Oggi è 21/02/2019

Editoriali

La nave Diciotti, quando la storia si ripete e conoscerla aiuta a capire

Fuggire per salvarsi da guerre e da situazioni di estremo pericolo non è certo un fenomeno nuovo o riguardante esclusivamente il Continente Africano e l’Europa.

Pubblicato il 24 agosto 2018

La nave Diciotti, quando la storia si ripete e conoscerla aiuta a capire

Monreale, 24 agosto 2018 – Si discute di navi, di sbarchi, di fine della “pacchia”, di profughi, di porti chiusi, di linea intransigente, di umanità negata… Sembrerebbe una faccenda attuale oltre che controversa (e del resto lo è), frutto esclusivo degli “imponenti” flussi migratori della nostra epoca. In realtà tale pensiero non coincide del tutto con la verità, il fenomeno migratorio (fenomeno sempre esistito, globale e inarrestabile) ha riguardato e riguarda, in larga parte, la speranza di una moltitudine di esseri umani, relativa alla possibilità di trovare altrove realtà economiche più giuste e forme di sostentamento più adeguate per sé stessi e per i tanti nuclei familiari, di cui tale moltitudine è costituita. Anche fuggire per salvarsi da guerre e da situazioni di estremo pericolo non è certo un fenomeno nuovo o riguardante esclusivamente il Continente Africano e l’Europa.

La comprensione di certe situazioni di oggi (che affondano le loro radici in contesti di sofferenza storicamente rilevata) ritengo non siano liquidabili a suon di slogan e strali, amplificati e ripetuti come un mantra da molta gente che non vuole o, peggio, non riesce a informarsi con senso critico, ad andare oltre le frasi fatte, le fakes news o i dieci secondi della lettura di un brevissimo post su fb. Sarebbe più proficuo cercare (e le nuove tecnologie in questo risultano di grande aiuto) articoli, leggere pagine di storia, romanzi o semplicemente ascoltare i racconti dei nostri nonni per arginare la voglia di sfogare la rabbia (per altro molto spesso giustificata) su capri espiatori, che di solito sono altri individui sofferenti, diseredati, esseri umani ai margini, presunti colpevoli di tutte le sofferenze e guai oggettivi, comuni alla maggior parte della collettività.

Per capire il presente, bisogna, a mio avviso, rivolgere sempre uno sguardo attento al passato, alla storia, vera maestra di vita, e alla riflessione, in quanto la storia stessa è fatta di corsi ma anche di ricorsi, che si alternano dalle epoche più remote, pertanto la loro analisi diventa fondamentale per far sì che certe tremende situazioni documentate dalla storia non debbano più ripetersi.

In questo breve articolo voglio raccontare di una nave, ma questa nave non si chiama Aquarius nè Diciotti, bensì trattasi del transatlantico St. Louis. Questa enorme imbarcazione riesce a salpare il 13 maggio del 1939 da Amburgo alla volta di Cuba, con a bordo più di 930 profughi, in stragrande maggioranza ebrei tedeschi, in fuga dalle persecuzioni naziste (quindi dalla sofferenza e dal dolore più atroce). Al suo arrivo, dopo un viaggio lunghissimo, fino alla tanto agognata meta, il governo cubano decide di non concedere ai passeggeri il permesso di sbarcare. Solo circa una ventina riescono a scendere a L’Avana, gli altri continueranno a bordo una rocambolesca traversata, priva, purtroppo, di esito positivo. Pure gli Stati Uniti e il Canada, infatti, respingono la St. Louis, che così non ha altra scelta che quella di fare ritorno nuovamente in Europa, affrontando un altro lungo viaggio, questa volta ancora più duro e debilitante del primo. Alla fine di questa “crociera” la Gran Bretagna decise di accogliere duecentoottantotto profughi, i rimanenti seicentodiciannove furono, invece, accolti rispettivamente dalla Francia, dal Belgio e dai Paesi Bassi. 

La storia della St. Louis continua tutt’oggi a commuovere, soprattutto la raccolta di foto dei passeggeri, presenti nei musei della “Memoria”, ciascuno dei quali “racconta” che cosa gli sia successo dopo…molti di essi dichiarano: sono morto ad Auschwitz.

