Palermo, giornata dell’infermiere. Controllo gratuito per prevenire il tumore al seno

Organizzato dalla Nursind. Sabato primo appuntamento nella sede di Corso Calatafimi

Palermo, 8 maggio 2019 – Giornata internazionale dell’infermiere, il Nursind offre screening gratuiti per prevenire il tumore alla mammella. Sabato un incontro presso la sede di corso Calatafimi, 421. 

Uno screening per la prevenzione del tumore alla mammella gratuito per tutelare la salute dei cittadini e sensibilizzarli ai controlli medici. È una delle iniziative della segreteria territoriale del Nursind Palermo in occasione della giornata internazionale dell’infermiere che si celebrerà domenica.

Primo appuntamento sabato prossimo: il Nursind accoglierà presso la propria sede quanti vorranno anche solo chiedere informazioni su questa patologia.

L’evento è organizzato in collaborazione con la Lega italiana per la lotta contro i tumori, e vedrà coinvolte le infermiere del sindacato e un medico senologo che alla fine rilascerà un referto.

L’appuntamento è fissato dalle 9 alle 14 nella sede di corso Calatafimi, 421.
“Si tratta di un momento importante – spiega il segretario territoriale Nursind Palermo, Aurelio Guerriero – per dimostrare come gli infermieri siano accanto ai cittadini ogni giorno, anche oltre gli impegni di lavoro, e soprattutto per fare conoscere il ruolo fondamentale degli infermieri nella prevenzione”.

Gli appuntamenti in occasione della giornata internazionale dell’infermiere proseguiranno giorno 17 maggio con il corso “L’infermiere e l’Ecg: la storia, l’interpretazione e le linee guida” che si svolgerà nell’aula magna dell’ospedale Cervello a Palermo, alla presenza dei relatori Mascia Franchini e Raffaele Piccari della segreteria Nursind di Roma.

“Sarà un momento di confronto sulle procedure di esecuzione del tracciato, per migliorare l’assistenza ai pazienti – spiega Guerriero – non c’è più tempo da perdere, servono atti concreti in favore dei lavoratori. Bisogna sbloccare le assunzioni per potenziare gli organici ormai allo stremo e rinnovare il contratto della sanità privata bloccato da 12 anni”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.