Oggi è 16/12/2019

Cultura

In memoria di Peppino Impastato, ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978

Oggi sono 41 anni da quel giorno, e oggi come allora è importante la lotta alla mafia

Pubblicato il 9 maggio 2019

In memoria di Peppino Impastato, ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978

Cinisi, 9 maggio 2019 – Cinisi, 9 maggio 1978. 41 anni dalla sua morte, oggi Peppino avrebbe avuto 71 anni e, forse, tante cose da raccontare. Magari anche tante cose da dire sulla mafia, su cosa è diventata la mafia e su cosa è diventata la politica.

Mafia è una parola che ancora scatena un impercettibile fremito nel cuore di ogni siciliano – per quanto non vorrei essere così egoista da escludere il resto dell’Italia, forse addirittura il resto dell’umanità -; certo è che oggi non fa più così tanta paura dire mafia, mentre quando Peppino ne parlava in radio di paura ne faceva, e anche tanta. E non era neanche da stupidi aver paura, visto che chi non ne ha avuta è stato ammazzato.

Peppino Impastato nasce nel 1948 in una famiglia mafiosa: il padre, lo zio, il cognato del padre, gli amici dei parenti, gli amici degli amici, insomma Peppino la mafia ce l’ha avuta sempre sotto il naso. Così vicina al naso che il fetore gli era insopportabile.

Peppino Impastato si allontana dalla sua famiglia, si allontana dall’ambiente in cui è cresciuto e viene buttato fuori di casa da suo padre. Peppino Impastato è un socialista, un uomo di sinistra, uno di quelli che allora venivano guardati male.

Peppino Impastato ama la sua terra infinitamente, a tal punto da convincersi che valeva la pena rischiare personalmente nel tentativo di cambiarla. Ma Peppino Impastato questo lo fa senza scendere a compromessi, senza chiedere favori, lo fa con le sue mani, la sua voce e i suoi compagni di viaggio.

Insultava, prendeva in giro i mafiosi e i politici, faceva satira, guidava le lotte dei contadini espropriati, organizzava eventi culturali di teatro, cinema e musica. Peppino Impastato aveva avuto la fantasia di immaginare qualcosa di bello, e per uno strano caso oltre alla fantasia aveva anche il coraggio di farla, quella cosa bella che aveva immaginato. E non è sbagliato parlare di bellezza, perché la lotta alla mafia è una cosa bella.

Peppino Impastato a 30 anni, appena candidatosi nella lista di Democrazia Proletaria alle elezioni provinciali, viene ammazzato, messo sui binari della ferrovia e fatto saltare in aria su una carica di tritolo.

Sembra doveroso – ma guardiamoci bene dal pensare che sia solo un dovere – ricordarci di Peppino Impastato il 9 maggio. È ancora più doveroso ricordarci di Peppino Impastato quando vediamo, sentiamo o percepiamo la mafia; quando “gli amici”, quando “u zù Tano” di turno, quando “u pizzu”, quando le costrizioni sociali uccidono il pensiero, quando ci sentiamo soli a dover fronteggiare qualcosa che ci sembra troppo grande e non c’è nessuno che ci aiuta, quando cambiamo strada perché è meglio cambiare strada.

Ma non dobbiamo ricordarci di Peppino Impastato per essere eroi, lui non era un eroe. Dobbiamo ricordarci di Peppino Impastato – e di tutte le vittime della mafia – per capire, per osservare i mostri che ci circondano e per affrontarli, uniti.

Peppino Impastato era un ragazzo che quando è morto era poco più grande di me. Peppino Impastato era tante altre cose, tra queste era anche un poeta. Forse gli sarebbe piaciuto essere ricordato anche per questo.

– 14

I miei occhi giacciono
in fondo al mare
nel cuore delle alghe
e dei coralli.

Brano tratto da “Poesie di Peppino Impastato”

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Volley, settimana di successi per la Primula

    Cultura

    MONREALE -La settimana appena conclusa poteva forse andare meglio per la Serie D, ma certamente è andata benissimo per tutte le altre formazioni della Primula che sono scese in campo. Ma procediamo con ordine. Martedì 10 è stato il turno della Under 14 che ha giocato in trasferta contro l’As..

    Continua a Leggere

  • Blackout in via Pezzingoli, case senza luce da 24 ore

    Cultura

    Per un guasto alla rete elettrica è in atto un blackout lungo la via Pezzingoli, sp31. La corrente elettrica manca già da oltre 24 ore, da quando a Monreale è nell'intera provincia di Palermo, si è abbattuta una violenta tempesta di vento che ha creato numerosi danni nel territorio.  ..

    Continua a Leggere

  • ”Il Culto e l’iconografia dell’Odigitria”: a Monreale convegno sul passaggio bizantino in Sicilia 

    Cultura

    [gallery ids="128461,128460,128458,128459,128457,128456,128455"] MONREALE - Partecipatissimo il Concerto di Natale, eseguito dal Goethe Chor, tenuto in conclusione della manifestazione "Il Culto e l'iconografia dell'Odigitria", svoltasi ieri pomeriggio al complesso monumentale Guglielmo II. ..

    Continua a Leggere

  • Partinico, bimbo salvo dopo aver ingoiato auricolari dell’Iphone

    Cultura

    Partinico - Un bambino di Partinico è stato salvato dai sanitari dell'ospedale di Taormina dopo aver ingoiato una parte di auricolari di un IPhone. Dopo un delicatissimo intervento chirurgico ora sta bene e potrà tornare a casa per trascorrere in famiglia il Natale. Un incidente che poteva c..

