Oggi è 26/08/2019

Cronaca

Dl Dignità, per 5mila docenti contratti a tempo. Poi il concorso. La scuola è scontenta: “Significa licenziare”

Ad essere delusi sono innanzitutto gli oltre 5mila docenti in battaglia da tempo a causa della sentenza del Consiglio di Stato: il decreto prevede un contratto a tempo determinato fino al 30 giugno e poi un concorso ordinario e uno straordinario. Ma anche gli insegnanti della scuola dell’infanzia che ora non potranno più avere dei rinnovi di contratto oltre i 12 mesi

Pubblicato il 6 agosto 2018

Dl Dignità, per 5mila docenti contratti a tempo. Poi il concorso. La scuola è scontenta: “Significa licenziare”

Il decreto Dignità approvato giovedì sera alla Camera scontenta il mondo della scuola. Ad essere delusi sono i diplomati magistrali in battaglia da mesi a causa della sentenza del Consiglio di Stato del 20 dicembre 2017: dopo il primo differimento di 120 giorni dell’applicazione della sentenza che permetterà agli oltre 5mila docenti di entrare in classe tra un mese, il Governo trasformerà il loro contratto da tempo indeterminato a determinato, garantendo di fatto l’anno scolastico ma licenziando i maestri il 30 giugno. Per loro arriveranno in soccorso un concorso ordinario e uno straordinario aperto anche ai laureati in scienze della formazione primaria. E sono proprio quest’ultimi ad essere altrettanto amareggiati al punto da definire il decreto approvato una “sanatoria”.

Ma ad essere scontenti sono anche gli insegnanti della scuola dell’infanzia che, a causa del provvedimento voluto dalla maggioranza, ora non potranno più avere dei rinnovi di contratto oltre i 12 mesi: un limite che mette a rischio la continuità didattica nella fascia 3-6 e i livelli occupazionali, dal momento che in queste scuole le assunzioni vengono fatte sulla base della formazione delle sezioni con contratti che non possono essere a tempo indeterminato.

La Federazione italiana scuole materne, la Cisl Scuola, la Flc Cgil e la Uil Scuola si sono seduti attorno ad un tavolo e hanno stilato un verbale e la richiesta di un incontro urgente al ministro del lavoro Luigi Di Maio. Nella riunione hanno parlato di “gravi difficoltà che la nuova normativa produce sui livelli occupazionali del settore”.

A sollevare la questione è in primis la Fism: “La decurtazione da 36 a 24 mesi della durata massima dei contratti a tempo determinato anticipa i tempi: chi fino ad oggi ha un contratto a 24 non potrà averlo rinnovato. Noi – spiega Giannino Zanfisi– dobbiamo comporre le sezioni di anno in anno e ci serve un rapporto il più flessibile possibile con i nostri dipendenti, non possiamo trasformare tutti a tempo indeterminato. Inoltre i contratti a termine ora potranno essere di 12 mesi, oltre va specificata la causale ma noi non possiamo inserirla perché non siamo tra le tipologie previste dall’articolo 19 del Decreto 81 del 2015. A questo punto la facciamo noi una proposta provocatoria: aboliscano i tempi determinati e creino finestre chiare per l’uscita dal mondo del lavoro quando vi sono le condizioni”.

Musi lunghi anche tra gli insegnanti del coordinamento diplomati magistrali abilitati che a settembre son pronti a manifestare di nuovo: “Non siamo affatto contenti. E’ gravissimo – spiega la coordinatrice del gruppo, Elena De Meo– che abbiano diviso di nuovo l’Italia tra Nord e Sud. Il concorso previsto sarà al Nord: molti deputati Cinquestelle ci hanno confermato che sarà fatto solo dove ci sono posti disponibili. Tenerci fino al 30 giugno trasformando i nostri contratti a tempo indeterminato a determinato significa di fatto licenziarci. Sono a rischio 6.800 posti a tempo indeterminato e il declassamento di 40mila persone. I posti a concorso inoltre sono 12mila e noi siamo oltre 40 mila: qualcuno che già aveva un lavoro lo perderà”.

Nessuno di loro verrà licenziato a metà anno come si era paventato alla notizia del differimento di 120 giorni a far data della pubblicazione della sentenza di merito. Trascorse queste settimane i loro contratti saranno trasformati al 30 giugno. Nel frattempo verranno organizzati i due concorsi. A quello straordinario (12mila posti) potranno partecipare solo coloro (diplomati magistrali e laureati in scienze della formazione primaria) che hanno il requisito di due anni di servizio, svolti negli ultimo otto anni, anche in maniera non continuativa, presso le scuole statali.

