Oggi è 21/08/2019

Cultura

Morire di speranza: Il 30 luglio in Fattoria a Danisinni preghiera per quanti muoiono nel viaggio intrapreso verso l’Europa

Appare paradossale che spostarsi per far soldi, come accade in Occidente, venga additato quale diritto e migrare per sopravvivere sia condannato come una colpa da espiare anche a costo della vita

Pubblicato il 28 luglio 2018

Morire di speranza: Il 30 luglio in Fattoria a Danisinni preghiera per quanti muoiono nel viaggio intrapreso verso l’Europa

Palermo, 28 luglio 2018 – Si muore di speranza quando l’umanità cerca di ridurre la speranza al calcolo consegnando il proprio futuro alla tecnica, al mercato o alla scienza. Ad essa sarebbe deputata la dimostrazione di ogni fenomeno riducendo l’agire umano ad una serie di nessi strutturati su cause ed effetti.

Si muore di speranza quando si appartiene al popolo degli esclusi, dei senza diritto, cioè di quanti vengono etichettati e additati stranieri e, proprio per questo, non conosciuti!

Mi chiedo come possiamo parlare così tanto di qualcuno se non lo conosciamo. L’Occidente pare coltivare l’incognito e perciò la paura, la paura del diverso, del differente da sé che, con tale visione, diventa “nemico”.

Si ha paura della precarietà insita nel futuro e quale soluzione si privilegia l’istante, il segmento attuale, cercando gloria e realizzazione in quel che si riesce ad ottenere ora, al di là delle conseguenze di poi.

L’esperienza del momento, infatti, diventa criterio discriminante per le proprie decisioni. L’indice è dato dal potere e dal profitto che se ne può avere. Il più forte è ammirato, la competizione è presa ad esempio e, secondo tale logica, il capitale seduce la brama ed il desiderio di vita.

Ma è questa la libertà che cerchiamo? La pienezza che ciascuno ambisce realizzare nella propria esistenza?

Simile prospettiva, crediamo, non lascia spazio a criteri di legalità e di giustizia sociale. La dignità di una persona, così facendo, sarebbe legata alla necessità del momento e la libertà verrebbe ridotta a dipendenza dall’avere.

I flussi migratori, piuttosto, esprimono il grido di popoli che osano uscire da estreme condizioni di precarietà, di degrado e di violenza. Riscattare la propria dignità, rivendicare il desiderio di vita anche a costo di annegare è l’anelito che dirige gli attuali movimenti migratori.

Eppure in questo scenario il ministro Salvini controbatte prima al sindaco Orlando e poi all’arcivescovo Lorefice spostando l’attenzione sul primato da dare ai poveri italiani rispetto ai “poveri” immigrati!

Tale replica mostra a chiare lettere il piano della questione secondo l’attuale politica italiana: l’accoglienza determina maggiore povertà, cioè le risorse non basteranno per gli italiani che già soffrono una grave povertà occupazionale.

Eppure il discorso di don Corrado, pronunciato durante la festa di Santa Rosalia, aveva avuto toni ben differenti. Il pastore della Chiesa palermitana aveva sottolineato che l’esclusione determina una maggiore povertà perché si perde la speranza, il tratto di umanità, il desiderio di vivere e di comunione. Denunciava, dunque, un processo di disumanizzazione che porta all’ostilità verso quanti per lunghi decenni sono stati depauperati dal continente europeo.

Il principio legato all’accoglienza dei profughi sta già nel diritto ad emigrare, così come ricorda il Concilio (Gadium et spes n. 65), per stabilirsi ove è possibile realizzare le proprie aspirazioni e prospettive di vita. Appare paradossale che spostarsi per far soldi, come accade in Occidente, venga additato quale diritto e migrare per sopravvivere sia condannato come una colpa da espiare anche a costo della vita.

Riteniamo, allora, che la questione non è sull’accogliere o respingere i flussi migratori ma su come affrontarli. Questa premessa è indiscutibile per entrare in una riflessione vera e non stare ancora a dimenarci su posizioni antagoniste analoghe a chi un giorno fece assordante silenzio durante i rastrellamenti e le deportazioni nei campi di concentramento.

