Oggi è 20/02/2019

Cronaca

Emergenza idrica, quattrocento milioni per efficienza dighe in Sicilia

In particolare, sono stati previsti 32 interventi per un totale di 198 milioni per la sezione ‘Invasi’ e 34 per 267 milioni di euro per quella ‘Acquedotti’

Pubblicato il 12 agosto 2018

Emergenza idrica, quattrocento milioni per efficienza dighe in Sicilia
Lago di Piana, 2015/2010/2018

Oltre 400 milioni di euro per mettere in piena efficienza le dighe dell’Isola. Questo il piano di lavoro del governo regionale, concordato nel corso di un incontro tenutosi a Palermo tra il presidente della Regione Nello Musumeci e il dirigente generale della Direzione dighe del ministero delle Infrastrutture, Ornella Segnalini.

Alla riunione hanno preso parte, tra gli altri, per il ministero i dirigenti Angelica Catalano e Vincenzo Chieppa, per la Regione l’assessore dell’Energia e dei servizi di pubblica utilità Alberto Pierobon, il dirigente generale del dipartimento Acqua e rifiuti, Salvo Cocina e il responsabile del servizio Gestione infrastrutture per le acque, Francesco Greco e il consulente dell’assessorato, Giuseppe Pollicino.

Nel corso del vertice, si è proceduto a fare il punto sui progetti – del valore di quasi 465 milioni di euro – che la Regione ha presentato a Roma e i cui finanziamenti sono in fase di assegnazione da parte del ministero per il settore idrico nazionale. Nel lungo elenco, sono stati inseriti il ripristino funzionale e il riefficientamento di molte opere di presa alimentanti gli invasi, di acquedotti di interconnessione tra serbatoi artificiali, di adduttori di alimentazione di reti irrigue e potabili, di infrastrutture e impianti consortili per i comprensori irrigui. In particolare, sono stati previsti 32 interventi per un totale di 198 milioni per la sezione ‘Invasi’ e 34 per 267 milioni di euro per quella ‘Acquedotti’.

Fra le opere per le quali sono stati chiesti i finanziamenti c’è anche il completamento della diga Cannamasca nell’Agrigentino, la progettazione esecutiva di quella di Blufi, oltre a importanti collegamenti fra i vari impianti. Previste anche azioni di risanamento su molte opere esistenti per potere essere finalmente collaudate e quindi capaci di immagazzinare maggiori volumi idrici. Se le dighe fossero tutte collaudate, infatti, la capacità degli invasi aumenterebbe di circa il quaranta per cento, passando dall’attuale volume autorizzato di 417 milioni di metri cubi a 578 milioni. Le progettazioni preliminari, e in alcuni casi anche esecutive e quindi già cantierabili, sono state realizzate con le risorse interne degli Ufficio dighe, coordinato dall’ingegnere Francesco Greco.

“La grave crisi idrica, potabile e irrigua – spiega il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci – è una delle emergenze decennali, mai risolte, che il mio governo ha dovuto fronteggiare fin dall’insediamento. Non ci siamo limitati, però, solo agli interventi immediati. Con gli interventi programmati, dopo un trentennio ben 14 dighe passeranno dall’esercizio provvisorio al collaudo definitivo. Abbiamo pensato a un Piano strategico di potenziamento delle infrastrutture, che fra qualche anno ci potrà consentire di guardare all’attuale stato di crisi come un lontano ricordo”.

Nel corso dell’incontro, si è proceduto anche a una valutazione congiunta dello stato dell’arte del Piano nazionale dighe e del Patto per il Sud, già programmati e finanziati con il Fondo di sviluppo e coesione 2014/2020, per i quali il governo ha accelerato l’attuazione. A breve, infatti, si procederà con le gare per i servizi e subito dopo per l’appalto dei lavori.

Nel Piano nazionale sono previsti diciassette interventi per 53 milioni di euro, ai quali vanno aggiunti altri sei progetti presentati dal governo Musumeci per un valore di altri 62 milioni di euro, di cui sessanta destinati al completamento della diga Pietrarossa, opera strategica a cavallo tra Enna e Catania, una delle maggiori incompiute ultradecennali.

All’interno del Patto per il Sud, invece, sono inserite venti opere per un importo complessivo di quasi 43 milioni di euro che serviranno alla realizzazione di condotte by-pass – per il superamento delle zone franate – del nuovo acquedotto Scillato, che riveste un ruolo primario per l’alimentazione idrica della Città metropolitana di Palermo.