Gli altri dovranno accontentarsi di quello ordinario al quale potranno accedere diplomati e laureati con l’abilitazione. Sulla questione concorsuale la deputata M5s Lucia Azzolina ha annunciato che valorizzeranno i titoli dei docenti che hanno lavorato per anni nella scuola primaria e dell’infanzia ma ha anche sottolineato che le procedure rispettano “le diversificazioni territoriali” con un Sud con Gae (Graduatorie ad esaurimento) storiche stracolme e un Nord Italia dove “i diplomati magistrali avranno tutta la possibilità di entrare di ruolo”.

Parole che preoccupano le insegnanti meridionali che si vedono di nuovo con la valigia in mano. Nessuna conferma arriva dalla Flc Cgil: “Hanno parlato di concorsi regionali in passato per favorire la continuità didattica ma non si sa nulla di certo”, spiega il segretario generale Francesco Sinopoli che è convinto che “la partita sarà giocata sulla valutazione dei titoli”.

Sinopoli non se la prende con il Governo ricordando che “hanno messo in sicurezza l’anno scolastico avendo a che fare con delle sentenze che devono essere rispettate” ma lancia una critica: “Il punto vero non è stato affrontato ed è l’organico aggiuntivo per il Mezzogiorno che si può creare solo con il tempo pieno. Siamo interessati a capire quali impegni il Governo assumerà in Legge di Stabilità per la scuola”.

Articolo ripreso da Il Fatto Quotidiano 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • L’utilizzo aggressivo della parola nei media come strumento di persuasione del debole

    Cronaca

    Soffrire di insonnia ciclica credo non sia per nessuno una passeggiata di salute. Per quanto mi riguarda le notti parzialmente insonni che trascorro inerme, stesa sul letto, immersa nell'oscurità, rappresentano la mia personale "croce e delizia". Croce perché la mancanza di sonno acuisce una mia g..

    Continua a Leggere

  • San Giuseppe Jato, rissa tra due donne. Ferita una delle due al volto

    Cronaca

    SAN GIUSEPPE JATO - Una lite a San Giuseppe Jato in via Anime Sante. La rissa tra due donne per motivi che sono al centro delle indagini dei carabinieri.

    Una delle due ha preso una pistola a pallini e ha sparato. Una donna è st..

    Continua a Leggere

  • Non accetta la fine del rapporto, minaccia l’ex fidanzata. Arrestato 18enne a Monreale

    Cronaca

    MONREALE- La Polizia di Stato ha tratto in arresto un 18enne palermitano dell’Albergheria, poiché responsabile del reato di atti persecutori nei confronti di una coetanea, sua ex fidanzata. I poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico sono intervenuti c..

    Continua a Leggere

  • L’Italia non è un paese per giovani

    Cronaca

    L’Italia non è un paese per giovani. Continua la crescita, in termini assoluti e relativi, della popolazione anziana. Al 1° gennaio 2019 gli over 65enni sono 13,8 milioni (il 22,8% della popolazione), i giovani fino a 14 anni sono circa 8 milioni (il 13,2%), gli individui in età attiva ..

    Continua a Leggere

  • Il rogo all’isola ecologica di San Giuseppe Jato e il delicato settore dei rifiuti

    Cronaca

    SAN GIUSEPPE JATO - Venerdì un rogo si è propagato all'interno dell'area ecologica di contrada Traversa a San Giuseppe Jato. L'incendio, partito da alcune sterpaglie nelle vicinanze, si è allargato fino a dentro l'area in cui viene gestito il ..

    Continua a Leggere

  • Alturestival 2019 arriva a Monreale: stasera al Castellaccio concerto del pianista Diego Spitaleri

    Cronaca

    MONREALE - Tante le attività in programma questa estate nella cittadina normanna, e tra queste anche l'Alturestival 2019, festival organizzato dal Club Alpino Siciliano, dall'associazione culturale Formedonda e da Le Due Sicilie srl. Gli appuntamenti di quest..

    Continua a Leggere

  • Altofonte, trovato morto Salvatore Polizzano

    Cronaca

    ALTOFONTE - Un uomo ieri è stato trovato morto in casa ad Altofonte (Pa) in via Veronica. A chiedere l'intervento dei carabinieri e del 118 è stato il fratello. I sanitari del 118 hanno provato a rianimarlo, ma senza successo. Salvatore Polizza..

