Oggi è 22/10/2018

Cultura

Fake-news e odiatori di professione al tempo dei social

Di odiatori è pieno il web, individui insignificanti, spesso frustrati, che dalla vita “virtuale” presumibilmente cercano una sorta di riscatto o compensazione alla banalità o al logorio della loro vita reale

Pubblicato il 24 luglio 2018

Fake-news e odiatori di professione al tempo dei social

Monreale, 24 luglio 2018 – Umberto Eco aveva ampiamente previsto gli incalcolabili danni causati dall’illimitata libertà espressiva che i socialnetwork hanno concesso, nel corso degli anni, a persone prive di buon senso, a gente limitata, gretta, ignorante o semplicemente superficiale, ovvero, come sintetizzato dallo stesso Eco, con un aggettivo che rende immediatamente tangibile la realtà, ai cosiddetti IMBECILLI.

In atto il mondo social, infatti, consente per l’appunto il diritto di parola e di opinione a tutti indistintamente (secondo il principio di libertà di espressione, fulgido faro di democrazia e civiltà), comprese però intere “legioni di imbecilli”. Essi, nella totale inconsapevolezza della loro somma imbecillità e senza l’opportuno limite della forza persuasiva insita all’interno di un confronto collettivo costruttivo, fatto di parole ma a che di sguardi e gestualità, inquinano una “piazza” (quella virtuale) decisamente più visibile e ampia rispetto allo spazio ristretto dei bar o dei circoli dove un tempo le chiacchiere idiote erano  opportunamente confinate e non di rado disinnescate proprio dal contatto diretto con altri esseri umani più svegli e lungimiranti. Oggi invece esse vengono amplificate dall’inesistente confronto “di faccia” con altri individui in carne ed ossa, da una triste contrazione di idee autentiche, frutto di un pensiero autonomo, maturo e divergente, dalla inesistenza di una mediazione positiva capace di contrastare quella nefasta, sdoganata dal rapporto duale e di “onnipoteza” tra chi sbraita e vomita fiele e la fredda “macchina” che quel file raccoglie, il pc, il tablet, lo smartphone che concretizzano e materializzano qualsiasi esternazione, compresi gli insulti e ogni sterile rigurgito “di pancia”. L’imbecille con l’iPhone, l’imbecille virtuale per intenderci, viene definito oggi con un particolare appellativo che lo connota e lo identifica sulla rete: hater, ovvero “odiatore”. Di odiatori è pieno il web, individui insignificanti, spesso frustrati, che dalla vita “virtuale” presumibilmente cercano una sorta di riscatto o compensazione alla banalità o al logorio della loro vita reale. Armati di tastiera, gli haters si sentono potenti e invincibili, senza filtri nè limiti: denigrano, insultano, incitano ad azioni forti, con parole sprezzanti e volgari, sia che si parli di politica che di società, spesso sconoscendo persino l’A B C degli argomenti tanto baldanzosamente sostenuti. Per tale motivo si lasciano andare frequentemente a picchi di violenza verbale davvero inqualificabili, oltre che privi di senso, prendendo di mira individui comuni, politici o situazioni socio-economiche e divulgando, con diverse modalità, stupidaggini scellerate e infamità senza fondamento. 

Se contestato o meglio beccato con la prova lampante delle sue esternazioni che di fatto costituiscono un reato passibile di una concreta denuncia per diffamazione (priorità che l’odiatore seriale esercita con una veemenza e una superficialità spesso inquietanti oltre che rivoltanti), l’hater tecnologico quasi sempre retrocede…da vile leone da tastiera adduce scuse, non riesce a sostenere la sua incommensurabile maleducazione, sminuisce il suo operato, tende a giustificarlo razionalmente simulando uno stato di alterazione dovuto ai problemi quotidiani o ai propri conflitti interiori, annaspando e cercando di trovare un appiglio che lo ponga sullo stesso piano di razionalità di chi, dati e norme alla mano, severamente ma civilmente lo contesta. 

Esistono poi odiatori in grado di costruire e sostenere l’insostenibile, divulgando perversamente verità alterate, notizie manipolate, sistemi di comunicazione falsi, edulcorati e fuorvianti spacciati per notizie reali, che mirano a riscuotere consensi sulla base di un’attendibilità fittizia e di pseudo-prove per supportare ipotetici complotti e tesi denigratorie, in primis quelle razziste e xenofobe ovvero disonesti “colpi bassi” agli avversari, agli ipotetici nemici da annientare. 

