Oggi è 14/11/2019

Cronaca
Presto il referendum per l'autonomia

«Si i Murriali?». «No, sugnu Chiuppitanu». Ecco il comune di Pioppo. Storia e disservizi alla base del progetto

6.584 cittadini per 5.600 ettari di territorio che includerà le borgate di Giacalone, Poggio San Francesco, Realcelsi, Barone, Strazzasiti, una porzione di Fiumelato ma anche numerose aree boschive come Carpineto, Aglisotto, Strasatto, Monte Gradara, Pizzuta e Casaboli. Non ne faranno parte le zone di contrada Lenzitte e della Favara

Pubblicato il 19 febbraio 2019

«Si i Murriali?». «No, sugnu Chiuppitanu». Ecco il comune di Pioppo. Storia e disservizi alla base del progetto

– «Si i Murriali?»
– «No, sugnu Chiuppitanu». 

In una semplice domanda e dentro una semplice risposta risiedono le numerose ragioni che stanno spingendo una comunità, ormai da molti anni, a rivendicare la non appartenenza ad un territorio e la propria identificazione in un posto ben più ristretto, delineato: il comune di Pioppo.

Monrealesi VS Pioppesi

I Chiuppitani sono Chiuppitani, non sono Monrealesi. «Non c’è una differenza sostanziale tra monrealesi e pioppesi – spiegano dal Comitato Pro Autonomia – ma c’è un senso di appartenenza ad una comunità. Storicamente Pioppo si è sempre distinta da Monreale». L’abitato di Pioppo sorse in seguito all’insediamento, in quella che oggi è l’attuale frazione, di una comunità di origini carinesi. «Attorno ad un convento Benedettino si insediò piano piano una piccola comunità – spiegano – Pioppo nasce come un’entità a sé stante che mai ha avuto un collegamento con Monreale».

Pioppo comune autonomo? Lo dice la storia

Anche la storia darebbe ragione ai pioppesi. «Quando Garibaldi passò da Monreale, in cui combatté la famosa battaglia di Lenzitti – raccontano – i pioppesi accorsero per supportare le squadre garibaldine, i monrealesi, invece, si racconta, non diedero alcun aiuto». Un aneddoto, secondo il Comitato, che la dice lunga sulle differenze che caratterizzano monrealesi e pioppesi. 

Con il trascorrere del tempo il senso di estraniamento della comunità della frazione si è ancor di più amplificato. «Se gli amministratori avessero avuto attenzione alle periferie – aggiungono dal comitato -, e se avessero fatto sentire Pioppo parte di un comune ben amministrato, i pioppesi non avrebbero sentito questo senso di distanza da Monreale». 

Ora i tempi sono maturi e Pioppo sta per intraprendere di nuovo l’iter burocratico per prendersi quanto in questi anni l’amministrazione centrale monrealese non ha saputo tenersi stretto ma che, anzi, ha violentato e illuso con promesse elettoral-marinaresche. Il Comitato Pro autonomia di Pioppo naviga deciso verso il referendum. 

Il progetto del futuro comune di Pioppo è già quasi pronto. Sarà un comune verde il quale, secondo quanto progettato dal comitato promotore, punterà sulle risorse naturali già presenti nel territorio, sullo sviluppo dell’economia a partire dalla madre terra, da tutto ciò che essa può offrire, tutto in un contesto di sostenibilità e rispetto.

Il fiume Sant’Elia, principale affluente del fiume Oreto e fino ad oggi utilizzato come una fogna, sarà messo al centro dell’attenzione dai futuri amministratori del paese. Dove oggi vige l’abbandono e il degrado potrebbe sorgere un parco, un’area protetta che potrebbe offrire diverse opportunità di sviluppo locale. Il territorio di Pioppo sarà particolarmente ricco di risorse idriche. Numerose sono infatti le sorgenti che passeranno sotto l’egida del nuovo comune. Per scelta, comunque, è stata lasciata fuori dal progetto la sorgente Boarra, che si trova nei pressi di via Spartiviolo e che approvvigiona il centro urbano di Monreale. 

Il progetto punterà prima di tutto sul patrimonio architettonico e culturale del territorio, testimonianza dell’economia di un tempo. Il nuovo comune indirizzerà le proprie politiche sulla valorizzazione di settori che potrebbero rivelarsi trainanti: l’agricoltura e la zootecnia. «Le vecchie amministrazione monrealesi sono da sempre insensibili su queste tematiche», dicono i promotori.

