Oggi è 18/01/2019

In Evidenza

A lezione dall’Arcivescovo. Tra Chiesa e società. Mons. Pennisi risponde alle domande degli studenti

Potere temporale e potere spirituale, il ruolo del vescovo nel passato e nella società di oggi, il suo impegno sociale, ma anche la sua giornata tipo. Mons. Pennisi non si sottrae alle domande dei ragazzi

Pubblicato il 5 novembre 2018

A lezione dall’Arcivescovo. Tra Chiesa e società. Mons. Pennisi risponde alle domande degli studenti

Monreale, 5 novembre 2018 – Potere temporale e potere spirituale, il ruolo del vescovo nel passato e nella società di oggi, il suo impegno sociale. Ed ancora l’ingerenza della Chiesa su temi attuali, il tentativo di incidere sulle scelte politiche, per passare poi a questioni più personali, ad aneddoti sulla vita di un vescovo. Sono tanti gli argomenti affrontati per un paio di ore dai ragazzi della I C dell’Antonio Veneziano di Monreale con un docente d’eccezione, Mons. Michele Pennisi.

L’Arcivescovo di Monreale ha accolto martedì scorso all’interno del palazzo Arcivescovile gli studenti accompagnati dalla docente Maria Luisa Li Manni. Prima un breve tour del palazzo e la descrizione degli ambienti e delle opere d’arte custodite al suo interno, per poi rispondere alle domande dei ragazzi. Partendo dalle origine del potere temporale e mettendo a confronto la chiesa di oggi con quella del passato, con un’ampia finestra su quella siciliana e monrealese in particolare. 

Un excursus storico per spiegare come la Chiesa, a partire da Papa Gregorio II, nel 728 dopo Cristo, cominciò ad assumere un ruolo politico sempre più preminente, di governo del territorio, fino a giungere alla nascita dello Stato Pontificio e alla figura del Papa Re, che si relazionava da Capo di Stato con le famiglie nobili che governavano sulle altre regioni. Così come avvenne in molti territori della penisola dove, per l’assenza di un governo centrale, si giunse ad un maggiore riconoscimento dell’autorità del vescovo.

“Era – spiega Mons. Pennisi – un Papa quindi molto impegnato anche nella costruzione di strade, di fontane, nell’emettere ordinanze, proprio come farebbe oggi un capo politico. Era un Papa Re.

A Monreale, re Guglielmo e i successivi regnanti riconobbero un potere politico al vescovo che governava in nome del re. In Sicilia si era verificata una situazione unica. Mentre in altri luoghi il Papa si faceva rappresentare dai vescovi, qui i Normanni, riconquistata l’isola in nome della chiesa cattolica, ricevettero dal Papa un privilegio unico. I re erano nominati legati pontifici, nunzi apostolici, godevano di uno status superiore a quello del vescovo anche dal punto di vista ecclesiastico. Erano Re Papa, approvavano i catechismi, entravano nel cuore della vita della chiesa”.

“Nel 1860, con Pio IX tutto finisce, quando si passò alla separazione del potere temporale da quello spirituale”.

“E oggi di cosa si occupa oggi Lei”, chiedono i ragazzi, molto interessati a conoscere meglio il loro vescovo.

“Non mi occupo di strade o di costruire fontane, ma visito le comunità dei paesi che rientrano nell’Arcidiocesi di Monreale. Negli ultimi tre anni li ho visitati quasi tutti, rimanendovi per due o tre giorni di volta in volta. Incontro le scuole, le amministrazioni comunali, gli operai, i commercianti, le confraternite, visito gli ammalati nelle case. Ma a volte devo occuparmi anche di cose materiali. Per esempio contribuisco ad affrontare il problema delle termiti al Duomo”.

Pennisi racconta ai ragazzi tanti episodi in cui gli è stato richiesto un intervento dai stessi cittadini, come a Pioppo nel 2017, in seguito al vasto incendio che devastò il bosco. “Mi fu chiesto di partecipare alla manifestazione, in quell’occasione condannai gli artefici del gesto”.