Di fatto la diffamazione può anche considerarsi come una modalità insita tradizionalmente in una certa cultura mafiosa: il mafioso che fa quando non uccide? “Mascaria”. Ecco perché risulta vincente il proliferare delle cosiddette fake-news, esca potentissima alla quale frequentemente abbocca un altro cospicuo esercito di odiatori, quelli “passivi” che fagocitano, senza il minimo spirito critico o la minima verifica, notizie false e tendenziose, nutrendosi costantemente di quell’odio puro, distillato tossico di una rabbia insana, smodata e traboccante. Un odio pericolosissimo, dunque, un odio accecante, “benzina sul fuoco” per un’altra tipologia di odiatori…gli odiatori razionali, quelli di mestiere, individui che in fondo forse non odiano veramente (o forse si), ma che si servono dell’odio per essere sostenuti e idolatrati, travestendo la rabbia convulsa con l’aura nobile della “dignità sociale” e conferendo ad essa uno scopo e un senso che possa fomentare e amplificare equamente malcontento e consensi, che piano piano diventano solide fondamenta per brillanti e rapide carriere, costruite sapientemente in ogni ambito di questa faticosa realtà.

“I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli”.  

Umberto Eco

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • “Questa piazza verrà immediatamente ripulita. Verrà restituita agli abitanti di Aquino. Darò mandato ai tecnici per abbattere il muro e aprirla”. Parola di Piero Capizzi, ma era il 4 giugno 2014

    Cultura

    [gallery ids="80009,80008,80007,80006,80005,80004,80003,80002,80001,80000,79999,79998,79997,79996,79995,79994,79993,79992"] Monreale, 22 ottobre 2018 - “Prometto la ristrutturazione della piazza e la pulizia della frazione”. Parola di Piero Capizzi, ma era il 4 giugno 2014 (<..

    Continua a Leggere

  • Lecce vs Palermo: 1-2. Vittoria meritata

    Cultura

    Stadio Via del mare (Lecce), 22 ottobre 2018 - Stellone mette le firma ad una gara molto importante in chiave campionato con dei punti molto pesanti. A Lecce non è facile per nessuno portare via dei punti. Dimostrando molto coraggio e fiducia nei suoi ragazzi, Stellone schiera in porta Brignoli ..

    Continua a Leggere

  • Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco ricevono la cittadinanza onoraria a Ravanusa

    Cultura

    Ravanusa, 22 ottobre 2018 - Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco, presidente e vice presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, sono da oggi cittadini onorari del Comune di Ravanusa, il paese agrigentino non distante dalla Valle dei Templi dove Giovanni Paolo II lanciò l'anatema contr..

    Continua a Leggere

  • Volley: esordio casalingo della Primula

    Cultura

    Monreale, 21 ottobre 2018 - Dopo la pausa estiva, sono ripartiti ieri i campionati federali di Pallavolo FIPAV che ha visto impegnata l’ASD PRIMULA di Monreale nel suo esordio casalingo durante i concentramenti dell’Under 14 Femminile. In un sabato pomeriggio v..

    Continua a Leggere

  • Monreale, è allarme topi? Troppi rifiuti per le strade e terreni abbandonati vicino le abitazioni. “Il comune intervenga”

    Cultura

    Monreale, 21 ottobre 2018 - La notizia del dramma vissuto dalla signora monrealese costretta con i tre figli ad abbandonare nella notte la propria abitazione a causa della presenza dei topi ha fatto scatenare sui social una serie di reazioni che hanno fatto comprendere come la presenza dei roditori,..

    Continua a Leggere

  • Costantini: “Capizzi? Propaganda elettorale. Trasporti inefficienti, strade sporche, illuminazione pubblica carente, dissesto, imposizione fiscale ai massimi livelli”

    Cultura

    Monreale, 21 ottobre 2018 - "I cittadini monrealesi, hanno appreso e conosciuto, attraverso le colonne del vostro giornale (Leggi qui) una sit..

    Continua a Leggere

  • Grisì, a breve lavori sulla SP 30. In arrivo finanziamento per 910 mila euro per gabbioni, cassonetti, terre rinforzate, cunette drenanti e asfalto

    Cultura

    Grisì (Monreale), 20 ottobre 2018 - Sulla SP 30 - rende noto Massimiliano Lo Biondo - previsto un intervento grazie al finanziamento “Patto per il Sud”, di 910 mila euro totali. “Un obiettivo raggiunto grazie all’impegno della Provincia di Palermo. In particolare grazie al..

    Continua a Leggere

  • Monreale bene comune: “Troppi incidenti, manto stradale in condizioni disastrose, assenza di illuminazione e di segnaletica di pericolo. Non si può tollerare l’assenza di risposte e azioni visibili e concrete”

    Cultura

    Monreale, 20 ottobre 2018 - "Troppi incidenti, manto stradale in condizioni disastrose, assenza di illuminazione e di segnaletica di pericolo. Non si può tollerare l’assenza di risposte e azioni visibili e concrete". Francesco Macchiarella, portavoce del Movimento "Monreale bene ..

