Oggi è 17/01/2019

Cronaca

Angelo Moscarelli: “Roccamena, un comune in rovina”

Roccamena è l’unico comune della provincia di Palermo riconosciuto a rischio di spopolamento

Pubblicato il 31 ottobre 2018

Angelo Moscarelli: “Roccamena, un comune in rovina”

Roccamena, 31 ottobre 2018 –  Roccamena è l’unico comune della provincia di Palermo riconosciuto a rischio di spopolamento, ma a vedere le vicende politico-amministrative degli ultimi anni sembra un comune in rovina.

L’amministrazione comunale in carica sta ormai completando il mandato, che scadrà nel prossimo maggio 2019, sempre che non ci sia una conclusione anticipata della sindacatura di Tommaso Ciaccio, ormai costellata da polemiche, come dimostrano le cronache degli ultimi mesi.

Al comune si respira un clima di tensione: Ciaccio è difatti a processo per oltraggio ad un Carabiniere e sta subendo l’ispezione dell’Assessorato agli enti locali della Regione siciliana per essersi “autonominato” a capo dell’ufficio tecnico, (da verificare se possiede i requisiti professionali), peraltro avendo estromesso dal ruolo il vincitore del concorso a suo tempo appositamente indetto. Un aspetto sul quale l’inviato della Regione sarà chiamato a verificare il rispetto della normativa di riferimento.

Il comune si trova attualmente privo del segretario comunale, il terzo che si era avvicendato dal 2014 al 2018, così come si sono avvicendati ben tre responsabili dell’ufficio tecnico prima che il sindaco, come detto, prendesse in mano direttamente l’area tecnica comunale. Anche l’unico vigile urbano di ruolo presente è stato inviato in comando al comune di Monreale, con la conseguente scopertura del servizio per lungo tempo. Sono quindi alcuni anni che la struttura amministrativa non riesce a trovare un’organizzazione stabile, con tutto ciò che ne è derivato.

“Non solo non è stato rispettato il programma elettorale – spiega il consigliere comunale indipendente Angelo Moscarelli – ma si sono susseguiti diversi eventi dannosi per la comunità roccamenese, che hanno pregiudicato ogni possibilità di sviluppo, di riqualificazione, che potesse contrastare il fenomeno, ormai inarrestabile, dello spopolamento”. 

La prospettiva nei prossimi dieci-venti anni è quella del paese fantasma, anche se le potenzialità, legate ai beni ambientali e culturali, sembrano essere possedute da questo territorio. Per questo l’inerzia e, per certi versi, gli errori dell’amministrazione sembrano gravi.

Nel settore dell’ambiente si sono manifestate specifiche criticità: ben due sequestri giudiziari di aree comunali per abbandono di rifiuti urbani nel caso dell’ex mattatoio comunale e per deposito abusivo di materiali edili di risulta contenenti amianto provenienti da un cantiere edile.

Non si hanno notizie sull’entrata in esercizio definitiva del depuratore, così come l’isola ecologica che alcuni anni fa fu realizzata, appare oggi in stato di abbandono e degrado. Il servizio della raccolta differenziata è peggiorato nell’ultimo mese, visto che si segnalano disservizi in aumento e abbandoni di rifiuti lungo le strade principali del paese. Degrado che si aggiunge a degrado.

Infatti, nonostante quest’anno si celebri il 50° anniversario del sisma del Belice, il centro urbano si presenta fortemente compromesso dalla presenza, accanto agli edifici ricostruiti, di numerosi ruderi relativi agli edifici abbandonati dopo gli eventi sismici del 1968, con la conseguenza che il rischio è più grave oggi che allora, e oltre che sotto il profilo della sicurezza anche da quello dell’igiene e del decoro urbano, dato che questi edifici in rovina sono ricettacolo di rifiuti, insetti e animali indesiderati, come ratti e piccioni. Per non parlare poi del fenomeno del randagismo, con alcuni episodi di aggressione a bambini, di cui uno scampato per miracolo ad un grave epilogo. Persino nella piazza centrale, dove sorge l’unica chiesa, si assiste ad uno spettacolo desolante, con un’area che è divenuta deposito di sfabbricidi derivanti dalla demolizione di un edificio pericolante.

