Oggi è 21/05/2019

Cultura

Fake-news e odiatori di professione al tempo dei social

Di odiatori è pieno il web, individui insignificanti, spesso frustrati, che dalla vita “virtuale” presumibilmente cercano una sorta di riscatto o compensazione alla banalità o al logorio della loro vita reale

Pubblicato il 24 luglio 2018

Fake-news e odiatori di professione al tempo dei social

Monreale, 24 luglio 2018 – Umberto Eco aveva ampiamente previsto gli incalcolabili danni causati dall’illimitata libertà espressiva che i socialnetwork hanno concesso, nel corso degli anni, a persone prive di buon senso, a gente limitata, gretta, ignorante o semplicemente superficiale, ovvero, come sintetizzato dallo stesso Eco, con un aggettivo che rende immediatamente tangibile la realtà, ai cosiddetti IMBECILLI.

In atto il mondo social, infatti, consente per l’appunto il diritto di parola e di opinione a tutti indistintamente (secondo il principio di libertà di espressione, fulgido faro di democrazia e civiltà), comprese però intere “legioni di imbecilli”. Essi, nella totale inconsapevolezza della loro somma imbecillità e senza l’opportuno limite della forza persuasiva insita all’interno di un confronto collettivo costruttivo, fatto di parole ma a che di sguardi e gestualità, inquinano una “piazza” (quella virtuale) decisamente più visibile e ampia rispetto allo spazio ristretto dei bar o dei circoli dove un tempo le chiacchiere idiote erano  opportunamente confinate e non di rado disinnescate proprio dal contatto diretto con altri esseri umani più svegli e lungimiranti. Oggi invece esse vengono amplificate dall’inesistente confronto “di faccia” con altri individui in carne ed ossa, da una triste contrazione di idee autentiche, frutto di un pensiero autonomo, maturo e divergente, dalla inesistenza di una mediazione positiva capace di contrastare quella nefasta, sdoganata dal rapporto duale e di “onnipoteza” tra chi sbraita e vomita fiele e la fredda “macchina” che quel file raccoglie, il pc, il tablet, lo smartphone che concretizzano e materializzano qualsiasi esternazione, compresi gli insulti e ogni sterile rigurgito “di pancia”. L’imbecille con l’iPhone, l’imbecille virtuale per intenderci, viene definito oggi con un particolare appellativo che lo connota e lo identifica sulla rete: hater, ovvero “odiatore”. Di odiatori è pieno il web, individui insignificanti, spesso frustrati, che dalla vita “virtuale” presumibilmente cercano una sorta di riscatto o compensazione alla banalità o al logorio della loro vita reale. Armati di tastiera, gli haters si sentono potenti e invincibili, senza filtri nè limiti: denigrano, insultano, incitano ad azioni forti, con parole sprezzanti e volgari, sia che si parli di politica che di società, spesso sconoscendo persino l’A B C degli argomenti tanto baldanzosamente sostenuti. Per tale motivo si lasciano andare frequentemente a picchi di violenza verbale davvero inqualificabili, oltre che privi di senso, prendendo di mira individui comuni, politici o situazioni socio-economiche e divulgando, con diverse modalità, stupidaggini scellerate e infamità senza fondamento. 

Se contestato o meglio beccato con la prova lampante delle sue esternazioni che di fatto costituiscono un reato passibile di una concreta denuncia per diffamazione (priorità che l’odiatore seriale esercita con una veemenza e una superficialità spesso inquietanti oltre che rivoltanti), l’hater tecnologico quasi sempre retrocede…da vile leone da tastiera adduce scuse, non riesce a sostenere la sua incommensurabile maleducazione, sminuisce il suo operato, tende a giustificarlo razionalmente simulando uno stato di alterazione dovuto ai problemi quotidiani o ai propri conflitti interiori, annaspando e cercando di trovare un appiglio che lo ponga sullo stesso piano di razionalità di chi, dati e norme alla mano, severamente ma civilmente lo contesta. 

