Oggi è 22/07/2019

Cronaca

Roccamena tra i rifiuti. Il sindaco Ciaccio: “Solleverò dall’incarico il dirigente dell’ufficio tecnico. Bisogna fare la gara”

Scaduto lunedì il contratto con la ditta. Ing. Fiorentino: “Manca la copertura finanziaria. Necessaria ordinanza sindacale o l’ufficio farà un verbale di somma urgenza, e il servizio dovrà continuare alle condizioni già stipulate”

Pubblicato il 19 settembre 2018

Roccamena tra i rifiuti. Il sindaco Ciaccio: “Solleverò dall’incarico il dirigente dell’ufficio tecnico. Bisogna fare la gara”

Roccamena, 19 settembre 2018 – Da ieri a Roccamena non si raccolgono più i rifiuti. Cumuli di spazzatura e cassonetti sovraccarichi fanno bella mostra di sé negli angoli delle strade. Chi può li deposita nei propri garage.

La società addetta alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti, la Bono di Sciacca, non ha avuto rinnovato il contratto. 4 operatori sono da lunedì senza lavoro. In comune si cerca di correre ai ripari, e di trovare il responsabile di una situazione che, secondo il primo cittadino, Tommaso Ciaccio, non si sarebbe mai dovuta verificare.

Il sindaco Tommaso Ciaccio

“Roccamena è il comune più pulito della Sicilia” – esordisce Ciaccio – Solamente questa mattina è arrivata la comunicazione da parte della ditta addetta alla raccolta dei rifiuti. Aspetto il segretario e il ragioniere per affrontare e risolvere il problema”. 

Lunedì è scaduto l’incarico trimestrale dato alla ditta Bono. “L’ingegnere dell’ufficio tecnico che avrebbe dovuto indire in tempo la gara non l’ha fatto. Da più di sei mesi gli ho scritto di predisporla. Adesso lo solleverò dall’incarico. E di questo ho fatto opportuna segnalazione alla caserma dei Carabinieri. Il dirigente dovrà spiegare perché si ostina a fare proroghe, invece della gara, che con il ribasso comporterebbe un notevole risparmio per le casse comunali”.

“Intanto – prosegue il primo cittadino – non posso lasciare il paese in queste condizioni. In attesa di predisporre la gara, anche per 15 giorni, provvederò in emergenza ad un affidamento diretto”.

Per il sindaco non ci sarebbe una questione economica alla base del problema rifiuti: “Non ci sono problemi di pagamento alla ditta. Il nostro comune è in regola con i conti e con il bilancio. Non abbiamo problemi di pagamento”.

E di tutt’altra opinione il responsabile dell’ufficio tecnico, l’ing. Salvatore Fiorentino.

“Il nostro comune  – spiega il dirigente – non ha approvato il bilancio di previsione 2018, ed è stato commissariato. Non abbiamo la copertura finanziaria necessaria per espletare la gara semestrale, dato il budget insufficiente, per questo ho potuto fare gare trimestrali”. Il responsabile dell’ufficio tecnico spiega come dalla chiusura delle piattaforme dell’organico, avvenuta a febbraio, si sia determinato un incremento dei costi di discarica, quasi raddoppiati. E adesso il comune avrebbe le mani legate.

“Non avendo approvato il bilancio preventivo 2018, non possiamo impegnare una spesa superiore a quella dell’anno scorso, già di per sé insufficiente”. Fiorentino al suo insediamento ha ereditato un debito fuori bilancio di 20.000 € rispetto al budget di 243.000 €. Sul primo semestre del 2018 sarebbero inoltre gravati i costi aumentati delle discariche. “Nel primo semestre ci sono stati interventi straordinari che l’amministrazione ha adottato, quindi il budget annuale si è esaurito già a metà settembre. Ho fatto presente all’amministrazione che il budget è insufficiente”.

“Da giugno – prosegue il dirigente – ho fatto quanto possibile per evitare il trasporto dei rifiuti fuori regione, soluzione che avrebbe comportato un costo ancora più alto. Ho ereditato una situazione di maggiori costi che non posso, né è in alcun modo possibile eliminare”.

“Non è con il ribasso – risponde così al sindaco – che possiamo fare economia, perché si tratta di una scontistica che va dall’1 al 5%”.

