Oggi è 20/11/2019

In Evidenza

Caputo: “Monreale si è fermata al 2004. Conosciamo i problemi ma sappiamo come risolverli”

Tassisti, commercianti, ausiliari del traffico, dissesto, Unesco, degrado. Il comizio di Caputo un duro attacco a Capizzi

Pubblicato il 7 aprile 2019

Caputo: “Monreale si è fermata al 2004. Conosciamo i problemi ma sappiamo come risolverli”

Monreale, 7 aprile 2019 – “Questo comizio è un dialogo aperto con la città, per la rinascita della città”. Con queste parole il consigliere comunale Giuseppe Guzzo ha aperto ieri pomeriggio il comizio di Salvino Caputo, candidato sindaco del comune di Monreale.

Con lui sul palco anche Sebastiano Raciti, dirigente di Fratelli d’Italia, gli assessori designati, Mario Milone, Filippo Di Fazio, Serena De Razza, e il consigliere comunale Antonella Giuliano.

“Guardandovi numerosi ricordo il primo comizio del 1994 che mi incoronò sindaco di Monreale. Ricordo che quelli furono gli anni migliori di Monreale”. Ha cominciato così Salvino Caputo il suo duro attacco all’attuale amministrazione e alle inefficienze del comune.

In prima fila, tra gli ascoltatori, alcuni portatori di handicap, ai quali si è rivolto con riferimento alla presenza delle barriere architettoniche che limitano in paese la mobilità per i disabili.

“Il sindaco ha fallito e non merita di essere rieletto. Sindaco, hai privato queste persone di vivere la loro città”.

Un riferimento anche al mancato parcheggio che avrebbe permesso una viabilità ordinata con piazze chiuse. “Abbiamo pagato 1.250.000 di penale per un parcheggio non realizzato a causa dell’egoismo di qualcuno. Ma abbiamo già parlato e trovato la disponibilità di imprenditori e operatori economici per creare un parcheggio comunale”. 

Un riferimento anche agli ausiliari del traffico in attesa di essere richiamati dalla società che gestisce le aree di sosta del comune: “Dal 29 aprile potrà fare le valigie. Non possiamo vedere lavorare i palermitani a Monreale, mentre i nostri concittadini stanno a passeggiare. Daremo loro dignità”.

Un passaggio è stato rivolto anche al disagio lamentato dai tassisti monrealesi nei confronti della concorrenza dei colleghi palermitani. “Da domani prima verranno i tassisti di Monreale e poi gli altri”.

Quindi un attacco alla politica fiscale di Capizzi: “Da sindaco non avrei aumentato del 20% la tassa sul suolo pubblico, ma avrei trovato il modo per consentire dei risparmi per agevolare i commercianti che vivono la crisi, e che a causa della maggiore pressione fiscale devono licenziare invece di assumere”. Sempre rivolto ai commercianti: “Non vi sarà alcuna chiusura delle strade, né una ZTL senza prima realizzare il nuovo parcheggio comunale”.

“Da sindaco non avrei permesso il degrado di questa città. Strade rotte, rifiuti, marciapiedi non percorribili. L’attuale sindaco di Monreale è una persona inadeguata a guidare la città. Serve un sindaco presente, appassionato, che stia più nel palazzo comunale che in altri posti. Che non eviti i cittadini ma che li ascolti, entri nelle loro case per vedere i disagi e trovare rimedi”.

Sul tema dei finanziamenti pubblici Caputo ha sottolineato come “tutti i comuni dell’isola ottengono finanziamenti per l’illuminazione. A Monreale non c’è programmazione, non ci sono progetti, non c’è amore per la città”.

Ripreso poi il tema dell’area sportiva mai realizzata ad Aquino nonostante il contributo milionario arrivato grazie all’intervento dell’allora presidente del Senato Renato Schifani: “Chiederò al Senato di nominare una commissione d’inchiesta per capire perché Monreale è stata privata di una moderna struttura”

Caputo ha poi replicato il ricordo della Monreale che aveva lasciato nel 2004, sotto la sua guida. “Monreale si è fermata al 2004. Sono passati 15 anni. L’ultima scuola costruita nel 2004, così la palestra comunale, le case popolari, le strade asfaltate. Il complesso monumentale, i grandi eventi portano un nome e un periodo. Da quindici anni l’orologio della città si è fermato per colpa di chi ha guidato la città dopo di me”.

Quindi rivolto al sindaco uscente, del quale non ha mai pronunciato il nome: “Sindaco non hai fatto crescere la città, e ora ti ricandidi. Io al posto tuo mi sarei ritirato e avrei lasciato spazio ad altri”.

