Oggi è 22/07/2019

BlogSicilia

Nove morti in un week-end non sono un caso, ma scelte scellerate e strade pericolose (FOTO)

Chissà quanti anni ancora e quanti morti serviranno per capire che bisogna fare tanto per rendere sicure le nostre strade martoriate da lavori realizzati in modo folle e senza manutenzione per anni

Pubblicato il 27 agosto 2018

Nove morti in un week-end non sono un caso, ma scelte scellerate e strade pericolose (FOTO)

Un bilancio terribile quello di questo fine settimana sulle strade siciliane. Un bilancio che non arriva neppure nelle pagine interne delle cronache italiane. Nove morti in 48 ore. Le lacrime, i dolori per tante vite spezzate restano relegate alle famiglie che ricevono le telefonate da agenti della polizia municipale, carabinieri e polizia stradale che hanno il compito ingrato di annunciare la tragedia. Ma ormai sembra solo routine. Arriva la notizia della morte di una, due o tre persone, come successo in questo fine settimana.

Anche l’Anas manda il comunicato per segnalare l’interruzione della strada. Poi il rito di sapere chi è deceduto e tutto per lo più finisce lì, magari con la cronaca dei funerali delle persone coinvolte nell’incidente. E dopo. Dopo continua la nostra vita senza che l’orrore anche di questi giorni modifichi di un millimetro il nostro modo di fare.

Certo gli automobilisti in strada fanno cose pazzesche. Ieri sera a Palermo c’era un uomo a bordo di uno scooter che guidava di notte con le luci spente e con il telefonino in mano. In zone senza illuminazione pubblica un possibile suicida. O ancora sempre con il telefonino in mano senza rendersi conto che per finire su una macchina basta anche un solo secondo di distrazione. Una frazione di tempo minima e la vita cambia. Cambia in ogni caso anche se hai la fortuna di restarci in questa vita.

Eppure non può essere solo colpa degli automobilisti. Aspetti fondamentali vengono trascurati perché conviene così. C’è la sicurezza delle vetture. Troppe auto che cappottano. Troppe. Qualcosa non funziona. Basta vedere le gallerie pubblicate nei vari giornali on line.

In America qualche organizzazione di consumatori avrebbe cercato di fare qualcosa. Una causa collettiva, capire come mai si verifica questo fenomeno che non è certo casuale. 

Poi ci sono da un lato auto che ormai sono furgoni o camion come i  Suv, dall’altro utilitarie molto fragili che diventano poltiglia ogni volta che si scontrano con questi grossi mezzi. Una volta in una trasmissione televisiva che cercava di spiegare il perché dello sviluppo di questo mercato c’era chi ammetteva di acquistare mezzi così grandi per proteggersi.

E’ più facile morire in una piccola macchina che non in uno di questi grossi mezzi che in città riescono a circolare a malapena.

Infine l’ultimo capitolo altrettanto serio e affrontato solo con spot del tutto inutili è quello delle strade. In Sicilia abbiamo la peggiore rete stradale dell’Europa. Basta viaggiare e vedere come hanno speso i soldi in Spagna. Quei soldi che avremmo potuto spenderli anche noi e invece sono finiti in stipendi e assistenza.

Lì hanno rifatto strade e ferrovie e si vede. Fino a non molto tempo fa in Formula 1 e nella Moto Gp si moriva e anche spesso. Adesso hanno puntato sulla sicurezza. Alonso ieri in Belgio dopo il terribile incidente è uscito dall’abitacolo con le sue gambe.

Ci sono ampie vie di fuga e sono state eliminate le barriere che sono quelle che provocavano la morte.

Chissà quanti anni ancora e quanti morti serviranno per capire che bisogna fare tanto per rendere sicure le nostre strade martoriate da lavori realizzati in modo folle e senza manutenzione per anni.

Due esempi su tutti la terribile e vergognosa Palermo Agrigento (di cui spero qualche procura si inizi ad interessare) e la mancata manutenzione delle gallerie della Palermo Messina che si percorrono tutte in una sola corsia. L’ultimo presidente del Cas quando ha visto le condizioni in cui versa il Consorzio ha presentato le dimissioni. 

