Oggi è 09/12/2018

Cronaca

Cimitero degli orrori. Ten. Colonnello De Simone: “Richiesto l’esame del DNA”

Ancora troppe domande senza risposta. Previsti risarcimenti in alcuni casi milionari per le (presunte) decine e decine di persone offese

Pubblicato il 15 giugno 2018

Cimitero degli orrori. Ten. Colonnello De Simone: “Richiesto l’esame del DNA”

Monreale, 15 giugno 2018 – Truffa, falsità in atti pubblici commesse da privati, falsità in certificazioni, violazione di sepolcro, vilipendio delle tombe, vilipendio, occultamento, distruzione, soppressione e sottrazione di cadavere. Sono i reati che girano intorno al tristemente noto “cimitero degli orrori” di San Martino delle Scale, frazione di Monreale, per il quale i magistrati hanno iscritto 11 persone nel registro degli indagati.

Una serie di reati che, se confermati, potrebbero fare scattare, oltre che gli arresti per chi li ha commessi, grossi risarcimenti, in alcuni casi anche milionari, per le (presunte) decine e decine di persone offese. 

Il giudice potrebbe infatti ritenere congruo che il danno morale subito per l’occultamento o per la distruzione della salma di un padre, di una madre, di un fratello se non addirittura di un figlio, venga risarcito con importi a 6 cifre.

La Procura della Repubblica ha intanto richiesto una perizia per procedere alla identificazione dei sepolcri violati. “Non c’è una esatta quantificazione delle vittime e delle tombe violate” – spiega il Tenente Colonnello Luigi De Simone, Comandante del Gruppo dei Carabinieri di Monreale. Si tratta di un lavoro complesso, dato che i registri cimiteriali non sono stati aggiornati da chi gestiva il cimitero nel corso degli anni.

“Un’attività che durerà tantissimo. Per individuare i feretri, in molti casi non rimane che ricorrere all’analisi del DNA”- continua De Simone. Un’operazione che si presenta molto lunga oltre che costosa.

“Manca una stima dei feretri violati”, dato che Giovanni Messina continuava deliberatamente nella sua azione di liberare spazi per le nuove salme in arrivo.

Intanto di denunce ne sono arrivate già un centinaio: “Ne arrivano giornalmente. In molti casi non sono state ancora fatte perché si tratta di gente fuori sede, ma via email molti cittadini si palesano, ci indicano dove erano stati seppelliti i loro cari e chiedono di essere messi al corrente degli sviluppi delle indagini”.

Reati pesantissimi per i quali sono previsti anche diversi anni di carcere. Per Giovanni Messina, in caso di condanna, non sarà certo l’età avanzata (settant’anni compiuti a febbraio) ad evitarglieli. Ma dinanzi alle decine e decine di denunce che in questi giorni vengono formalizzate presso la stazione dei carabinieri di San Martino delle Scale, le parti lese sono chiamate anche a fornire delle risposte, sia per dimostrare di avere subito un danno che di avere operato in buona fede.

Perché di ombre, sulla gestione del “cimitero degli orrori”, ce ne sono ancora tante, così come troppe sono ancora le domande senza risposta. 

La prima fra tutte: è possibile che Giovanni Messina abbia potuto, nel corso di almeno un ventennio, gabbare più di un centinaio di persone, senza che in loro sorgesse il minimo dubbio sulla gestione “grigia” del camposanto?

“In realtà, ad oggi, connivenze da parte delle vittime non ne sono state documentate – risponde il Comandante De Simone -. Molti hanno dichiarato, su espressa nostra richiesta, di avere pagato in nero. Probabilmente non si sono posti molti problemi perché pressati dall’esigenza di trovare una degna sepoltura ad un parente”.

Messina & Co hanno potuto operare da soli, oppure hanno goduto di intermediari, se non di coperture? Gli inquirenti stanno già vagliando la posizione dei vertici del comune di Monreale e dell’ASP. Così come del proprietario del cimitero, l’Abbazia dei Benedettini della frazione montana.

“Al momento non risultano esservi stati intermediari. Unici riferimenti del cimitero erano Messina e il prete dell’abbazia (Michele Musumeci, ndr)”.

Sebbene il cimitero sia privato, ed appartenente all’Abbazia di San Martino delle Scale, l’attività dei servizi cimiteriali è comunque comunale, e sarebbe dovuta essere regolamentata. 

