Oggi è 26/04/2019

Cronaca
Presto il referendum per l'autonomia

«Si i Murriali?». «No, sugnu Chiuppitanu». Ecco il comune di Pioppo. Storia e disservizi alla base del progetto

6.584 cittadini per 5.600 ettari di territorio che includerà le borgate di Giacalone, Poggio San Francesco, Realcelsi, Barone, Strazzasiti, una porzione di Fiumelato ma anche numerose aree boschive come Carpineto, Aglisotto, Strasatto, Monte Gradara, Pizzuta e Casaboli. Non ne faranno parte le zone di contrada Lenzitte e della Favara

Pubblicato il 19 febbraio 2019

«Si i Murriali?». «No, sugnu Chiuppitanu». Ecco il comune di Pioppo. Storia e disservizi alla base del progetto

– «Si i Murriali?»
– «No, sugnu Chiuppitanu». 

In una semplice domanda e dentro una semplice risposta risiedono le numerose ragioni che stanno spingendo una comunità, ormai da molti anni, a rivendicare la non appartenenza ad un territorio e la propria identificazione in un posto ben più ristretto, delineato: il comune di Pioppo.

Monrealesi VS Pioppesi

I Chiuppitani sono Chiuppitani, non sono Monrealesi. «Non c’è una differenza sostanziale tra monrealesi e pioppesi – spiegano dal Comitato Pro Autonomia – ma c’è un senso di appartenenza ad una comunità. Storicamente Pioppo si è sempre distinta da Monreale». L’abitato di Pioppo sorse in seguito all’insediamento, in quella che oggi è l’attuale frazione, di una comunità di origini carinesi. «Attorno ad un convento Benedettino si insediò piano piano una piccola comunità – spiegano – Pioppo nasce come un’entità a sé stante che mai ha avuto un collegamento con Monreale».

Pioppo comune autonomo? Lo dice la storia

Anche la storia darebbe ragione ai pioppesi. «Quando Garibaldi passò da Monreale, in cui combatté la famosa battaglia di Lenzitti – raccontano – i pioppesi accorsero per supportare le squadre garibaldine, i monrealesi, invece, si racconta, non diedero alcun aiuto». Un aneddoto, secondo il Comitato, che la dice lunga sulle differenze che caratterizzano monrealesi e pioppesi. 

Con il trascorrere del tempo il senso di estraniamento della comunità della frazione si è ancor di più amplificato. «Se gli amministratori avessero avuto attenzione alle periferie – aggiungono dal comitato -, e se avessero fatto sentire Pioppo parte di un comune ben amministrato, i pioppesi non avrebbero sentito questo senso di distanza da Monreale». 

Ora i tempi sono maturi e Pioppo sta per intraprendere di nuovo l’iter burocratico per prendersi quanto in questi anni l’amministrazione centrale monrealese non ha saputo tenersi stretto ma che, anzi, ha violentato e illuso con promesse elettoral-marinaresche. Il Comitato Pro autonomia di Pioppo naviga deciso verso il referendum. 

Il progetto del futuro comune di Pioppo è già quasi pronto. Sarà un comune verde il quale, secondo quanto progettato dal comitato promotore, punterà sulle risorse naturali già presenti nel territorio, sullo sviluppo dell’economia a partire dalla madre terra, da tutto ciò che essa può offrire, tutto in un contesto di sostenibilità e rispetto.

Il fiume Sant’Elia, principale affluente del fiume Oreto e fino ad oggi utilizzato come una fogna, sarà messo al centro dell’attenzione dai futuri amministratori del paese. Dove oggi vige l’abbandono e il degrado potrebbe sorgere un parco, un’area protetta che potrebbe offrire diverse opportunità di sviluppo locale. Il territorio di Pioppo sarà particolarmente ricco di risorse idriche. Numerose sono infatti le sorgenti che passeranno sotto l’egida del nuovo comune. Per scelta, comunque, è stata lasciata fuori dal progetto la sorgente Boarra, che si trova nei pressi di via Spartiviolo e che approvvigiona il centro urbano di Monreale. 

Il progetto punterà prima di tutto sul patrimonio architettonico e culturale del territorio, testimonianza dell’economia di un tempo. Il nuovo comune indirizzerà le proprie politiche sulla valorizzazione di settori che potrebbero rivelarsi trainanti: l’agricoltura e la zootecnia. «Le vecchie amministrazione monrealesi sono da sempre insensibili su queste tematiche», dicono i promotori.

Rispetto al progetto originario ci saranno delle modifiche in termini di estensione. Da 8.100 ettari, infatti, l’area di Pioppo si riduce a 5.600 ettari. Non faranno parte del nuovo comune le zone di contrada Lenzitte e della Favara. Il Comitato Pro Autonomia ha deciso di eliminare la zona interessata dalla richiesta di riordinamento dei confini con il comune di San Giuseppe Jato. Il comune di Pioppo confinerà, oltre che con Monreale, con Partinico, Borgetto, Giardinello, Altofonte e Piana degli Albanesi, San Giuseppe Jato e San Cipirello. 
Dentro i limiti del nuovo ente rientrano la zona urbana dell’attuale frazione, le borgate di Giacalone e Poggio San Francesco, Realcelsi, Barone, Strazzasiti, una porzione di Fiumelato ma anche numerose aree boschive come Carpineto, Aglisotto, Strasatto, Monte Gradara, Pizzuta e Casaboli.