Perché non si è pensato di prevenire questa fase di stallo? “L’ufficio aveva fatto un atto per prorogare la ditta fino alla fine del mese, ma l’atto è stato revocato dal vicesindaco con una sua nota. In assenza di atti dovuti agiremo però in via suppletiva. Ho inviato una nota all’amministrazione. Vi sono esigenze di tutela dell’igiene e della salute pubblica previste da legge. Per garantire il servizio vi sono due strade. O viene emessa un’ordinanza sindacale, o, in alternativa, l’ufficio farà un verbale di somma urgenza, e il servizio dovrà continuare alle condizioni già stipulate. Fino a fine anno, perché non si può certamente agire in maniera provvisoria”.

E questo indipendentemente dall’esistenza della copertura finanziaria, “che verrà garantita – afferma – da un debito fuori bilancio che si verrà a sommare a quello dell’anno scorso di 20.000 €”.

“La SSR PALERMO OVEST – spiega ancora Fiorentino – avrebbe dovuto provvedere entro il 31 luglio scorso, su diffida di ordinanza presidente regione siciliana, ad indire la gara settennale”. Il comune non è competente alla gara, infatti, ma sta agendo in via provvissoria sino all’adempimento della SRR, “che peraltro ho piu volte sollecitato”.

Sulla minaccia del sindaco di sollevarlo dall’incarico e di denunciare il suo comportamento ai carabinieri replica: “Non posso che tutelarmi nelle sedi opportune”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Capizzi: “La vicenda del dissesto ha visto come protagonista l’attuale assessore Sandro Russo, mio ex assessore al bilancio per due anni”

    Cronaca

    MONREALE - “Credo che le alte temperature di questi giorni alimentino la voglia di qualcuno (e nello specifico mi riferisco al sig. Silvio Russo) di presentarsi come protagonista della politica Monrealese, con il consapevole rammarico d..


  • Giuseppe Morello, dolore al funerale del giovane monrealese (FOTO)

    Cronaca

    [gallery ids="111514,111515,111516,111517,111518,111519"] MONREALE - Una chiesa gremita ha accolto questo pomeriggio il feretro di Giuseppe Morello. Il giovane monrealese morto nel corso della notte del 20 luglio a Macari, frazione di San Vito lo Capo dopo essere caduto da un’altezza di 10 metr..


  • Monreale, continuano gli interventi degli operai dell’ESA impegnati nella cura del territorio

    Cronaca

    [gallery ids="111495,111496,111497,111498,111499"] MONREALE - Continuano gli interventi sul territorio monrealese degli operai dell’ESA (Ente Sviluppo Agricolo). Dopo la pulizia dei bordi della circonvallazione invasi dalle canne, così come..


  • I monrealesi possono “fare pace” con il comune, via al ravvedimento delle tasse

    Cronaca

    MONREALE - Il Comune dà il via al Ravvedimento operoso. I cittadini morosi potranno mettersi in regola con le tasse Imu, Tasi, Tari, Cosap e Pubblicità.  Grazie al Regolamento per l’applicazione del ravvedimento operoso approvato dal ..


  • Dichiarazione dei redditi, entro domani possibile inviare il 730 precompilato

    Cronaca

    C'è tempo fino al 24 luglio per presentare la dichiarazione dei redditi 2019. Due giorni di tempo per completare la  precompilata ed inviarla al Fisco. Entro domani, infatti, sarà possibile accettare la dichiarazione dei redditi così come messa a punto dall’Agenzia delle Entrate o int..


  • Riqualificazione del quartiere Carrubella, il comune avvia la gara per la progettazione

    Cronaca

    MONREALE - Il Comune di Monreale avvia la procedura per affidare la fase numero 3 dei lavori di riqualificazione dello storco quartiere Carrubella. Nel 2016 la Regione Siciliana ha ammesso al finanziamento delle spese relative alla progettazione definita dei lavori di riqualificazione urbana dello s..


  • Giuseppe, il ragazzo dagli occhi di mare: domani l’ultimo saluto a Santa Teresa

    Cronaca

    MONREALE - Domani nella Chiesa di Santa Teresa alle 15.30 familiari, parenti e i tanti amici di Giuseppe si riuniranno per dare l'ultimo saluto al ragazzo dagli occhi del mare. Quello stesso mare che se lo è portato via. Giuseppe se ne è andato cadendo dalla scogliera di Macari, frazione di San Vi..


