Oggi è 16/12/2018

Cronaca

Roccamena, raccolta rifiuti assegnata alla COGESI. Il sindaco Ciaccio: “Ribasso del 13%, ottimo risultato”. Fiorentino: “Verificare profili di legittimità”

Il sindaco solleva il dirigente e si autonomina a capo dell’ufficio tecnico. Fiorentino: “Ritengo questa nomina non valida, ho sollevato un vizio di competenza all’assessorato enti locali”

Pubblicato il 26 settembre 2018

Roccamena, raccolta rifiuti assegnata alla COGESI. Il sindaco Ciaccio: “Ribasso del 13%, ottimo risultato”. Fiorentino: “Verificare profili di legittimità”

Roccamena, 26 settembre 2018 – Dopo alcuni giorni di interruzione della raccolta dei rifiuti, a Roccamena il servizio è ripartito, affidato, in maniera urgente, alla ditta CO.GE.SI srl di San Giuseppe Jato. Su tre ditte invitate a partecipare alla procedura di affidamento diretto, oltre alla COGESI, anche la “F. Mirto srl” e la “Costruzioni & Ambiente srl”, entrambe di San Cipirello. 

La COGESI si è aggiudicata l’appalto con un ribasso del 13,10% su un importo di 6.200 €, a fronte del 3% presentato dalla “Costruzioni & Ambiente srl”. Il servizio di raccolta differenziata porta a porta dell’umido e del secco multi materiale, avverrà per 15 giorni, con 4 interventi settimanali.

La delibera è stata firmata il 24 settembre dal sindaco Tommaso Ciaccio, dopo avere sollevato dall’incarico di responsabile del servizio ecologia l’ing. Salvatore Fiorentino, avere unificato i servizi “Ambiente – Ecologia – Protezione Civile”, ed essersi autonomamente nominato a capo dell’intera area tecnica con propria determinazione sindacale.

Il sindaco ci ha spiegato la legittimità e l’opportunità delle sue scelte, nettamente in contrasto con quelle che erano state assunte dal precedente dirigente, che non aveva proceduto all’affidamento del servizio. “Grazie alla gara, espletata per soli 15 giorni, abbiamo risparmiato il 13,1% del costo del servizio. Adesso stiamo approntando la gara valida fino a fine anno, ci aspettiamo un risparmio ancora maggiore. Ma già questo è un risultato nettamente superiore a quello dichiarato dall’ing. Fiorentini, che sosteneva che ci sarebbe stato con la gara un ribasso non superiore al 5%” (per non andare incontro a profili di illegittimità riconducibili a infiltrazioni mafiose, ndr).

La recente sospensione dall’incarico dell’ing. Fiorentino, e al conseguente autonomina a capo dell’ufficio dello stesso sindaco aveva sollevato alcuni dubbi di legittimità. Il regolamento comunale prevede l’approvazione dell’atto di nomina da parte di tutta la giunta, e un titolo di studio di laurea tecnica.

“Più volte ho ricoperto questo incarico – risponde Ciaccio -, la legge prevede che in un comune con meno di 3.000 abitanti il capo dell’ufficio tecnico possa essere anche un amministrativo, e nonostante diversi esposti ricevuti, non sono mai stato rimosso. Non è neanche previsto un titolo di studio. Altri sindaci svolgono lo stesso ruolo, pur non essendo né architetti né ingegneri”.

Su questi aspetti ritorna l’ingegnere Fiorentino: “Ritengo che questa nomina non sia valida, ho sollevato un vizio di competenza all’assessorato enti locali. Mi auguro che facciano un’ispezione. Ho presentato al sindaco formale richiesta di essere reintegrato nelle mie funzioni. Spetterà all’assessorato dirimere questa controversia”.

Sulla legittimità dell’incarico assunto dal sindaco, Fiorentino ritiene che non si possa derogare dalla norma, ma applicare quanto c’è scritto. “Nè si può assumere quanto fatto in altri comuni come una deroga alla normativa. Di certo è che questa nomina viola il regolamento comunale. Così come ritengo necessario un adeguato titolo di studio per svolgere un determinato incarico, altrimenti si potrebbero avallare atti senza possedere adeguate competenze, mettendo a rischio la sicurezza e l’incolumità pubblica”.