Il territorio del comune di Pioppo interessato dai nuovi limiti ingloberà alcune strade importanti. Strade provinciali ma anche la SS Palermo-Sciacca, strada di importanza regionale. 

i prossimi passi e l’iter burocratico per il referendum

Il redigendo progetto è, dunque, quasi pronto. Al momento il comitato è impegnato nella redazione di un’analisi economico-finanziaria. Il progetto sarà presentato nei prossimi giorni alla popolazione nel corso di specifici incontri ed assemblee cittadine con tutte le realtà presenti nel territorio.
Una volta redatto con il piano finanziario e sottoscritto da un terzo degli elettori residenti nel territorio da scorporare il progetto verrà trasmesso al comune di Monreale e affisso All’albo pretorio. Nei 30 giorni successivi i cittadini potranno presentare osservazioni. Nei successivi 60 giorni il progetto, corredato da eventuali osservazioni, sarà sottoposto al Consiglio comunale monrealese, che dovrà esprimere il proprio parere che comunque non è vincolante. 

Dopo l’espressione del Consiglio comunale il progetto verrà trasmesso all’Assessorato agli Enti Locali che dovrà indire la consultazione referendaria a cui parteciperanno solo i residenti del territorio da scorporare nel caso in cui non venisse riconosciuto nel territorio oggetto del progetto un interesse qualificato per l’intera popolazione. Nel caso in cui il diritto al voto dovesse essere riconosciuto all’intera popolazione del comune di Monreale, i risultati del referendum, ai fini del quorum strutturale, saranno distintamente raccolti e valutati con riguardo all’ambito della frazione di cui si chiede il distacco e con riguardo al restante ambito territoriale. 
Il referendum, in questo caso, sarà valido se si recherà al voto la metà più uno degli aventi diritto al voto in almeno uno dei due ambiti. Nel caso in cui si raggiungesse il quorum in entrambi gli ambiti, si valuterebbe il risultato complessivo.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Salvini a Monreale. Roberto Saviano: “Grazie alle donne e agli uomini resistenti di Monreale. Sono con voi!”

    Cronaca

    Monreale, 26 aprile 2019 - La presenza del vicepremier Matteo Salvini a Monreale ha avuto un’eco a livello nazionale. Giornalisti di varie testate, anche nazionali, erano presenti sotto il palco allestito in piazza Guglielmo II per ascoltare le su..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Domenica la città deciderà sul suo futuro. 8 i candidati sindaco. Li abbiamo messi a confronto

    Cronaca

    Monreale, 26 aprile 2019 - Domenica prossima, 28 aprile, i circa 33.ooo elettori del comune di Monreale saranno chiamati al rinnovo della classe politica che governerà la città, presumibilmente, per altri 5 anni. 8 i candidati alla carica di sindaco, 342 quelli ai 24 scranni del consiglio comun..

    Continua a Leggere

  • Videogame: il 2019 è l’anno del mobile?

    Cronaca

    Il mobile gaming si sta affermando una vera e propria tendenza e si appresta a rivoluzionare il mondo dei videogiochi. Un cambiamento così epocale che tanto non sanno se, presto o tardi, potrebbero dire definitivamente addio alle console. Sembra che in futuro, infatti, si giocherà so..

    Continua a Leggere

  • Monreale, il sindaco diserta le visite di Musumeci e di Salvini. Capizzi: “Non sono venuti in veste istituzionale”

    Cronaca

    Monreale, 25 aprile 2019 - Ieri il Presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, oggi il Ministro dell’Interno e Vicepremier Matteo Salvini. Due visite importanti per la cittadina normanna, connotate di una forte valenza politica. Il governatore, fondatore del movimento “Diventerà Bellissi..

    Continua a Leggere

  • Salvini show a Monreale. “Il futuro dei siciliani è in mano vostra”

    Cronaca

    [gallery ids="99843,99844,99845,99846,99847,99848,99849,99851,99852,99853"]

    Monreale, 25 aprile 2019 - Si è tenuto oggi pomeriggio, in piazza Guglielmo II alle 16.30, l’incontro tra Matteo Salvini e i monrealesi. Il ministro dell’Interno oggi ha avuto una giornat..

    Continua a Leggere

  • “800A”, “Monreale is not Lega”. Protesta anti Salvini dinanzi al Duomo, ma la Digos sequestra le magliette

    Cronaca

    Monreale, 25 aprile 2019 - Volevano inscenare una piccola protesta pacifica indossando alcune magliette con scritte pro Sicilia ma la Digos le sequestra. È accaduto anche questo nel corso di questo 25 aprile caratterizzato dalla visita a Monreale del ministro dell'interno Matteo Salvini, venuto per..