Il viaggio della St. Louis è ricordato in alcuni musei, sparsi in tutto il mondo, ha ispirato libri e anche un film “Il viaggio dei dannati”. Alla fine della seconda guerra mondiale Schröder, il comandante della St. Louis, che, come tutti i più grandi ed eroici comandanti della storia, fece di tutto per trarre in salvo i suoi passeggeri, cercando di farli approdare in luoghi sicuri, ricevette l’Ordine al merito di Germania.

Per riflettere, per pensare e soprattutto per non dimenticare…mai.

#restiamoumani  #naveDiciotti

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Si è spenta Suor Severina Ricca, per 17 anni si è presa cura di diversi monrealesi

    Editoriali

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Si è spenta oggi alle ore 18, all'età di 91 anni, Suor Severina Ricca, un tempo superiora del Boccone del Povero di Monreale. Per circa 17 anni è stata un punto di riferimento per molti monrealesi. I funerali si terranno venerdì 22 febbraio alle 10 nella Casa..

    Continua a Leggere

  • Incidente sul lavoro a Camporeale. Ferito un anziano agricoltore

    Editoriali

    Camporeale, 20 febbraio 2019 - Nuovo incidente sul lavoro in provincia di Palermo. A Camporeale Michele Vinci, 63 anni, bracciante agricolo, è rimasto impigliato con la sciarpa alla macchina seminatrice. L’uomo soccorso dai sanitari del 118 è stato trasferito all’ospedale Civico. I medic..

    Continua a Leggere

  • Alessandra Zerbo della “Vanity Models Management” di Francesco Pampa, approda al “Volkswagen International Fashion Week” di Milano

    Editoriali

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Per la prima volta una delle modelle della Vanity Models Management, presieduta dal monrealese Francesco Pampa, parteciperà a un evento di così grande respiro nazionale come il “Volkswagen International Fashion Week Autocogliati Milano”. Sarà la giovanissima Al..

    Continua a Leggere

  • In Sicilia 5 mln a fondo perduto per ripristinare i teatri. Gambino (Mosaico): “Non sprechiamo questa opportunità”

    Editoriali

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Sono arrivo in Sicilia grossi finanziamenti a fondo perduto per la riqualificazione di teatri e sedi per lo spettacolo, e Roberto Gambino non perde tempo a proporre Monreale come potenziale destinataria di una parte di questi fondi. Lo scorso 17 gennaio è stato emess..

    Continua a Leggere

  • San Giuseppe Jato. Incidente stradale. Un uomo perde la vita

    Editoriali

    San Giuseppe Jato 20, febbraio 2019 - Si è verificato un gravissimo incidente stradale sulla Strada Provinciale 2, tra San Giuseppe Jato e Camporeale in contrada Cammuca, a pochi chilometri dal Lago Poma. Una Smart è cappottata e un uomo è stato sbalzato fuori dall'abitacolo. L’allarme è st..

    Continua a Leggere

  • Chiro è sparito da circa un mese, 1000 euro a chi lo ritrova

    Editoriali

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Era fine gennaio quando Chiro si è allontanato da casa, zona Strazzasiti a Monre..

    Continua a Leggere

  • Apertura serale delle attività commerciali, ancora una proposta da Lo Biondo (#OLTRE): “Ripartiamo dalle potenzialità turistiche”

    Editoriali

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Ancora una proposta arriva da Massimiliano Lo Biondo, candidato sindaco di #OLTRE, rivolta in questo caso alle attività commerciali di Monreale. L'idea di #OLTRE è infatti quella di incentivare l'apertura serale delle attività commerciali. "Al calar della sera Monr..

    Continua a Leggere

  • Indennità CDA Biviere. Romanotto: “L’imminente corsa alle urne del 28 Aprile ha posto le condizioni per una risposta mediatica così repentina”

    Editoriali

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Riceviamo e pubblichiamo una nota inviata dai consiglieri comunali Giuseppe Romanotto e Giuseppe La Corte (Lega), in relazione all'articolo pubblicato ieri sulla questione delle indennità del CDA dell'Acquedotto Consortile del Biviere. Apprezziamo la celerità de..


  • Monreale. Forza Italia verso l’opzione Caputo. “Diventerà Bellissima” spaccata tra Capizzi e Arcidiacono

    Editoriali

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Forza Italia guarda ad una coalizione di centro destra, in cerca di un candidato, “Diventerà Bellissima” si spacca tra Capizzi e Arcidiacono con posizioni interne inconciliabili, Arcidiacono rischia di prendere il PD ma di tenere fuori l’area di centro destra. ..


