Oggi è 17/11/2019

In Evidenza

“Sono nato sindaco”. Caputo: “Monreale dal 28 aprile non sarà più orfana politicamente”

“Accanto ho la politica in grado di portare finanziamenti, strutture e lavoro. Io vi prometto che se dovessi tornare a fare il sindaco per Monreale sarà un’alba di speranza, di cambiamento”

Pubblicato il 31 marzo 2019

“Sono nato sindaco”. Caputo: “Monreale dal 28 aprile non sarà più orfana politicamente”

Monreale, 31 marzo 2019 – Comincia con una carrellata d’immagini di Monreale l’apertura della campagna elettorale di Salvino Caputo. L’inno di Mameli ha fatto da sottofondo al trascorso mandato dell’ex sindaco: la scuola A. Veneziano, l’impianto sportivo Ranteria, le strade, l’illuminazione, i concerti. Ad un tratto l’inno nazionale si interrompe, la cantata scenica “Carmina Burana” di Carl Orff accompagna le foto che parlano di una città degradata, di inciviltà e involuzione: sono i quindici anni dopo Caputo.

Un’aula, la Biagio Giordano, gremita di gente, in piedi per l’inno nazionale, che ha guardato per tutta la durata il filmato che racconta un prima e un dopo Caputo. Si apre così la presentazione della campagna elettorale dell’ex parlamentare. Una cordata di politici ha fatto da apri pista al discorso di Caputo. “La fortuna di un sindaco – dice Caputo – sta nell’avere le spalle coperte dalla grande politica. In questi anni Monreale è stata orfana della grande politica”. Poi una promessa a voce alta: “dal 28 aprile Monreale non sarà più orfana. Non avrà sindaci di liste civiche che quando andavano a Roma non trovavano nessuno e sbagliano pure Ministero. Quando andrò alla Regione a parlare di forestali troverò qualcuno che mi ascolterà”.

Si definisce una bandiera di passione e di coraggio Caputo. “Io sono un uomo che ha una grande esperienza, passione, coraggio, una persona cocciuta perché davanti a sé ha soltanto la città di Monreale e i suoi 40mila cittadini, accanto a sé alle spalle e a fianco ha la politica che è in grado di portare quei finanziamenti, strutture e lavoro. Io vi prometto che se dovessi tornare a fare il sindaco per Monreale sarà un’alba di speranza, di cambiamento”.

Se Monreale avrà bisogno, troverà dei politici disposti ad aprire porte e mettere a disposizione le loro competenze per risolvere i problemi. È questo il messaggio che Caputo lancia alla platea, a sostegno della sua discesa in campo in qualità di primo cittadino.

A distanza di 15 anni Caputo ci riprova e tenta la corsa per diventare sindaco di Monreale. Dopo aver incassato il via libera da Forza Italia, che resta la chiave di volta della coalizione, l’ex sindaco ha ricevuto l’appoggio di alcuni esponenti del centrodestra come il senatore Renato Schifani, il vicepresidente della Regione Gaetano Armao, gli assessori regionali Edy Bandiera e Bernadette Grasso, gli onorevoli Francesco Scoma e Salvatore Lentini, il consigliere comunale di Palermo Fabrizio Ferrara e il commissario Provinciale di Forza Italia, Luigi Vallone. Presenti Nicola Arduino, consigliere della IV circoscrizione, i sindaci di Lercara Friddi e Piana degli Albanesi, l’assessore di Partinico Rosy Pennino, Nino Cangemi, Piero Bonpasso, Pecoraro, ex segretario del comune, il coordinatore di Fratelli d’Italia, Sebastiano Raciti. 

Perché queste presenze politiche? Non è di certo per fare passerella, spiega Caputo. “Abbiamo chiesto ad autorevoli esponenti della politica nazionale e regionale di essere presenti. Monreale come avete visto dal filmato ha vissuto tempi d’oro. Nonostante il dissesto finanziario e le difficoltà economiche, le cose si facevano e non perché ero un super sindaco ma perché ero un sindaco appassionato, impegnato che ha a cuore Monreale e perché accanto a me avevo i riferimenti della politica che nei momenti di difficoltà mi aprivano le porte e portavo finanziamenti, soldi, concessioni. La fortuna di un sindaco sta nell’avere da un punto di vista istituzionale e politico le spalle coperte dalla grande politica. In questi 15 anni abbiamo sofferto e soffriamo perché coloro che ci hanno amministrato erano soli e non avevano alle spalle nessun riferimento politico. Persone oneste, capaci, rispettabili ma erano soli. Io oggi come nel 1994 e nel 2004 ho la fortuna di avere accanto a me gli assessori regionali, i consiglieri di Palermo ma soprattutto di avere la grande politica nazionale che domani riceverà Salvino Caputo sindaco di Monreale e che mi permetterà di portare lavoro, crescita, occupazione, sviluppo, cultura”.