L’altra chiesa, che fino a qualche tempo fa era agibile, è stata chiusa perché interamente costruita in pannelli di amianto, che dovrebbero essere rimossi con urgenza in quanto fortemente degradati. 

“I servizi di cui la comunità roccamenese può fruire sono via via sempre più carenti – spiega Moscarelli -, non c’è più lo sportello bancario, non esiste alcuna stazione di rifornimento di carburante, non ci sono spazi per i giovani, non esiste una biblioteca. Il museo comunale, che pure contiene reperti archeologici di pregio, è da diversi anni inagibile per il crollo della copertura. Anche l’edificio che ospita gli uffici municipali pare interessato da un forte stato di degrado, per copiose infiltrazioni di acque meteoriche. Per non parlare del cimitero comunale, che si è ormai da tempo esaurito, comportando la requisizione di alcuni loculi e cappelle private, oltre ad essere stato teatro, nella scorsa estate, di un improvviso crollo, che ne ha comportato la dichiarazione di temporanea inagibilità. 

Se l’amministrazione in carica non riesce a garantire neppure l’ordinaria amministrazione, è facile capire che non possono esistere lavori pubblici in corso di realizzazione, né si ha notizia di alcun finanziamento ottenuto. Del resto, alcuni piccoli lavori, come la sistemazione di una piazzetta con giochi per bambini e casetta dell’acqua, si sono arenati da anni, anche a causa di irregolarità sanzionate dal nucleo dell’ispettorato del lavoro. L’amministrazione sembra essersi invece concentrata sul progetto SPRAR che accoglie circa 40 persone e nell’accensione di un mutuo a carico dei cittadini, per un importo di 310.000 euro, finalizzato alla realizzazione di un campo di pallavolo all’aperto, che appare un inutile e costoso duplicato del campo polifunzionale già presente all’interno della palestra del complesso scolastico.

E a proposito di edilizia scolastica è apparso a tutti incomprensibile il mancato utilizzo, sino ad oggi, del plesso adeguato sismicamente i cui lavori sono stati collaudati da alcuni anni. 

Ma ciò che più lascia perplessi è la mancanza di iniziative dell’amministrazione comunale volte a rilanciare un paese che, pur presentando delle buone potenzialità all’interno del suo territorio, rischia davvero di scomparire, dato che ai giovani non viene offerta alcuna opportunità, come invece si potrebbe dare se si avviasse un programma di riqualificazione e di marketing territoriale, mettendo a frutto i beni ambientali e culturali, tra cui si annoverano il sito archeologico della montagna di Maranfusa ed il lago artificiale Francese (già Garcia), uno dei più grandi d’Europa. Mentre al visitatore, oggi, Roccamena appare come un paese tristemente avviato alla rovina”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Forestali senza stipendio, presidio Flai-Cgil sotto l’UST. Pisa: “Siamo stanchi delle false promesse del Governo regionale”

    Cronaca

    Palermo, 16 gennaio 2019 - Nonostante le rassicurazioni i pagamenti e gli adeguamenti contrattuali non sono arrivati nè entro l'anno nè entro il 16 gennaio. Per problemi finanziari la Regione non ha pagato gli stipendi agli operai forestali della provincia di Palermo. Oggi sotto la sede dell'Uffic..

    Continua a Leggere

  • Centro per l’Impiego, domani torna operativo lo sportello

    Cronaca

    Monreale, 16 gennaio 2019 - Da domani mattina sarà operativo l'ufficio per l’impiego di Monreale. Nella sede di via Venero verranno offerti i servizi di accoglienza, orientamento e consulenza, incontro domanda e offerta placement, inserimento lavoratori disabili e categorie protette, promozione t..