Una cosa non serve. Uno dei tanti viaggi organizzati con giornalisti al seguito dei presidente della Regione sulla Palermo Catania con tanto di denunce e improperi che alla fine non hanno cambiato alcunché. Per questo basta farsi un giro in autostrada.














 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale, continuano gli interventi degli operai dell’ESA impegnati nella cura del territorio

    BlogSicilia

    [gallery ids="111495,111496,111497,111498,111499"] MONREALE - Continuano gli interventi sul territorio monrealese degli operai dell’ESA (Ente Sviluppo Agricolo). Dopo la pulizia dei bordi della circonvallazione invasi dalle canne, così come..

    Continua a Leggere

  • I monrealesi possono “fare pace” con il comune, via al ravvedimento delle tasse

    BlogSicilia

    MONREALE - Il Comune dà il via al Ravvedimento operoso. I cittadini morosi potranno mettersi in regola con le tasse Imu, Tasi, Tari, Cosap e Pubblicità.  Grazie al Regolamento per l’applicazione del ravvedimento operoso approvato dal ..

    Continua a Leggere

  • Dichiarazione dei redditi, entro domani possibile inviare il 730 precompilato

    BlogSicilia

    C'è tempo fino al 24 luglio per presentare la dichiarazione dei redditi 2019. Due giorni di tempo per completare la  precompilata ed inviarla al Fisco. Entro domani, infatti, sarà possibile accettare la dichiarazione dei redditi così come messa a punto dall’Agenzia delle Entrate o int..

    Continua a Leggere

  • Riqualificazione del quartiere Carrubella, il comune avvia la gara per la progettazione

    BlogSicilia

    MONREALE - Il Comune di Monreale avvia la procedura per affidare la fase numero 3 dei lavori di riqualificazione dello storco quartiere Carrubella. Nel 2016 la Regione Siciliana ha ammesso al finanziamento delle spese relative alla progettazione definita dei lavori di riqualificazione urbana dello s..

    Continua a Leggere

  • Giuseppe, il ragazzo dagli occhi di mare: domani l’ultimo saluto a Santa Teresa

    BlogSicilia

    MONREALE - Domani nella Chiesa di Santa Teresa alle 15.30 familiari, parenti e i tanti amici di Giuseppe si riuniranno per dare l'ultimo saluto al ragazzo dagli occhi del mare. Quello stesso mare che se lo è portato via. Giuseppe se ne è andato cadendo dalla scogliera di Macari, frazione di San Vi..

    Continua a Leggere

  • Partinico, maxi coltivazione di marijuana: arrestati padre e figlio con pollice verde

    BlogSicilia

    PARTINICO - Il padre e il figlio hanno costruito una serra di marijuana che avrebbe fruttato almeno 100mila euro. La scoperta è stata fatta dai carabinieri di Partinico in contrada Tammì. Erano 112 le piante coltivate nel terreno di famiglia. Come riporta il Giornale di Sicilia, a finire in man..

    Continua a Leggere

  • «Monrealexit», verso il referendum per dire addio al comune di Monreale

    BlogSicilia

    SAN GIUSEPPE JATO - Continua l’operazione «Monrealexit» delle contrade monrealesi vicine al comune di San Giuseppe Jato. Il progetto prevede che 180 cittadini monrealesi, ma solo nella carta, passino sotto l’egida del Comune di San Giuseppe..

    Continua a Leggere

  • Un murale per Danilo Dolci, il Gandhi di Sicilia guarda il mare di Trappeto

    BlogSicilia

    TRAPPETO - Il volto del Gandhi siciliano rivive a Trappeto in un grande murale realizzato davanti al mare del paese in provincia di Palermo. L’immagine di

    Continua a Leggere

  • Ha pagato il pizzo per diciassette anni. Libero grazie all’associazione Addiopizzo l’imprenditore di Altofonte Giovanni Sala

    BlogSicilia

    ALTOFONTE - La Corte d'Appello ha confermato ieri le condanne in primo grado con rito abbreviato ai tre presunti taglieggiatori che da diciassette anni costringevano Giovanni Sala, proprietario di una cava ad Altofonte, a pagare il pizzo: si tratta del boss Salvatore Raccuglia, condannato a 17 anni ..