Rispetto al progetto originario ci saranno delle modifiche in termini di estensione. Da 8.100 ettari, infatti, l’area di Pioppo si riduce a 5.600 ettari. Non faranno parte del nuovo comune le zone di contrada Lenzitte e della Favara. Il Comitato Pro Autonomia ha deciso di eliminare la zona interessata dalla richiesta di riordinamento dei confini con il comune di San Giuseppe Jato. Il comune di Pioppo confinerà, oltre che con Monreale, con Partinico, Borgetto, Giardinello, Altofonte e Piana degli Albanesi, San Giuseppe Jato e San Cipirello. 
Dentro i limiti del nuovo ente rientrano la zona urbana dell’attuale frazione, le borgate di Giacalone e Poggio San Francesco, Realcelsi, Barone, Strazzasiti, una porzione di Fiumelato ma anche numerose aree boschive come Carpineto, Aglisotto, Strasatto, Monte Gradara, Pizzuta e Casaboli.

Il territorio del comune di Pioppo interessato dai nuovi limiti ingloberà alcune strade importanti. Strade provinciali ma anche la SS Palermo-Sciacca, strada di importanza regionale. 

i prossimi passi e l’iter burocratico per il referendum

Il redigendo progetto è, dunque, quasi pronto. Al momento il comitato è impegnato nella redazione di un’analisi economico-finanziaria. Il progetto sarà presentato nei prossimi giorni alla popolazione nel corso di specifici incontri ed assemblee cittadine con tutte le realtà presenti nel territorio.
Una volta redatto con il piano finanziario e sottoscritto da un terzo degli elettori residenti nel territorio da scorporare il progetto verrà trasmesso al comune di Monreale e affisso All’albo pretorio. Nei 30 giorni successivi i cittadini potranno presentare osservazioni. Nei successivi 60 giorni il progetto, corredato da eventuali osservazioni, sarà sottoposto al Consiglio comunale monrealese, che dovrà esprimere il proprio parere che comunque non è vincolante. 

Dopo l’espressione del Consiglio comunale il progetto verrà trasmesso all’Assessorato agli Enti Locali che dovrà indire la consultazione referendaria a cui parteciperanno solo i residenti del territorio da scorporare nel caso in cui non venisse riconosciuto nel territorio oggetto del progetto un interesse qualificato per l’intera popolazione. Nel caso in cui il diritto al voto dovesse essere riconosciuto all’intera popolazione del comune di Monreale, i risultati del referendum, ai fini del quorum strutturale, saranno distintamente raccolti e valutati con riguardo all’ambito della frazione di cui si chiede il distacco e con riguardo al restante ambito territoriale. 
Il referendum, in questo caso, sarà valido se si recherà al voto la metà più uno degli aventi diritto al voto in almeno uno dei due ambiti. Nel caso in cui si raggiungesse il quorum in entrambi gli ambiti, si valuterebbe il risultato complessivo.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Tempo in miglioramento su Palermo, in arrivo giornate soleggiate con qualche nuvola

    Cronaca

    PALERMO - Dopo gli ingenti danni creati dal maltempo su alcune zone della Sicilia, eccetto Palermo dove per fortuna non si sono registrati problemi, da domani ci attenderanno giornate soleggiate con il passaggio di qualche nube. In città quel..

    Continua a Leggere

  • Condoni edili a tecnici esterni? Per Giacopelli (Cisl) la proposta di Vittorino è “frettolosa e superficiale”

    Cronaca

    Sulla proposta avanzata dal consigliere comunale Mimmo Vittorino (Popolari per Monreale) di affidare a tecnici esterni la definizione delle pratiche di condono edilizio, interviene il segretario aziendale della Cisl-Funzione Pubblica, Nicola Giacopelli, che si dichiar..

    Continua a Leggere

  • Monreale, 25.000 € contro il randagismo: rifugio comunale e affidamento della cattura e gestione dei cani ad associazione animalista

    Cronaca

    MONREALE - Realizzazione di un rifugio comunale temporaneo (che possa essere anche adibito ad ambulatorio veterinario) mediante l'adeguamento di un immobile di proprietà del Comune, successivo affidamento ad associazione animalista del servizio di cattura dei cani vaganti..


  • Il Governo regionale chiede lo stato di calamità anche per Grisì

    Cronaca

    Grisì (Monreale) - Le alluvioni del settembre scorso avevano causato gravi danni alla frazione monrealese di Grisì: strade invase dall'acqua e dal fango, danni enormi al settore agricolo. L'amministrazione comunale si era subito attivata per chiedere alla regione lo stato di calamità. Notizia di ..


  • Monreale: “Dateci l’acqua, vogliamo pagarla, non ci penalizzate per i pochi coinquilini morosi”

    Cronaca

    MONREALE - “L’erogazione dell’acqua ci è stata ridotta al minimo”. “Spesso la pressione è talmente bassa che non arriva in casa”. “Non possiamo rimanere senza acqua per colpa di alcuni condòmini morosi”. “I miei genitori sono..


