Oggi è 20/09/2019

Altofonte

Giuseppe Marfia, presunto boss di Altofonte, torna in libertà

Dopo 7 mesi scadono i termini di custodia cautelare, la Cassazione non ha ancora depositato le motivazione del rinvio a giudizio

Pubblicato il 16 dicembre 2018

Giuseppe Marfia, presunto boss di Altofonte, torna in libertà

Altofonte, 16 dicembre 2018 – È tornato in libertà Giuseppe Marfia, il presunto boss mafioso di Altofonte condannato a 11 anni e 4 mesi di carcere.

Circa sette mesi fa era stata emessa la sentenza con cui veniva annullata con rinvio a giudizio la sua condanna, ma la Cassazione – fa sapere il Giornale di Sicilia – non ha ancora depositato le motivazioni senza le quali non è possibile avviare un nuovo processo. Queste tempistiche hanno fatto scadere i termini di custodia cautelare, per cui il presunto boss è tornato in libertà.

Marfia fu arrestato nel 2013 insieme ad altre persone, circa 40. La Cassazione aveva emesso 27 condannate con capi d’accusa quali estorsione, detenzione di armi e droga, furto di bestiame, nonché per un possibile ruolo nell’omicidio di Giuseppe Billitteri, morto ammazzato col metodo della lupara bianca il 22 marzo 2012.

L’inchiesta in cui fu coinvolto Marfia permise agli investigatori di sventare un tentativo di unificazione di diverse famiglie mafiose (Camporeale, Monreale, Partinico, Altofonte, San Giuseppe Jato, Montelepre, Borgetto e Giardinello), con l’intento di formare un unico grande mandamento con a capo Antonino Sciortino.

I dubbi che hanno portato al rinvio a giudizio riguardano un possibile scambio di persona. Nelle intercettazioni, infatti, si fa riferimento a u scienziato, identificato dagli inquirenti nella persona di Marfia. Non è dello stesso avviso la difesa, che ha puntualizzato che il Marfia è conosciuto da tutti come Lupiddu, e che si tratterebbe quindi della persona sbagliata. Ad ogni modo non sarà possibile giungere a una conclusione certa finché non venga deliberato l’incontro per un ulteriore dibattimento.

Marfia è difeso dall’avvocato Nino Caleca.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Ratto in via Roma in pieno giorno, ucciso con una scopa. Panico fra i passanti

    Altofonte

    [video width="640" height="352" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2019/09/ratto1.mp4"][/video] MONREALE - Scompiglio questa mattina in via Roma, a ridosso dell'area pedonale, dove a partire già da ieri sera commercianti e passanti han..

    Continua a Leggere

  • Don Gino Bommarito, aperta a Terrasini la camera ardente

    Altofonte

    TERRASINI - Aperta questa mattina la camera ardente presso la chiesa degli Agonizzanti di Terrasini per l’ultimo saluto a Mons. Luigi Bommarito. Per tutta la giornata previsto un lungo afflusso di gente. Di Mons. Bommarito in tanti, tra colo..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Vuoi diventare scrutatore o presidente di seggio elettorale? Aperti i termini per presentare la domanda

    Altofonte

    MONREALE - Tutti gli elettori ed elettrici del Comune di Monreale, che desiderano l’iscrizione nell’albo unico comunale delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale, dovranno presentare domanda al Sindaco del Comune d..

    Continua a Leggere

  • Italia Viva? Silvio Russo: “No, appartengo e rimango nel Pd”. E a Monreale i democratici si riorganizzano

    Altofonte

    MONREALE - C’è chi resta nel PD, c’è chi va via e chi invece è in attesa di capire se seguire Matteo Renzi nel suo nuovo partito Italia Viva. Sono in tutto 30 i deputati e i senatori necessari al rottamatore per formare due gruppi autonomi..

    Continua a Leggere

  • Acquedotto Consortile Biviere: il sindaco Arcidiacono nomina Maria Grazia D’Amico componente del CDA

    Altofonte

    MONREALE - Avviato anche a Monreale lo Spoil System. Il sindaco, Alberto Arcidiacono, sta cominciando a mettere mano agli incarichi di sottogoverno. A partire da quelle dei CDA degli enti partecipati dal comune, saranno una qu..

    Continua a Leggere

  • A Monreale il Catasto degli incendi e il “Salotto”, OK del consiglio alle due proposte del M5S

    Altofonte

    Catasto degli incendi e "Salotto monrealese", il Consiglio Comunale approva all'unanimità le due proposte presentate dal presidente della Commissione Bilancio, il consigliere del M5s Fabio Costantini.

    Ogni anno, il territori..

