Oggi è 21/01/2020

Chiesa

Precarietà sociale, mafia, senso della vita, ma anche un riferimento all’immigrazione e all’Europa nel messaggio di Mons. Michele Pennisi

L’Arcivescovo di Monreale: “Tutti i membri della Chiesa monrealese possano realizzare la propria vocazione alla santità”

Pubblicato il 3 dicembre 2018

Precarietà sociale, mafia, senso della vita, ma anche un riferimento all’immigrazione e all’Europa nel messaggio di Mons. Michele Pennisi

Monreale, 3 dicembre 2018 – “Milioni di poveri continuano a morire di fame, gli immigrati approdano sulle nostre coste a cui non danno risposte adeguate le vecchie e stanche nazioni europee che sembrano aver dimenticato la pietà e l’amore”, ed ancora “la nostra bella e martoriata Isola dove la crisi economica mette in difficoltà tante famiglie, dove tanti hanno perso il lavoro, dove la piovra della mafia continua la sua presenza nefasta, dove tanti giovani sono costretti a emigrare in cerca di un futuro migliore”.

Sono tanti i temi concreti toccati da Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale, in occasione della prima domenica di Avvento, che segna l’inizio del nuovo anno liturgico. Una lettera rivolta ai fedeli, affinché tutti “possano realizzare la propria vocazione alla santità”, che riportiamo integralmente.

Fratelli carissimi, 

con la prima domenica di Avvento inizia il nuovo anno liturgico, che la Provvidenza ci dona perché da esso possiamo trarre tutti i benefici per la nostra vita spirituale, rispondendo alla chiamata di Dio alla santità. 

In questa domenica sono ammessi al cammino di iniziazione cristiana undici catecumeni, che hanno espresso il desiderio di diventare figli di Dio e membri della Chiesa Cattolica e vi invito ad accompagnarli con la preghiera. 

L’Avvento, mentre ci prepara a celebrare il Natale nel quale facciamo memoria della venuta di Gesù, unico salvatore del mondo, ci aiuta a coltivare il clima dell’attesa della salvezza, apportatrice di consolazione, di felicità piena e duratura. 

Il nostro tempo, con un futuro incerto, pieno di inquietudine di fronte alla diffusa precarietà sociale, ha bisogno di Cristo perché porti a compimento le tante attese di giustizia, di amore, di pace. Ne hanno bisogno i milioni di poveri che continuano a morire di fame, gli immigrati che approdano sulle nostre coste a cui non danno risposte adeguate le vecchie e stanche nazioni europee che sembrano aver dimenticato la pietà e l’amore, la nostra bella e martoriata Isola dove la crisi economica mette in difficoltà tante famiglie, dove tanti hanno perso il lavoro, dove la piovra della mafia continua la sua presenza nefasta, dove tanti giovani sono costretti a emigrare in cerca di un futuro migliore. 

La venuta di Cristo richiede una vigilanza continua e gioiosa. L’Avvento è tempo di gioia perché ogni venuta di Cristo è dono di grazia , ma è anche tempo d’impegno che ci spinge a vivere il presente con responsabilità. 

Di fronte alla certezza di dover comparire davanti al Signore, che ci giudicherà sull’amore , non possiamo vivere una vita affannosa e banale fatta di dissipazioni che distraggono e di evasioni che alienano, di azioni sterili e di discussioni inutili. 

La preghiera che scaturisce dalla meditazione orante della parola di Dio, la carità operosa, e il desiderio di conversione sincera devono essere i pilastri della nostra spiritualità durante le quattro settimane di preparazione al Natale del Signore. A tal proposito invito le comunità ecclesiali e i singoli fedeli a meditare l’Esortazione apostolica di Papa Francesco Gaudete et exsultate (GE), che tratta della «chiamata universale alla santità nel mondo contemporaneo» come fonte di gioia. «Per un cristiano non è possibile pensare alla propria missione sulla terra senza concepirla come un cammino di santità». I santi non sono solo «quelli già beatificati e canonizzati», ma il «popolo» di Dio, cioè ognuno di noi, che può vivere la santità come un itinerario fatto di «piccoli gesti» quotidiani. Il Papa invita a considerare la «santità “della porta accanto”, di quelli che vivono vicino a noi e sono un riflesso della presenza di Dio». La santità è alla portata di tutti, fa parte della 

normalità della vita cristiana ed è un cammino che si realizza comunitariamente, insieme agli altri e gli altri possono contribuire alla causa della nostra santificazione con comportamenti ed atteggiamenti che indirizzano verso il bene. 