No poteva mancare il riferimento alle politiche turistiche adottate dall’amministrazione. 

“L’Unesco è solo una targa. Monreale è rimasta lontana da quei finanziamenti che sono arrivati a Palermo e a Cefalù. Accogliamo i turisti attraverso Via Torres, nel degrado, tra i rifiuti. Non abbiamo i gabinetti pubblici. Il complesso monumentale chiuso quasi tutto l’anno. Circa 400 € incassati in un anno. Porteremo grandi mostre e grandi eventi. A Monreale porteremo la grande cultura”.

Infine il forte legame con le istituzionali regionali e nazionali, presentato come lo strumento necessario per entrare nei palazzi che contano. 

“Il dissesto non è un problema. Per molti è stato un alibi per non fare nulla. Il Professore Gaetano Armao, vicepresidente della regione siciliana, mi ha detto che non ha mai visto il sindaco di Monreale presentarsi da lui per chiedere aiuto o soluzioni, quando invece la regione sta aiutando altri comuni per uscire dal dissesto. Quello di Monreale non si è mai visto”.

 “Conosciamo i problemi ma sappiamo come risolverli. Con noi c’è il governo della regione, che ha dimostrato la sua vicinanza alla mia candidatura, finalizzata a risolvere i problemi della città. Da amministratori entreremo dalla porta principale”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Running Sicily Coppa Conad, la Marathon Monreale vince il trofeo

    In Evidenza

    I podisti monrealesi portano a casa la vittoria, per la prima volta la Marathon Monreale vince il Running Sicily- Coppa Conad. La premiazione si svolgerà il 13 dicembre alle 17,30 a Villa Savoia, un grande spettacolo sportivo per Monreale. Al secondo posto del podio la Universitas, mentre al terzo ..

    Continua a Leggere

  • Concorso infermieri, esteso ai neo laureati in Scienze infermieristiche

    In Evidenza

    PALERMO - Sarà riaperto il concorso per reclutare nuovi infermieri in Sicilia in modo da consentire la partecipazione anche dei neo laureati in Scienze infermieristiche. L’ha annunciato l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, inter..

    Continua a Leggere

  • Su Palermo torna il sole, temperature in aumento

    In Evidenza

    PALERMO - Dopo giornate ventose e con pioggia sulla città di Palermo tornerà a splendere il sole. Infatti, da domani sul Mediterraneo occidentale si formerà una zona di Alta Pressione che tenderà a portare tempo stabile e soleggiato. Un po’..

    Continua a Leggere

  • I mafiosi? “Uomini del disonore”, soldi da “spaccaossa” e reddito di cittadinanza (VIDEO)

    In Evidenza

    Alla mafia di Brancaccio non solo i proventi di pizzo e droga ma anche i soldi delle truffe degli "Spaccaossa" e addirittura del reddito di cittadinanza.  A finire nelle maglie della squadra mobile di Palermo sono stati questa mattina Michele Marino, 50 anni, Stefano Marino, 47 anni, Nicolò..

    Continua a Leggere

  • Slot machine online o macchinette da bar? Ecco perché i giocatori preferiscono le prime

    In Evidenza

    Quando si parla di gioco d’azzardo, sappiamo tutti che si tocca un tema caro a molti, tanto che l’Italia può essere considerata uno dei paesi di maggior successo per questo settore. Non deve dunque stupire che questo comparto abbia mosso dei passi da gigante in termini tecnologici, tanto che qu..

    Continua a Leggere

  • Monreale: al via Art in Fashion, moda, arte, cultura e spettacolo

    In Evidenza

    MONREALE - Si aprirà domenica 24 novembre alle ore ore 17,30

    Continua a Leggere

  • Palermo, sgominata la famiglia mafiosa di Roccella, Sperone e Corso dei Mille

    In Evidenza

    [gallery ids="124625,124626,124627,124628,124629,124630,124631,124632,124633"] È stato inferto un duro colpo al mandamento mafioso di Brancaccio questa notte, con l’arresto di 9 soggetti, tutti uomini, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione, associazione per delinquere fin..

    Continua a Leggere

  • Alberto Arcidiacono eletto nel consiglio Regionale di Anci Sicilia

    In Evidenza

    Il sindaco di Monreale Alberto Arcidiacono è stato inserito nel coordinamento regionale dell’Anci, l’associazione che unisce i comuni italiani. Il neoeletto avrà anche il compito di attuare un dialogo con le parti sociali per portare alla risoluzione di problematiche centrali come i rifiu..