Oggi Caputo si è presentato alla città, tra affezionati e nuovi elettori con “Forza Italia”, “Caputo per Monreale” e “Uniti per Monreale”, 72 candidati in tutto, che gli hanno già assicurato il loro sostegno. A fianco dell’ex parlamentare i consiglieri uscenti Giuseppe Guzzo, Antonella Giuliano e Giorgio Rincione.

Caputo è un politico di lungo corso che ha militato sempre nelle fila del centrodestra. Ex attivista del Msi, per due volte sindaco di Monreale, è stato per quattro legislature deputato regionale eletto con An e Forza Italia prima e con il Pdl poi. Nella primavera scorsa, infine, l’approdo alla Lega con la nomina a commissario straordinario del movimento Noi con Salvini per i comuni della provincia di Palermo.

Renato Schifani ha definito la candidatura dell’ex sindaco “un ritorno alla sana amministrazione”. “Questo territorio deve tornare a crescere – ha detto il senatore – come quando in passato con Caputo facevamo sinergia. Dialoga con i deboli, parla con i commercianti. Lui lo fa perché ci crede. Ci vuole entusiasmo e lo devi avere nel sangue. Parecchie volte siamo costretti a rifarci al passato per riprendere i valori perduti”. Poi Schifani non perde l’occasione per chiedere che vengano recuperati i 4 milioni circa che lui si impegnò a far destinare alla realizzazione del campo sportivo dedicato al maresciallo Domenico Intravaia. “Tu Salvino ti devi impegnare per quelle somme e realizzare l’impianto sportivo”. A fianco di Schifani da due anni i consiglieri uscenti Giuseppe Guzzo e Antonella Giuliano “fondamentali affinché la candidatura convergesse su Caputo”.

“Abbiamo scelto l’usato sicuro”, afferma Bernadette Grasso, assessore regionale alle Autonomie locali. “Siamo qui a dare una testimonianza di sostegno. La città di Monreale deve guardare al futuro ed è Salvino”. “Salvino non devo raccontarlo io ma è un uomo capace di assumersi le proprie responsabilità – afferma Edy Bandiera – qui c’è la possibilità per una amministrazione che sa rapportarsi col governo regionale di dare possibilità a tanti giovani che vogliono lavorare. È il momento di scegliere se cambiare o continuare a vivere nell’oblio”.

“Perché non sostenere un uomo che ci ha creduto?” Non poteva mancare l’appoggio da parte di Francesco Scoma, nel ’98 vicesindaco di Monreale durante l’amministrazione Caputo, che ha ricordato i lavori portati al termine per il paese come sul contenzioso Amat, sul’illuminazione, per i taxisti, per l’acqua. Per Salvatore Lentini “Megghiu u tintu canusciutu ca u tintu a canuscire”. “È stato con me per sette anni, posso dire che Salvino ha sempre lavorato per il suo paese. Si è sempre battuto, certo le ciambelle non riescono sempre con il buco ma si sa. Nel momento in cui ho sentito parlare male di Caputo ho capito come la gente riesce ad essere irriconoscente e ho deciso di mettere un candidato anch’io. Salvino Caputo è il sindaco di Monreale, non si è mai fermato davanti a nulla. Non è un caso la presenza di persone di grossa caratura politica, siamo qui insieme per realizzare un grande progetto”.

“La mia famiglia non era favorevole, voleva che mi dedicassi a loro, al nostro studio legale – racconta alla platea Caputo – poi mi hanno guardato negli occhi e hanno capito che il richiamo degli affetti era forte ed è forte. Ma chi mi conosce sa che accanto al grande amore per loro nel mio cuore c’è l’altra parte di Salvino. Una persona che è nata sindaco che si sente sindaco che vuole diventare sindaco perché ama in maniera straordinaria questa città. Quando ho rivisto Monreale, in quel filmato, elegante, pulita, con i grandi concerti, le strade non dissestate, ho gioito per l’impegno che avevo messo per contribuire alla realizzazione. Ma poi quando l’ho vista in questi mesi con l’immondizia e i topi per le strade, con i cani morti. Quando incontri i commercianti che non ce la fanno, quando incontri i giovani che chiedono sviluppo occupazionale, quando gli amici disabili mi dicono che questo non è un paese, che l’ultima scuola è stata costruita nel 2004, è da 15 anni che non si aggiustano le strade, non si fa una palestra, che non si aiutano i commercianti, che non si aiutano le famiglie. A questo punto ho detto mi devo ricandidare perché Monreale ha bisogno di me, ha bisogno di respirare”.