Dopo aver terminato la Visita pastorale ed incontrato nei vari vicariati i Presbiteri e i Consigli Pastorali Parrocchiali, ho colto per la nostra Chiesa diocesana la necessità di dare priorità all’evangelizzazione e al percorso catechistico di ispirazione catecumenale, alla pastorale familiare e giovanile. Invito pertanto tutti quanti a fare un discernimento evangelico sulla situazione della nostra pastorale ordinaria e, alla luce delle Esortazioni apostoliche Evangelii Gaudium e Amoris Laetitiae del documento finale del Sinodo dei vescovisul tema «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale», a suggerire delle proposte concrete. 

Le esperienze pastorali hanno un’ efficacia evangelizzatrice ed educativa se, inserite in una pastorale organica, mettono al centro il confronto della nostra vita e quella delle nostre comunità con l’ascolto della Parola di Dio. 

Con questo spirito ci metteremo in ascolto gli uni degli altri per discernere quello che il Signore sta chiedendo alla nostra Chiesa. 

Siamo chiamati ad essere segno di una Chiesa sinodale, in ascolto e in cammino, in vista di una conversione pastorale. Solo in questo modo possiamo prepararci a celebrare il Sinodo diocesano. 

Vi invito ad unirvi alla mia preghiera al «Pastore grande delle pecore» (Eb 13,20) affinché tutti i membri della Chiesa monrealese, avendo come modelli le figure di santità della nostra Arcidiocesi, possano realizzare la propria vocazione alla santità, cioè alla felicità piena, mettersi al servizio gli uni degli altri nell’ amore di Gesù Cristo, per essere testimoni lieti e coraggiosi della bella notizia della salvezza. 

Monreale, 2 dicembre 2018 

Prima Domenica di Avvento 

Vi benedico di cuore 

Michele Pennisi Arcivescovo 

pastedGraphic.png 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Omicidio di Nicola Bifara a Partinico, il Gup condanna Leonardo Celestre a 30 anni

    Chiesa

    Il Gup di Palermo ha condannato a 30 anni di carcere il presunto omicida di Nicola Bifara, ucciso nella campagne Partinico il 28 luglio di due anni fa. Si tratta di Leonardo Celestre, 51 anni. La tesi della difesa non ha retto e in abbreviato è stato condannato evitando l'ergastolo.  Second..

    Continua a Leggere

  • La Vanity Models di Francesco Pampa incanta Milano: successo per lo shooting in piazza (LE IMMAGINI)

    Chiesa

    [gallery ids="131817,131818,131819,131820"]   Moda tra le strade della raffinata Milano per lo stilista Raffaele Tufano, che ieri, domenica 19 gennaio, insieme ad altri stilisti italiani, ha partecipato con le sue meravigliose creazioni ad uno shooting fotografico nella Galleria Umberto e..

    Continua a Leggere

  • Ogni anno un cittadino palermitano spreca più di 110 ore in mezzo al traffico

    Chiesa

    Ogni anno un cittadino palermitano spreca più di 110 ore in mezzo al traffico. Lo afferma uno studio condotto dal Global Traffic Scorecard di Inrix, che ha analizzato i trend della mobilità e della congestione urbana in 200 città di 38 nazioni. Il dato colloca la città di Palermo alla ..

    Continua a Leggere

  • 80 vasi di marijuana, scoperta piantagione in appartamento

    Chiesa

    BELMONTE MEZZAGNO (PA): 80 vasi appena piantati, con semi in fase di germogliamento con un’altezza tra i 3 e i 5 cm. Il dubbio  dei militari è che i semi siano di marijuana. Il ritrovamento è..

    Continua a Leggere

  • Randagismo, Rivoluzione Animalista: “C’è un sistema criminale alle spalle”

    Chiesa

    PALERMO - “Quello del randagismo in Sicilia è un fenomeno tristemente diffuso e dai risvolti inquietanti, un dramma che non sembra avere fine e su cui sono emersi elementi che delineerebbero un vero e proprio sistema criminale alle spalle.&nbs..

    Continua a Leggere

  • Ricorso Mirto al TAR, il comune di Monreale si costituisce in giudizio, Capizzi “Scelta illogica e onerosa per il comune”

    Chiesa

    MONREALE - Il Comune di Monreale si costituisce in giudizio nell'ambito del ricorso al Tar della ditta Mirto alla quale è stato revocato l'appalto di raccolta e spazzamento rifiuti. 