  • Partinico, maxi coltivazione di marijuana: arrestati padre e figlio con pollice verde

    Cronaca

    PARTINICO - Il padre e il figlio hanno costruito una serra di marijuana che avrebbe fruttato almeno 100mila euro. La scoperta è stata fatta dai carabinieri di Partinico in contrada Tammì. Erano 112 le piante coltivate nel terreno di famiglia. Come riporta il Giornale di Sicilia, a finire in man..


  • «Monrealexit», verso il referendum per dire addio al comune di Monreale

    Cronaca

    SAN GIUSEPPE JATO - Continua l’operazione «Monrealexit» delle contrade monrealesi vicine al comune di San Giuseppe Jato. Il progetto prevede che 180 cittadini monrealesi, ma solo nella carta, passino sotto l’egida del Comune di San Giuseppe..


  • Un murale per Danilo Dolci, il Gandhi di Sicilia guarda il mare di Trappeto

    Cronaca

    TRAPPETO - Il volto del Gandhi siciliano rivive a Trappeto in un grande murale realizzato davanti al mare del paese in provincia di Palermo. L’immagine di


  • Ha pagato il pizzo per diciassette anni. Libero grazie all’associazione Addiopizzo l’imprenditore di Altofonte Giovanni Sala

    Cronaca

    ALTOFONTE - La Corte d'Appello ha confermato ieri le condanne in primo grado con rito abbreviato ai tre presunti taglieggiatori che da diciassette anni costringevano Giovanni Sala, proprietario di una cava ad Altofonte, a pagare il pizzo: si tratta del boss Salvatore Raccuglia, condannato a 17 anni ..


  • La nuova rubrica «Leggi le Leggi», Decreto crescita 2019: novità fiscali, imprese e terzo settore

    Cronaca

    Leggi, decreti, sentenze, circolari e delibere. Com’è difficile districarsi nell’infinito mondo della burocrazia italiana! Da oggi Filodiretto apre una nuova rubrica, curata da Massimiliano Lo Biondo, che cercherà di spiegare e descrivere alcune delle più importanti leggi e dei più significa..


  • Riorganizzazione macchina comunale, Giacopelli: Situazione difficile, ma non bisogna “appagnarsi”

    Cronaca

    MONREALE - In questi giorni, uno dei temi su cui maggiormente si discute è senza dubbio quello che riguarda la riorganizzazione della cosiddetta “macchina amministrativa” del Comune. Sull’argomento interviene il segretario aziendale della Cisl-Funzi..


  • Dissesto finanziario, Russo: “La Ficano è complice insieme a Capizzi, lo dice la Corte dei Conti”

    Cronaca

    Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Segretario Aziendale Cgil Monreale, Silvio Russo. 

    In riferimento all’articolo dell’ex sindaco di Monreale Avv. Capizzi pubblicato ieri dalla testata giornal..


  • Contro “l’inverno dello spirito”. Riflessioni su Andrea Camilleri

    Cronaca

    Riflessioni su Andrea Camilleri Scrivere su Andrea Camilleri? Pallido tentativo, certamente banale, incompleto, riduttivo “riddiculu". Ci si può limitare a scrivere un aspetto della sua vita, uno dei tanti geniali pensieri, quello che magari più di tutti gli altri ha aiutato la vita di ciascu..


  • Monreale a lutto per Giuseppe Morello, aveva una vita davanti

    Cronaca

    MONREALE - Dolore e lacrime a Monreale per la morte di Giuseppe Morello. Un ragazzo che si trovava nel pieno della sua giovinezza. Aveva appena 20 anni Giuseppe e la comunità di Monreale è sotto choc per la sua scomparsa.

    Una giornata al mare con gli amici si è t..


  • Il boss di San Giuseppe Jato è malato, prosciolto dal processo Nuovo Mandamento

    Cronaca

    SAN GIUSEPPE JATO - Il boss mafioso di San Giuseppe Jato sta troppo male per sostenere il processo e la Corte d'appello lo proscioglie e ordina la sua scarcerazione. Gregorio Agrigento ha così ottenuto la libertà grazie a delle perizie che hanno stabilito la sua “incapacità irreversibile di ..


  • Giuseppe Morello, 20enne monrealese precipitato da oltre 10 metri sugli scogli a Macari. Indagini aperte

    Cronaca

    SAN VITO LO CAPO - Una giovane vita stroncata quella di Giuseppe Morello, 20enne monrealese morto ie..