Partinico, incendiate le auto della famiglia del sindacalista Nicola Barone

Nel 2014 a Barone gli fu recapitata una busta con dei proiettili all’interno

Partinico, 21 marzo 2019 – Due auto appartenenti alla famiglia di Nicola Barone, 45 anni, nella notte scorsa sono state incendiate. L’ex presidente del consiglio di San Cipirello da anni è residente a Partinico. I due veicoli erano posteggiati in via Saponara, una Reanult Clio e una Fiat Punto, strada del quartiere “Spine Sante” nel cuore del centro storico di Partinico. 

Barone attualmente ricopre a San Cipirello la carica di segretario della Uil ed è anche presidente della società di calcio del Castellammare ’94 che milita nel campionato di eccellenza.

Le auto sono state cosparse di liquido infiammabile anche all’interno. I Carabinieri della stazione di Partinico hanno avviato un’indagine ed al momento non escludono alcuna pista. Nel 2014 Nicola Barone fu vittima di un’altra intimidazioni: gli fu recapitata una busta con dei proiettili all’interno. 

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.