25 aprile Salvini a Monreale: “È la liberazione da camorra e ‘ndrangheta che mi interessa”

Il ministro visiterà Monreale, Corleone, Bagheria, Caltanissetta, Motta Sant’Anastasia, Gela e Mazara del Vallo

Monreale, 24 aprile 2019 – Il 25 aprile, giorno della Festa della Liberazione dal nazifascismo, il ministro dell’Interno Matteo Salvini sarà in Sicilia, e precisamente a Corleone, per sottolineare che la sua priorità è la lotta alla mafia. Il vice premier non parteciperà a nessuna delle varie manifestazioni che si svolgeranno in tutta Italia per ricordare il giorno della liberazione.

“Siamo nel 2019 – ha dichiarato in una sua diretta Facebook – e mi interessa poco il derby fascisti-comunisti: mi interessa il futuro del nostro paese e liberare il nostro paese dalla camorra e dalla ‘ndrangheta”.

La visita, che si articolerà nei giorni 25 e 26 aprile, lo vedrà in varie località dell’Isola. Giorno 25, oltre che a Corleone, sarà a Monreale alle ore 16.15 per appoggiare la candidatura a sindaco di Giuseppe Romanotto. Poi si sposterà a Bagheria per concludere a Caltanissetta.

Il 26 sarà poi il turno di Motta Sant’Anastasia, Gela e Mazara del Vallo. In questi comuni, dove giorno 28 si svolgeranno le amministrative, il premier sarà presente per appoggiare i futuri pretendenti alla poltrona di sindaco che si presenteranno con il simbolo della Lega.

Non pochi i malumori espressi per questa scelta del premier. Una dichiarazione arriva proprio da Corleone, per l’esattezza da Cosimo Lo Sciuto, segretario della camera: “Quella di Salvini mi sembra una scelta pericolosa anche per il modo in cui è stata posta. È paradossale che il ministro dell’Interno si ricordi di intervenire contro la mafia proprio il giorno del 25 aprile, quasi come se la lotta a Cosa nostra fosse una cosa diversa dall’antifascismo”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.