Oggi è 22/07/2019

Cronaca

Roccamena. Il M5S attacca il sindaco: Con la nomina del consulente aumentata la spesa

Su interrogazioni consiliari e risparmi, l’assessorato chiede di ottemperare alla norma

Pubblicato il 31 gennaio 2019

Roccamena. Il M5S attacca il sindaco: Con la nomina del consulente aumentata la spesa

Roccamena, 31 gennaio 2019 – E’ tutt’altro che conclusa la diatriba sulla “autonomina” del Sindaco di Roccamena, Tommaso Ciaccio, nel ruolo di capo dell’Ufficio Tecnico Comunale, a seguito dell’ispezione eseguita dall’Assessorato Regionale alle Autonomie Locali dopo l’esposto di due consiglieri comunali (Angelo Moscarelli e Luciano Antonino Napoli) e la richiesta di chiarimenti avanzata dal deputato regionale Salvatore Siragusa del Movimento Cinque Stelle.  

Difatti, come si legge dal provvedimento conclusivo del dirigente regionale, datato 7 gennaio 2019, al Comune viene contestato il fatto di non aver dimostrato, mediante una deliberazione allegata al bilancio, il risparmio che la legge prevede quale condizione per cui, nei comuni sotto i 3000 abitanti, un componente della Giunta comunale può assumere la responsabilità di un ufficio, in deroga al principio di separazione tra potere politico e gestionale.

Nello scorso consiglio comunale del 23 gennaio, invece il Sindaco aveva assunto toni trionfalistici, interpretando in modo a lui assolutamente favorevole il responso dell’ispezione regionale, nella quale peraltro viene contestata a Ciaccio anche la violazione dei termini di legge per la risposta alle interrogazioni consiliari.

Dall’assessorato delle autonomie locali sono stati confermati i motivi di censura e le violazioni accertate e contestate, invitando il primo cittadino “ad adottare i provvedimenti necessari e/o opportuni a ricondurre l’azione amministrativa … alle prescrizioni dell’impianto normativo di riferimento…”

Il locale meetup del Movimento Cinque Stelle, in alcuni post pubblicati sulla pagina facebook “Il Grillo di Roccamena”, torna a dare battaglia, evidenziando peraltro che a causa della nomina di un consulente tecnico del Sindaco non solo non si è ottenuta alcuna economia ma si è addirittura aumentata la spesa di oltre il doppio, dato che per il consulente vengono pagati 1.800 euro lordi al mese mentre il costo per conferire l’incarico al funzionario interno è di circa 800 euro mensili. 

Infatti, presso il Comune di Roccamena il ruolo di funzionario apicale del settore tecnico è coperto dall’ing. Salvatore Fiorentino, vincitore del concorso a suo tempo deliberato dalla Commissione Straordinaria che amministrava l’Ente dopo lo scioglimento avvenuto nel 2006 per accertate infiltrazioni mafiose. 

L’ing. Fiorentino, da parte sua, nel dibattito che si è svolto sulla stampa dallo scorso settembre 2018, ha rilevato che la deroga normativa si riferisce solo al principio di separazione tra potere di indirizzo politico e potere gestionale, mentre non può estendersi anche ai requisiti professionali necessari per ricoprire il ruolo di responsabile di un ufficio tecnico, ossia la laurea magistrale in ingegneria o architettura e la relativa abilitazione professionale. 

Un aspetto che, secondo Fiorentino, non sarebbe stato affrontato nella relazione dell’ispettore regionale, per cui l’esito del procedimento ispettivo apparirebbe carente, auspicando pertanto un riesame della questione anche con il contributo degli ordini professionali.

In Sicilia sono circa un terzo i comuni sotto i 3000 abitanti e questo significa che circa 130 posti di responsabile degli uffici tecnici, se fosse accettata questa interpretazione estensivamente derogatoria, potrebbero essere ricoperti da soggetti privi di alcuna competenza professionale. 