  • E’ il nostro oro verde, domenica la Sagra dell’Olio del Parco ad Altofonte

    Cronaca

    La sagra dell’Olio del Parco ad Altofonte domenica 17 novembre 2019. In programma degustazioni delle tradizionali "vastedde" con l’olio, visite guidate ai frantoi del territorio e mercatini artigianali. Un evento realizzato grazie alla Pro Loco di Altofonte e il comune. Altofonte è una citta..


  • I Giardini Normanni, tra ryad, agdal, Genoardo

    Cronaca

    MONREALE - Si terrà questa mattina, nell’aula consiliare di Monreale, alle ore 10,30, una tavola rotonda sul tema dei “Giardini Normanni”. Tra storia e attualità, un viaggio alla ricerca di quanto rimane dei parchi che caratterizzavano..


  • Condoni edilizi in attesa, i Comuni potranno affidare le pratiche ai Liberi professionisti

    Cronaca

    MONREALE - Per smaltire le richieste di condono edilizio giacenti, i Comuni della Sicilia potranno affidare le pratiche ai liberi professionisti. Lo prevede la delibera 383/2019 della Regione Siciliana. La Giunta regionale ha approvato ..


  • Furto all’Università di Palermo, sangue ovunque, indaga la Polizia

    Cronaca

    PALERMO - 


  • Bufera sul Commissariato di Partinico: 12 indagati tra poliziotti, vigilantes e civili (I NOMI)

    Cronaca

    PARTINICO - E' bufera al Commissariato di Partinico dove risultano indagati 6 poliziotti, assieme ad altre tre persone e tre guardie giurate. Le accuse variano da porto d’armi concessi in cambio di denaro, refurtiva trafugata, denunce fatte ritirare e aggiustate, irregolarità persino in un a..


  • Monreale, la chiamata dal centro per l’impiego non arriva, ma loro si attivano e puliscono la città

    Cronaca

    [gallery ids="123827,123828,123829,123830,123831,123832,123833,123834,123835,123836,123837,123838,123839,123840,123841,123842,123843,123844,123845,123846,123847,123848,123849"] MONREALE - A distanza di una settimana sono tornati per le strade ..


  • I giochi e le scommesse della mafia, scatta il sequestro a imprenditore di Partinico

    Cronaca

    La Polizia di Stato ha eseguito un sequestro un’impresa individuale con sede in Partinico, attiva nel settore della ristorazione, di un’autovettura di lusso e di 6 rapporti finanziari, per un valore complessivo di circa 400 mila euro. Il provvedimento è stato eseguito dagli agenti della..


  • PalerMobilità, la nuova app per acquistare i biglietti di bus, tram e strisce blu

    Cronaca

    PALERMO - Dopo vari tentativi, poi falliti nel corso degli anni, l’Amat e il comune di Palermo ci riprovano creando una nuova app che permetterà di acquistare i biglietti dei bus, dei tram e i biglietti per i parcheggi a pagamento. Tutto qu..


  • Rally: l’equipaggio Ferreri/Polizzi si aggiudica il titolo italiano assoluto TRZ del primo raggruppamento

    Cronaca

    [gallery ids="123683,123684,123685,123686,123687,123688,123689,123690,123691,123692,123693"] Chieri (Torino) - Ancora un importante titolo per l'equipaggio Ferreri/Polizzi della scuderia rally PS Start di Partinico. La coppia formata dal pilota monrealese Francesco Ferreri e dal navigatore nis..


  • Trofeo Costa Gaia Conad CUP, Monreale premierà le squadre di serie A: Roma, Parma, Sampdoria e Genoa

    Cronaca

    PALERMO - Comincia a dicembre il 33esimo Torneo di Calcio Giovanile Costa Gaia Conad CUP 2019/2020. Tra le società partecipanti anche squadre professioniste di serie A come Roma, Parma, Sampdoria e Genoa.


  • Il porticciolo Bandita dagli anni d’oro a terra di nessuno. I volontari lo ripuliscono

    Cronaca

    [gallery ids="123643,123642,123641,123640,123639,123638,123637,123636,123627,123626,123621,123619,123617,123625,123623"] PALERMO - Il porticciolo Bandita un tempo, negli antichi anni dell’epoca Liberty palermitana, a cavallo tra il peri..


  • Maltempo, domani allerta arancione. Scuole chiuse in alcuni comuni

    Cronaca

    PALERMO - Continua l’onda di maltempo sulla Sicilia. Per la giornata di domani, martedì 12 novembre, le scuole di ogni ordine e grado di alcuni comuni rimarranno chiuse. Il maltempo delle prossime ore sarà molto più pesante di quello di o..


  • Monreale, ok della giunta per la stabilizzazione di 7 lavoratori Asu

    Cronaca

    MONREALE - “Una iniziativa assolutamente lodevole”: così il segretario aziendale della Cisl-Funzione Pubblica, Nicola Giacopelli, definisce l’approvazione da parte della giunta Arcidiacono dell’atto deliberativo che riguarda l’avvio del processo di stabiliz..