    Continua a Leggere

  • San Cipirello, tragedia sfiorata: crollati i solai di una palazzina

    Cronaca

    San Cipirello, 16 gennaio 2019 - Crollo la scorsa notte in una palazzina a San Cipirello. Il peso di un grosso recipiente d’acqua ha fatto collassare i solai di una costruzione a due piani dove c’è una sartoria. Il crollo è avvenuto nella notte e in quel momento non c’era nessuno. I ..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Strisce blu: da oggi pagamento anche tramite l’App di Poste Italiane

    Cronaca

    Monreale, 16 gennaio 2019 - Da oggi anche i cittadini di Monreale potranno pagare la sosta sulle strisce blu in maniera più veloce. È stato abilitato il pagamento dei ticket per la sosta oraria sulla piattaforma di PostePay+. Sarà sufficiente scaricare dal proprio smartphone l’App Postepay, cli..

    Continua a Leggere

  • Centro di raccolta di Fiumelato. Contenitori tra il fango? A breve sarà un lontano ricordo

    Cronaca

    [gallery ids="89150,89151,89152,89153,89154,89155,89156,89157"] Monreale, 16 gennaio 2019 - Da quando è stato istituito il centro di raccolta dei rifiuti differenziati all’ex Casello di Fiumelato per servire una parte della zona periferica di Monreale, tante sono state le lamentele dei residen..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Salme in attesa nel deposito del cimitero. Vittorino: “A breve procediamo con la tumulazione”

    Cronaca

    Monreale, 16 gennaio 2019 - Sulle condizioni in cui versa il cimitero monrealese abbiamo più volte scritto. Come in diverse occasioni alcuni cittadini hanno deciso di armarsi di attrezzi e buona volontà per ripulire e dare decoro al luogo. Mimmo Vittorino, neo assessore con delega ai servizi cimit..

    Continua a Leggere

  • Quartiere Carmine, tentato furto di rame. Staccata la grondaia della chiesa

    Cronaca

    [gallery ids="89086,89085,89084"] Monreale, 15 gennaio 2019 -I ladri sono riusciti solo a staccare la grondaia ma non l'hanno portata via. Ancora una volta per pochi euro nel cuore della città avviene una manomissione ad un impianto pubblico. Un tentato furto di rame è avvenuto nel weekend all'..

    Continua a Leggere

  • L’assessore Potenza incontra i dirigenti scolastici. Stilato il calendario delle iniziative

    Cronaca

    Monreale, 15 gennaio 2019 - Si è svolto stamane in Sala Rossa un primo incontro, promosso dall’assessore alla Pubblica Istruzione Serena Potenza, con i Dirigenti Scolastici degli istituti monrealesi, che ha avuto come obiettivo la programmazione di alcune iniziative sulla legalità, ..

    Continua a Leggere

  • Monreale, previsto taglio alla retta degli asili nido. Il Comune riceve un contributo dalla regione

    Cronaca

    Monreale, 15 gennaio 2019 - In arrivo un contributo di € 75.373,20 per il comune di Monreale. A beneficiarne saranno le famiglie con bambini iscritti agli asili nido. Il contributo, previsto dall’Avviso approvato dalla Regione Siciliana, è infatti finalizzato a sostenere la spesa per la gestion..

    Continua a Leggere

  • Via Ruffo di Calabria, conclusi i lavori. La strada è riaperta al transito

    Cronaca

    Palermo, 15 gennaio 2019 - Intorno alle 13,00 è stata riaperta al transito Via Ruffo di Calabria. L’arteria stradale che collega Palermo con San Martino delle Scale, evitando l’attraversamento di Boccadifalco, era stata chiusa dopo il crollo del muro.  La messa in sicurezza della strada..

