Elezioni sindaco, ballottaggio Capizzi-Madonia secondo un sondaggio di Monrealenews

I due si trovano al momento rispettivamente in prima e in seconda posizione staccati solo di qualche voto

Monreale, 21 marzo 2018 – Sono ben 18.406 le persone che hanno espresso la propria preferenza in un sondaggio proposto dalla testata online Monrealenews e il risultato è sorprendente.

A superare il primo turno elettorale e a contendersi la fascia tricolore del comune di Monreale, secondo i lettori della testata locale, potrebbero andare Piero Capizzi, che ha raccolto il 19% delle preferenze, a pari merito con Benedetto Madonia. I due si trovano al momento (l’ora di rilevazione del sondaggio è le 16.00 del 21 marzo), rispettivamente in prima e in seconda posizione staccati solo di qualche voto. Terzo, vicinissimo a Capizzi e Madonia, compare il candidato del M5S, Fabio Costantini (19%).

Seguirebbe con 2301 preferenze Massimiliano Lo Biondo (13%), in quarta posizione, quindi Roberto Gambino (11% e 2115 voti), Salvino Caputo (1275 e 7%). Giuseppe Romanotto è penultimo con soli 778 voti (4%). Nell’ultima posizione del sondaggio si piazza invece Alberto Arcidiacono, forte di 4 liste e circa cento candidati al consiglio comunale, ma con solo 559 voti (3%). 

Il risultato, ricordiamo, è ancora parziale. Il sondaggio, che non è stato ancora chiuso, come è normale intendere e come è stato correttamente anticipato dalla redazione che l’ha proposto, non vuole rappresentare un vero test perché non basato su una metodologia scientifica, ma solo un modo per alimentare il dibattito tra gli elettori nel corso della campagna elettorale.

È pur vero che il sondaggio mostra comunque numeri importanti. Sono tante le persone che hanno votato, e con questo trend il loro numero si potrebbe avvicinare a quello degli elettori che a Monreale sono soliti presentarsi alle urne. Ma va anche detto che questo sondaggio non può avere alcuna valenza statistica perché consente agli utenti più esperti di informatica di votare più volte ma soprattutto perché l’utenza che può esprimere il voto non è rappresentativa dell’elettorato monrealese, potendo esprimersi sia minorenni che cittadini residenti in altri comuni.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.