Oggi è 20/08/2019

In Evidenza

A lezione dall’Arcivescovo. Tra Chiesa e società. Mons. Pennisi risponde alle domande degli studenti

Potere temporale e potere spirituale, il ruolo del vescovo nel passato e nella società di oggi, il suo impegno sociale, ma anche la sua giornata tipo. Mons. Pennisi non si sottrae alle domande dei ragazzi

Pubblicato il 5 novembre 2018

A lezione dall’Arcivescovo. Tra Chiesa e società. Mons. Pennisi risponde alle domande degli studenti

Monreale, 5 novembre 2018 – Potere temporale e potere spirituale, il ruolo del vescovo nel passato e nella società di oggi, il suo impegno sociale. Ed ancora l’ingerenza della Chiesa su temi attuali, il tentativo di incidere sulle scelte politiche, per passare poi a questioni più personali, ad aneddoti sulla vita di un vescovo. Sono tanti gli argomenti affrontati per un paio di ore dai ragazzi della I C dell’Antonio Veneziano di Monreale con un docente d’eccezione, Mons. Michele Pennisi.

L’Arcivescovo di Monreale ha accolto martedì scorso all’interno del palazzo Arcivescovile gli studenti accompagnati dalla docente Maria Luisa Li Manni. Prima un breve tour del palazzo e la descrizione degli ambienti e delle opere d’arte custodite al suo interno, per poi rispondere alle domande dei ragazzi. Partendo dalle origine del potere temporale e mettendo a confronto la chiesa di oggi con quella del passato, con un’ampia finestra su quella siciliana e monrealese in particolare. 

Un excursus storico per spiegare come la Chiesa, a partire da Papa Gregorio II, nel 728 dopo Cristo, cominciò ad assumere un ruolo politico sempre più preminente, di governo del territorio, fino a giungere alla nascita dello Stato Pontificio e alla figura del Papa Re, che si relazionava da Capo di Stato con le famiglie nobili che governavano sulle altre regioni. Così come avvenne in molti territori della penisola dove, per l’assenza di un governo centrale, si giunse ad un maggiore riconoscimento dell’autorità del vescovo.

“Era – spiega Mons. Pennisi – un Papa quindi molto impegnato anche nella costruzione di strade, di fontane, nell’emettere ordinanze, proprio come farebbe oggi un capo politico. Era un Papa Re.

A Monreale, re Guglielmo e i successivi regnanti riconobbero un potere politico al vescovo che governava in nome del re. In Sicilia si era verificata una situazione unica. Mentre in altri luoghi il Papa si faceva rappresentare dai vescovi, qui i Normanni, riconquistata l’isola in nome della chiesa cattolica, ricevettero dal Papa un privilegio unico. I re erano nominati legati pontifici, nunzi apostolici, godevano di uno status superiore a quello del vescovo anche dal punto di vista ecclesiastico. Erano Re Papa, approvavano i catechismi, entravano nel cuore della vita della chiesa”.

“Nel 1860, con Pio IX tutto finisce, quando si passò alla separazione del potere temporale da quello spirituale”.

“E oggi di cosa si occupa oggi Lei”, chiedono i ragazzi, molto interessati a conoscere meglio il loro vescovo.

“Non mi occupo di strade o di costruire fontane, ma visito le comunità dei paesi che rientrano nell’Arcidiocesi di Monreale. Negli ultimi tre anni li ho visitati quasi tutti, rimanendovi per due o tre giorni di volta in volta. Incontro le scuole, le amministrazioni comunali, gli operai, i commercianti, le confraternite, visito gli ammalati nelle case. Ma a volte devo occuparmi anche di cose materiali. Per esempio contribuisco ad affrontare il problema delle termiti al Duomo”.

Pennisi racconta ai ragazzi tanti episodi in cui gli è stato richiesto un intervento dai stessi cittadini, come a Pioppo nel 2017, in seguito al vasto incendio che devastò il bosco. “Mi fu chiesto di partecipare alla manifestazione, in quell’occasione condannai gli artefici del gesto”.

Il Vescovo ricorda anche altre occasioni in cui intervenne per evitare momenti di forte tensione sociale, come a Gela. “Allora ero vescovo di Piazza Armerina. La Procura aveva sequestrato tutti i serbatoi dell’ENI, lasciando senza occupazione circa 5.000 lavoratori. Il mio intervento con il GIP permise di gestire l’emergenza riducendo al minimo i costi sociali”. Ed ancora quando, alla morte dei mafiosi Bernardo Provenzano e Salvatore Riina, dispose che non venissero svolti i funerali in chiesa, coordinandosi con il questore e il prefetto.

Quanto è opportuno che la Chiesa entri nel dibattito politico: “Il compito della Chiesa – replica Pennisi – è di dare un insegnamento morale e su questo genere di questioni, quali la famiglia, la vita, interviene, anche se ci possono essere influenze politiche”.