    Continua a Leggere

  • Terrasini. Ritrovato il corpo senza vita di Anthony Cascino, il ragazzo travolto dalle onde

    Cronaca

    Terrasini, 15 gennaio 2019 - È stato trovato in questi minuti il corpo del giovane di Villabate, Anthony Cascino, che questa mattina è stato travolto da un’onda mentre stava pescando, assieme ad un amico, su uno scoglio di fronte all’hotel Perla del Golfo di Terrasini. Questa mattina si era..

    Continua a Leggere

  • Finanziaria regionale. Abolizione certificato medico entro i cinque giorni di assenza a scuola, biglietti gratuiti dell’AST per studenti universitari, forze dell’ordine e disabili

    Cronaca

    Palermo, 15 gennaio 2019 - Collegato ai nastri di partenza all’Assemblea regionale siciliana. La giunta Musumeci ha approvato domenica scorsa i quattro disegni di legge di cui uno generale, che comprende 17 articoli, e che è stato trasmesso ieri all’Ars e che transiterà dalla ..

    Continua a Leggere

  • Differenziata al palo. Roccamena in coda alla classifica dei comuni

    Cronaca

    Roccamena, 15 gennaio 2019 - Il comune di Roccamena vanta un triste primato. È tra i comuni siciliani meno virtuosi per quanto riguarda la raccolta differenziata dei rifiuti. Tiene la posizione numero 348 su 390. Gli ultimi dati, aggiornati ad ottobre dello scorso anno, parlano di una raccolta d..

    Continua a Leggere

  • Ricordare tutte le vittime di mafia, un obbligo morale per chi si occupa dell’educazione e della formazione dei ragazzi

    Cronaca

    Monreale, 15 gennaio 2019 - Uno dei più importanti doveri civili e morali di una società che suole identificarsi nei principi della Costituzione e della Legalità, non solo come fonti teoriche, a volte un po' astratte, ma come pratica reale e quotidiana, generalizzata ad ogni contesto sociale, è ..

    Continua a Leggere

  • Operatore del benessere e operatore della ristorazione, meccanico e segretaria d’azienda, ristorazione e preparazione del sushi. Open Day dell’Associazione Ted

    Cronaca

    [gallery ids="88948,88949,88950,88951,88952,88953,88954,88955,88956,88957,88958,88959,88960"]   https://www.facebook.com/tedformazioneprofessionale/videos/353949572091693/ Monreale, 15 gennaio 2019 - Giovedì 17 gennaio dalle ore 9.00  al..

    Continua a Leggere

  • Pascucci: «Voglio ricordare alla famiglia Riina che Corleone non è più “Cosa Loro”. Le regole vanno rispettate e non interpretate»

    Cronaca

    Corleone, 14 gennaio 2018 – Non si placano le polemiche intorno alla scelta di Lucia, la figlia di Totò Riina, di aprire un ristorante a Parigi richiamando nell’insegna il nome del padre e del comune di Corleone. “Corleone by Lucia Riina”, si leggeva sull'insegna del locale. Un’operazione..

    Continua a Leggere

  • Via Ruffo di Calabria. Domani al via i lavori di messa in sicurezza

    Cronaca

    Palermo, 14 gennaio 2019 - Cominceranno domattina i lavori per abbattere il muro pericolante di via Ruffo di Calabria, l’arteria stradale che collega Palermo con San Martino delle Scale, evitando l’attraversamento di Boccadifalco. L’avvio dei lavori è stato stabilito con una ordinanza del com..

    Continua a Leggere

  • Sindrome della morte in culla? L’ipotesi più accreditata sulla causa della morte della neonata di San Cipirello. Indagati i genitori

    Cronaca

    Monreale, 14 gennaio 2019 - Sarà l’autopsia disposta dal magistrato per questa mattina a stabilire se la neonata di San Cipirello sia deceduta a causa della sindrome della morte in culla (Sids), al momento la tesi più accreditata, o per altre ca..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com