Oggi è 13/12/2018

Eventi

“Mio padre con i Badalamenti non c’entra nulla, e il disprezzo era reciproco”

Presentato “Sono nata Badalamenti”, alla presenza dell’autrice Maria: “Il mio obiettivo divulgare la verità”

Pubblicato il 8 dicembre 2018

“Mio padre con i Badalamenti non c’entra nulla, e il disprezzo era reciproco”

Monreale, 8 dicembre 2018 – Si è svolta ieri, presso la Casa Cultura Santa Caterina, la presentazione del libro “Sono nata Badalamenti” di Maria Badalamenti che lotta quotidianamente affinché il suo nome e soprattutto quello di suo padre non sia associato a quello del clan mafioso che aveva a capo Tano Badalamenti.

A prendere per primo la parola è stato Giuseppe Cangemi, assessore alla cultura di Monreale, che ha ringraziato calorosamente Maria per aver portato il suo libro e la sua storia a Monreale. “Siamo abituati a celebrare chi ha combattuto la mafia”, spesso però sentiamo dire sempre gli stessi nomi, quando purtroppo ancora ci sono tantissime vittime di mafia che non hanno avuto la loro giustizia e non sono riconosciute come tali. 

Spesso tra tutte queste vittime innocenti ci sono persone che come suo padre, Silvio Badalamenti, hanno lottato per i loro principi e per ciò in cui credevano. E Maria ricorda come suo padre abbia fatto una scelta di vita giusta e concreta per non eliminare i principi in cui credeva.

Biagio Cigno dolorosamente ha ricordato che anche Monreale ha avuto diverse morti a causa della mafia, basti pensare a nomi come Emanuele Basile o Mario d’Aleo, o alle varie macchine bruciate a coloro che si opponevano al mafioso di turno ma “grazie all’impegno come quello del padre di Maria si può andare avanti, anche se spesso la verità non viene a galla”.

“Io ho sposato fin da subito l’iniziativa di Maria, perché la sua famiglia ha il diritto di continuare a fare chiarezza sulla morte del congiunto” dice così Rosalinda Camarda Signorino. 

Il cammino di vita di Maria e i suoi familiari non è reso facile per gli stereotipi che si aggirano riguardo al suo cognome. Loro subiscono una violenza costante ma lei ha detto basta, per se stessa, per la sua famiglia e per suo padre e soprattutto per far sì che suo padre ottenga il rispetto che merita “perché non esistono vittime di serie A o di serie B”.

A tal proposito Maria aggiunge che il suo obiettivo è divulgare la verità, che fa emergere tramite il suo libro dove manifesta tutto il suo orgoglio per il cognome che porta, che è il cognome di suo padre SILVIO Badalamenti, un uomo che ha lottato fino in fondo per ciò in cui credeva, contro i pregiudizi che invece lo vedono a fianco del clan mafioso. Maria risponde a chi non crede all’innocenza del padre: “Già falcone disse che mio padre non aveva colpa”.

La psicologa Mara Manno ha affermato che il libro scritto da Maria è un metodo congeniale perfetto per urlare tutta la verità.  

Graziella Accetta ricorda suo figlio Claudio Domino ucciso a soli undici anni. È stato riconosciuto vittima di mafia, ma ciò nonostante alla famiglia ancora non è stato riconosciuto lo status di famiglia vittima di mafia. La signora Accetta spiega che si sta portando avanti un progetto per far ricordare i 125 bambini uccisi da mani mafiose, perché nessuno va dimenticato, e tutti devono ricevere ugual rispetto poiché innocenti, spesso uccisi per far ammansire le famiglie.  

La rappresentante di Agenda Rossa spiega come dietro le famiglie nelle quali sono stati uccisi dei membri per mano della mafia, spesso si attivi un circolo del fango, dove i mafiosi uccidono due volte, prima fisicamente la vittima e in seguito la famiglia, com’è successo anche nel caso della famiglia di Maria. Oltre ad avere ucciso il padre, la mafia mise in moto una serie di messaggi intimidatori e minacce di morte.

Infine Maria spiega di aver deciso di pubblicare il libro dopo aver trovato tutti i documenti che attestano l’innocenza del padre.

Il suo obiettivo è di non consentire mai più agli sciacalli di infognare il nome di suo padre SILVIO Badalamenti. Lei porta a testa alta il suo cognome proprio grazie ai valori insegnati dal padre che ha sacrificato la sua vita pur di difendere quello in cui credeva, ossia una vita normale e onesta basata sul lavoro e la propria.

“…Ci sono stati uomini che passo dopo passo
Hanno lasciato un segno con coraggio e con impegno
Con dedizione contro un’istituzione organizzata
Cosa Nostra, cosa vostra, cos’è vostro?
È nostra, la libertà di dire…”

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • A Monreale nasce BRQ, il primo show-room dove la casa dei tuoi sogni prende forma

    Eventi

    Monreale, 13 dicembre 201..


  • Lavoratori ex Tech ancora in attesa dell’assunzione. Fumata nera in assessorato

    Eventi

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Ormai da circa 3 anni sono tenuti con il fiato sospeso i 28 ex dipendenti della Tech, la società che per circa 10 mesi, nel 2015, si era aggiudicata il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani per il comune di Monreale, in seguito al fallimento dell..

    Continua a Leggere

  • Strada Vicinale Cannizzara in totale abbandono, buche pericolose e avvallamenti

    Eventi

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Si è parlato più volte,

    Continua a Leggere

  • Oggi Monreale profuma di arancina

    Eventi

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Mentre da qualche parte continua la diatriba tra arancina al femminile o arancino al maschile, a Monreale non c'è mai stato dubbio e mai ci sarà, si chiama arancina.  Si inizia a pensare a Santa Lucia e all'arancina day subito dopo l'Immacolata. Si comprano gli..