Inevitabile a questo punto ricordare l’esempio di Don Luigi Sturzo, fondatore del Partito Popolare. “Partito laico di ispirazione cristiana – spiega Pennisi -. Nel suo appello ai liberi e forti, Sturzo espose il suo programma che trattava di famiglia, scuola, educazione, lavoro, sanità, politica internazionale. Per diventare prosindaco di Caltagirone ottenne un permesso provvisorio dal Vescovo e dal Papa, anche se quell’esperienza politica durò ben 15 anni”.

Le domande incalzano, i ragazzi vogliono conoscere anche l’aspetto umano di un vescovo. “È mai stato fidanzato? Le dispiace non avere figli?”  E Mons. Pennisi non si sottrae, ricordando il suo rapporto con la famiglia, con i fratelli persi in tenera età, l’ingresso in seminario all’età di 11 anni. La sua formazione nata in seno alla famiglia con un padre presidente dell’azione cattolica che da piccolo lo conduceva a visitare i poveri assistiti dalla società “San Vincenzo de paoli”. Ed ancora il trasferimento a Roma all’età di 18 anni.

“Quali momenti ricorda come i più belli della sua vita?”

“Certamente l’ordinazione sacerdotale e quella di vescovo, ma anche gli incontri con papa San Giovanni Paolo II, che mi invitò più volte a cena, una volta con mia mamma, e l’incontro con madre Teresa di Calcutta. Ma anche gli incontri con altre persone per le quali è in corso la causa di beatificazione: Giorgio La Pira, Don Giuseppe Dossetti”.

Tanti aneddoti vengono fuori da questo incontro con i ragazzi, seduti intorno al vescovo, chi in poltrona, chi per terra. La procedura per diventare vescovo, l’offerta che gli giunse di lasciare la diocesi di Piazza Armerina per quella di Monreale “diocesi difficile, per l’estensione, per la sua storia, per il fenomeno mafioso presente in alcuni paesi, per la varietà delle problematiche da gestire, non ultima quella del Duomo di Monreale, monumento molto complesso”. Ed ancora la giornata tipo di un vescovo, che si divide tra “la preghiera e l’incontro con le persone”. Degli studi fatti in seminario ricorda: “fui rimandato in latino, che poi conobbi molto bene, perché a Roma studiavamo su testi in latino”.

“Mi sento un uomo normale – risponde l’arcivescovo con il sorriso alle domande dei ragazzi -, pur se abito in questi palazzi che devo mantenere, che non sono miei ma del popolo e che son tenuto a custodire. Duomo significa casa, di Dio e del Popolo”.

Al termine della lunga e coinvolgente lezione tenuta nella bellissima Sala Rossa, tra gli affreschi della volta che raccontano la storia dei comuni della Diocesi, i ragazzi hanno donato al Vescovo una mitra, e hanno cercato di strappargli la promessa di potere andare, insieme, da Papa Francesco.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • A Monreale il campeggio vista «munnizza»: nuove frontiere nel campo del turismo

    In Evidenza

    MONREALE – Una città che combatte ogni giorno con i rifiuti è Monreale che oggi li trasforma in risorsa. Dopo l’autolavaggio «fai da te» allestito nella fontana dell’Abbeveratoio (


  • Grisì, conclusa la festa in onore del Sacro Cuore di Gesù

    In Evidenza

    [gallery ids="114948,114949,114950,114951,114952,114953,114954,114955"] GRISÌ (Monreale) - Si è appena conclusa una 4 giorni di festa a Grisì, frazione di Monreale. Una festa anche quest’anno molto partecipata che ha avuto il culmine con ..


  • Rimini. Il Duomo di Monreale protagonista al meeting di Comunione e Liberazione

    In Evidenza

    [gallery ids="114920,114921,114922,114923,114924,114925,114926,114927,114928,114929,114930,114931,114932,114933,114934,114935,114936,114937,114938,114939,114940,114941,114942"] RIMINI - Il Duomo di Monreale è in questi giorni protagonista del 40esimo mee..


  • Inizia alla grande l'”E…state@Monreale 2019″. Domani sera gli “Apollo 11” portano i Negramaro in città

    In Evidenza

    [gallery ids="114907,114908,114909,114910,114911,114912,114913"] MONREALE - Grande successo per i concerti che hanno aperto l'"E...state@Monreale 2019", la rassegna di 25 eventi di musica, spettacolo, cabaret, moda, danza, teatro e letteratura sviluppata e pro..


  • La fontana dell’Abbeveratoio tra degrado e rifiuti: ora è un autolavaggio

    In Evidenza

    Monreale - La fontana dell'Abbeveratoio ridotta a un autolavaggio. È la triste fine che ha fatto uno dei punti storici di approvvigionamento idrico dei monrealesi. E, come se non bastasse, rifiuti e un gazebo abbandonato da anni hanno perso ormai il sopravvento. Piange il cuore a vedere uno dei ..


