Oggi è 21/11/2019

Cronaca

Dl Dignità, per 5mila docenti contratti a tempo. Poi il concorso. La scuola è scontenta: “Significa licenziare”

Ad essere delusi sono innanzitutto gli oltre 5mila docenti in battaglia da tempo a causa della sentenza del Consiglio di Stato: il decreto prevede un contratto a tempo determinato fino al 30 giugno e poi un concorso ordinario e uno straordinario. Ma anche gli insegnanti della scuola dell’infanzia che ora non potranno più avere dei rinnovi di contratto oltre i 12 mesi

Pubblicato il 6 agosto 2018

Dl Dignità, per 5mila docenti contratti a tempo. Poi il concorso. La scuola è scontenta: “Significa licenziare”

Il decreto Dignità approvato giovedì sera alla Camera scontenta il mondo della scuola. Ad essere delusi sono i diplomati magistrali in battaglia da mesi a causa della sentenza del Consiglio di Stato del 20 dicembre 2017: dopo il primo differimento di 120 giorni dell’applicazione della sentenza che permetterà agli oltre 5mila docenti di entrare in classe tra un mese, il Governo trasformerà il loro contratto da tempo indeterminato a determinato, garantendo di fatto l’anno scolastico ma licenziando i maestri il 30 giugno. Per loro arriveranno in soccorso un concorso ordinario e uno straordinario aperto anche ai laureati in scienze della formazione primaria. E sono proprio quest’ultimi ad essere altrettanto amareggiati al punto da definire il decreto approvato una “sanatoria”.

Ma ad essere scontenti sono anche gli insegnanti della scuola dell’infanzia che, a causa del provvedimento voluto dalla maggioranza, ora non potranno più avere dei rinnovi di contratto oltre i 12 mesi: un limite che mette a rischio la continuità didattica nella fascia 3-6 e i livelli occupazionali, dal momento che in queste scuole le assunzioni vengono fatte sulla base della formazione delle sezioni con contratti che non possono essere a tempo indeterminato.

La Federazione italiana scuole materne, la Cisl Scuola, la Flc Cgil e la Uil Scuola si sono seduti attorno ad un tavolo e hanno stilato un verbale e la richiesta di un incontro urgente al ministro del lavoro Luigi Di Maio. Nella riunione hanno parlato di “gravi difficoltà che la nuova normativa produce sui livelli occupazionali del settore”.

A sollevare la questione è in primis la Fism: “La decurtazione da 36 a 24 mesi della durata massima dei contratti a tempo determinato anticipa i tempi: chi fino ad oggi ha un contratto a 24 non potrà averlo rinnovato. Noi – spiega Giannino Zanfisi– dobbiamo comporre le sezioni di anno in anno e ci serve un rapporto il più flessibile possibile con i nostri dipendenti, non possiamo trasformare tutti a tempo indeterminato. Inoltre i contratti a termine ora potranno essere di 12 mesi, oltre va specificata la causale ma noi non possiamo inserirla perché non siamo tra le tipologie previste dall’articolo 19 del Decreto 81 del 2015. A questo punto la facciamo noi una proposta provocatoria: aboliscano i tempi determinati e creino finestre chiare per l’uscita dal mondo del lavoro quando vi sono le condizioni”.

Musi lunghi anche tra gli insegnanti del coordinamento diplomati magistrali abilitati che a settembre son pronti a manifestare di nuovo: “Non siamo affatto contenti. E’ gravissimo – spiega la coordinatrice del gruppo, Elena De Meo– che abbiano diviso di nuovo l’Italia tra Nord e Sud. Il concorso previsto sarà al Nord: molti deputati Cinquestelle ci hanno confermato che sarà fatto solo dove ci sono posti disponibili. Tenerci fino al 30 giugno trasformando i nostri contratti a tempo indeterminato a determinato significa di fatto licenziarci. Sono a rischio 6.800 posti a tempo indeterminato e il declassamento di 40mila persone. I posti a concorso inoltre sono 12mila e noi siamo oltre 40 mila: qualcuno che già aveva un lavoro lo perderà”.

Nessuno di loro verrà licenziato a metà anno come si era paventato alla notizia del differimento di 120 giorni a far data della pubblicazione della sentenza di merito. Trascorse queste settimane i loro contratti saranno trasformati al 30 giugno. Nel frattempo verranno organizzati i due concorsi. A quello straordinario (12mila posti) potranno partecipare solo coloro (diplomati magistrali e laureati in scienze della formazione primaria) che hanno il requisito di due anni di servizio, svolti negli ultimo otto anni, anche in maniera non continuativa, presso le scuole statali.