    Continua a Leggere

  • Manifesta12, al teatro Garibaldi verrà presentata X=Danisinni

    Cultura

    Palermo, 19 ottobre 2018 - Si terrà al Teatro Garibaldi di Palermo, martedì 30 ottobre alle ore 19.00, la presentazione della nuova pubblicazione di XRIVISTA, nell’ambito di Manifesta12 Collateral Events. X=DANISINNI, questo il titolo che il collettivo XRIVISTA ha dato al quarto num..

    Continua a Leggere

  • Monreale, topi nelle abitazioni. L’assessore all’igiene urbana: “Intimato al curatore di bonificare l’area”

    Cultura

    [gallery ids="79901,79900,79899,79898"] 20 ottobre 2018 - La storia di Cinzia Martelli è rimbalzata su tutti i giornali. È emergenza igienico-sanitaria a Monreale. In via Mulini, a due passi dalla circonvallazione e non molto distante dal centro, centinaia di topi indisturbati vagano nell’are..

    Continua a Leggere

  • San Giuseppe Jato, stabilizzazione per i precari del comune

    Cultura

    19 ottobre 2018 - Avviato il processo di stabilizzazione del personale precario che svolge servizio presso il comune di San Giuseppe Jato. Sono stati pubblicati i bandi di selezione, riservati al personale con contratto a tempo determinato. Coinvolti i 67 lavoratori che da più di 20 anni lavoran..

    Continua a Leggere

  • Sottraeva le carte di credito e truffava risparmiatori Findomestic

    Cultura

    Palermo, 19 ottobre 2018 - Nelle prime ore della mattina, a Palermo, i Carabinieri del Comando Provinciale hanno eseguito una misura cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di Palermo, su richiesta della locale Procura ..


  • Al via la stabilizzazione dei 98 precari del Comune di Corleone

    Cultura

    Corleone, 19 ottobre 2018 - Saranno stabilizzati i 98 precari del Comune di Corleone. Lo comunica Margherita Amiri, segretaria provinciale della Cisl Fp Palermo Trapani, al termine del confronto tenutosi oggi con i vertici dell’amministrazione commissariale. “Abbiamo raggiunt..

    Continua a Leggere

  • Capizzi: “Abbiamo rimesso in piedi il comune dal punto di vista economico-finanziario”

    Cultura

    Monreale, 19 ottobre 2018 - “Possiamo dire di avere il polso della situazione economico-finanziaria del Comune di Monreale”. È questo il commento del sindaco Capizzi dopo avere approvato l’atto ricognitivo al piano di riequilibrio finanziario.  “Estinzione dei debiti del Piano nei c..

    Continua a Leggere

  • SRR Palermo Ovest. Il Dipartimento regionale dell’acqua e dei rifiuti tira le orecchie ai sindaci soci: Partecipate all’assemblea

    Cultura

    Monreale, 19 ottobre 2018 - Con una nota firmata il 15 ottobre scorso, il Direttore Generale del Dipartimento regionale dell’acqua e dei rifiuti, il dott. Salvatore Cocina, ha diffidato il Commissario della SRR Palermo Ovest a convocare i soci della società al fine di ricostituir..

    Continua a Leggere

  • Omosessualità: pregiudizi, scherni, coming-out, scuola, diritti. L’intervista a Marcello Pupella e a Lorenzo Canale

    Cultura

    Monreale, 19 ottobre 2018 - Il cammino verso l’affermazione e la tutela dei diritti e quindi della relativa piena inclusione sul piano personale, sociale e anche normativo di chi manifesta un orientamento sessuale che non si conforma a ciò che per molti rappresen..

    Continua a Leggere

  • Circolo Italia, dibattito sulla mafia alla presenza di alcune vittime

    Cultura

    Monreale, 19 ottobre 2018 - Presso la sede del Circolo di Cultura Italia, diretto egregiamente da Claudio Burgio, non nuovo a questo genere di iniziative che accrescono il patrimonio culturale della nostra cittadina, nel pomeriggio di ieri è stato presentato il libro di Fabio Giallombardo “COSA V..

    Continua a Leggere

  • Incidente in via Olio di Lino. In gravi condizioni il ballerino 29enne. In rianimazione con prognosi riservata

    Cultura

    Monreale, 19 ottobre 2018 - In fin di vita il 29enne investito mercoledì sera in via Olio di Lino. G. C. era stato investito da un carro attrezzi mentre transitava a piedi lungo la via (

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com