Per ogni cimitero, il comune è tenuto a determinare un regolamento dei servizi cimiteriali. Quello di San Martino dispone di un vecchio regolamento, assolutamente desueto, che doveva essere aggiornato.

Il sindaco Piero Capizzi, sentito dai magistrati, ha spiegato di non avere competenze dirette, che sarebbero delegate invece al dirigente del settore. Gli inquirenti dovranno stabilire se vi sono responsabilità per omessa vigilanza e controllo.

Ogni sepoltura va comunicata all’amministrazione comunale, e questo non veniva fatto regolarmente, come dimostrano i registri comunali che riportano pochissimi casi negli ultimi anni. I magistrati stanno indagando per comprendere se l’omesso controllo sia dovuto o meno a connivenze.

 

Ricevi tutte le news

Francesca

Bisogna individuare i responsabili comunali preposti al controllo i carabinieri in tutti questi anni dove sono stati?Hanno mai fatto un sopralluogo? Le concessioni per effettuare gli scavi chi li ha date? I carabinieri sono mai andati a fare controlli?

15 giugno 2018 | 8:35 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale, fiocco azzurro per il consigliere comunale Antonella Giuliano

    Cronaca

    Monreale, 9 dicembre 2018 - Arriva un fiocco azzurro all'intero del consiglio comunale di Monreale. A dare la bella notizia è su Facebook la stessa mamma Antonella Giuliano, consigliere comunale del gruppo Forza Italia che nel giorno dell'Immacolata ha dato alla luce il suo secondo genito. Al con..

    Continua a Leggere

  • Albergheria, un quartiere abbandonato tra rifiuti e mercato dell’usato

    Cronaca

    [gallery ids="85594,85592,85591,85590,85589,85587,85586,85584,85585,85583,85582,85581,85580,85579,85578,85576,85577,85575,85574,85573,85572,85571,85570,85569,85568"] Palermo, 9 dicembre 2018 - Qualche bancarella resta anche durante il giorno, ma solitamente il mercato dell'usato all'Albergheria h..

    Continua a Leggere

  • 9 dicembre, nasceva Bruno Trentin, Segretario Generale della CGIL

    Cronaca

    Monreale, 9 dicembre 2018 - il 9 dicembre 1926 nasce Bruno Trentin in Francia, a Cedon de Pavie. Il padre Silvio e la sua famiglia vi trovarono esilio dopo che il regime fascista aveva soppresso tutte le libertà. Partecipa come partigiano alla lotta di liberazione, è dirigente del Partito d'..

    Continua a Leggere

  • Palermo batte Padova 3-1 e resta in testa alla classifica

    Cronaca

    Palermo, 8 dicembre 2018 - Si è tenuta oggi la partita Padova - Palermo, conclusasi 1-3, presso lo Stadio Euganeo. La gara è iniziata in salita per il Palermo, che schiera Brignoli in porta e Szyminski centrale insieme a Rajkovic, Aleesami e Salvi; Chochev ha sostituito lo squalificato Jajalo, com..

    Continua a Leggere

  • Associazione Nati Due Volte, anche quest’anno arriva il mercatino di Natale

    Cronaca

    Monreale, 8 dicembre 2018 - Come gli scorsi anni anche questo Natale l'associazione Nati ..

    Continua a Leggere

  • Il presepe di Nicolò Giuliano esposto all’aeroporto “Falcone – Borsellino”

    Cronaca

    [gallery ids="85537,85536,85535,85534"] Palermo, 8 dicembre 2018 - Esposto all’Aeroporto di Palermo “Falcone - Borsellino” il presepe realizzato dall’artista monrealese Nicolò Giuliano. Il presepe è stato collocato ieri pomeriggio. Oggi, alla presentazione, presenti numerose person..

    Continua a Leggere

  • “Mio padre con i Badalamenti non c’entra nulla, e il disprezzo era reciproco”

    Cronaca

    [gallery ids="85521,85520,85519,85518"] Monreale, 8 dicembre 2018 - Si è svolta ieri, presso la Casa Cultura Santa Caterina, la presentazione del libro “Sono nata Badalamenti” di Maria Badalamenti che lotta quotidianamente affinché il suo nome e soprattutto quello di suo padre non sia assoc..