Esistono poi odiatori in grado di costruire e sostenere l’insostenibile, divulgando perversamente verità alterate, notizie manipolate, sistemi di comunicazione falsi, edulcorati e fuorvianti spacciati per notizie reali, che mirano a riscuotere consensi sulla base di un’attendibilità fittizia e di pseudo-prove per supportare ipotetici complotti e tesi denigratorie, in primis quelle razziste e xenofobe ovvero disonesti “colpi bassi” agli avversari, agli ipotetici nemici da annientare. 

Di fatto la diffamazione può anche considerarsi come una modalità insita tradizionalmente in una certa cultura mafiosa: il mafioso che fa quando non uccide? “Mascaria”. Ecco perché risulta vincente il proliferare delle cosiddette fake-news, esca potentissima alla quale frequentemente abbocca un altro cospicuo esercito di odiatori, quelli “passivi” che fagocitano, senza il minimo spirito critico o la minima verifica, notizie false e tendenziose, nutrendosi costantemente di quell’odio puro, distillato tossico di una rabbia insana, smodata e traboccante. Un odio pericolosissimo, dunque, un odio accecante, “benzina sul fuoco” per un’altra tipologia di odiatori…gli odiatori razionali, quelli di mestiere, individui che in fondo forse non odiano veramente (o forse si), ma che si servono dell’odio per essere sostenuti e idolatrati, travestendo la rabbia convulsa con l’aura nobile della “dignità sociale” e conferendo ad essa uno scopo e un senso che possa fomentare e amplificare equamente malcontento e consensi, che piano piano diventano solide fondamenta per brillanti e rapide carriere, costruite sapientemente in ogni ambito di questa faticosa realtà.

“I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli”.  

Umberto Eco

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Piana degli Albanesi, 2 milioni per il recupero della piscina e il risparmio energetico degli uffici comunali

    Cultura

    Piana degli Albanesi, 21 maggio 2019 -Lavori di efficientamento energetico della biblioteca e del palazzo comunale,  lavori di riqualificazione della piscina. Sono i tre progetti presentati dal comune di Piana degli Albanesi risultati ammissibili a finanziamento, per un complessivo di 1.980.402..

    Continua a Leggere

  • Monreale e lo spoil system. Poltrone di sottogoverno libere per gli uomini di Arcidiacono

    Cultura

    Monreale, 21 maggio 2019 - Con la fine del mandato di governo di Piero Capizzi e l'insediamento del nuovo sindaco, Alberto Arcidiacono, ci sarà un passaggio di consegne che riguarderà i diversi incarichi di sottogoverno. A partire da quelle dei CDA degli enti partecipati dal comune, saranno u..

    Continua a Leggere

  • Domani gli alunni del Veneziano in corsa contro fame e malnutrizione nel mondo

    Cultura

    Monreale, 21 maggio 2019 - Si terrà domani a Monreale la Corsa contro la fame, evento sportivo e solidale organizzato da Azione contro la fame (www.azionecontrolafame.it), organizzazione che da 40 anni lotta contro la fame e la malnutrizione infantile in 50 Paesi. L'iniziativa coinvolgerà le sc..

    Continua a Leggere

  • Lavora in nero ma prende il reddito di cittadinanza, beccato a Sferracavallo un furbetto

    Cultura

    Palermo, 21 maggio 2019 - Un palermitano di 52 anni è stato denunciato dai Carabinieri della stazione Partanna Mondello e dal locale Nucleo ispettorato del lavoro a seguito di un servizio specifico per la verifica delle disposizioni in materia di

    Continua a Leggere

  • Operazione “Blacksmith”: 19 arresti, sbaragliata la nuova rete della droga palermitana (NOMI E FOTO)

    Cultura

      [gallery ids="103954,103955,103956,103957,103958,103959,103960,103962,103963,103964,103965,103966,103967,103968"]

    Palermo, 21 maggio 2019 - Sono state messe in atto questa mattina le misure cautelari afferenti all’operazione denominata “

    Continua a Leggere

  • EUROSCHOOL Festival. Esibizione degli alunni del Pietro Novelli di Monreale al Museo Storico dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle

    Cultura

    [gallery ids="103936,103937,103938,103939,103940,103941,103942,103943,103944,103945,103946,103947"] Vigna di Valle (bracciano), 21 maggio 2019 - Sabato 18 una delegazione di 12 bambini della la D.D. Pietro Novelli, accompagnati dalla Dirigente Scolastica Chiara Di Prima


  • Fiumi di droga in tutta l’isola provenienti da Calabria e Campania

    Cultura

    https://www.youtube.com/watch?v=bgrvFCWobrY&feature=youtu.be Palermo, 21 maggio 2019 - Dalle prima luci dell'alba è in atto una vasta operazione antidroga della Polizia di Stato, il cui obiettivo è disarticolare un sodalizio criminale che riforniva tutta la Sicilia con enor..