Ma l’aspetto che più preme sottolineare all’ex responsabile del servizio attiene la regolarità dell’affidamento. “La procedura non tiene conto del codice dei contratti. Del costo previsto per l’affidamento del servizio, circa il 70% riguarda il personale e la sicurezza, e non può essere soggetto a ribasso, che si applica invece solo sulla parte terminale, circa del 30%. È obbligatorio determinare il costo della manodopera in base a tabelle ministeriali.

Per questo non si può ottenere una grande economia su questi appalti. Ribassi superiore alla cosiddetta “soglia di anomalia”, intorno al 10%, impongono all’amministrazione di fare una serie di controlli. Alcuni comuni non lo fanno. 

Ad esempio l’operatore è chiamato a dimostrare come ritiene possibile applicare una particolare offerta, dato il costo del carburante e le ore di servizio, il costo della manodopera, elementi noti, e dato l’utile di impresa. Se le risposte non sono convincenti escludiamo il concorrente”.

“Questo – prosegue Fiorentino – è un settore che non prevede grandi margini di manovra, come può avvenire invece nell’edilizia dove si registrano ribassi del 30% o 40%”.

“Ci sono poi altri campanelli di allarme che ci portano ad escludere le ditte, e lo abbiamo fatto in passato, ad esempio sulla qualità dei mezzi che non risultano idonei”.

Sulla determina si legge che la “COGESI” è una ditta inserita nella White List della Prefettura di Palermo dal 26.02.2018 al 26.02.2019.

“È una condizione insufficiente – spiega Fiorentino – a fornire garanzie di assenza di infiltrazioni mafiose.

Nella relazione del 19/7/2016, la commissione di indagine parlamentare ha dichiarato che le White List non sono affidabili perché le prefetture non sono in grado di fare adeguati controlli”. Ed ancora, “la stazione appaltante, in base ai protocolli di legalità Dalla Chiesa e Vigna, deve segnalare alle autorità giudiziarie, quegli elementi che inducono a sospettare che il titolare dell’impresa è un prestanome, situazione che abbiamo avuto già in passato, oppure che esista un collegamento sostanziale tra le imprese che si presentano alla gara, come nel caso di imprese che appartengono ad un unico centro decisionale, così da presentare un’offerta concordata”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Lo accoltella mentre dorme e poi chiama il 118. Omicidio nella notte a Falsomiele

    Cronaca

    Lo ha accoltellato più volte mentre dormiva. Salvatrice Spataro di 45 anni poco prima di chiamare il 118 aveva ucciso il marito Pietro Ferrera. I due litigavano spesso e il clima in casa non era dei migliori. Tanto che i figli piccoli dormivano in casa della nonna. Il delitto è stato commesso..

    Continua a Leggere

  • Ingrassia: un chirurgo in congedo, uno in pensione e chiude Ortopedia

    Cronaca

    Palermo, 15 dicembre 2018 - Da ieri l'ospedale Ingrassia ha visto chiudere il reparto di Ortopedia. Non sarà possibile effettuare ricoveri e interventi fino al mese di gennaio. La causa della decisione, presa dal direttore sanitario dell'ASP Salvatore Russo, è da ricercare nel pensionamento e n..

    Continua a Leggere

  • Via Corpo di Guardia. Nuovo maltempo, si indebolisce ulteriormente l’asfalto

    Cronaca

    Monreale, 15 dicembre 2018 - Continuano i disagi in via Corpo di Guardia, dove le forti piogge di questa notte hanno aumentato la portata del torrente che scorre al di sotto. Il forte flusso d’acqua ha trascinato altri frammenti di materiale, indebolendo ulteriorment..

    Continua a Leggere

  • Forte pioggia nella notte, le strade trasformate in fiumi. Oggi allerta gialla

    Cronaca

    Monreale, 15 dicembre 2018 - La pioggia caduta abbondantemente nella notte ha provocato disagi in città. Numerosi gli interventi per allagamenti nelle strade nella zona orientale di Palermo. Tante le chiamate arrivate ai vigili del fuoco. 

    Protezion..


  • Monreale, salario dipendenti comunali: firmato l’accordo

    Cronaca

    Monreale, 14 dicembre 2018 È stato sottoscritto questa mattina fra l’amministrazione comunale ed i rappresentanti sindacali l’accordo che riguarda la ripartizione delle somme destin..