    Continua a Leggere

  • Natale a Monreale: Tombolata, Torneo, Magia, Presepe vivente

    Cultura

    [gallery ids="128438,128437,128436,128435,128434,128433,128432,128431,128430,128429,128427,128426"] MONREALE - Intensissime giornate natalizie quelle previste per il prossimo week end.


  • San Martino delle Scale, torna la quiete, dopo la tempesta di Santa Lucia

    Cultura

    [gallery ids="128419,128420,128421,128393,128422"] MONREALE - Ci sarebbe proprio da dire: la quiete dopo la tempesta. Perché quella che ha investito la frazione di San Martino delle Scale, il giorno di Santa Lucia, questo è ..


  • Disastro a Palermo, danni dopo il forte vento di Santa Lucia: più di 120 interventi dei vigili del fuoco (VIDEO)

    Cultura

    https://www.facebook.com/FiloDirettoweb/videos/1354975538007882/ PALERMO - I palermitani questa notte hanno dovuto fare i conti con un vero e proprio Fortunale, ovvero, quando i venti, secondo la scala Beaufort, raggiungono la ve..


  • San Martino isolata da Monreale. Strada a rischio caduta massi

    Cultura

    MONREALE - La strada è a rischio caduta massi ed è stata interdetta al traffico. Si tratta della provinciale che collega Monreale con San Martino delle Scale. Le piogge e il vento di questa notte hanno causato piccole frane, ma un grosso masso ..


  • Furto di energia elettrica in rivendita di bombole, arrestato negoziante in Corso Calatafimi

    Cultura

    I carabinieri della stazione di Mezzo Monreale durante un servizio di controllo del territorio hanno arrestato B.M., 49enne palermitano, titolare di un’attività commerciale in corso Calatafimi per il reato di furto di energia elettrica. I militari, durante l’accertamento nel locale adibito a..


  • A Casa Cultura martedì 17 dicembre si ricorda Camilleri

    Cultura

    MONREALE - A Casa Cultura Santa Caterina si ricorda e racconta il grande autore siciliano con la proiezione del video “Andrea Camilleri, racconto del figlio cambiato”, realizzato a Porto Empedocle paese del grande scrittore, da un’idea del ..


  • Raffiche paurose, grosso ramo ostruisce la scalinata di via Torres

    Cultura

    [gallery ids="128331,128330,128329,128328,128352,128351,128350,128349,128348,128347,128346,128344,128343,128345,128342,128341,128340,128339,128338"] Il vento in alcune zone ha soffiato anche a 96 km/h. Un paurosa tempesta è quella che si è abbattuta


  • Palermo, Calenda presenta “Azione”: un movimento di centro sinistra che guarda ai delusi di Forza Italia

    Cultura

    [gallery ids="128321,128320,128319,128318,128317"] PALERMO - Ai Magneti Cowork di Palermo l’ex ministro Carlo Calenda ieri ha presentato “Azione”, il suo nuovo movimento di ispirazione liberale socialdemocratica.  In una sa..


  • Notte d’inferno nel Monrealese: chiusa la SP57, case isolate e blackout (FOTO)

    Cultura

    [gallery ids="128312,128308,128313,128309,128310,128311,128314"] Notte infernale a Monreale e in tutto il comprensorio a causa delle forti raffiche di Maestrale, che continua a soffiare. Questa mattina si contano i danni e si interviene sulle aree maggiormente colpite. Una delle zone del ..


  • Forte vento a Monreale, alberi sulla Circonvallazione e sulla Sp57

    Cultura

    Notte di intenso lavoro a Monreale a causa del forte vento di Maestrale che imperversa in tutta la provincia di Palermo. Un albero è stato sradicato dal forte vento ed è finito sulla circonvallazione di Monreale, rendendo difficoltosa la circolazione.


  • Paura a Palermo per il forte vento, gazebo divelti alberi sradicati: domani giardini e ville chiusi

    Cultura

    PALERMO - Paura tra i cittadini di tutta la provincia di Palermo per il forte vento che in queste ore sta colpendo la città. ”Le verande si muovono per le forti raffiche come se il vento le volesse portar via”. Come previsto il Maestrale sta colpendo in queste ore il palermitano e sopra..


  • Non fa più il parcheggiatore abusivo, adesso ha il reddito di cittadinanza

    Cultura

    Nell'ultimo periodo si è parlato spesso di denunce di lavoratori in nero, truffe e persone che, pur prendendo il reddito di cittadinanza, frodano lo Stato. Fortunatamente ci sono anche cittadini che, grazie al sussidio del Cinquestelle, hanno potuto riacquistare la propria dignità abbandonand..


  • Questione rifiuti, la Mirto disponibile al passaggio dei lavoratori alla New System Services

    Cultura

    La Mirto apre al passaggio dei lavoratori alla New System Services applicando quanto previsto dal Contratto Collettivo. E' quanto ha comunicato a Filodiretto.  "La Mirto ha riscontrato le richieste trasmesse da alcuni dipendenti (informando di ciò anche il Comune, i sindacati rappresentativ..


  • Forti venti freddi in arrivo, allerta gialla su Palermo fino a domani

    Cultura

    PALERMO - Il nuovo vortice depressionario, approdato sull’Italia questo pomeriggio, sta completando la sua formazione arrivando all’apice del suo sviluppo questa notte, quando si intensificheranno i venti di Maestrale che soffieranno su tutta l’Isola. Le raffi..