Gli altri dovranno accontentarsi di quello ordinario al quale potranno accedere diplomati e laureati con l’abilitazione. Sulla questione concorsuale la deputata M5s Lucia Azzolina ha annunciato che valorizzeranno i titoli dei docenti che hanno lavorato per anni nella scuola primaria e dell’infanzia ma ha anche sottolineato che le procedure rispettano “le diversificazioni territoriali” con un Sud con Gae (Graduatorie ad esaurimento) storiche stracolme e un Nord Italia dove “i diplomati magistrali avranno tutta la possibilità di entrare di ruolo”.

Parole che preoccupano le insegnanti meridionali che si vedono di nuovo con la valigia in mano. Nessuna conferma arriva dalla Flc Cgil: “Hanno parlato di concorsi regionali in passato per favorire la continuità didattica ma non si sa nulla di certo”, spiega il segretario generale Francesco Sinopoli che è convinto che “la partita sarà giocata sulla valutazione dei titoli”.

Sinopoli non se la prende con il Governo ricordando che “hanno messo in sicurezza l’anno scolastico avendo a che fare con delle sentenze che devono essere rispettate” ma lancia una critica: “Il punto vero non è stato affrontato ed è l’organico aggiuntivo per il Mezzogiorno che si può creare solo con il tempo pieno. Siamo interessati a capire quali impegni il Governo assumerà in Legge di Stabilità per la scuola”.

Articolo ripreso da Il Fatto Quotidiano 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • I mosaicisti monrealesi si mettono in mostra in Polonia alla TT WARSAW

    Cronaca

    L’assessorato al Turismo di Monreale da oggi è presente ad una delle più importanti e prestigiose fiere del settore turistico in Polonia, la TT WARSAW, che si svolgerà per la 27esima volta nei giorni 21-23 novembre nel palazzo-simbolo di Varsavia, il monumentale Palazzo della Cultura ..

    Continua a Leggere

  • Diritti dei bambini, flash mob in piazza degli alunni della Guglielmo II

    Cronaca

    [gallery ids="125082,125083,125084,125085,125086,125087,125088,125089,125090"] Oggi si celebra la giornata mondiale dei diritti dei bambini che ha visto protagonisti, sin dalle 10 del mattino, i piccoli alunni dell’infanzia e primaria della scuola I.C.S. Guglielmo II. I bambini hanno percors..

    Continua a Leggere

  • Aids e sifilide tornano a fare paura, aumentano le infezioni in Sicilia tra i giovani

    Cronaca

    In Sicilia tornano a fare paura i virus dell'Hiv, la sifilide e altre malattie sessualmente trasmissibili. L'allarme riguarda soprattutto i giovani tanto l'Asp ha avviato una campagna di sensibilizzazione che prevede tra le altre iniziative screening gratuiti e info..

    Continua a Leggere

  • Capo Gallo continua a “sgretolarsi”, necessario un intervento di messa in sicurezza

    Cronaca

    PALERMO - Capo Gallo è ormai conosciuta come la riserva naturale più bella della Sicilia, dopo quella dello Zingaro, dove ogni anno, soprattutto d’estate, milioni di turisti corrono a farvi un bagno. Però i milioni di turisti non sanno ch..

    Continua a Leggere

  • Accessori per impianti elettrici: dalle fascette di plastica alle etichettatrici per cavi

    Cronaca

    L’impianto elettrico è fondamentale per portare elettricità in un appartamento, in un ufficio e in una qualsiasi struttura. Serve per garantire tanto l’illuminazione quanto il funzionamento di dispositivi elettronici ed elettrodomestici. Le basi per realizzare un buon impianto..

    Continua a Leggere

  • Giornata Mondiale della Filosofia, a Monreale il convegno “La filosofia e i diritti di cittadinanza globale”

    Cronaca

    MONREALE - Nella giornata di domani 21 novembre, presso l’Aula Consiliare Biagio Giordano, alle ore 09,30, in ottemperanza alla Giornata Mondiale della Filosofia, evento creato dall’UNESCO che di norma si celebra il terzo gio..

    Continua a Leggere

  • Monreale: Violenza sulle donne: “quando è codice rosso”. Focus sulle donne straniere

    Cronaca

    MONREALE - Il 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne stabilita dall’assemblea generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre del 1999, con la risoluzio..

