Palermo vs Padova 1 – 1. Prossima gara a Livorno, divieto di errare categorico

Sul fronte cessione ancora si naviga in alto mare e ci auguriamo che la squadra non sia destabilizzata moralmente da questo stallo

Palermo, 23 aprile 2019 –  La 34° giornata di campionato di serie B evidenzia tutti i limiti di una squadra che nei momenti topici continua a steccare perdendo una gara che poteva continuare a mettere pressione alla seconda con un’ipoteca per la promozione diretta.

Il Palermo ha giocato una gara molto nervosa e con il freno a mano tirato, la mancanza di Mato Jajalo non può essere un alibi, ma adesso la sua presenza è diventata indispensabile per le caratteristiche da centrocampista arcigno e da ottimo interditore, tenendo conto della perdita di Chochev che poteva essere una valida alternativa.

Il Palermo ha sprecato moltissimo ed ha rischiato tanto perché ha trovato un buon Padova che a tratti poteva portare via l’intera posta; gli avversari hanno steccato anche un rigore che il grande Brignoli ha saputo neutralizzare ipnotizzando l’esecutore.

Il Palermo si presenta con Brignoli in porta e i rientranti Bellusci e Rajkovic, sulle ali Aleesami e a destra Salvi, a centro campo Hass e Murawsky, in attacco Stellone schiera Falletti insieme a Trajkosky con Nestorovsky e Moreo a fare da boa. I migliori in campo sono Moreo, che si conferma un gladiatore insieme a Brignoli. Una citazione anche per Aleesami che si è battuto come un leone, ma la squadra, specie a centrocampo, dimostra tutti i suoi limiti e il gioco è al di sotto delle aspettative.

Il goal del Palermo arriva al 14° minuto, realizzato da Trajkosky, che poi nel prosieguo della gara rimane in ombra. Le aspettative facevano ben sperare dopo il goal, ma la gara diventa nervosa e confusionale. Il Padova riesce a pareggiare in maniera rocambolesca dopo appena un minuto con una rete siglata da Pulzetti.

Al 71° minuti Salvi lascia, dopo una prestazione deludente, il posto a Rispoli, dopo di che è la volta di Hass, anche lui sotto la sufficienza, che al 75° minuto esce per fare posto a Puscas; all’83° minuto lo sfinito Aleeami viene sostituito da Mazzotta.

A questo punto rimangono le ultime 4 gare, considerando che il Lecce nel frattempo ha vinto contro il Perugia e si porta a +3 punti sul Palermo e deve riposare per aver giocato una gara in più. In caso di scontro diretto i Rosa sarebbero in vantaggio per aver vinto sia in andata che ritorno. La prossima è a Livorno con gli amaranto e il divieto di errare è categorico.

Le possibilità di non disputare i play off sono ancora aperte, ma con un’ulteriore fatica e concentrazione. Sul fronte cessione ancora si naviga in alto mare e ci auguriamo che la squadra non sia destabilizzata moralmente da questo stallo.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.