La buona politica, la chiama Caputo. Che si sofferma a parlare di programmazione sportiva, ma anche di sviluppo del territorio attraverso la pianificazione. “Il piano regolatore dovrà uscire dagli uffici comunali, assegnato ai privati perché abbiamo sperimentato che gli impiegati non sono in grado di redigerlo”. 

Il turismo è diventato una barzelletta per il candidato di FI. “Il riconoscimento Unesco è stato soltanto una targhetta apposta nella piazza Guglielmo, non ha portato una lira e non la porterà mai fino a quando non ci sarà il piano integrato del territorio riconosciuto dall’Unesco. A Palermo e Cefalù sono arrivati i finanziamenti, Monreale invece è stata tagliata fuori. Per noi Unesco significa turismo, finanziamenti, sviluppo, lavoro e imprenditoria del territorio”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Lo Scirocco sferza Palermo, domani ulteriore peggioramento (IMMAGINI)

    In Evidenza

    https://www.facebook.com/FiloDirettoweb/videos/436873520343570/ PALERMO - I forti venti di Scirocco che hanno colpito la città di Palermo hanno causato non pochi problemi.  I mari molto agita..

    Continua a Leggere

  • Nasce il Teatrino Bastardo: uno spazio creativo per i giovani

    In Evidenza

    Dal teatro bastardo è nato il "Teatrino Bastardo", ovvero uno spazio creativo e di ricerca rivolto ai ragazzi e alle ragazze dagli 11 ai 13 anni. Lo spazio aspira ad essere un laboratorio permanente di teatro dove i preadolescenti possono, attraverso il linguaggio performativo, sperimentare i lo..

    Continua a Leggere

  • Monreale, Festival delle birre artigianali dal 29 novembre al 1 dicembre

    In Evidenza

    MONREALE - Ci siamo è quasi tutto pronto per il Festival delle birre artigianali, dal 29 Novembre al 1 Dicembre in Corso Pietro Novelli a Monreale. La prima edizione del Festival delle birre artigianali racconterà la storia dei sette bi..

    Continua a Leggere

  • Tempo in lieve peggioramento per il fine settimana

    In Evidenza

    Secondo le ultime proiezioni meteorologiche ci attende un fine settimana non buono, a causa dell’arrivo di una nuova perturbazione atlantica che porterà piogge e temporali su tutta la città di Palermo. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa succederà nelle giornate di sabato e domenica. SABATO ..

    Continua a Leggere

  • Colpo alla mafia di Monreale, condannati Salvatore Lupo, Antonino Sciortino e Sergio Damiani

    In Evidenza

    [gallery ids="124194,124196,124195"] Colpo alla mafia di Monreale. Il giudice per l’udienza preliminare di Palermo ha condannato a 21 anni complessivi Salvatore Lupo, Antonino Sciortino e Sergio Damiani. La pena più pesante è andata a Sciortino al quale il gup ha inflitto 10 anni, 6 anni per ..

    Continua a Leggere

  • La “ricetta” per il randagismo accende lo scontro a Monreale tra Costantini e Taibi

    In Evidenza

    MONREALE – La questione randagismo infiamma il freddo autunno monrealese. A vedersi contrapposti sono l’assessore comunale Nocola Taibi e il consigliere comunale Ciquestelle, Fabio Costantini in veste di presidente della II Commissione Bilancio. Una polemica che nasce da una ricetta, quella che ..

    Continua a Leggere

  • Palermo Pride suona 2019, due date simbolo dedicate ai diritti di tutti e alla comunità Lgbt

    In Evidenza

    Due date simbolo aprono e chiudono una manifestazione dedicata ai diritti di tutti e alla comunità Lgbt: dal 20 novembre, Transgender Day of Remembrance, al primo dicembre, Giornata mondiale contro l'Aids, in diversi luoghi della città è organizzato il Palermo Pride Suona 2019. In collaborazio..