    Continua a Leggere

  • “Dialogo sulla corruzione”: a Monreale la presentazione del libro dell’arcivescovo Pennisi e del prefetto Sammartino

    Chiesa

    MONREALE - Sarà presentato venerdì 31 gennaio alle ore 16 presso il Palazzo Arcivescovile di Monreale il volume “Dialogo sulla corruzione. Giustizia e legalità, impegno per il be..

    Continua a Leggere

  • Ted amplia la sua offerta formativa. Nella scuola specializzazioni nel settore hi-tech

    Chiesa

    https://www.facebook.com/FiloDirettoweb/videos/869428606836445/ PALERMO- Se il mercato del lavoro dei prossimi decenni sarà incentrato sull’alta tecnologia allora è ora che i giovani siciliani vengano formati per affrontare questa sfida. P..

    Continua a Leggere

  • Monreale, al via i lavori in via Torres

    Chiesa

    [gallery ids="131723,131724,131726,131727,131728,131729"] MONREALE - Iniziati i lavori di restauro e riqualificazione della scalinata di via Torres che dal parcheggio conduce al centro storico della città normanna. L’intervento consentirà di riqualificare la struttura e ri..

    Continua a Leggere

  • Nuovo cimitero di Monreale: la consulta di Pioppo contraria, perplessità per l’impatto ambientale

    Chiesa

    MONREALE - Tra i 5.000 e i 6.000 loculi, una cappella, servizi igienici. È quanto previsto dal progetto di fattibilità presentato al comune di Monreale da Agorà, un consorzio di imprese, sul futuro cimitero monrealese.

    Continua a Leggere

  • Nonna Melina compie 102 anni, il segreto? Cibo sano e tanto amore ((FOTO)

    Chiesa

    [gallery ids="131684,131685,131686"] Grande festa a Corleone per la signora Emanuela Campanella conosciuta da tutti comw “Nonna Melina”. La signora ha compiuto 102 anni, circondata dall’affetto della sua bella famiglia numerosa. Ad omaggiarla con un mazzo di fiori anche il vice sindaco de..

    Continua a Leggere

  • Multa dai 60 ai 300 euro per chi getta i mozziconi di sigarette, il comune diventi da esempio alla Sicilia

    Chiesa

    MONREALEForse perché sono piccoli la gente crede che siano innocui, ma è uno dei rifiuti più inquinanti al mondo, sto parlando dei mozziconi di sigarette. Contengono 4000 sostanze tossiche e se buttati a terra inquinano quals..

    Continua a Leggere

  • Scuola, Open day il 21 gennaio alla Veneziano-Novelli

    Chiesa

    MONREALE - Il 21 gennaio alla Veneziano-Novelli si svolgerà l'Open day. In occasione di questo ormai tradizionale appuntamento i partecipanti potranno visitare i locali scolastici e vivere attivamente quanto la scuola offra in termini di percors..

    Continua a Leggere

  • Strage Portella della Ginestra, morta Concetta Moschetto una tra gli ultimi sopravvissuti

    Chiesa

    PIANA DEGLI ALBANESI - Era sopravvissuta alla strage di Portella della Ginestra. È morta Concetta Moschetto, la donna di Piana degli Albanesi era reduce di una delle pagine più nere del Novecento italiano: la prima strage dell'Italia repub..

    Continua a Leggere

  • Messa in sicurezza del torrente Corleone, in arrivo 300 mila euro

    Chiesa

    CORLEONE - L’Ufficio del Genio civile di Palermo ha impegnato 300 mila euro per un intervento urgente sul torrente Corleone, che attraversa il centro abitato. La somma servirà a mettere in sicurezza una parte dell’argine destro del corso d..

    Continua a Leggere

  • A Casa Cultura “Viaggio musicale lungo le vie diverse del mondo”

    Chiesa

    MONREALE - “Viaggio musicale lungo le vie diverse del mondo..

    Continua a Leggere

  • “LA NOTTE DEI LICEI CLASSICI”, e il Liceo “Basile-D’Aleo” di Monreale magicamente si trasforma in un eccellente teatro (FOTO)

    Chiesa

    [gallery ids="131588,131589,131590,131591,131592,131593,131594,131595,131596,131597,131598,131599,131600,131601,131602,131604"] MONREALE - Parlare male della scuola italiana è un luogo comune, un facile esercizio la cui pratica è, purtroppo,..

    Continua a Leggere

  • Monta la protesta in via Adragna, “la strada della vergogna”

    Chiesa

    MONREALE - Una situazione “drammatica” è quella che vivono ormai da anni i residenti di via Adragna, una strada che a definirla tale ci vuole davvero coraggio. https://www.facebook.com/FiloDirettoweb/videos/16432134150850..

    Continua a Leggere