Diventerà Bellissima sceglie Arcidiacono. Ma Pippo Lo Coco non ci sta. Per lui il sindaco da sostenere è Piero Capizzi

Angelo Pizzuto (segretario provinciale Diventerà Bellissima): “Il nostro movimento diffuso su tutto il territorio. Opportuno essere presenti anche all’interno del consiglio comunale di Monreale”

Monreale, 28 febbraio 2019 – Dopo settimane di tavoli aperti per stabilire la linea politica, ieri sera la segreteria provinciale di Diventerà Bellissima ha sciolto la riserva su Monreale. Il Movimento del Presidente della regione Musumeci appoggerà Alberto Arcidiacono nella corsa a sindaco della città. A confermarlo ai nostri microfoni è il segretario provinciale del movimento, Angelo Pizzuto.

La spunta quindi il consigliere Marco Intravaia, nel lungo braccio di ferro con il collega Pippo Lo Coco, che ha perorato nelle ultime settimane l’opzione Capizzi. Ma la decisione, confermata nella tarda serata di ieri, non è stata presa all’unanimità, e certamente lascerà strascichi all’interno del movimento dove, con molta probabilità, Intravaia e Lo Coco seguiranno percorsi divergenti.

In segreteria provinciale nel pomeriggio di ieri stava passando la mozione relativa alla creazione di una lista civica su Monreale. Il nome già definito, “Monreale Bellissima”. Avrebbe consentito agli uomini del presidente di candidarsi al suo interno se pro Arcidiacono, o di tenersene fuori in caso di opzioni differenti (vedi caso Lo Coco), ma salvando così l’adesione di tutti ad un progetto comune a livello regionale.

Un’escamotage per provare ad evitare una spaccatura interna nella sezione monrealese del movimento, ma che non lo avrebbe salvato comunque da un certo imbarazzo.

In tarda serata invece la virata verso una decisione più drastica. “Abbiamo i numeri per presentare la lista di Diventerà Bellissima”, spiega Pizzuto. “Il nostro è un movimento ormai diffuso su tutto il territorio. Da un confronto con la deputazione regionale è emersa l’opportunità di essere presenti anche all’interno del consiglio comunale di Monreale”.

“Domattina (oggi, ndr) contatterò il consigliere Pippo Lo Coco per provare a farlo candidare con Diventerà Bellissima”. Pizzuto non cela come non sia scontato che dopo le elezioni le porte del movimento saranno ancora aperte per chi ha marciato contro durante le amministrative.

Ma l’allontanamento di Lo Coco, forte delle sue 339 preferenze alle scorse elezioni, non sarebbe una perdita da poco per la lista. “Siamo fiduciosi che supereremo lo sbarramento del 5%. Abbiamo già diversi candidati forti”, replica Pizzuto.

Per Lo Coco l’adesione al progetto Capizzi è un ritorno alle origini. Nel 2014 si era candidato nella lista “Alternativa Civica – Piero Capizzi Sindaco”, ed era stato nominato assessore. Poi erano sorti dei contrasti con il “cambio di logica” promesso dal sindaco e Lo Coco aveva lasciato l’organo di governo passando tra i banchi dell’opposizione, dove siede tutt’ora.

Una condizione che non spiega bene il perché del nuovo flirt con Capizzi.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.