Intanto il Sindaco Ciaccio prosegue nella sua attività di responsabile, anche adottando atti di specifico contenuto tecnico pur non possedendo i necessari requisiti professionali, in ciò evidentemente avvalendosi dell’ausilio del consulente, un geometra dipendente del Comune di San Cipirello. Infatti, come si legge dal curriculum pubblicato sul sito internet comunale, Ciaccio è in possesso di diploma di agrotecnico.

Ma poiché a Roccamena incombono le elezioni comunali che si svolgeranno nei prossimi mesi di maggio-giugno, la diatriba sembra destinata ad essere tra le prime questioni delicate che la nuova amministrazione dovrà affrontare anche per tutelarsi da probabili ricorsi ed eventuali ulteriori rilievi degli organi sovracomunali.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Capizzi: “La vicenda del dissesto ha visto come protagonista l’attuale assessore Sandro Russo, mio ex assessore al bilancio per due anni”

    Cronaca

    MONREALE - “Credo che le alte temperature di questi giorni alimentino la voglia di qualcuno (e nello specifico mi riferisco al sig. Silvio Russo) di presentarsi come protagonista della politica Monrealese, con il consapevole rammarico d..


  • Giuseppe Morello, dolore al funerale del giovane monrealese (FOTO)

    Cronaca

    [gallery ids="111514,111515,111516,111517,111518,111519"] MONREALE - Una chiesa gremita ha accolto questo pomeriggio il feretro di Giuseppe Morello. Il giovane monrealese morto nel corso della notte del 20 luglio a Macari, frazione di San Vito lo Capo dopo essere caduto da un’altezza di 10 metr..


  • Monreale, continuano gli interventi degli operai dell’ESA impegnati nella cura del territorio

    Cronaca

    [gallery ids="111495,111496,111497,111498,111499"] MONREALE - Continuano gli interventi sul territorio monrealese degli operai dell’ESA (Ente Sviluppo Agricolo). Dopo la pulizia dei bordi della circonvallazione invasi dalle canne, così come..


  • I monrealesi possono “fare pace” con il comune, via al ravvedimento delle tasse

    Cronaca

    MONREALE - Il Comune dà il via al Ravvedimento operoso. I cittadini morosi potranno mettersi in regola con le tasse Imu, Tasi, Tari, Cosap e Pubblicità.  Grazie al Regolamento per l’applicazione del ravvedimento operoso approvato dal ..


  • Dichiarazione dei redditi, entro domani possibile inviare il 730 precompilato

    Cronaca

    C'è tempo fino al 24 luglio per presentare la dichiarazione dei redditi 2019. Due giorni di tempo per completare la  precompilata ed inviarla al Fisco. Entro domani, infatti, sarà possibile accettare la dichiarazione dei redditi così come messa a punto dall’Agenzia delle Entrate o int..


  • Riqualificazione del quartiere Carrubella, il comune avvia la gara per la progettazione

    Cronaca

    MONREALE - Il Comune di Monreale avvia la procedura per affidare la fase numero 3 dei lavori di riqualificazione dello storco quartiere Carrubella. Nel 2016 la Regione Siciliana ha ammesso al finanziamento delle spese relative alla progettazione definita dei lavori di riqualificazione urbana dello s..


  • Giuseppe, il ragazzo dagli occhi di mare: domani l’ultimo saluto a Santa Teresa

    Cronaca

    MONREALE - Domani nella Chiesa di Santa Teresa alle 15.30 familiari, parenti e i tanti amici di Giuseppe si riuniranno per dare l'ultimo saluto al ragazzo dagli occhi del mare. Quello stesso mare che se lo è portato via. Giuseppe se ne è andato cadendo dalla scogliera di Macari, frazione di San Vi..


  • Partinico, maxi coltivazione di marijuana: arrestati padre e figlio con pollice verde

    Cronaca

    PARTINICO - Il padre e il figlio hanno costruito una serra di marijuana che avrebbe fruttato almeno 100mila euro. La scoperta è stata fatta dai carabinieri di Partinico in contrada Tammì. Erano 112 le piante coltivate nel terreno di famiglia. Come riporta il Giornale di Sicilia, a finire in man..


