Oggi è 16/09/2019

Politica

Operazione “Artemisia”, Lagalla: “Le mie azioni istituzionali ispirate a criteri di correttezza e rispetto della legge”

Claudio Fava: “Preoccupa il modo esibito e impunito con cui pezzi del sistema politico si erano messi al servizio di un disegno criminale”

Pubblicato il 21 marzo 2019

Operazione “Artemisia”, Lagalla: “Le mie azioni istituzionali ispirate a criteri di correttezza e rispetto della legge”

Palermo, 21 marzo 2019 – La politica nella bufera a seguito dell’operazione “Artemisia”, messa a segno dai Carabinieri del Comando Provinciale di Trapani contro un vasto sistema corruttivo guidato da una loggia segreta in grado di condizionare la politica. Sono 27 gli ordini di arresto chiesti dalla procura in esecuzione di una misura cautelare emessa dal Gip di Trapani, mentre altre 10 persone sono indagate a piede libero per reati contro la pubblica amministrazione, contro l’amministrazione della giustizia nonché associazione a delinquere segreta.

Sono 27 gli ordini di arresto chiesti dalla procura in esecuzione di una misura cautelare emessa dal Gip di Trapani, mentre altre 10 persone sono indagate a piede libero. Tra gli arrestati, l’ex deputato regionale di Castelvetrano di FI Giovanni Lo Sciuto, 56 anni, nella scorsa legislatura vicepresidente della Commissione Lavoro e componente dell’Antimafia regionale. Coinvolti anche altri politici che insieme a professionisti e massoni avrebbero fatto parte di una vera e propria loggia segreta. Ai domiciliari anche l’ex sindaco di Castelvetrano Felice Errante, l’ex deputato e assessore regionale Francesco Cascio e il candidato Luciano Perricone.

Scoperto nell’ambito dell’operazione “Artemisia” un vasto sistema corruttivo negli enti locali, quali il comune di Castelvetrano e l’Inps di Trapani. Secondo le indagini dei Carabinieri “Lo Sciuto ed i suoi sodali, dopo aver governato tramite il sindaco Felice Errante ed il vice Sindaco Chiofalo dal 2012 al 2017, raggiungevano un accordo con l’ex rivale politico Luciano Perricone, finalizzato – si legge negli atti – alla elezione del predetto alla carica di Sindaco in occasione delle elezioni del 2017 (non tenutesi, in considerazione del sopravvenuto commissariamento del Comune)”.

Destinatario di un’informazione di garanzia l’ex rettore dell’Università di Palermo Roberto Lagalla (oggi assessore regionale all’Istruzione). “Prendo atto – ha dichiarato Lagalla – che, nell’ambito di un’indagine per reati associativi ed altre ipotesi di reato, tra le quali corruzione e appartenenza alla massoneria, che non mi vedono in alcun modo coinvolto, la procura della Repubblica di Trapani mi ha dato comunicazione di un solo addebito relativo alla fattispecie di abuso d’ufficio. La contestazione, risalente a fatti del 2015, riguarderebbe la mia precedente funzione di rettore dell’Università di Palermo. Al momento – ha aggiunto – non sono in possesso di sufficienti elementi conoscitivi e documentali, né di personale memoria, tali da consentirmi una qualsiasi ricostruzione della presunta violazione dei doveri d’ufficio. Restando, ovviamente, a completa disposizione della magistratura, mi sorregge la serena coscienza di avere sempre ispirato le mie azioni istituzionali a criteri di correttezza e rispetto della legge, nell’esclusivo interesse della cosa pubblica. Per tale ragione e nella certezza che la circostanza potrà essere ampiamente chiarita nel corso dell’attività istruttoria, mi dichiaro assolutamente sereno e fiducioso nella rapida soluzione della vicenda”.