  • Guerra di mafia a Monreale, confermati i 3 ergastoli per l’omicidio Billitteri (FOTO)

    Cultura

    [gallery ids="103908,103909,103910"] La seconda sezione della Corte d'assise d'appello di Palermo ha confermato i tre ergastoli inflitti in primo grado per l'omicidio di


  • Prof sospesa a Palermo, domani alla Veneziano il Teacher Pride

    Cultura

    Monreale, 21 maggio 2019 - "L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento". Sulla scia di questo pensiero, domani alle 11, nell'atrio della scuola Antonio Veneziano gli alunni delle terze classi insieme ai docenti leggeranno a voce alta gli articoli 21 e 33 della Costituzione Ita..


  • Decine di aziende pronte ad assumere laureati palermitani al “Career Day UniPa”

    Cultura

    All’Università di Palermo arriva il Career Day UniPa, che permetterà ai laureati


  • Al “Margherita di Navarra” si studierà Pianoforte, Chitarra, Tromba e Percussioni

    Cultura

    Monreale, 20 maggio 2019 - Grande traguardo raggiunto per l’Istituto Comprensivo Statale “Margherita di Navarra” di Pioppo che dal prossimo anno scol..


  • Tra vare e rosari

    Cultura

    ..


  • Quando la musica fa la differenza: MayDay, 12 ore di concerti per sostenere l’antirazzismo

    Cultura

    Palermo, 20 maggio 2019 - Sabato 25 maggio, presso il Castello a Mare, in via Filippo Patti, si terrà il MayDay: 12 ore di musica, arte e spettacoli dedicate a tutti coloro che credono e lottano per un mondo senza barriere. L'iniziativa, organizzata dalle associazioni Mediterraneo Antirazzista P..


  • Nuova voragine in via Olio di Lino. Un incubo senza fine

    Cultura

    [gallery ids="103520,103521,103522"] Palermo, 20 maggio 2019 - Non c'è requie in via Olio di Lino. Una nuova voragine si è aperta pochi metri più avanti de..


  • Monreale. Il segretario generale Domenica Ficano prima vittima dello spoil system

    Cultura

    Monreale, 19 maggio 2019 - È tempo di spoil system. Nuova amministrazione e nuovo giro di poltrone.  Il sindaco di Monreale appena insediato, Alberto Arcidiacono, avrà un bel daffare in questi mesi a dare un taglio (parziale o netto lo vedremo) co..


  • Una giornata con lo chef Benedetto Priolo: TED organizza per i suoi allievi un incontro molto speciale

    Cultura

    Monreale, 17 maggio 2019 - Si terrà il 27 maggio, presso l'istituto TED formazione di Monreale dalle ore 9.00 alle ore 12.00, l'appuntamento con lo chef Benedetto Priolo. Priolo, membro del Culinary team Palermo, terrà una dimostrazione tecnica dal titolo "l'arte dell'intaglio", rivolta a tutti..


  • Corleone, più di 1milione di euro per il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il clima

    Cultura

    Corleone, 19 maggio 2019 - "Sono soddisfatto, sia per i lavori d’aula che si sono conclusi con l’approvazione del 90% delle proposte all’unanimità dei presenti, sia per il clima di civile confronto/dibattito con il gruppo di opposizione". Così commenta Pio Siragusa, presidente d..


  • Taxi collettivo, una formula adottata anche a Monreale

    Cultura

    Monreale, 19 maggio 2019 - Nasce un nuovo servizio per agevolare la mobilità dei numerosi turisti in visita a Monreale. Da pochi giorni è stata adottata la formula del taxisharing dai tassisti monrealesi, sette in tutto. Una formula già in uso a Palermo, che consente di offrire a differenti cl..