    Continua a Leggere

  • Biagio, Giorgia e Martina tornano in acqua. Liberate nella Baia del Corallo le tre tartarughe VIDEO

    Cronaca

    [video width="640" height="352" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2018/12/VID-20181207-WA0028.mp4"][/video] Le hanno chiamate Biagio, Giorgia e Martina. Sono le tre tartarughe che questa mattina hanno potuto riabbracciare il mare, dopo esse..

    Continua a Leggere

  • Centro per l’impiego, prossima settimana previsto il trasloco. Prima di Natale l’apertura

    Cronaca

    Monreale, 7 dicembre 2018 - Sembra che l'apertura della nuova sede che ospiterà gli uffici del Centro per l'impiego sia vicina, anche a maggio scorso sembrava esserlo ma una serie di rinvii hanno allungato i tempi. Oggi si parla di una riapertura prima di Natale, intanto tra giorno 11 e 12 dicembre..

    Continua a Leggere

  • Meteo, un forte vento di maestrale farà volare le carte per l’Immacolata

    Cronaca

    Monreale, 7 dicembre 2018 -Oggi è iniziato con il sole poi giungeranno nuove nubi. Un weekend variabile, con venti in rinforzo. La giornata di domani si presenta nuvolosa e ventosa con temperature da 13°C a 18°C sul territorio monrealese. Gli ultimi aggiornamenti dicono che la bordata gelida p..

    Continua a Leggere

  • Raccolta differenziata, la Regione premia con 2 milioni Giardinello, Giuliana, Montelepre e Pollina

    Cronaca

    Monreale, 7 dicembre 2018 - Due milioni di euro andranno per i Comuni siciliani virtuosi, in tema di rifiuti solidi urbani, che nel corso del 2017 hanno superato il 65 per cento della raccolta differenziata. In provincia di Palermo spiccano Giardinello, Giuliana, Montelepre e Pollina. La Region..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Lacrime e dolore al funerale di Saverio La Mantia

    Cronaca

     

    Continua a Leggere

  • Giacalone , acqua non potabile. Il comune ne vieta l’utilizzo

    Cronaca

     Monreale, 7 dicembre 2018 - Dal controllo di routine sulla potabilità delle acque immesse nelle reti idriche comunali, è emerso il superamento dei parametri imposti da legge. Questa mattina è stata l’AMAP di Palermo a darne comunicazione al co..

    Continua a Leggere

  • CUPOLA 2.0. Continuano gli arresti

    Cronaca

    Palermo, 7 dicembre 2018 - Continua l'operazione "CUPOLA 2.0", condotta dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Palermo. Questa notte i Carabinieri della Stazione di Misilmeri hanno rintracciato e arrestato Francesco Giusto Mangiapane. Il Mangiapane, di anni 42, nato a Ciminna (Pa) e ..

    Continua a Leggere

  • Via Esterna San Nicola, la frana ha distrutto il muro laterale. Martedì sopralluogo dei tecnici

    Cronaca

    [gallery ids="85386,85387,85388,85389"] Monreale, 7 dicembre 2018 - Martedì prossimo i tecnici dell'Agenzia Nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata svolgeranno un sopralluogo in via Esterna San Nicola. Il tratto stradale i..

    Continua a Leggere

  • Monreale Città del Mosaico. Sì, ma quale?

    Cronaca

    Monreale, 7 dicembre 2018 - Dal 2015, come forse non tutti sanno, Monreale è stata fregiata del titolo di Città del Mosaico. E a ben vedere! Considerando gli illustri esempi di mosaico che è possibile ammirare naso all’insù dentro il Duomo, sarebbe strano forse n..

    Continua a Leggere

  • Famiglie bisognose, Asfa Sicilia distribuisce derrate alimentari

    Cronaca

    Il sindaco di Monreale Piero Capizzi e l’assessore Comunale Alessandro Zingales, questa mattina hanno incontrato nella sede dell’associazione “Asfa Sicilia” (Associazione di sostegno alla famiglia) situata in una villa confiscata alla mafia in contrada Grotte Favara, il cavalier..

    Continua a Leggere

  • Marcia della Pace e Festa dei Popoli a Balestrate

    Cronaca

    Monreale, 6 dicembre 2018 - Quest'anno la Marcia della Pace e Festa dei Popoli, si svolgerà a Balestrate, Sabato 29 Dicembre alle ore 16.30. Su indicazione di Mons. Arcivescovo Pennisi la comunità è chiamata alla riflessione sul tema della 52a Giornata Mondiale..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com