    Continua a Leggere

  • Tiziana Cannavò, dai banchi del liceo classico Basile di Monreale alla dirigenza di un istituto superiore

    Cronaca

    MONREALE - Frequentava i banchi del Liceo Classico E. Basile di Monreale, oggi è alla guida di un istituto scolastico. Un lungo salto per la Professoressa Tiziana Cannavò, docente di italiano e latino presso il lic..


  • Monreale, grande successo per il concerto (gratuito) di Daria Biancardi

    Cronaca

    [gallery ids="115389,115390,115391,115392,115393,115394"] MONREALE - Tanti applausi, grande partecipazione, ma anche molta sorpresa per la prima parte del cartellone estivo di spettacoli organizzato dall’amministrazione comu..


  • Appiccava un incendio a Grisì, arrestato monrealese di 46 anni

    Cronaca

    GRISÌ (Monreale): Arrestato monrealese di 46 dai Carabinieri. Avrebbe appiccato un incendio incontrollato su un terreno ricoperto da sterpaglie che interessava un’area di circa 100 mq nel centro abitato di Grisì. L’indagine è stata avviata..


  • Fioccano le multe ai locali in provincia di Palermo: discoteche abusive e somministrazione di cibo e alcolici senza autorizzazione

    Cronaca

    PALERMO - Nell'ultima settimana la polizia di stato ha effettuato controlli amministrativi estremamente scrupolosi in numerosi locali della provincia palermitana in cui, durante l'estate, si riversano numerosi vacanzieri metropolitani. Requisiti di sicurezza, igi..


  • Monreale, casa distrutta dal fuoco a monte Caputo: il comune mette in sicurezza l’immobile sottostante

    Cronaca

    MONREALE - Sono iniziati i lavori propedeutici al recupero dell'immobile danneggiato dal tremendo incendio dello scorso mese, come rende noto il sindaco di Monreale Alberto Arcidiacono con un post sul suo profilo Facebook.


  • Altofonte, tenta di uccidere un uomo, i Carabinieri arrestano un 40enne

    Cronaca

    ALTOFONTE – Tutto nasce da una banale lite fra due bambini, un papà li rimprovera ma all’altro padre questa cosa non sta bene ed allora decide di vendicare l’onore del figlio, di soli 11 anni. Ecco il motivo che ha portato G.a., di 40 anni..


  • Rimini, al meeting di Comunione e Liberazione il Concerto Multimediale “Domus Dei et Ianua Coeli” sotto la regia di Alessandro Spinnato, ispirato ai mosaici del Duomo di Monreale

    Cronaca

    [gallery ids="115301,115302,115303,115304,115305,115306,115307,115308,115309,115310,115311,115312,115313,115314,115315,115316,115317,115318,115319,115320"] RIMINI - Si è tenuto ieri sera, all’interno della sala Neri, nel corso del Meeting d..


  • Grotta di Monreale: le riprese esclusive dell’interno. Ecco la storia centenaria delle spedizioni esplorative (VIDEO)

    Cronaca

    MONREALE - È ormai risaputo che sotto Monreale, e per la precisione sotto la piramide a vetri di piazza Vittorio Emanuele, è presente una profonda grotta che ha recentemente attirato l'attenzione dell'amministrazione e della Proloco, interessate a renderla visi..


  • Stasera Daria Biancardi in concerto in piazza Guglielmo

    Cronaca

    MONREALE - Dopo Castelbuono, Cefalù, Giardinello, Castellammare del Golfo Daria Biancardi farà tappa a Monreale. La cantante si esibirà in piazza Guglielmo II sabato 24 agosto alle ore 21. L'artista è nota per le partecipazioni ai talent “All Together Now” e “The V..


  • Monreale, Emanuele Giardi non dormirà più in una panchina, partita la macchina della solidarietà

    Cronaca

    MONREALE - Anche questa volta la città di Monreale fa quadrato nei confronti di una persona sfortunata. Dopo la recente carovana di solidarietà sviluppatasi in pochi giorni nei confronti della famiglia Gerardi/Macaluso che ha perso la casa di M..


  • Neo Dirigenti Scolastici a Partinico, Borgetto, Bisacquino e San Giuseppe

    Cronaca

    MONREALE - È stato pubblicato oggi il decreto con cui il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico ha individuato le istituzioni scolastiche cui sono stati destinati i nuovi dirigenti scolastici a partire del prossimo anno scolastico 201..