  • Verde pubblico, dopo 60 anni Monreale affida una porzione di terreno a Santa Maria La Reale per la bonifica dello spazio

    Editoriali

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Dopo 60 anni di diatribe sembra finalmente essere stata risolta la questione che vedeva coinvolti il Comune di Monreale, il Comune di Palermo e la Parrocchia di Santa Maria La Reale, sita poco sopra la Rocca, all’inizio della salita del c..


  • Moscarelli (Lega): Roccamena si sta spopolando, vanno via i giovani e il paese invecchia. Errori e inerzia dell’attuale amministrazione

    Editoriali

    Roccamena, 20 febbraio 2019 - Nello scorso consiglio comunale a Roccamena si è costituito il gruppo consiliare della Lega, capogruppo Angelo Moscarelli. Il consigliere, durante i lavori d’aula, aveva lamentato di essere stato lasciato solo ad un certo punto dell’esperienza svolta dal 2014 nei b..


  • Pioggia di contributi regionali per l’illuminazione pubblica. Monreale è fuori. Caputo: “Interi quartieri al buio, San Martino senza luce, la circonvallazione più pericolosa della Sicilia”

    Editoriali

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Montelepre, Giardinello, Marineo, Bolognetta, Terrasini, San Giuseppe Jato, Piana degli Albanesi, Caccamo, Belmonte Mezzagno, Roccamena, Corleone, Carini, Palermo. Sono questi comuni della provincia di Palermo che potrebbero ricevere un congruo finanziamento dalla Region..


  • Caso Salvini/Diciotti. Costantini (M5S): “Quello di Capizzi un becero tentativo di gettare nell’agone politico l’avversario politico più accreditato”

    Editoriali

    Monreale, 20 febbraio 2019 - “Ho espresso la mia opinione come libero cittadino e come iscritto ad un Movimento politico che, attraverso strumenti di democrazia diretta, consente a chiunque di poter esprimere il proprio pensiero, trasferendo ai portavoce eletti il compito di farlo proprio e rappre..


  • Capizzi: “La giustizia non va a peso o a misura. La considerazione di Costantini inaccettabile. Non è nessuno per dire se Salvini ha commesso o meno un reato”

    Editoriali

    Monreale, 19 febbraio 2019 - “Mi permetto di dissentire dal punto di vista e dalla considerazione espressa dal consigliere Fabio Costantini. Non lo dico solo da sindaco o da cittadino, ma soprattutto da avvocato penalista. La giustizia non va a peso o a misura”. Il sindaco di Monreale, Piero ..


  • L’assessore regionale Roberto Lagalla incontra gli studenti al Basile-D’Aleo. “Disponibile per progetto pilota di valorizzazione del mosaico”

    Editoriali

    Monreale, 19 febbraio 2019 - Si è tenuto questa mattina, presso l’Aula Magna dell’..


  • Giovanni Ferro (Presidente Biviere): “Tutto regolare. Massaro sta restituendo tutte le indennità ricevute, come deliberato nel 2016”

    Editoriali

    [caption id="attachment_84475" align="alignleft" width="394"] I consiglieri della Lega, Giuseppe Romanotto e Giuseppe La Co..


  • «Si i Murriali?». «No, sugnu Chiuppitanu». Ecco il comune di Pioppo. Storia e disservizi alla base del progetto

    Editoriali

    - «Si i Murriali?» - «No, sugnu Chiuppitanu».  In una semplice domanda e dentro una semplice risposta risiedono le numerose ragioni che stanno spingendo una comunità, ormai da molti anni, a rivendicare la non appartenenza ad un territorio e la propria identifi..


  • Acquedotto Consortile Biviere. Lega: “L’ex presidente Massaro, prima di candidarsi al consiglio comunale, restituisca le somme percepite indebitamente”

    Editoriali

    Monreale, 19 febbraio 2019 - “Il Presidente ed i consiglieri dell’Acquedotto Consortile Biviere se non lo hanno già fatto devono restituire le indennità percepite durante il loro mandato”. È questa la finalità dell’interrogazione al Sindaco che hanno presentato ieri i consiglieri dell..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com