Mondello, aveva adibito due stanze a piantagione di marijuana allacciandosi abusivamente alla rete elettrica. Arrestato

L’accusa è di coltivazione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti e furto aggravato

Palermo, 16 aprile 2019 – Questa  mattina i carabinieri della stazione di Partanna hanno tratto in arresto Gaetano Clemente, classe 1981, accusato di coltivazione e detenzione illecita di stupefacenti e furto aggravato.

Durante la perquisizione della casa del Clemente, in via Feli, i militari hanno scoperto che due stanze dell’abitazione a piano terra erano state adibite a piantagione indoor. La serra conteneva 145 piante di marijuana, di circa 150 cm, lampade a reattori, impianti di condizionamento e materiale fertilizzante. Il tutto era allacciato abusivamente con un cavo elettrico alla rete pubblica, così come confermato dai tecnici dell’ENEL.

Sul posto anche i carabinieri del L.A.S.S. (laboratorio di analisi sostanze stupefacenti) del Comando provinciale di Palermo, per eseguire la campionatura delle sostanze. L’uomo è stato arrestato in seguito all’udienza di convalida ed è stato sottoposto all’obbligo di dimora.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.