Oggi è 22/07/2019

Cronaca

Quando una persona cara muore …

Essendo ormai defunti, quindi liberi da fardelli sociali a cui aderire, conquistano la facoltà di essere finalmente sinceri, svestiti dagli ingombranti panni del compiacimento e dell’ipocrisia

Pubblicato il 2 novembre 2018

Quando una persona cara muore …

Monreale, 2 novembre 2018 – Quando una persona cara muore, il dolore e lo smarrimento diventano tangibili e spesso devastanti: ci manca tremendamente la sua voce, ci sembra intollerabile non poterla più guardare negli occhi, ma, soprattutto viene meno un sostegno emotivo cui eravamo abituati. Allora diventa naturale rifugiarsi nella memoria, la quale, pur non trovando immediata o esclusiva consolazione nella tomba, approda comunque a “una certa dimensione appagante” in quest’ultima e definitiva dimora. A una certa distanza temporale dalle assenze più deflagranti per ciascuno di noi, anche il dolore acuto e lancinante giunge alla sua normale rimodulazione, nell’elaborazione graduale e auspicabile, di quel lutto importante, trovando spesso “un rifugio di senso” proprio nelle freddi lapidi delle tombe, tra i viali dei cimiteri, luoghi di pace, di ricordi e di storie.

Oggi 2 Novembre giorno “dei morti” vorrei condurvi con me in un cimitero immaginario…il cimitero di Spoon River, rievocato anche dalla musica e dalle parole di Fabrizio De André nel suo “Un chimico“. 

L’antologia di Spoon Rover è una raccolta di poesie che lo scrittore statunitense Edgar Lee Masters pubblicò tra il 1914 e il 1915.

Essa raccoglie gli epitaffi – raccontati in prima persona dai defunti – di un’immaginaria cittadina, Spoon River appunto. Malgrado il luogo sia inventato, anche se ispirato ai paesini reali di Lewistown e Petersburg, alcuni dei personaggi, cioè dei defunti, a cui Masters diede voce, attraverso i suoi versi, furono veramente esistiti proprio in quei due paesini dell’Illinois da cui il poeta trasse ispirazione. Qualche protagonista, in realtà rappresentato come morto pur non essendolo ancora, si adirò e si offese perché in quegli epitaffi erano stati svelati vizi e virtù evidentemente riconoscibili, all’interno di quelle due piccole comunità, chiuse, ipocrite e bigotte.

L’originalità dei personaggi di Masters risulta evidente dal fatto che, essendo ormai defunti, quindi liberi da fardelli sociali a cui aderire, conquistano la facoltà di essere finalmente sinceri, svestiti dagli ingombranti panni del compiacimento e dell’ipocrisia. Essi non hanno più nulla da conquistare in questo mondo, né più nulla da nascondere o da perdere e quindi possono “raccontarsi”, confessare con assoluta onestà i loro peccati, le loro ambizioni, gli amori e tutte le verità scomode, comuni a tutti noi, esseri umani vivi. Il “non detto” imbarazzante che ci guardiamo bene dal mettere a fuoco e ad esternare con coraggio, quel coraggio che in vita non riesce ad appartenerci fino in fondo.  

E questo ci deve fare riflettere un po’.

LUCINDA MATLOCK

“Andavo a ballare a Chandlerville 

e giocavo alle carte a Winchester. 

Una volta cambiammo compagni 

ritornando in carrozza sotto la luna di giugno, 

e così conobbi Davis. 

Ci sposammo e vivemmo insieme settant’anni. 

Filavo, tessevo, curavo la casa, vegliavo i malati, 

coltivavo il giardino e, la festa, 

andavo spesso per i campi dove cantano le allodole, 

e lungo lo Spoon raccogliendo tante conchiglie, 

e tanti fiori e tante erbe medicinali- 

gridando alle colline boscose, cantando alle verdi vallate. 

A novantasei anni avevo vissuto abbastanza, ecco tutto, 

e passai ad un dolce riposo. 

Cos’è questo che sento di dolori e stanchezza 

e ira, scontento e speranze fallite? 

Figli e figlie degeneri, 

la Vita è troppo forte per voi: – ci vuole vita per amare la Vita…”

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Capizzi: “La vicenda del dissesto ha visto come protagonista l’attuale assessore Sandro Russo, mio ex assessore al bilancio per due anni”

    Cronaca

    MONREALE - “Credo che le alte temperature di questi giorni alimentino la voglia di qualcuno (e nello specifico mi riferisco al sig. Silvio Russo) di presentarsi come protagonista della politica Monrealese, con il consapevole rammarico d..


  • Giuseppe Morello, dolore al funerale del giovane monrealese (FOTO)

    Cronaca

    [gallery ids="111514,111515,111516,111517,111518,111519"] MONREALE - Una chiesa gremita ha accolto questo pomeriggio il feretro di Giuseppe Morello. Il giovane monrealese morto nel corso della notte del 20 luglio a Macari, frazione di San Vito lo Capo dopo essere caduto da un’altezza di 10 metr..


  • Monreale, continuano gli interventi degli operai dell’ESA impegnati nella cura del territorio

    Cronaca

    [gallery ids="111495,111496,111497,111498,111499"] MONREALE - Continuano gli interventi sul territorio monrealese degli operai dell’ESA (Ente Sviluppo Agricolo). Dopo la pulizia dei bordi della circonvallazione invasi dalle canne, così come..


  • I monrealesi possono “fare pace” con il comune, via al ravvedimento delle tasse

    Cronaca

    MONREALE - Il Comune dà il via al Ravvedimento operoso. I cittadini morosi potranno mettersi in regola con le tasse Imu, Tasi, Tari, Cosap e Pubblicità.  Grazie al Regolamento per l’applicazione del ravvedimento operoso approvato dal ..