Il Vescovo ricorda anche altre occasioni in cui intervenne per evitare momenti di forte tensione sociale, come a Gela. “Allora ero vescovo di Piazza Armerina. La Procura aveva sequestrato tutti i serbatoi dell’ENI, lasciando senza occupazione circa 5.000 lavoratori. Il mio intervento con il GIP permise di gestire l’emergenza riducendo al minimo i costi sociali”. Ed ancora quando, alla morte dei mafiosi Bernardo Provenzano e Salvatore Riina, dispose che non venissero svolti i funerali in chiesa, coordinandosi con il questore e il prefetto.

Quanto è opportuno che la Chiesa entri nel dibattito politico: “Il compito della Chiesa – replica Pennisi – è di dare un insegnamento morale e su questo genere di questioni, quali la famiglia, la vita, interviene, anche se ci possono essere influenze politiche”.

Inevitabile a questo punto ricordare l’esempio di Don Luigi Sturzo, fondatore del Partito Popolare. “Partito laico di ispirazione cristiana – spiega Pennisi -. Nel suo appello ai liberi e forti, Sturzo espose il suo programma che trattava di famiglia, scuola, educazione, lavoro, sanità, politica internazionale. Per diventare prosindaco di Caltagirone ottenne un permesso provvisorio dal Vescovo e dal Papa, anche se quell’esperienza politica durò ben 15 anni”.

Le domande incalzano, i ragazzi vogliono conoscere anche l’aspetto umano di un vescovo. “È mai stato fidanzato? Le dispiace non avere figli?”  E Mons. Pennisi non si sottrae, ricordando il suo rapporto con la famiglia, con i fratelli persi in tenera età, l’ingresso in seminario all’età di 11 anni. La sua formazione nata in seno alla famiglia con un padre presidente dell’azione cattolica che da piccolo lo conduceva a visitare i poveri assistiti dalla società “San Vincenzo de paoli”. Ed ancora il trasferimento a Roma all’età di 18 anni.

“Quali momenti ricorda come i più belli della sua vita?”

“Certamente l’ordinazione sacerdotale e quella di vescovo, ma anche gli incontri con papa San Giovanni Paolo II, che mi invitò più volte a cena, una volta con mia mamma, e l’incontro con madre Teresa di Calcutta. Ma anche gli incontri con altre persone per le quali è in corso la causa di beatificazione: Giorgio La Pira, Don Giuseppe Dossetti”.

Tanti aneddoti vengono fuori da questo incontro con i ragazzi, seduti intorno al vescovo, chi in poltrona, chi per terra. La procedura per diventare vescovo, l’offerta che gli giunse di lasciare la diocesi di Piazza Armerina per quella di Monreale “diocesi difficile, per l’estensione, per la sua storia, per il fenomeno mafioso presente in alcuni paesi, per la varietà delle problematiche da gestire, non ultima quella del Duomo di Monreale, monumento molto complesso”. Ed ancora la giornata tipo di un vescovo, che si divide tra “la preghiera e l’incontro con le persone”. Degli studi fatti in seminario ricorda: “fui rimandato in latino, che poi conobbi molto bene, perché a Roma studiavamo su testi in latino”.

“Mi sento un uomo normale – risponde l’arcivescovo con il sorriso alle domande dei ragazzi -, pur se abito in questi palazzi che devo mantenere, che non sono miei ma del popolo e che son tenuto a custodire. Duomo significa casa, di Dio e del Popolo”.

Al termine della lunga e coinvolgente lezione tenuta nella bellissima Sala Rossa, tra gli affreschi della volta che raccontano la storia dei comuni della Diocesi, i ragazzi hanno donato al Vescovo una mitra, e hanno cercato di strappargli la promessa di potere andare, insieme, da Papa Francesco.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale. Tossicodipendente arrestato dai Carabinieri. A denunciarlo i suoi stessi genitori

    In Evidenza

    Monreale, 18 gennaio 2019 - A presentare formale denuncia presso la stazione dei Carabinieri di Monreale sono stati i suoi stessi genitori. E così F. I., un giovane di 25 anni residente a Monreale in via Aquino Molara, è stato tratto in arresto. I genitori erano stanchi, non riuscivano a sost..