  • «Monrealexit», verso il referendum per dire addio al comune di Monreale

    Cronaca

    SAN GIUSEPPE JATO - Continua l’operazione «Monrealexit» delle contrade monrealesi vicine al comune di San Giuseppe Jato. Il progetto prevede che 180 cittadini monrealesi, ma solo nella carta, passino sotto l’egida del Comune di San Giuseppe..


  • Un murale per Danilo Dolci, il Gandhi di Sicilia guarda il mare di Trappeto

    Cronaca

    TRAPPETO - Il volto del Gandhi siciliano rivive a Trappeto in un grande murale realizzato davanti al mare del paese in provincia di Palermo. L’immagine di


  • Ha pagato il pizzo per diciassette anni. Libero grazie all’associazione Addiopizzo l’imprenditore di Altofonte Giovanni Sala

    Cronaca

    ALTOFONTE - La Corte d'Appello ha confermato ieri le condanne in primo grado con rito abbreviato ai tre presunti taglieggiatori che da diciassette anni costringevano Giovanni Sala, proprietario di una cava ad Altofonte, a pagare il pizzo: si tratta del boss Salvatore Raccuglia, condannato a 17 anni ..


  • La nuova rubrica «Leggi le Leggi», Decreto crescita 2019: novità fiscali, imprese e terzo settore

    Cronaca

    Leggi, decreti, sentenze, circolari e delibere. Com’è difficile districarsi nell’infinito mondo della burocrazia italiana! Da oggi Filodiretto apre una nuova rubrica, curata da Massimiliano Lo Biondo, che cercherà di spiegare e descrivere alcune delle più importanti leggi e dei più significa..


  • Riorganizzazione macchina comunale, Giacopelli: Situazione difficile, ma non bisogna “appagnarsi”

    Cronaca

    MONREALE - In questi giorni, uno dei temi su cui maggiormente si discute è senza dubbio quello che riguarda la riorganizzazione della cosiddetta “macchina amministrativa” del Comune. Sull’argomento interviene il segretario aziendale della Cisl-Funzi..


  • Dissesto finanziario, Russo: “La Ficano è complice insieme a Capizzi, lo dice la Corte dei Conti”

    Cronaca

    Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Segretario Aziendale Cgil Monreale, Silvio Russo. 

    In riferimento all’articolo dell’ex sindaco di Monreale Avv. Capizzi pubblicato ieri dalla testata giornal..


  • Contro “l’inverno dello spirito”. Riflessioni su Andrea Camilleri

    Cronaca

    Riflessioni su Andrea Camilleri Scrivere su Andrea Camilleri? Pallido tentativo, certamente banale, incompleto, riduttivo “riddiculu". Ci si può limitare a scrivere un aspetto della sua vita, uno dei tanti geniali pensieri, quello che magari più di tutti gli altri ha aiutato la vita di ciascu..


  • Monreale a lutto per Giuseppe Morello, aveva una vita davanti

    Cronaca

    MONREALE - Dolore e lacrime a Monreale per la morte di Giuseppe Morello. Un ragazzo che si trovava nel pieno della sua giovinezza. Aveva appena 20 anni Giuseppe e la comunità di Monreale è sotto choc per la sua scomparsa.

    Una giornata al mare con gli amici si è t..


  • Il boss di San Giuseppe Jato è malato, prosciolto dal processo Nuovo Mandamento

    Cronaca

    SAN GIUSEPPE JATO - Il boss mafioso di San Giuseppe Jato sta troppo male per sostenere il processo e la Corte d'appello lo proscioglie e ordina la sua scarcerazione. Gregorio Agrigento ha così ottenuto la libertà grazie a delle perizie che hanno stabilito la sua “incapacità irreversibile di ..


  • Giuseppe Morello, 20enne monrealese precipitato da oltre 10 metri sugli scogli a Macari. Indagini aperte

    Cronaca

    SAN VITO LO CAPO - Una giovane vita stroncata quella di Giuseppe Morello, 20enne monrealese morto ie..