Altofonte, una “Notte Bianca” da ricordare

L’evento si é svolto in occasione dei festeggiamenti in onore di Sant’Anna, patrona della cittadina palermitana, che si sono protratti fino a giovedì 26 luglio

Altofonte, 28 luglio 2018 – Ad Altofonte, lunedì 23 luglio si è svolta la “Notte Bianca” in occasione dei festeggiamenti in onore di Sant’Anna, patrona della cittadina palermitana, che si sono protratti fino a giovedì 26 luglio. Promotore della manifestazione Andrea Armanno, dell’omonima Scuderia Corse che, coniugando arte, sport e spettacolo e in collaborazione con Francesco Margiotta, presidente del Comitato Festeggiamenti, ha organizzato una “Notte Bianca” che, certamente, si ricorderà per molto tempo. Il programma, ricco di eventi, si è svolto in Piazza Falcone e Borsellino e prevedeva giochi vari per bambini, a cura della “Gattomatto Animazione”; nel primo pomeriggio, sul palco allestito davanti al Municipio, i bravi allievi della Scuola di Danza Pliè eseguivano ottime coreografie di Hip-hop e danze classiche. 

Poco dopo i caratteristici rombi di motori annunciavano l’arrivo delle auto da corsa della Scuderia Armanno che, partite da Piano Maglio, giunte ad Altofonte, si disponevano lungo la Piazza Falcone e Borsellino, per le foto di rito, tra gli applausi dei numerosi presenti. Notata la 500 del pilota Gianfranco La Manna con il cofano dipinto dal pittore Ignazio Pensovecchio che, intanto, in un posto riservato, realizzava dei quadri. Dopo una… gustosa sosta per assaggiare le prelibatezze della Pizzeria e Polleria, “Al Rustico”, si esibivano le tersicoree della Scuola Pliè, Eleonora Spedito, Alice Renda, Alessia Scalavino, Carola Renda del Gruppo Modern-Contemporary ed il Gruppo Base Caraibico, seguiti da alcuni ballerini locali, tra i quali, Alessio Parello e Beatrice Ribaudo. Ancora musica con i bravi ragazzi dell’Oratorio San Giuseppe di Piano Maglio; da segnalare, Chiara Gnoffo che ha cantato “Cabaret”, Chiara Nicosia (Mamma mia), Michela Gnoffo e Mauro Lo Nigro (Elephant).

Quindi, è salito sul palco il noto pittore palermitano Ignazio Pensovecchio, fondatore di una nuova corrente denominata ”Profondismo pittorico” che, dopo aver donato ad Andrea Armanno un suo quadro dal titolo, ”Notte Bianca tra cielo, terra e mare”, ai numerosi spettatori ha mostrato le tele eseguite durante l’intera giornata, che fanno parte di una limitata collezione dal titolo, “Scarabocchi intelligenti”, come suggeritogli dal nipotino Maurizio. Una spaghettata di mezzanotte, curata da Claudio Sala, chef del Ristorante-Pizzeria “Ginepro” e la Disco Music con i DJ Manu e Castel, chiudevano la piacevole serata. Tra i presenti, il prof. Leoluca Davì, Direttore Artistico della riuscitissima manifestazione, l’Assessore alla P.I., Sport e Cultura, Grazia Patrizia Antibo e il Vice sindaco e Assessore al Turismo e Spettacolo, Francesca Ciaccio.

 

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.