    Continua a Leggere

  • Ignazio Davì: “La mia un’appartenenza ormai “storica” al Partito Democratico, ma a Monreale impegnato con il Movimento Il Mosaico”

    Altofonte

    Riceviamo e pubblichiamo: Gentilissimo Direttore, in riferimento al Suo articolo "Divorzio in casa Pd. Ma Davì, Giannetto e Russo restano fedeli ai dem" mi preme chiarire la mia posizione per onestà intellettuale e per evitare fraintendimenti in riferimento all'assenza di dichi..


  • È morto monsignor Luigi Bommarito, aveva 93 anni

    Altofonte

    TERRASINI - È morto monsignor Luigi Bommarito, ex Arcivescovo di Catania. Nato l’1 giugno 1926 a Terrasini in provincia di Palermo, aveva 93 anni. Come detto, è stato Arcivescovo di Catania dal 1° giugno 1988 al 7 giugno 2002 quando si ritirò per raggiunti limiti di età tornando nella sua cit..


  • Gli ex amministrativi ATO Pa2 devono essere assunti dalla Srr, la Regione accelera

    Altofonte

    Una raffica di incontri con le Srr per verificare il rispetto della normativa in tema di personale, di gestione del servizio e di impianti. Ora la Regione vuole accelerare nel percorso per l’attivazione delle


  • In piazza Guglielmo lo spettacolo di ballo della scuola World Latin

    Altofonte

    MONREALE - Stasera spettacolo in piazza Guglielmo, dalle 21 in poi gli allievi della scuola di ballo ASD World Latin dei maestri gemelli Mirko e Sharon Cardì, con la collaborazione del maestro di danza classica e moderna Fanara, si esibiranno a ..


  • Miss Social 2019 FiloDiretto Monreale, vota la tua preferita

    Altofonte

    [gallery ids="117947,117948,117950,117949,117973,117951,117952,117953,117954,117955,117974,117956,117957,117959,117960,117961,117962,117963,117964,117965,117966,117967,117968,117969,117970,117971,117972"] MONREALE -


  • Divorzio in casa Pd. Ma Davì, Giannetto e Russo restano fedeli ai dem

    Altofonte

    MONREALE - “Ho deciso di lasciare il Pd e di costruire insieme ad altri una Casa nuova per fare politica in modo diverso”. A poco meno di due settimana dal giuramento del governo, e quello di viceministri e sottosegretar..


  • MUSIC FOR PEACE, domenica lo spettacolo della Compagnia Teatrale “Tritone”

    Altofonte

    Il 30 novembre 1981 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito la Giornata Internazionale della Pace che da allora viene celebrata ogni anno in tutto il mondo il 21 settembre. Questo giorno sarebbe diventato il giorno del cessate il fuoco. La risoluzione (55/282) approvata invita tut..


  • “I Love Monreale”: due serate di moda, glamour e spettacolo. Venerdì si parte con i “I 4 Giusti”

    Altofonte

    MONREALE - Manca ormai pochissimo alla terza edizione di "I Love Monreale", l'evento di moda, musica e spettacolo che si terrà domani e dopodomani, 20 e 21 settembre, a Monreale. La novità di quest'anno è l'elezione di "Mister Monreale 2019".&..


  • Pirati della strada tra le vie di Monreale, incidenti troppo frequenti. I residenti chiedono dossi artificiali

    Altofonte

    MONREALE -


  • Monreale, annullata a distanza di un mese la posizione organizzativa al dott. Campanella

    Altofonte

    MONREALE - Soltanto il primo agosto il neo segretario comunale, il dott. Francesco Fragale, assegnava al dott. Girolamo Campanella la funzione di responsabile di posizione organizzativa della sezione Patrimonio e Tributi. A distanza di un ..


  • “Insegno perché amo insegnare”. L’intervista alla dott.ssa Maria Francesca Giammona, dirigente dell’istituto comprensivo Francesca Morvillo di Monreale

    Altofonte

    MONREALE - “Insegno perché amo insegnare. Io non ho scelto di insegnare, è la professione che ha scelto me”. La dott.ssa Maria Francesca Giammona è da settembre dirigente dell’istituto comprensivo Francesca Morvillo di Monreale.<..


  • Omicidio a San Cipirello, c’è un indagato nel giallo di Nunzio Agnello

    Altofonte

    C'è un primo nome iscritto nel registro degli indagati riguardo al caso del presunto omicidio di Nunzio Agnello, 41 anni, avvenuto a San Cipirello il 15 giugno scorso. La Procura di Palermo ha iscritto un uomo di 50 anni che risulta indagato per occultamento di cadavere. Dell'uomo non sono stat..