    Continua a Leggere

  • La nuova rubrica «Leggi le Leggi», Decreto crescita 2019: novità fiscali, imprese e terzo settore

    BlogSicilia

    Leggi, decreti, sentenze, circolari e delibere. Com’è difficile districarsi nell’infinito mondo della burocrazia italiana! Da oggi Filodiretto apre una nuova rubrica, curata da Massimiliano Lo Biondo, che cercherà di spiegare e descrivere alcune delle più importanti leggi e dei più significa..

    Continua a Leggere

  • Riorganizzazione macchina comunale, Giacopelli: Situazione difficile, ma non bisogna “appagnarsi”

    BlogSicilia

    MONREALE - In questi giorni, uno dei temi su cui maggiormente si discute è senza dubbio quello che riguarda la riorganizzazione della cosiddetta “macchina amministrativa” del Comune. Sull’argomento interviene il segretario aziendale della Cisl-Funzi..

    Continua a Leggere

  • Dissesto finanziario, Russo: “La Ficano è complice insieme a Capizzi, lo dice la Corte dei Conti”

    BlogSicilia

    Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Segretario Aziendale Cgil Monreale, Silvio Russo. 

    In riferimento all’articolo dell’ex sindaco di Monreale Avv. Capizzi pubblicato ieri dalla testata giornal..

    Continua a Leggere

  • Contro “l’inverno dello spirito”. Riflessioni su Andrea Camilleri

    BlogSicilia

    Riflessioni su Andrea Camilleri Scrivere su Andrea Camilleri? Pallido tentativo, certamente banale, incompleto, riduttivo “riddiculu". Ci si può limitare a scrivere un aspetto della sua vita, uno dei tanti geniali pensieri, quello che magari più di tutti gli altri ha aiutato la vita di ciascu..

    Continua a Leggere

  • Monreale a lutto per Giuseppe Morello, aveva una vita davanti

    BlogSicilia

    MONREALE - Dolore e lacrime a Monreale per la morte di Giuseppe Morello. Un ragazzo che si trovava nel pieno della sua giovinezza. Aveva appena 20 anni Giuseppe e la comunità di Monreale è sotto choc per la sua scomparsa.

    Una giornata al mare con gli amici si è t..

    Continua a Leggere

  • Il boss di San Giuseppe Jato è malato, prosciolto dal processo Nuovo Mandamento

    BlogSicilia

    SAN GIUSEPPE JATO - Il boss mafioso di San Giuseppe Jato sta troppo male per sostenere il processo e la Corte d'appello lo proscioglie e ordina la sua scarcerazione. Gregorio Agrigento ha così ottenuto la libertà grazie a delle perizie che hanno stabilito la sua “incapacità irreversibile di ..

    Continua a Leggere

  • Giuseppe Morello, 20enne monrealese precipitato da oltre 10 metri sugli scogli a Macari. Indagini aperte

    BlogSicilia

    SAN VITO LO CAPO - Una giovane vita stroncata quella di Giuseppe Morello, 20enne monrealese morto ie..

    Continua a Leggere

  • Tragedia a San Vito, muore il monrealese Giuseppe Morello

    BlogSicilia

    Il 20enne Giuseppe Morello, residente a Monreale, ha perso la vita cadendo dalla scogliera Bue Marino, a Macari. Giuseppe si trovava insieme ad amici quando è caduto sbattendo la testa sugli scogli.

    Sono ancora da determinare le dinamiche che, nella notte scorsa, hanno por..


  • Volti invecchiati e pieni di rughe. Spopola FaceApp ma dietro c’è la Russia

    BlogSicilia

    Volti invecchiati, pieni di rughe e chiome rigorosamente bianche. In questi giorni la news feed di Facebook è stata inondata di volti con 20-40 anni in più. Spopola FaceApp tra decine di vip e milioni di persone comuni.  L'applicazione trasforma il vo..

    Continua a Leggere