“La strategia complessiva del governo – conclude il presidente Musumeci – prevede tre priorità, che rappresentano una novità rispetto al passato: completamento delle incompiute, interconnessione delle dighe e manutenzione straordinaria delle infrastrutture. Abbiamo accelerato per completare gli interventi previsti dalle diverse Programmazioni entro i termini stabiliti dal governo nazionale. In questo modo potremo mettere in sicurezza le grandi dighe e ripristinare la funzionalità degli impianti idrici, incrementando, così, la capacità di invaso e la disponibilità di risorse idriche a tutto vantaggio della popolazione, dell’ambiente, dell’agricoltura e dell’industria della Sicilia”.

 

 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Chiro è sparito da circa un mese, 1000 euro a chi lo ritrova

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Era fine gennaio quando Chiro si è allontanato da casa, zona Strazzasiti, e non ..

    Continua a Leggere

  • Apertura serale delle attività commerciali, ancora una proposta da Lo Biondo (#OLTRE): “Ripartiamo dalle potenzialità turistiche”

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Ancora una proposta arriva da Massimiliano Lo Biondo, candidato sindaco di #OLTRE, rivolta in questo caso alle attività commerciali di Monreale. L'idea di #OLTRE è infatti quella di incentivare l'apertura serale delle attività commerciali. "Al calar della sera Monr..

    Continua a Leggere

  • Indennità CDA Biviere. Romanotto: “L’imminente corsa alle urne del 28 Aprile ha posto le condizioni per una risposta mediatica così repentina”

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Riceviamo e pubblichiamo una nota inviata dai consiglieri comunali Giuseppe Romanotto e Giuseppe La Corte (Lega), in relazione all'articolo pubblicato ieri sulla questione delle indennità del CDA dell'Acquedotto Consortile del Biviere. Apprezziamo la celerità de..


  • Monreale. Forza Italia verso l’opzione Caputo. “Diventerà Bellissima” spaccata tra Capizzi e Arcidiacono

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Forza Italia guarda ad una coalizione di centro destra, in cerca di un candidato, “Diventerà Bellissima” si spacca tra Capizzi e Arcidiacono con posizioni interne inconciliabili, Arcidiacono rischia di prendere il PD ma di tenere fuori l’area di centro destra. ..


  • Verde pubblico, dopo 60 anni Monreale affida una porzione di terreno a Santa Maria La Reale per la bonifica dello spazio

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Dopo 60 anni di diatribe sembra finalmente essere stata risolta la questione che vedeva coinvolti il Comune di Monreale, il Comune di Palermo e la Parrocchia di Santa Maria La Reale, sita poco sopra la Rocca, all’inizio della salita del c..


  • Moscarelli (Lega): Roccamena si sta spopolando, vanno via i giovani e il paese invecchia. Errori e inerzia dell’attuale amministrazione

    Cronaca

    Roccamena, 20 febbraio 2019 - Nello scorso consiglio comunale a Roccamena si è costituito il gruppo consiliare della Lega, capogruppo Angelo Moscarelli. Il consigliere, durante i lavori d’aula, aveva lamentato di essere stato lasciato solo ad un certo punto dell’esperienza svolta dal 2014 nei b..


  • Pioggia di contributi regionali per l’illuminazione pubblica. Monreale è fuori. Caputo: “Interi quartieri al buio, San Martino senza luce, la circonvallazione più pericolosa della Sicilia”

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Montelepre, Giardinello, Marineo, Bolognetta, Terrasini, San Giuseppe Jato, Piana degli Albanesi, Caccamo, Belmonte Mezzagno, Roccamena, Corleone, Carini, Palermo. Sono questi comuni della provincia di Palermo che potrebbero ricevere un congruo finanziamento dalla Region..


  • Caso Salvini/Diciotti. Costantini (M5S): “Quello di Capizzi un becero tentativo di gettare nell’agone politico l’avversario politico più accreditato”

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - “Ho espresso la mia opinione come libero cittadino e come iscritto ad un Movimento politico che, attraverso strumenti di democrazia diretta, consente a chiunque di poter esprimere il proprio pensiero, trasferendo ai portavoce eletti il compito di farlo proprio e rappre..


