Impianti di compostaggio, Guzzo e Giuliano presentano un ordine del giorno per l’adesione al bando regionale

In ballo a Monreale 1.200.000 €. Il bando in pubblicazione prevede la realizzazione di impianti di compostaggio

Monreale, 10 settembre 2018 – Nella Monreale dove nascono piccole discariche per le vie cittadine, dove molti faticano nel comprendere che la differenziata è la salvezza, ecco emergere una nuova possibilità che potrebbe dare una svolta positiva al nostro comune, il compostaggio.
Il Dipartimento Regionale dell’Acqua e Rifiuti Regione Siciliana ha diffuso la bozza delle disposizioni operative relative all’Azione 6.1.1 del POFESR Sicilia “Realizzare le azioni previste nei piani di prevenzione e promuovere la diffusione di pratiche di compostaggio domestico e di comunità”, per la concessione di agevolazioni in favore dei Comuni per il sostegno alle attività di compostaggio di prossimità dei rifiuti organici.

Il bando ha a disposizione una dotazione complessiva di 16.104.160,16 euro e prevede un contributo a fondo perduto pari al 100% delle spese ammissibili che sarebbero, secondo le linee guida, in base alla densità demografica, quindi per Monreale previsti fino a 1.200 mila euro.

Il finanziamento previsto dalla Regione non sfugge ai due consiglieri d’opposizione Guzzo e Giuliano che chiederanno, mediante la presentazione di un ordine del giorno, l’adesione al bando che, al momento, è in fase di pubblicazione.

“Alla luce della gestione alquanto confusa operata dall’assessore Giuseppe Cangemi – affermano i due consiglieri – e dell’ultima gaffe amministrativa (una tra le tante) riguardo agli investimenti sul piano rifiuti ricordiamo infatti la questione da noi sollevata circa la delibera n. 95 del 11 maggio 2017 con la quale la giunta Capizzi aveva dichiarato di voler aderire al bando di finanziamento per istituire un CCR nel territorio comunale salvo poi far trascorrere infruttuosamente i termini senza che nessuno si sia premurato di far predisporre alcun progetto, né di far pervenire ai competenti uffici regionali alcuna istanza di contributo. Riteniamo – continuano – che non sia il caso di commettere lo stesso errore facendoci scappare questa ulteriore occasione di finanziamento. La misura è infatti un’ottima opportunità per il nostro comune di poter realizzare impianti di compostaggio totalmente finanziati dalla regione e, dunque, a costo zero per il nostro ente con il duplice scopo di promuovere comportamenti virtuosi in merito al trattamento e allo smaltimento dei rifiuti e, al contempo, far risparmiare i cittadini in termini di spesa”. Concludono i consiglieri. 

Il corretto smaltimento dei rifiuti rappresenta da tempo un elemento importante per l’intera comunità. Oggi, grazie alle nuove tecnologie è infatti possibile limitare tale impatto ambientale accelerando il processo di naturale degradazione dei rifiuti tramite gli impianti di compostaggio. Importanti perché sono in grado di trasformare i rifiuti organici in compost, ovvero terriccio fertilizzante per il giardino. L’impiego del materiale può quindi fornire un contributo significativo nel fronteggiare le sfide poste oggi in temi di sostenibilità, ponendo sempre in maggior risalto la valenza ecologica e ambientale.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.