Ciclista cade a Ficuzza e chiede 20 mila € a Monreale. Parte l’iter per il ripristino dell’asfalto

Il manto stradale dissestato e avvallato, l’assenza di segnalazione stradale avrebbe causato l’incidente a Ficuzza

Monreale, 28 giugno 2018 – Il manto stradale dissestato e avvallato, una brutta caduta in bici e ora la causa civile contro il comune di Monreale. Una somma di 20 mila euro è il risarcimento chiesto da A.D., in seguito ad un incidente che si è verificato mentre percorreva via del Bosco, a Ficuzza, nell’ottobre scorso. 

La brutta caduta è costata cara al malcapitato ciclista che ha riportato un trauma facciale-cranico, ferite al polso e la fattura di un dito. Le condizioni dell’asfalto, non sarebbero state idonee alla circolazione, secondo l’avvocato dell’uomo, e non erano state segnalate in alcun modo lungo la strada che giunge alla borgata monrealese. Così a luglio il comune di Monreale dovrà comparire dinanzi il Tribunale di Palermo per l’udienza. 

A.D. non è comunque l’unico ciclista che si è imbattuto nella pericolosità della strada che porta a Ficuzza di competenza comunale. A febbraio un altro uomo era caduto sbattendo la testa, addirittura il forte colpo aveva fatto spezzare in due il casco che indossava. Anche per lui era stato necessario l’intervento dell’ambulanza. 

Proprio in questi giorni l’amministrazione ha dato mandato di avviare i lavori di manutenzione stradale nel tratto che collega Ficuzza. In seguito ai rilievi, eseguiti grazie al contributo dei gestori dell’Antica Stazione di Ficuzza che si stanno occupando anche di redarre il piano esecutivo di lavoro, il comune normanno procederà a iniziare i lavori di ripristino del manto stradale per quanto di sua competenza. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.