    Continua a Leggere

  • Nuova interdittiva antimafia per la ditta Mirto, riunione d’urgenza in Sala Rossa

    Cronaca

    MONREALE - Una nuova interdittiva antimafia è stata emessa dalla Prefettura di Palermo nei confronti della ditta Mirto SRL di San Cipirello, la società impegnata a svolgere il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti per il comune di Monr..

    Continua a Leggere

  • Maxi confisca al boss Guttadauro, società e libretti intestati a prestanome

    Cronaca

    Confiscati i beni di Giuseppe Guttadauro, ex medico dell'ospedale Civico di Palermo ritenuto essere il vertice del mandamento mafioso di Palermo-Brancaccio. Questa mattina i carabinieri del ROS, su disposizione della Procura della Repubblica di Palermo - Direzione Distrettuale Antimafia, hanno es..

    Continua a Leggere

  • Monreale vola in Europa con un ufficio per attrarre fondi e per la progettazione europea

    Cronaca

    Monreale vuole avvicinarsi all’Europa e si prepara a dare avvio ad un nuovo organo che potrebbe creare concrete occasioni di sviluppo economico, culturale e sociale e di scambio grazie all’istituzione dell’Ufficio Europa. L’idea nasce dal lavoro del movimento “..

    Continua a Leggere

  • Running Sicily Coppa Conad, la Marathon Monreale vince il trofeo

    Cronaca

    I podisti monrealesi portano a casa la vittoria, per la prima volta la Marathon Monreale vince il Running Sicily- Coppa Conad. La premiazione si svolgerà il 13 dicembre alle 17,30 a Villa Savoia, un grande spettacolo sportivo per Monreale. Al secondo posto del podio la Universitas, mentre al terzo ..

    Continua a Leggere

  • Concorso infermieri, esteso ai neo laureati in Scienze infermieristiche

    Cronaca

    PALERMO - Sarà riaperto il concorso per reclutare nuovi infermieri in Sicilia in modo da consentire la partecipazione anche dei neo laureati in Scienze infermieristiche. L’ha annunciato l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, inter..

    Continua a Leggere

  • Su Palermo torna il sole, temperature in aumento

    Cronaca

    PALERMO - Dopo giornate ventose e con pioggia sulla città di Palermo tornerà a splendere il sole. Infatti, da domani sul Mediterraneo occidentale si formerà una zona di Alta Pressione che tenderà a portare tempo stabile e soleggiato. Un po’..

    Continua a Leggere

  • I mafiosi? “Uomini del disonore”, soldi da “spaccaossa” e reddito di cittadinanza (VIDEO)

    Cronaca

    Alla mafia di Brancaccio non solo i proventi di pizzo e droga ma anche i soldi delle truffe degli "Spaccaossa" e addirittura del reddito di cittadinanza.  A finire nelle maglie della squadra mobile di Palermo sono stati questa mattina Michele Marino, 50 anni, Stefano Marino, 47 anni, Nicolò..

    Continua a Leggere

  • Slot machine online o macchinette da bar? Ecco perché i giocatori preferiscono le prime

    Cronaca

    Quando si parla di gioco d’azzardo, sappiamo tutti che si tocca un tema caro a molti, tanto che l’Italia può essere considerata uno dei paesi di maggior successo per questo settore. Non deve dunque stupire che questo comparto abbia mosso dei passi da gigante in termini tecnologici, tanto che qu..

    Continua a Leggere

  • Monreale: al via Art in Fashion, moda, arte, cultura e spettacolo

    Cronaca

    MONREALE - Si aprirà domenica 24 novembre alle ore ore 17,30

    Continua a Leggere

  • Palermo, sgominata la famiglia mafiosa di Roccella, Sperone e Corso dei Mille

    Cronaca

    [gallery ids="124625,124626,124627,124628,124629,124630,124631,124632,124633"] È stato inferto un duro colpo al mandamento mafioso di Brancaccio questa notte, con l’arresto di 9 soggetti, tutti uomini, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione, associazione per delinquere fin..

    Continua a Leggere

  • Alberto Arcidiacono eletto nel consiglio Regionale di Anci Sicilia

    Cronaca

    Il sindaco di Monreale Alberto Arcidiacono è stato inserito nel coordinamento regionale dell’Anci, l’associazione che unisce i comuni italiani. Il neoeletto avrà anche il compito di attuare un dialogo con le parti sociali per portare alla risoluzione di problematiche centrali come i rifiu..

    Continua a Leggere