  • Decreto Dignità come cambia il mondo delle scommesse sportive

    In Evidenza

    Il nuovo decreto ministeriali porta con sé molte novità che puntano a rivoluzionare completamente il settore delle scommesse sportive e regolamentare il mercato italiano con l’obiettivo di difenderlo dall’intrusione degli operatori offshore.


  • Stabilizzati ma risultano ancora precari, sono i dipendenti comunali monrealesi

    In Evidenza

    Monreale  - In base a quanto previsto dalla vigente normativa, tutti i lavoratori che prestano servizio a tempo determinato negli enti pubblici siciliani sono stati inseriti, a partire dal 2015, in un apposito elenco istituito presso l’assess..


  • Partinico, uomo aggredito da randagio mentre passeggia in piazza

    In Evidenza

    Un anziano è stato aggredito da un Pittbull a Partinico. Una passeggiata si trasforma così in attimi di terrore. La solita uscita con il suo pastore tedesco nei pressi di piazza Duomo ha rischiato di finire in tragedia. Un randagio ha attaccato il pastore tedesco. Nel tentavo di dividere i due..


  • Due cani lasciati dentro un furgone rovente, salvati dai carabinieri

    In Evidenza

    PALERMO - Due cani rinchiusi in un furgone sotto il sole hanno rischiato di morire ma sono stati salvati grazie all'intervento dei carabinieri. Ieri mattina, in via Principe di Palagonia, i carabinieri del nucleo radiomobile di Palermo hanno tratto in salvo due cani che erano stati lasciati all..


  • Oltre la crisi di governo, si gioca un’altra partita

    In Evidenza

    Una crisi di governo graduale, in cui uno dei due partiti della coalizione di governo chiede, non ufficialmente, il rimpasto e la sostituzione di alcuni ministri del partito alleato. Poi dalla volontà di un rimpasto si è passati alla mozione di sfiducia al Premier. Fatto anomalo, potrebbe sembr..


  • Boom di turisti a Monreale, ad agosto è record al Chiostro

    In Evidenza

    Monreale è la quinta attrazione turistica della Sicilia almeno secondo i dati relativi agli afflussi turistici in agosto in musei e parchi archeologici siciliani. Ad agosto nella città normanna il Chiostro dei Benedettini del Duomo di Monreale ha già staccato 1.800 biglietti e il mese non è anco..


  • Al via oggi l’Estate Monrealese con due concerti e cambia la viabilità

    In Evidenza

    MONREALE - Oggi, 17 agosto, inizia lEstate Monrealese, il cartellone di eventi e ini..


  • E…STATE MONREALE. Una gestione manageriale della cosa pubblica

    In Evidenza

    MONREALE - Palermo, Cefalù, Castelbuono, Pollina, Petralia Sottana, Terrasini. E da oggi anche Monreale. Sono tanti i comuni palermitani, ma anche i più vicini della provincia di Trapani (come Castellammare del Golfo) che stanno offrendo (quasi..


  • Plastic free, Vasco e Pelù in spiaggia a sostegno dell’ambiente VIDEO

    In Evidenza

    [video width="226" height="400" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2019/08/1565960478792.mp4"][/video] MONREALE - "Anch'io sensibilizzato plastic free". Vasco Rossi a spasso per le spiagge del Sud documenta sui social il suo impegno per l'ambiente. Sulla s..


  • Tregua fino a domenica.Torna il caldo dalla prossima settimana

    In Evidenza

    MONREALE - Abbiamo goduto di un clima perfetto in questi due giorni. Un moderato maestrale ha spazzato via la cappa caldo-umida che ha reso invivibile le giornate pre-festive. E così sarà almeno fino a domenica. Per la prossima settimana ci aspetta un nuovo rialzo termico ma molto..


  • Il sindaco Orlando critica Salvini e parte la “controffensiva” social

    In Evidenza

    I due post di ferragosto del sindaco Orlando, l'ennesimo contro il ministro dell'Interno e vicepremier Salvini e un altro contro i paesi che aderis..


  • I tesori del duomo di Monreale in mostra a Rimini, fervono i preparativi

    In Evidenza

    RIMINI - Fervono i preparativi per la quarantesima edizione del Meeting di Rimini che si svolgerà dal 18 agosto fino al 24 agosto.  Quest’anno tra le mostre spicca certamente quella denominata: “Si aprì una porta nel cielo: la cattedrale di Monreale”. Le mostre costi..


  • Palermo, poliziotto G.C. si lancia da un viadotto

    In Evidenza

    PALERMO - Decide di togliersi la vita lanciandosi dal viadotto sulla Palermo-Catania. Un poliziotto, G.C. 37 anni, in servizio all'ufficio prevenzione generale della questura di Palermo, si è suicidato questa notte lungo l'A19, all'altezza di Villabate. "Continua la scia luttuos..