Certo la politica rendendosi conto che non si tratta più di un’emergenza sta timidamente iniziando a prospettare che bisognerebbe sostenere i migranti nelle loro terre d’origine ma, di fatto, in tali contesti l’Occidente “civilizzato” continua a saccheggiare sfruttando ogni sorta di risorsa. 

Si ammette, ancora, che manca una vera classe dirigente capace di gestire risorse e servizi per sostenere la crescita di un luogo, eppure si continua ad appoggiare uno dei generali di turno in modo da garantire dittature e ricavarne proventi di mercato. Certo il commercio con l’Africa non è mai cessato!

Nel mentre lunedì 30 luglio alle ore 21.00 in Fattoria a Danisinni la Comunità parrocchiale insieme alla Consulta delle Aggregazioni laicali e ad i fratelli Valdesi del Centro Diaconale “La Noce” si ferma in preghiera per quanti muoiono di speranza nel viaggio intrapreso verso l’Europa. Chiaramente saranno accolti tutti gli uomini di buona volontà che desiderano sostare per pregare.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Crisi di governo, la palla passa al Quirinale: governo politico o voto subito

    Cultura

    Così a memoria, nella storia della Repubblica, le crisi di governo sono state tutte di tipo extra parlamentare e solo due parlamentari: nel 1998 e nel 2008, rispettivamente il Governo Prodi I e II. Due governi di chiara collocazione politica e quindi impossibilitati a trovare accordi con part..

    Continua a Leggere

  • Conte annuncia le dimissioni, durissimo con Salvini: “Irresponsabile, opportunismo politico”

    Cultura

    ROMA - Seduta tesissima quella di oggi in Senato: urla, esibizioni di simboli sacri, continue interruzioni. . Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato molto duramente dichiarando che salirà al Quirinale per consegnare le proprie dimissioni al Presi..

    Continua a Leggere

  • Stars Be Original: i vantaggi di lavorare nell’animazione turistica di qualità

    Cultura

    Fare l'animatore nei villaggi turistici è il sogno di moltissimi ragazzi, perché i vantaggi di questa professione sono evidenti a tutti anche se spesso e volentieri si sottovaluta il duro lavoro che c'è dietro. Se si entra a far parte di un'agenzia di animazione seria come

    Continua a Leggere

  • Ciaculli, i carabinieri scoprono una piantagione di canapa indiana

    Cultura

    PALERMO - Una piantagione di canapa indiana in piena regola è stata trovata dai Carabinieri del nucleo radiomobile di Palermo in un terreno a Ciaculli di proprietà di Francesco Tarantino. Rinvenute 18 piante in piena fioritura e grammi 530 d..

    Continua a Leggere

  • Grisì, accorpamento delle classi classi prima e terza media inferiore. Assessore Giannetto: “Ci stiamo attivando per trovare una soluzione”

    Cultura

    GRISÌ (Monreale) - Le classi prima e terza media inferiore della scuola di Grisì verranno accorpate nell’anno scolastico 2019/2020. È l’ufficio scolastico provinciale a dare la notizia che ha allarmato i cittadini della fr..

    Continua a Leggere

  • Anomalie al centro di raccolta rifiuti di piazzale Tricoli, multata la società F. Mirto

    Cultura

    MONREALE – Il legale rappresentante della società F. Mirto srl di San Cipirello è stato ..

    Continua a Leggere

  • Trucidati mentre passeggiavano a Ficuzza, ricordati Giuseppe Russo e Filippo Costa

    Cultura

    CORLEONE - Sono stati uccisi mentre stavano passeggiando. Giuseppe Russo, carabiniere, fu crivellato di colpi dalla mafia a Ficuzza, dove stava trascorrendo ..