    Continua a Leggere

  • Meteo, da sabato finisce la tregua. Bufera di pioggia in arrivo

    In Evidenza

    Monreale, 18 gennaio 2019 - Preparatevi ad un lungo e persistente periodo freddo e perturbato. Si tratterà di più giorni con temperature sotto media per quasi tutta la Sicilia. Gennaio ricorda a tutti che è il mese invernale per eccellenza. Da sabato finisce la tregua anticiclonica, piogg..

    Continua a Leggere

  • Blitz nel circo Sandra Orfei, sequestrata una tigre. Aveva il microchip di un altro animale

    In Evidenza

    Palermo, 17 gennaio 2019 - Oggi I Carabinieri del Centro Anticrimine Natura di Palermo, a seguito di un controllo amministrativo presso una struttura circense, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria, V.C. classe 1974, gestore del circo presente in città, poiché deteneva un esemplare di panth..

    Continua a Leggere

  • Collegio di Maria, arrivano i ringraziamenti ma manca il nome del sindaco. “Le stufe sono state prese dalla Dirigente”

    In Evidenza

    Monreale, 17 gennaio 2019 -Riceviamo e pubblichiamo una lettera giunta in Redazione da parte di un gruppo di mamme che si sono battute affinché i figli potessero avere quello che una scuola normale offre. I genitori delle classi IV e V F dell'istituto Pietro Novelli chiedevano all'amministrazione u..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Cantieri di lavoro. Chi verrà chiamato (All’interno la graduatoria definitiva)

    In Evidenza

    Monreale, 17 gennaio 2019 - È stata pubblicata la graduatoria (CLICCA QUI PER LEGGERLA) definitiva dei soggetti che verranno occupati nei cantieri di lavoro per il Comune di Monreale.

    Continua a Leggere

  • Centri per l’impiego, 4mila posti di lavoro disponibili

    In Evidenza

    La Legge di Bilancio 2019 autorizza le Regioni ad assumere ben 4Mila unità di personale nei propri uffici che si occupano delle politiche attive per l’occupazione. Questo incremento dell’..

    Continua a Leggere

  • Ecco tutti i vantaggi dei servizi di carrozzeria online

    In Evidenza

    17 gennaio 2019 - Avete appena subìto un danno alla carrozzeria della vostra auto e non sapete cosa fare? La vostra officina di fiducia è chiusa, oppure è semplicemente lontana anni luce dal luogo in cui state patendo il problema di cui sopra? Ebbene, questo è l'articolo che fa al ..

    Continua a Leggere

  • Roccamena, emergenza loculi. Il sindaco procede alle estumulazioni anche di loculi con concessioni a 99 anni. Le opposizioni “Mancanza di progettualità e lungimiranza”

    In Evidenza

    Roccamena, 17 gennaio 2019 - “Ampliamento del cimitero comunale e sistemazione dell’esistente”. È uno dei punti programmatici con il quale il sindaco Ciaccio nel 2014 aveva vinto le amministrative del comune di Roccamena, alla guida della lista "Noi per Roccamena”. In paese quello della ..

    Continua a Leggere

  • Assolto perché il fatto non sussiste. Il sindaco Capizzi scagionato dall’accusa di omissione di atti d’ufficio (I DETTAGLI)

    In Evidenza

    Palermo, 17 gennaio 2019 – Si è conclusa positivamente per il primo cittadino di Monreale, Piero Capizzi, una vicenda giudiziaria che lo vede coinvolto assieme al suo predecessore, Filippo Di Matteo. Per Capizzi, difeso dall’avvocato Giuseppe Botta che aveva scelto il ..