    Continua a Leggere

  • Le Birre di Natale in Abbazia. A San Martino delle Scale due giorni di degustazioni

    Cronaca

    San Martino delle Scale, 14 dicembre 2018 - Nella suggestiva Abbazia Benedettina di San Martino delle Scale, l'Associazione Hora Benedicta il 15 e 16 dicembre vi guiderà in un percorso tra le birre di Natale, i sapori del territorio e la cultura Benedettina per augurarvi un meraviglioso Nat..


  • Raccolta differenziata, agli anziani e ai disabili chi ci pensa? L’amministrazione attivi il porta a porta

    Cronaca

    Monreale, 14 dicembre 2018 - Sono passati ormai sei mesi da quando a Monreale è partita la raccolta differenziata, ma basta fare un giro per le vie del paese per rendersi conto che ancora molti cittadini non comprendono la sua importanza, dato che essa offre una valida alternativa al classico smalt..


  • «Raccontare l’amore si può!»

    Cronaca

    Palermo, 14 dicembre 2018 - Si svolgerà oggi pomeriggio alle ore 16.30 presso l’Università degli Studi di Palermo, Collegio San Rocco in Aula Borsellino in Via Ugo Antonio Amico, 2/4 a Palermo, la presentazione del libro «Ti racconto l’amore», dialo..


  • Bruno Palermo presenta il libro “Al posto sbagliato” per dare memoria ai bambini uccisi dalla mafia

    Cronaca

    Monreale, 14 dicembre 2018 - Ieri, 13 dicembre 2018, nel Circolo d..


  • Strada Statale Palermo Sciacca: 8 auto danneggiate da un giunto sollevato

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Torna a far parlare di sé lo scorrimento veloce Palermo Sciacca, troppo spesso al centro di spiacevoli casi di cronaca. Questa volta, per fortuna, non ci sono stati morti né feriti.  Sono 8 le auto che hanno riportato ..


  • Parrucche distribuite gratuitamente a pazienti oncologiche. Salvo Lo Coco il parrucchiere di riferimento

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Saranno realizzate e donate gratuitamente alle donne che ne faranno richiesta. Cento parrucche vengono messe a disposizione delle pazienti oncologiche da Assoacconciatori, la nuova categoria di Confesercenti Sicilia, parte integrante dell’area Produzione guidata da Nun..


  • Allarme randagismo. I residenti di via della Repubblica presentano denuncia, inseguita una signora

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - "Adesso basta, oltre la paura di uscire di casa abbiamo dovuto assistere ad una strage. I gatti che da tempo accudiamo sono stati torturati ed uno è stato squartato da un branco di cani. Abbiamo trovato resti ovunque". Sono esasperati i residenti di via della Repubblica..


  • Domani l’appuntamento con l’Open Day al Liceo Basile. Notte dei Licei l’11 gennaio

    Cronaca

    [gallery ids="86069,86070,86071,86072,86073"] Monreale, 13 dicembre 2018 -Domani dalle 9 alle 13,15 saranno presenti il Dirigente Concetta Giannino, docenti ed alunni della scuola ad accogliere gli ospiti. Verranno fatti visitare gli spazi e le strutture del Liceo classico e scientifico Emanuele ..


  • Salvaguardia dei boschi. Dal 1° dicembre aperte le richieste di finanziamenti

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Dal 1° dicembre 2018, e fino al 29 maggio 2019, tramite il portale Sian è possibile richiedere dei finanziamenti per avviare degli interventi di salvaguardia del territorio, nella fattispecie della superficie boschiva. La segnalazione arriva da Alberto Arcidiacono, ..


  • A Monreale nasce BRQ, il primo show-room dove la casa dei tuoi sogni prende forma

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 201..


  • Lavoratori ex Tech ancora in attesa dell’assunzione. Fumata nera in assessorato

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Ormai da circa 3 anni sono tenuti con il fiato sospeso i 28 ex dipendenti della Tech, la società che per circa 10 mesi, nel 2015, si era aggiudicata il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani per il comune di Monreale, in seguito al fallimento dell..


  • Strada Vicinale Cannizzara in totale abbandono, buche pericolose e avvallamenti

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Si è parlato più volte,


  • Oggi Monreale profuma di arancina

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Mentre da qualche parte continua la diatriba tra arancina al femminile o arancino al maschile, a Monreale non c'è mai stato dubbio e mai ci sarà, si chiama arancina.  Si inizia a pensare a Santa Lucia e all'arancina day subito dopo l'Immacolata. Si comprano gli..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com