    Continua a Leggere

  • Salvini al bar Italia e Ciro Giangrande gli passa al telefono il fratello Giuseppe

    Cronaca

    Il ministro dell’Interno Matteo Salvini nella sua tappa a Monreale ha sostato e deposto un mazzo di fiori davanti alla lapide dedicata ad Emanuele Basile, ufficiale dei carabinieri assassinato proprio a Monreale dalla mafia la sera del 3 maggio 1980. Dopo la visita al Duomo, è entrato all’inte..

    Continua a Leggere

  • Matteo Salvini è a Monreale, visita il Duomo e poi a pranzo (FOTO)

    Cronaca

    [gallery ids="99806,99810,99805,99807,99808,99809,99811,99812,99813,99814,99815,99816,99817"] Il vicepremier Matteo Salvini dopo aver fatto visita a Corleone è arrivato a Monreale. Il ministro dell'interno, una volta giunto in città, ha visitato la piazza e il Duomo. Salvini si è anche prestat..

    Continua a Leggere

  • 25 aprile, Palermo antifascista alza la voce. Orlando: “Siamo partigiani della Costituzione”

    Cronaca

    [gallery ids="99793,99794,99795,99796,99797,99798,99799,99800,99801,99803"]

    Palermo, 25 aprile 2019 - Esattamente 74 anni fa, il 25 aprile del 1945, il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia proclama l’insurrezione in tutti i territori italiani ancora occupat..

    Continua a Leggere

  • Monreale, Nello Musumeci in visita per la candidatura di Alberto Arcidiacono (VIDEO)

    Cronaca

    https://www.youtube.com/watch?v=jmVdAmWF-QA&feature=youtu.be..

    Continua a Leggere

  • In tempo di elezioni … ridiamoci un po’ su

    Cronaca

       ..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Nella notte affissi cartelli contro Salvini. Rimossi dai Carabinieri

    Cronaca

    Monreale, 25 aprile 2019 - Ieri i carabinieri di Monreale, assieme alla Digos, hanno proceduto alla bonifica della piazza Guglielmo II e delle aree adiacenti per metterle in sicurezza in occasione dell’arrivo del vice premier e ministro dell’interno Matteo Salvini. La piazza è stata sgombrata d..

    Continua a Leggere

  • Monreale, buco da 360 mila euro. La Corte dei Conti condanna la Cooperativa Aurora

    Cronaca

    Monreale, 25 aprile 2019 - Secondo la Corte dei Conti è stato commesso danno erariale nei confronti del comune di Monreale, al quale è stato causato un buco di 360 mila euro. I magistrati contabili hanno condannato la Cooperativa Aurora, di Ragusa, che aveva otten..

    Continua a Leggere

  • Delio Rossi il nuovo allenatore del Palermo

    Cronaca

    Palermo, 24 aprile 2019 - Da oggi il nuovo allenatore del Palermo è Delio Rossi che a Palermo ha lasciato un grande ricordo.  Nella sala stampa del Barbera non promette la luna, ma cercherà di ottimizzare il lavoro di Stellone, con qualche aggiustamento già nella prossima partita contro il L..

    Continua a Leggere

  • Musumeci a sostegno di Arcidiacono, ma niente condizionamenti. “Chiunque verrà eletto troverà le porte aperte alla Regione”

    Cronaca

    Monreale, 17 aprile 2019 - Oggi pomeriggio il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci è venuto a Monreale per sostenere il candidato sindaco Alberto Arcidiacono, appoggiato appunto dal movimento Diventerà Bellissima di cui Musumeci è presidente.

    ..

    Continua a Leggere

  • Toninelli visita le provinciali più pericolose di Palermo e Trapani. “Massimo impegno da parte del governo nazionale”

    Cronaca

    Corleone, 24 aprile 2019 - Si è tenuta oggi la visita di Danilo Toninelli, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, presso strada provinciale che collega Corleone, San Cipirello e Partinico.

    Continua a Leggere

  • Blitz dei Carabinieri, sequestri e confische per 3 milioni di euro

    Cronaca

    Palermo, 24 aprile 2019 - In data odierna i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Palermo hanno dato esecuzione all’ultimo di una serie di provvedimenti di sequestro e di confisca, emessi nel mese in corso dal Tribunale di Palermo Sezione Misure di Prevenzione, inere..

    Continua a Leggere

  • “Fotomodella dell’anno”, la monrealese Gabriella Fragasso tra le tre finaliste

    Cronaca

    [gallery ids="99710,99709,99708,99707,99706,99705,99704,99703,99702,99701,99700"]

    Monreale, 24 aprile 2019 - Si è svolta ieri pomeriggio, in sala rossa, una sobria cerimonia che ha visto la giovane monrealese Maria Gabriella Fragasso, classe 2004, ricevere le congratulazioni ufficiali..

    Continua a Leggere

  • Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com