Il presidente della Commissione regionale antimafia Claudio Fava ha detto che “poco importa che la parola ‘mafia’ non compaia negli atti dei magistrati di Trapani: ciò che preoccupa è il modo esibito e impunito con cui pezzi del sistema politico si erano messi al servizio di un disegno criminale disposto a comprare, violare e corrompere tutto e tutti. A Castelvetrano non ci sono solo le ultime confuse tracce di Matteo Messina Denaro; c’è anche il laboratorio di un nuovo, spregiudicato sistema di potere che, all’ombra di una loggia massonica, aveva mescolato carriere, protezioni, appalti, assunzioni, promesse, licenze”. Fava si dichiara contrario allo svolgimento delle prossime elezioni a Castelvetrano: “tornare al voto a Castelvetrano – Comune sciolto per mafia – in queste condizioni di incertezza democratica, con un candidato sindaco appena arrestato e una lunga ombra sugli atti e i fatti delle passate amministrazioni, forse è un rischio da evitare – ha avvertito Fava – troppi sono gli episodi in Sicilia dove politica e affari si intrecciano per autosostenersi. Non si può lasciare alla sola magistratura e alle forze dell’ordine il compito di intervenire”.

Ricevi tutte le news

Fio'

Favorire pochi a discapito di altri sembra a loro qualcosa di insignificante

24 marzo 2019 | 13:37 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Vietata la circolazione alle bici elettriche, multe e sequestri a Palermo

    Politica

    PALERMO - Nelle strade pubbliche è viatata la circolazione di qualsiasi mezzo che non sia non assicurato o non omologato. È il caso delle biciclette elettriche, assimilabili a veri e propri scooter. A Palermo qualcosa si muove tanto che sono stati potenziati i controlli sulle biciclette elettr..

    Continua a Leggere

  • Droga “Made in Partinico”, così la città si riscopre regno delle piantagioni

    Politica

    Partinico è una delle aree della Sicilia in cui si ha la più alta percentuale di piantagioni di droga. A confermarlo sono le numerose operazioni di carabinieri, polizia e guardia di Finanza che hanno permesso di scoprire diversi appezzamenti coltivati a Cannabis e togliere alla criminalità proven..

    Continua a Leggere

  • “I bambini non si toccano”, le associazioni monrealesi alla manifestazione in piazza Verdi

    Politica

    PALERMO - Dopo la manifestazione di solidarietà per i bambini di Bibbiano, svoltasi a Monreale il 29 agosto scorso, sabato dinanzi al Teatro Massimo diverse associazioni si sono riunite per sensibilizzare l'o..

    Continua a Leggere

  • “Settimana Internazionale di Musica Sacra di Monreale”: dal 2 al 6 ottobre un fitto cartellone

    Politica

    MONREALE - Al via la 61esima edizione della “Settimana Internazionale di Musica Sacra di Monreale”. Il programma non è stato ancora presentato pubblicamente, ma è ormai ufficiale. Dal 2 al 6 ottobre Monreale..


  • Partinico, operazione antidroga: sequestrati 220 chili di marijuana, tre arresti

    Politica

    PARTINICO - 220 chili complessivi di droga, ma anche tutto il materiale necessario per l’irrigazione, la coltivazione e l’essiccazione della marijuana. Una piantagione in piena regola con oltre 280 arbusti è stata trovata dalla Guardia di Finan..


  • Mirto SRL, a novembre udienza per l’assunzione dei 12 lavoratori mai inseriti nell’organico delle ditta dei rifiuti

    Politica

    MONREALE - Sono ancora tempi di attesa per i 12 ex dipendenti dell’ATO Alto Belice Ambiente che attendono da anni di essere inseriti nell’organico della Mirto SRL di San Cipirello, la società che da gennaio 2017 fornisce per il comune di Monreale il s..


  • Capaci, sequestro di persona: tre uomini arrestati dai Carabinieri

    Politica

    CAPACI - I Carabinieri della Stazione di Capaci hanno posto agli arresti domiciliari tre palermitani – un 42enne, un 27enne e un 25enne –, in seguito alle indagini coordinate dalla Procura di Palermo. Ai tre viene contestato il sequestro d..