    Continua a Leggere

  • Smantellato il mandamento mafioso di Brancaccio, arrestati esponenti delle famiglie mafiose di Corso dei Mille e Roccella (LE IMMAGINI)

    In Evidenza

    [gallery ids="124604,124605,124606,124607,124608,124609"] [video width="640" height="480" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2019/11/operazione-antimafia-Brancaccio.mp4"][/video] Rapine, spaccio di droga, truffe assicurative. Questi i reati al centro dell’operazione a..

    Continua a Leggere

  • Salta giunto del viadotto, chiuso tratto della Palermo-Catania

    In Evidenza

    Salta un giunto di un viadotto sulla A19 Palermo-Catania. Il tutto è accaduto sul viadotto Fiumetorto all’altezza dello svincolo per Termini Imerese, dove il giunto si è improvvisamente staccato dal suo asse.  Il tratto di autostrada è stato momentaneamente chiuso e presidiato dalle For..

    Continua a Leggere

  • Strade da incubo, da Corleone l’appello: “Tavolo tecnico per soluzioni concrete”

    In Evidenza

    Il Comune di Corleone si schiera con il gruppo di cittadini che si sono riuniti sotto il nome del comitato cittadino ‘Vogliamo la strada Corleone/Partinico per la viabilità delle strade del Corleonese. Così anche la giunta guidata..

    Continua a Leggere

  • Ritenuto vicino ai boss, confiscati beni per 1,1 milioni ad Antonino Vernengo

    In Evidenza

    La Polizia di Stato ha confiscato un patrimonio di oltre un 1,1 milioni di euro riconducibile ad Antonino Vergengo, palermitano di 61 ritenuto vicino alle famiglie mafiose di Cruillas e della Noce.  Il provvedimento è stato disposto dalla sezione  Misure di Prevenzione del Tribuna..

    Continua a Leggere

  • Interi condomìni morosi? Pupella: “Il Comune non ha ancora ridotto la pressione dell’acqua, in corso le procedure di messa in mora dell’utenza”

    In Evidenza

    MONREALE - Interi condomìni morosi nei confronti del comune di Monreale per non avere pagato il servizio idrico da anni. Debiti di decine di migliaia di euro. La situazione riguarda diversi condomìni monrealesi. In uno di qu..

    Continua a Leggere

  • La scuola e la società, i valori impartiti si scontrano contro la cupa realtà

    In Evidenza

    La scuola pubblica è sicuramente il cuore pulsante della nostra società. Essa riflette, per chi la sa comprendere, l'immagine di ogni contesto sociale presente nella nostra realtà e nel nostro tempo. Una comunità in divenire che dovrebbe fondarsi su variegati aspetti, tutti prof..

    Continua a Leggere

  • Da domani torna lo Scirocco, maltempo in arrivo

    In Evidenza

    Rispetto alla giornata precedente, oggi sulla città di Palermo è arrivato il “freddo” con venti moderati di Ponente. Come previsto sono arrivate a metà giornata anche le piogge, anche a carattere moderato. Da questa sera i venti soffieranno di Libeccio e, infine, deboli-moderati di Scirocc..

    Continua a Leggere

  • Volley Serie D, partita di esordio della Primula dal doppio volto

    In Evidenza

    MONREALE - Nella gara di esordio della Serie D, giocata sabato pomeriggio al Veneziano, è successo proprio di tutto. Ci si aspettava una partita dall’esito incerto con le ragazze monrealesi che al loro primo impegno di campionato hanno fronteggiato la Caos Clan, nata dalla fusione di due club ..

    Continua a Leggere

  • Lo Scirocco sferza Palermo, domani ulteriore peggioramento (IMMAGINI)

    In Evidenza

    https://www.facebook.com/FiloDirettoweb/videos/436873520343570/ PALERMO - I forti venti di Scirocco che hanno colpito la città di Palermo hanno causato non pochi problemi.  I mari molto agita..

    Continua a Leggere

  • Nasce il Teatrino Bastardo: uno spazio creativo per i giovani

    In Evidenza

    Dal teatro bastardo è nato il "Teatrino Bastardo", ovvero uno spazio creativo e di ricerca rivolto ai ragazzi e alle ragazze dagli 11 ai 13 anni. Lo spazio aspira ad essere un laboratorio permanente di teatro dove i preadolescenti possono, attraverso il linguaggio performativo, sperimentare i lo..

    Continua a Leggere