  • Capizzi: “La giustizia non va a peso o a misura. La considerazione di Costantini inaccettabile. Non è nessuno per dire se Salvini ha commesso o meno un reato”

    Cronaca

    Monreale, 19 febbraio 2019 - “Mi permetto di dissentire dal punto di vista e dalla considerazione espressa dal consigliere Fabio Costantini. Non lo dico solo da sindaco o da cittadino, ma soprattutto da avvocato penalista. La giustizia non va a peso o a misura”. Il sindaco di Monreale, Piero ..


  • L’assessore regionale Roberto Lagalla incontra gli studenti al Basile-D’Aleo. “Disponibile per progetto pilota di valorizzazione del mosaico”

    Cronaca

    Monreale, 19 febbraio 2019 - Si è tenuto questa mattina, presso l’Aula Magna dell’..


  • Giovanni Ferro (Presidente Biviere): “Tutto regolare. Massaro sta restituendo tutte le indennità ricevute, come deliberato nel 2016”

    Cronaca

    [caption id="attachment_84475" align="alignleft" width="394"] I consiglieri della Lega, Giuseppe Romanotto e Giuseppe La Co..


  • «Si i Murriali?». «No, sugnu Chiuppitanu». Ecco il comune di Pioppo. Storia e disservizi alla base del progetto

    Cronaca

    - «Si i Murriali?» - «No, sugnu Chiuppitanu».  In una semplice domanda e dentro una semplice risposta risiedono le numerose ragioni che stanno spingendo una comunità, ormai da molti anni, a rivendicare la non appartenenza ad un territorio e la propria identifi..


  • Acquedotto Consortile Biviere. Lega: “L’ex presidente Massaro, prima di candidarsi al consiglio comunale, restituisca le somme percepite indebitamente”

    Cronaca

    Monreale, 19 febbraio 2019 - “Il Presidente ed i consiglieri dell’Acquedotto Consortile Biviere se non lo hanno già fatto devono restituire le indennità percepite durante il loro mandato”. È questa la finalità dell’interrogazione al Sindaco che hanno presentato ieri i consiglieri dell..


  • Prorogate le indagini preliminari per i fratelli Caputo. Si allarga l’inchiesta. Coinvolti l’assessore regionale Totò Cordaro e il capogruppo all’ARS di “Diventerà Bellissima” Alessandro Aricò

    Cronaca

    [caption id="attachment_57890" align="alignleft" width="334"]Salvino Caputo e Mario Caputo Salvino Caputo e Mario Caputo[/caption] Termini Imere..


  • Caso Diciotti. Fabio Costantini: “Ho votato contro l’autorizzazione a procedere nei confronti del Ministro Salvini”. E ci ha spiegato il perché

    Cronaca

    Monreale, 18 febbraio 2019 - Questa mattina, alle 11,00, il Movimento Cinque Stelle ha dato il via alle operazioni di voto aperte agli iscritti sul caso Salvini. Attraverso l’urna virtuale della piattaforma Rousseau, i sostenitori dei Cinque Stelle sono stati chiamati ad esprimersi sulla decisione..


  • Convocato Consiglio Comunale il 25/02, ultima sessione ordinaria prima della campagna elettorale

    Cronaca

    Monreale, 18 febbraio 2019 - Questa mattina il Presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Verde, ha convocato, per il 25 febbraio, una sessione ordinaria del Consiglio. Se la seduta dovesse, come spesso accade, andare deserta, ci sarà tempo solo entro il 28 aprile per riconvocare la seduta. Suc..


  • Ancora nessun intervento per ripristinare il tratto franato della via “Corpo di Guardia”.

    Cronaca

    [gallery ids="92505,92504,92503,92502"] Monreale, 18 febbraio 2019 - Ancora nessun intervento per ripristinare il tratto della via “Corpo di Guardia” franato in seguito alla furia delle acque del torrente Vadduneddu.  Era il novembre 2018 qua..


  • Blitz dei Carabinieri al palazzo di ferro, sbancata piazza di spaccio. Fermati in 8, tra cui 3 minori (FOTO)

    Cronaca

    [gallery ids="92476,92477,92478,92479,92480,92481"]

    Palermo, 18 febbraio 2019 - Oggi, nelle prime ore dal mattino, i Carabinieri della Compagnia di San Lorenzo hanno arrestato 5 persone in seguito all’indagine denominata “Pellicano”, indagine iniziata nel gennai..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com