  • “Muddichi ri pani” e “Ballando sulle punte”: Tracce nel Vento presenta due libri di poesie

    Politica

    [gallery ids="117473,117474,117475,117476,117477,117478,117479,117480,117481,117482,117483,117484,117485,117486,117487,117488,117489,117490,117491,117492,117493,117494,117495,117496,117497,117498,117499,117500,117501,117502,117503,117504,117505,117506"] MONRE..


  • Street food (di qualità) e musica classica: si conclude con grandi numeri la “Monreale Food Feast”

    Politica

    [gallery ids="117460,117461,117462,117463,117464,117465,117466,117467,117452"] MONREALE - Non può che essere positivo il bilancio del "Monreale Food Feast", la tre giorni dedicata al mondo del cibo di strada siciliano e non, ospitata per le v..


  • Incidente nella notte, auto si ribalta in via Antonio Veneziano

    Politica

    MONREALE - Ancora un incidente, nella notte una Smart si è ribaltata dopo aver urtato un'altra vettura. Alla guida una donna che fortunatamente ha riportato solo qualche graffio. La donna di circa 30 ..


  • Nelle vie Pio la Torre e Salvatore Candido “Letture erranti di Antonio Veneziano”

    Politica

    [gallery ids="117434,117433,117435,117432,117431,117429,117428,117427,117426"] MONREALE - Dopo il successo di "Monreale Food e Feast" che ha riempito le vie di Monreale, da via Pietro Novelli alle piazze principali, continuano gli eventi inser..


  • A Casa Cultura presentato il libro di Ester Rizzo “Le Ricamatrici”

    Politica

    MONREALE - Nella splendida cornice di Casa Cultura Santa Caterina ieri pomeriggio é stato presentato il libro di Ester Rizzo “Le Ricamatrici”.  L’evento culturale fa parte del calendario dell’estate monrealese ed è  stato..


  • Monreale, oggi ancora Food Feast e il concerto dell’orchestra Sinfonica Siciliana

    Politica

    MONREALE - Anche ieri ha fatto registrare il tutto esaurito il "Monreale Food Fest", la kermesse gastronomica che ha portato in città, per tre giorni, il migliore cibo da strada siciliano e monrealese.

    Anche ieri un fiume di visitatori ha preso d'assalto gli stand ..


  • Zona traffico limitato, fioccano le multe in piazza Guglielmo

    Politica

    MONREALE- Pizzicati mentre transitavano con l'auto da piazza Guglielmo, per i trasgressori sono fioccate le multe. Al varco gli automobilisti sono stati fermati dai Carabinieri che hanno elevato una decina di contravvenzioni. Questa ..


  • “Intrecci di filo”, la mostra di artigianato dell’associazione CreArt al circolo di cultura Italia

    Politica

    [gallery ids="117381,117382,117383,117384"] MONREALE - Il circolo di cultura Italia ospita da ieri la mostra di artigianato "Intrecci di filo", organizzata dall'associazione "CreArt Eventi" di Monreale e dal presidente del circolo Claudio Burgio. "Un'opera ..


  • Da via Pio La Torre rimossi due vasi ornamentali e spostati in via Roma. Pupella: “Stiamo riorganizzando l’arredo urbano”

    Politica

    MONREALE - Giovedì mattina alcuni operai hanno spostato due va..


  • Bonus prima casa anche su più unità, la sentenza della Cassazione

    Politica

    Un recente intervento della Cassazione (Ordinanza n. 17015/2019), a seguito di un ricorso da parte di un contribuente avverso la Commissione Tributaria regionale del Piemonte, interviene nel merito dell’


  • Grisì, l’amministrazione si attiva per richiedere lo stato di calamità. Arcidiacono: “La settimana prossima farò richiesta alla Regione”

    Politica

    MONREALE - Dopo l'inondazione delle strade di Grisì, risalente a qualche giorno fa, è diventata ancora più evidente la necessità di interventi urgenti per evitare che disagi di questo tipo si ripresentino nuovamente. In seguito alle forti piogge, infatti, l'a..