    Continua a Leggere

  • Da giovedì 13 apre il nuovo Bed&Breakfast “A casa di Simona”

    Eventi

    Monreale, 12 dicembre 2018 — ..

    Continua a Leggere

  • Via Pezzingoli. Altre buche, situazione rischiosa per il transito veicolare

    Eventi

    Monreale, 12 dicembre 2018 - Arrivano segnalazioni da parte dei residenti di via Pezzingoli, dove le condizioni dell'asfalto continuano a peggiorare a vista d'occhio. Recentemente era stato già affrontato un problema simile in un

    Continua a Leggere

  • Arbi arredo, per un bagno da amare 

    Eventi

    12 dicembre 2018 - Arredare un bagno oggi, significa essere attenti non solo alle tendenze del momento imposte dalle mode e dalle tendenze, ma significa rispondere ad esigenze totalmente nuove che fino a qualche anno fa erano impensabili per questa zona della casa; per questo bisogna affidarsi a pro..

    Continua a Leggere

  • Campagna di microchippatura. Il consigliere Silvio Terzo: “Getto la spugna”

    Eventi

    Monreale, 12 dicembre 2018 - Ancora uno smarrimento e ancora un cane senza microchip e rintracciare il proprietario diventa un'impresa, ma per fortuna la potenza dei social aiuta. E l'amico a quattro zampe viene ritrovato. Sono in molte le persone che decidono di non microchippare l'animale, "compli..

    Continua a Leggere

  • La Regione stanzia 15.618.183,35 € per il miglioramento dei servizi socio-educativi per la prima infanzia

    Eventi

    Monreale, 12 dicembre 2018 - Una nuova occasione per il settore no profit che opera a favore dei minori: l'Assesso..

    Continua a Leggere

  • Operazione COrSA NOSTRA. Corse truccate all’ippodromo. 9 arrestati

    Eventi

    [gallery ids="85888,85889,85890,85891,85892,85893,85894,85895"] Palermo, 12, dicembre 2018 - Minacce di morte e intimidazioni per i fantini che non si piegavano al volere della mafia. È quanto risulta dalle indagini dei Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo che all’alba di oggi, su de..

    Continua a Leggere

  • Monreale, a breve il nuovo assessore. Serena Potenza è stata chiamata ad entrare in giunta

    Eventi

    Monreale, 12 dicembre 2018 - A meno di sviluppi dell’ultima ora potrebbe ricostituirsi tra oggi e domani la giunta comunale monrealese. Quasi certo il nome di chi prenderà il pos..

    Continua a Leggere

  • 12 dicembre 1969 – LA STRAGE DI STATO

    Eventi

    Milano, 12 dicembre 2018 - Alle ore 16.30 di venerdì 12 dicembre 1969 un ordigno esplode dentro la Banca Nazionale dell'Agricoltura, a piazza Fontana, nel cuore di Milano. L'Italia intera è sconvolta ed attonita. Non fu un gesto di un fanatico solitario. Si trattò di un complotto, fu "Strag..

    Continua a Leggere

  • TARI, rateizzazione per le fasce più svantaggiate. Approvata la proposta di La Corte

    Eventi

    Monreale, 12 dicembre 2018 - È passata all'unanimità dei consiglieri presenti in aula la proposta di rateizzazione del saldo Tari previsto per novembre e dicembre. La proposta è stata presentata ieri pomeriggio in consiglio comunale dal capogruppo della Lega, Giuseppe La Corte. La richiesta porta..

    Continua a Leggere

  • Conti in regola per l’Acquedotto Biviere. Da quest’anno farà a meno delle quote versate dai comuni di Palermo e Monreale

    Eventi

    Monreale, 12 dicembre 2018 - Villagrazia, Malpasso, Molara, Aquino, Villaciambra, Ponte Parco, Olio di Lino. Sono questi i territori serviti dall’Acquedotto Consortile Biviere, uno tra i più antichi d’Italia. Il consorzio, creato tra i comuni di Palermo e Monreale, si occupa della potabilizzazi..

    Continua a Leggere

  • L’Università incontra le imprese del territorio. Un convegno su come valorizzare i prodotti agroalimentari locali

    Eventi

    Palermo, 11 dicembre 2018 - Si terrà giovedì 13, presso l’aula m..

    Continua a Leggere

  • Bussetti: “Meno compiti per le vacanze”. Anche i docenti sono d’accordo

    Eventi

    Monreale, 11 dicembre 2018 - Recentemente il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ha lanciato un appello al corpo docenti per “sensibilizzare a un momento di riposo degli studenti e delle famiglie affinché vengano diminuiti i compiti durante le vacanze”.

    Continua a Leggere

  • L’Offerta formativa del Rutelli, intervista alla dirigente: “I ragazzi cuore pulsante della scuola”

    Eventi

    [gallery ids="85782,85781,85779,85777,85776,85775"] Palermo, 11 dicembre 2018 - Abbiamo intervistato il nuovo Dirigente Scolastico dell’Istituto Superiore Mario Rutelli, la Prof.ssa Giovanna FERRARI, chiedendole di parlarci delle sue impressioni dell’Istituto, dei progetti in corso, del..


  • Randagismo. Gruppo di cani in piazzale Candido e paura tra i residenti

    Eventi

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Il randagismo non rappresenta un problema solo per i cani, che si vedono abbandonati a sé stessi e costretti a cercare cibo tra l'immondizia. I cani, sia in branco che individualmente, possono talvolta sviluppare comportamenti aggressivi o imprevedibili, ed è quello ch..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com