  • Dichiarazione dei redditi, entro domani possibile inviare il 730 precompilato

    Cronaca

    C'è tempo fino al 24 luglio per presentare la dichiarazione dei redditi 2019. Due giorni di tempo per completare la  precompilata ed inviarla al Fisco. Entro domani, infatti, sarà possibile accettare la dichiarazione dei redditi così come messa a punto dall’Agenzia delle Entrate o int..


  • Riqualificazione del quartiere Carrubella, il comune avvia la gara per la progettazione

    Cronaca

    MONREALE - Il Comune di Monreale avvia la procedura per affidare la fase numero 3 dei lavori di riqualificazione dello storco quartiere Carrubella. Nel 2016 la Regione Siciliana ha ammesso al finanziamento delle spese relative alla progettazione definita dei lavori di riqualificazione urbana dello s..


  • Giuseppe, il ragazzo dagli occhi di mare: domani l’ultimo saluto a Santa Teresa

    Cronaca

    MONREALE - Domani nella Chiesa di Santa Teresa alle 15.30 familiari, parenti e i tanti amici di Giuseppe si riuniranno per dare l'ultimo saluto al ragazzo dagli occhi del mare. Quello stesso mare che se lo è portato via. Giuseppe se ne è andato cadendo dalla scogliera di Macari, frazione di San Vi..


  • Partinico, maxi coltivazione di marijuana: arrestati padre e figlio con pollice verde

    Cronaca

    PARTINICO - Il padre e il figlio hanno costruito una serra di marijuana che avrebbe fruttato almeno 100mila euro. La scoperta è stata fatta dai carabinieri di Partinico in contrada Tammì. Erano 112 le piante coltivate nel terreno di famiglia. Come riporta il Giornale di Sicilia, a finire in man..


  • «Monrealexit», verso il referendum per dire addio al comune di Monreale

    Cronaca

    SAN GIUSEPPE JATO - Continua l’operazione «Monrealexit» delle contrade monrealesi vicine al comune di San Giuseppe Jato. Il progetto prevede che 180 cittadini monrealesi, ma solo nella carta, passino sotto l’egida del Comune di San Giuseppe..


  • Un murale per Danilo Dolci, il Gandhi di Sicilia guarda il mare di Trappeto

    Cronaca

    TRAPPETO - Il volto del Gandhi siciliano rivive a Trappeto in un grande murale realizzato davanti al mare del paese in provincia di Palermo. L’immagine di


  • Ha pagato il pizzo per diciassette anni. Libero grazie all’associazione Addiopizzo l’imprenditore di Altofonte Giovanni Sala

    Cronaca

    ALTOFONTE - La Corte d'Appello ha confermato ieri le condanne in primo grado con rito abbreviato ai tre presunti taglieggiatori che da diciassette anni costringevano Giovanni Sala, proprietario di una cava ad Altofonte, a pagare il pizzo: si tratta del boss Salvatore Raccuglia, condannato a 17 anni ..


  • La nuova rubrica «Leggi le Leggi», Decreto crescita 2019: novità fiscali, imprese e terzo settore

    Cronaca

    Leggi, decreti, sentenze, circolari e delibere. Com’è difficile districarsi nell’infinito mondo della burocrazia italiana! Da oggi Filodiretto apre una nuova rubrica, curata da Massimiliano Lo Biondo, che cercherà di spiegare e descrivere alcune delle più importanti leggi e dei più significa..


  • Riorganizzazione macchina comunale, Giacopelli: Situazione difficile, ma non bisogna “appagnarsi”

    Cronaca

    MONREALE - In questi giorni, uno dei temi su cui maggiormente si discute è senza dubbio quello che riguarda la riorganizzazione della cosiddetta “macchina amministrativa” del Comune. Sull’argomento interviene il segretario aziendale della Cisl-Funzi..


  • Dissesto finanziario, Russo: “La Ficano è complice insieme a Capizzi, lo dice la Corte dei Conti”

    Cronaca

    Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Segretario Aziendale Cgil Monreale, Silvio Russo. 

    In riferimento all’articolo dell’ex sindaco di Monreale Avv. Capizzi pubblicato ieri dalla testata giornal..


  • Contro “l’inverno dello spirito”. Riflessioni su Andrea Camilleri

    Cronaca

    Riflessioni su Andrea Camilleri Scrivere su Andrea Camilleri? Pallido tentativo, certamente banale, incompleto, riduttivo “riddiculu". Ci si può limitare a scrivere un aspetto della sua vita, uno dei tanti geniali pensieri, quello che magari più di tutti gli altri ha aiutato la vita di ciascu..


  • Monreale a lutto per Giuseppe Morello, aveva una vita davanti

    Cronaca

    MONREALE - Dolore e lacrime a Monreale per la morte di Giuseppe Morello. Un ragazzo che si trovava nel pieno della sua giovinezza. Aveva appena 20 anni Giuseppe e la comunità di Monreale è sotto choc per la sua scomparsa.

    Una giornata al mare con gli amici si è t..


  • Il boss di San Giuseppe Jato è malato, prosciolto dal processo Nuovo Mandamento

    Cronaca

    SAN GIUSEPPE JATO - Il boss mafioso di San Giuseppe Jato sta troppo male per sostenere il processo e la Corte d'appello lo proscioglie e ordina la sua scarcerazione. Gregorio Agrigento ha così ottenuto la libertà grazie a delle perizie che hanno stabilito la sua “incapacità irreversibile di ..


  • Giuseppe Morello, 20enne monrealese precipitato da oltre 10 metri sugli scogli a Macari. Indagini aperte

    Cronaca

    SAN VITO LO CAPO - Una giovane vita stroncata quella di Giuseppe Morello, 20enne monrealese morto ie..