Violenza domestica: arrivano 31 sportelli di ascolto per le donne in tutta la Sicilia

Le donne in difficoltà potranno rivolgersi a questi centri di prima accoglienza per segnalare abusi, stalking e maltrattamenti

Palermo, 29 marzo 2019 – Diventeranno presto operativi in Sicilia 31 nuovi sportelli d’ascolto per le donne vittime di violenza. È stata approvata la graduatoria definitiva dei progetti, che saranno finanziati con un massimo di 12.000 € ciascuno. La somma sarà erogata ai beneficiari già nei prossimi giorni.

Le donne in difficoltà potranno rivolgersi a questi centri di prima accoglienza per segnalare abusi, stalking, maltrattamenti e per essere informate riguardo l’iter necessario per avviare percorsi di tutela o per essere trasferite in strutture antiviolenza per la messa in sicurezza.

“Tagliamo un traguardo che ci stava particolarmente a cuore – commenta su Facebook Nello Musumeci -, dare vita, in tutta l’Isola, a una rete capillare in grado di fornire un adeguato sostegno alle donne, spesso madri di famiglia, che hanno un disperato bisogno di affrancarsi da un’esistenza in cui dominano inaccettabili soprusi e un profondo disagio. Avevamo previsto nel bando un meccanismo di assegnazione di punteggi che privilegiasse quelle zone in cui il distretto socio sanitario non è attrezzato per raccogliere questo tipo di segnalazioni, e ciò renderà ancora più funzionale la dislocazione sul territorio di strutture in grado di farsi carico di situazioni divenute insostenibili, offrendo la concreta opportunità di cominciare un nuovo percorso di vita”.

Gli sportelli che verranno attivati saranno dislocati a Licata, Sciacca, Bivona, Casteltermini, Ribera, Canicattì, San Giovanni Gemini (Provincia di Agrigento), Misilmeri, Belmonte Mezzagno, Lercara Friddi, Cinisi, Lascari, Balestrate, Palermo, Bagheria, Casteldaggia (Provincia di Palermo), Alcamo, Valderice (Provincia di Trapani), Brolo (Provincia di Messina), Enna, Acireale, Caltagirone, Vizzini (Provincia di Catania), Lentini (Provincia di Siracusa), Gela (Provincia di Caltanissetta), Modica e Ragusa (Provincia di Ragusa).

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.