    Continua a Leggere

  • Corleone, in arrivo 840mila euro per lavori urgenti in 14 strade del territorio

    In Evidenza

    CORLEONE - La Protezione civile stanzia 840mila euro per lavori urgenti in 14 strade del territorio di Corleone. Il provvedimento fa parte di un più ampio intervento deciso dopo gli eventi meteorologici eccezionali che, da ottobre del 2018, hann..

    Continua a Leggere

  • I tronchi degli alberi abbattuti diventano panchine per bambini

    In Evidenza

    MONREALE - Continuano le operazioni di pulizia del territorio da parte degli operai impegnati in diversi progetti di pubblica utilità, promossi dall’amministra..

    Continua a Leggere

  • A Casa Cultura presentazione del libro “Itinerario gastronomico arabo-normanno”

    In Evidenza

    MONREALE - Oggi pomeriggio alle ore 18.00 presso Casa Cultura Santa Caterina ci sarà la presentazione del libro di Carlo Di Franco “Itinerario gastronomico arabo-normanno”. Interverranno, oltre all..

    Continua a Leggere

  • Corleone, giovane di 19 anni muore in incidente stradale

    In Evidenza

    CORLEONE - Ha perso la vita Giuseppe Di Lorenzo, un giovane di 19 anni, nel corso di un incidente stradale avvenuto sulla statale 118, nei pressi di Corleone. Il giovane, al rientro da una festa di laurea, viaggiava a bord..

    Continua a Leggere

  • Monreale: un arresto per droga, in auto scovati 300 panetti di hashish

    In Evidenza

    MONREALE - 30 chilogrammi di hashish suddivisi in 300 panetti da 100 grammi ciascuno. È il risultato dell’operazione dei carabinieri di Monreale, che hanno tratto in arresto 34enne napoletano. All’interno della sua auto, mentre circolava in ..

    Continua a Leggere

  • Mafia e scommesse: 16 condanne e 5 assoluzioni, risarcimenti al Comune di Partinico e a diverse associazioni

    In Evidenza

    [gallery ids="124107,124108,124109,124110,124111,124112,124113,124114,124115,124116,124117"]   PALERMO - È stata emessa ieri la prima sentenza di condanna nei confronti di 16 soggetti coinvolti nel business illegale delle scommesse. Le accuse, mosse d..

    Continua a Leggere

  • Incendio sulla Vincenzo Florio, fissata l’udienza preliminare

    In Evidenza

    A 10 anni di distanza dal terribile incendio che coinvolse la nave della Tirrenia, Vincenzo Florio, avvenuto nella notte tra il 28 e il 29 maggio 2009 al largo di Palermo, è stata fissata per il prossimo 6 febbraio alle ore 9:30 l’udienza preliminare su questo caso. Il traghetto stava effettua..

    Continua a Leggere

  • Municipio blu a Monreale contro il Diabete (FOTO)

    In Evidenza

    [gallery ids="124090,124092,124094"] Anche Monreale aderisce all’appuntamento della Giornata Mondiale sul diabete e per questo il Palazzo di Città del Comune di Monreale per l’occasione si è tinto di Blu. Un gesto che va al di là del simbolico, una luce blu che si aggiunge ai numerosi Com..

    Continua a Leggere

  • Schianto frontale in via Olio di lino, una donna in prognosi riservata

    In Evidenza

    Un incidente frontale si è verificato questo pomeriggio tra Monreale e Palermo, in via Olio di lino. In seguito allo schianto sono rimaste gravemente ferite due donne alla guida delle due vetture. A impattare frontalmente sono state una Skoda e una Seicento. A riportare ferite più gravi è s..

    Continua a Leggere

  • Al Commissariato di Partinico un agente “ludopatico” inseguito dai creditori

    In Evidenza

    Pieno di debiti e assillato dai creditori a causa del vizio del gioco. È la descrizione che fanno i pm di Pietro Tocco l'agente della Polizia di Stato di Partinico, ormai in pensione, arrestato assieme ad altri operatori di polizia nell’ambito dell’inchiesta con la quale si ipotizzano reati di ..

    Continua a Leggere

  • Un impianto sui tetti della Cattedrale la proteggerà dai fulmini

    In Evidenza

    MONREALE - Si tratta di un sistema classico che sarà messo a copertura sulla Cattedrale. Il parafulmine costerà alla Fabbriceria del Duomo circa 80mila euro e consiste in delle aste che andranno a coprire interamente i tetti. Dopo l'ok da parte..

    Continua a Leggere