta è pronta a penalizzare il Palermo e i suoi tifosi, ma anche sul potenziale conflitto d’interessi della Lega B il cui consiglio direttivo che ha deciso comprende una squadra che sostanzialmente ha affossato il Palermo e salvato se stessa”.

Anche il deputato Giuseppe Chiazzese dice la sua sulla pesante penalizzazione inflitta al Palermo. “ Siamo costernati nel rilevare ancora una volta un trattamento sanzionatorio diverso a seconda dei casi e dei soggetti coinvolti – dice in una nota -. Rimaniamo basiti innanzi alla decisione di escludere il Palermo Calcio dai playoff prima dell’appello che potrà fare la società e soprattutto dal fatto che i soggetti che lo hanno deciso sono direttamente coinvolti nella lotta per la conquista della Serie A”.

Chiazzese spera in un accoglimento del ricorso che presenteranno i legali del Palermo. “Bisogna avere il rispetto – conclude – non solo di una squadra di calcio e di una società sportiva ma anche e soprattutto di tutti i suoi tifosi che con amore da anni seguono questa squadra nella speranza di tornare a vivere le grandi emozioni della Serie A. Bisogna riformare il calcio e stare attenti a pericolosi conflitti di interessi che mortificano i principi sani dello sport”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.