    Continua a Leggere

  • A Monreale il campeggio vista «munnizza»: nuove frontiere nel campo del turismo

    Cultura

    MONREALE – Una città che combatte ogni giorno con i rifiuti è Monreale che oggi li trasforma in risorsa. Dopo l’autolavaggio «fai da te» allestito nella fontana dell’Abbeveratoio (


  • Grisì, conclusa la festa in onore del Sacro Cuore di Gesù

    Cultura

    [gallery ids="114948,114949,114950,114951,114952,114953,114954,114955"] GRISÌ (Monreale) - Si è appena conclusa una 4 giorni di festa a Grisì, frazione di Monreale. Una festa anche quest’anno molto partecipata che ha avuto il culmine con ..


  • Rimini. Il Duomo di Monreale protagonista al meeting di Comunione e Liberazione

    Cultura

    [gallery ids="114920,114921,114922,114923,114924,114925,114926,114927,114928,114929,114930,114931,114932,114933,114934,114935,114936,114937,114938,114939,114940,114941,114942"] RIMINI - Il Duomo di Monreale è in questi giorni protagonista del 40esimo mee..


  • Inizia alla grande l'”E…state@Monreale 2019″. Domani sera gli “Apollo” portano i Negramaro in città

    Cultura

    [gallery ids="114907,114908,114909,114910,114911,114912,114913"] MONREALE - Grande successo per i concerti che hanno aperto l'"E...state@Monreale 2019", la rassegna di 25 eventi di musica, spettacolo, cabaret, moda, danza, teatro e letteratura sviluppata e pro..


  • La fontana dell’Abbeveratoio tra degrado e rifiuti: ora è un autolavaggio

    Cultura

    Monreale - La fontana dell'Abbeveratoio ridotta a un autolavaggio. È la triste fine che ha fatto uno dei punti storici di approvvigionamento idrico dei monrealesi. E, come se non bastasse, rifiuti e un gazebo abbandonato da anni hanno perso ormai il sopravvento. Piange il cuore a vedere uno dei ..


  • Decreto Dignità come cambia il mondo delle scommesse sportive

    Cultura

    Il nuovo decreto ministeriali porta con sé molte novità che puntano a rivoluzionare completamente il settore delle scommesse sportive e regolamentare il mercato italiano con l’obiettivo di difenderlo dall’intrusione degli operatori offshore.


  • Stabilizzati ma risultano ancora precari, sono i dipendenti comunali monrealesi

    Cultura

    Monreale  - In base a quanto previsto dalla vigente normativa, tutti i lavoratori che prestano servizio a tempo determinato negli enti pubblici siciliani sono stati inseriti, a partire dal 2015, in un apposito elenco istituito presso l’assess..


  • Partinico, uomo aggredito da randagio mentre passeggia in piazza

    Cultura

    Un anziano è stato aggredito da un Pittbull a Partinico. Una passeggiata si trasforma così in attimi di terrore. La solita uscita con il suo pastore tedesco nei pressi di piazza Duomo ha rischiato di finire in tragedia. Un randagio ha attaccato il pastore tedesco. Nel tentavo di dividere i due..


  • Due cani lasciati dentro un furgone rovente, salvati dai carabinieri

    Cultura

    PALERMO - Due cani rinchiusi in un furgone sotto il sole hanno rischiato di morire ma sono stati salvati grazie all'intervento dei carabinieri. Ieri mattina, in via Principe di Palagonia, i carabinieri del nucleo radiomobile di Palermo hanno tratto in salvo due cani che erano stati lasciati all..


  • Oltre la crisi di governo, si gioca un’altra partita

    Cultura

    Una crisi di governo graduale, in cui uno dei due partiti della coalizione di governo chiede, non ufficialmente, il rimpasto e la sostituzione di alcuni ministri del partito alleato. Poi dalla volontà di un rimpasto si è passati alla mozione di sfiducia al Premier. Fatto anomalo, potrebbe sembr..


  • Boom di turisti a Monreale, ad agosto è record al Chiostro

    Cultura

    Monreale è la quinta attrazione turistica della Sicilia almeno secondo i dati relativi agli afflussi turistici in agosto in musei e parchi archeologici siciliani. Ad agosto nella città normanna il Chiostro dei Benedettini del Duomo di Monreale ha già staccato 1.800 biglietti e il mese non è anco..