    Continua a Leggere

  • Finanziaria regionale. Salta l’accordo in Commissione Bilancio. Fava: “Spettacolo imbarazzante per il Governo”

    In Evidenza

    Palermo, 17 gennaio 2019 - Si fa sempre più concreta la possibilità che venga autorizzato un altro mese di bilancio provvisorio. In commissione bilancio infatti non si trova l'accordo sul collegato e l'aula viene rinviata addirittura a data da destinarsi. I deputati riceveranno la convocazione al ..

    Continua a Leggere

  • Forestali senza stipendio, presidio Flai-Cgil sotto l’UST. Pisa: “Siamo stanchi delle false promesse del Governo regionale”

    In Evidenza

    Palermo, 16 gennaio 2019 - Nonostante le rassicurazioni i pagamenti e gli adeguamenti contrattuali non sono arrivati nè entro l'anno nè entro il 16 gennaio. Per problemi finanziari la Regione non ha pagato gli stipendi agli operai forestali della provincia di Palermo. Oggi sotto la sede dell'Uffic..

    Continua a Leggere

  • Centro per l’Impiego, domani torna operativo lo sportello

    In Evidenza

    Monreale, 16 gennaio 2019 - Da domani mattina sarà operativo l'ufficio per l’impiego di Monreale. Nella sede di via Venero verranno offerti i servizi di accoglienza, orientamento e consulenza, incontro domanda e offerta placement, inserimento lavoratori disabili e categorie protette, promozione t..

    Continua a Leggere

  • San Cipirello, tragedia sfiorata: crollati i solai di una palazzina

    In Evidenza

    San Cipirello, 16 gennaio 2019 - Crollo la scorsa notte in una palazzina a San Cipirello. Il peso di un grosso recipiente d’acqua ha fatto collassare i solai di una costruzione a due piani dove c’è una sartoria. Il crollo è avvenuto nella notte e in quel momento non c’era nessuno. I ..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Strisce blu: da oggi pagamento anche tramite l’App di Poste Italiane

    In Evidenza

    Monreale, 16 gennaio 2019 - Da oggi anche i cittadini di Monreale potranno pagare la sosta sulle strisce blu in maniera più veloce. È stato abilitato il pagamento dei ticket per la sosta oraria sulla piattaforma di PostePay+. Sarà sufficiente scaricare dal proprio smartphone l’App Postepay, cli..

    Continua a Leggere

  • Centro di raccolta di Fiumelato. Contenitori tra il fango? A breve sarà un lontano ricordo

    In Evidenza

    [gallery ids="89150,89151,89152,89153,89154,89155,89156,89157"] Monreale, 16 gennaio 2019 - Da quando è stato istituito il centro di raccolta dei rifiuti differenziati all’ex Casello di Fiumelato per servire una parte della zona periferica di Monreale, tante sono state le lamentele dei residen..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Salme in attesa nel deposito del cimitero. Vittorino: “A breve procediamo con la tumulazione”

    In Evidenza

    Monreale, 16 gennaio 2019 - Sulle condizioni in cui versa il cimitero monrealese abbiamo più volte scritto. Come in diverse occasioni alcuni cittadini hanno deciso di armarsi di attrezzi e buona volontà per ripulire e dare decoro al luogo. Mimmo Vittorino, neo assessore con delega ai servizi cimit..

    Continua a Leggere

  • Quartiere Carmine, tentato furto di rame. Staccata la grondaia della chiesa

    In Evidenza

    [gallery ids="89086,89085,89084"] Monreale, 15 gennaio 2019 -I ladri sono riusciti solo a staccare la grondaia ma non l'hanno portata via. Ancora una volta per pochi euro nel cuore della città avviene una manomissione ad un impianto pubblico. Un tentato furto di rame è avvenuto nel weekend all'..

    Continua a Leggere

  • L’assessore Potenza incontra i dirigenti scolastici. Stilato il calendario delle iniziative

    In Evidenza

    Monreale, 15 gennaio 2019 - Si è svolto stamane in Sala Rossa un primo incontro, promosso dall’assessore alla Pubblica Istruzione Serena Potenza, con i Dirigenti Scolastici degli istituti monrealesi, che ha avuto come obiettivo la programmazione di alcune iniziative sulla legalità, ..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com