Oggi è 18/06/2018

Cronaca

Tribunale del Riesame. Gli arresti domiciliari ai fratelli Caputo non andavano dati

Assenza di gravi rischi di colpevolezza, insussistente il pericolo di reiterazione del delitto. Salvino si sarebbe impegnato nella campagna elettorale svolta per conto del fratello Mario

Pubblicato il 8 giugno 2018

Tribunale del Riesame. Gli arresti domiciliari ai fratelli Caputo non andavano dati

Monreale, 8 giugno 2018 – Il 20 aprile 2018 il Tribunale del Riesame di Palermo, composto dal Presidente Lorenzo Jannelli, dai Giudici Giuliano Castiglia e Cristina Denaro, aveva emesso l’ordinanza con la quale annullava l’applicazione degli arresti domiciliari per Salvino e Mario Caputo, accusati di avere attentato ai diritti politici del cittadino in occasione delle consultazioni regionali di novembre 2017.

Il 6 giugno sono state depositate le motivazioni, con le quali il collegio ha ribaltato interamente le motivazioni che avevano portato il GIP del Tribunale di Termini Imerese ad applicare la misura cautelare restrittiva il 3 aprile.

Allora il GIP aveva individuato a carico di Salvino Caputo gravi indizi di colpevolezza. Il reato sarebbe stato commesso a Chiusa Sclafani, Castellana Sicula, Valledolmo, Santa Flavia, Alimenusa, Corleone, Cefalù, Campofelice di Roccella, Termini Imerese, Castelbuono, Trabia, Monte Maggiore Belsito, Pollina, Bisacquino e Santa Cristina Gela dal mese di febbraio al 5 novembre 2017. In pratica nell’area madonita, dove sarebbe stato più semplice per Salvino assumere una serie di condotte ingannevoli. In pratica avrebbe – secondo il GIP – svolto la campagna elettorale come se egli, e non il fratello Mario, fosse il vero candidato, diffondendo volantini elettorali riportanti solo il cognome Caputo, così da trarre in inganno gli elettori, portandoli cioè a votare “Caputo” nella convinzione che il candidato fosse Salvino e non il meno noto Mario.

Secondo l’accusa, Salvino Caputo, venuto a conoscenza del rigetto della sua richiesta di riabilitazione e della sua conseguente incandidabilità, aveva deciso, di comune accordo con il fratello Mario e con i vertici del movimento “Noi con Salvini”, di elaborare uno stratagemma per non disperdere voti. Avrebbe così ufficializzato la candidatura di Mari Caputo nella lista Fratelli D’Italia – Noi con Salvini affiancando al proprio nome lo pseudonimo Salvino. Avrebbe diffuso volantini con la sola scritta Caputo senza indicare il nome Mario e senza inserire alcuna fotografia. Inoltre, Salvino Caputo avrebbe svolto la campagna elettorale in proprio nome e non per conto del fratello, presentandosi o lasciando credere di essere lui il vero candidato.

Nell’ordinanza di scarcerazione, il Tribunale del Riesame ha accolto la tesi difensiva. 

La candidatura di Mario Caputo era stata portata a conoscenza dei cittadini sia attraverso i mass media che i social network, e che entrambi i fratelli si erano impegnati nella campagna elettorale del candidato Mario, partecipando a comizi e incontrando gli elettori.

Anche numerosi articoli di stampa avevano parlato della candidatura di Mario, anche riportando la scelta di affiancare al suo nome lo pseudonimo Salvino, identificativo del fratello. Non sarebbe condivisibile né comprensibile l’affermazione della Procura secondo cui le testate giornalistiche on line sarebbero lette solo da coloro a cui non si poteva nascondere la verità.

Mario Caputo era stato presentato quale candidato del movimento in una riunione tenuta all’Hotel Astoria di Palermo, in presenza di Matteo Salvini. Erano stati stampati e diffusi 20.000/30.000 volantini con l’indicazione del nome del candidato “Mario Caputo”, che aveva svolto personalmente tre comizi. A Monreale, a Camporeale e a Termini Imerese. Il video del comizio di Monreale, di chiusura della campagna elettorale, era stato anche pubblicato sul profilo Facebook pubblico di Salvino Caputo.

I fratelli Caputo, singolarmente o insieme, avevano incontrato in diverse occasioni cittadini per rendere nota la candidatura di Mario. Un elemento che smentirebbe l’ipotesi accusatoria secondo cui Salvino avrebbe fatto campagna elettorale per sé, a prova invece che si sarebbe impegnato in un serrato tour elettorale per spiegare ai suoi elettori le ragioni della sua defezione e di presentare Mario come nuovo candidato da lui supportato.

Da varie conversazioni, sempre secondo il Tribunale del Riesame, si desume l’impegno di Salvino nella campagna elettorale del fratello.

Inoltre non appare dimostrato che qualcuno si sia determinato a votare in modo difforme alla sua volontà.

Emerge altresì come i vertici del partito Noi con Salvini avessero sposato una linea ambivalente omettendo consapevolmente di specificare la vera identità del candidato Caputo, giocando sullo pseudonimo.

Ma ai fini dell’applicazione delle misure cautelari personali, risulta una carente presenza di gravi indizi di colpevolezza, né vi sarebbero esigenze in relazione a situazioni di concreto ed attuale pericolo per l’acquisizione e la genuinità della prova.

In pratica non vi sarebbe un concreto pericolo di inquinamento delle prove, anche alla luce della condotta non grave dell’indagato, che si è comunque speso nell’ambito della campagna elettorale del fratello.

Motivo per cui è insussistente il pericolo di reiterazione del delitto.

Secondo i magistrati, nonostante avesse sposato la linea del partito che caldeggiava l’utilizzo dello pseudonimo Salvino sfruttando l’equivoco, la gravità della condotta va ridimensionata, considerando l’impegno profuso da Salvino nella campagna elettorale svolta in nome proprio ma per conto del fratello Mario, e mancando la prova dell’evento di reato.

Non ci sarebbe il pericolo di concretizzazione dei rischi che la misura cautelare è chiamata a neutralizzare.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Arrivano i RIS. Il cimitero degli orrori chiude a tempo indeterminato

    Cronaca

    Monreale, 17 giugno 2018 - Chiude a tempo indeterminato il cimitero di San Martino delle Scale su cui la Procura della Repubblica di Palermo ha avviato un'inchiesta e iscritto nel registro degli indagati 11 persone, tra cui cinque attualmente sottoposte a misure cautelari. Sono tante le domande a..

    Continua a Leggere

  • Miss Monreale 2018. Le FOTO delle sfilate e della premiazione

    Cronaca

    [gallery ids="67770,67769,67768,67767,67766,67765,67764,67763,67762,67761,67760,67759,67757,67756,67755,67754,67753,67752,67751,67750,67749,67748,67747,67746,67745,67744,67743,67742,67741,67740,67739,67738,67737,67736,67735,67734,67733,67732,67731,67730,67729,67728,67727,67726,67725,67724,67723,6772..

    Continua a Leggere

  • Monreale, “3° Memorial Michele Guzzo”. Al via il 24 giugno. Più di 400 atleti presenti

    Cronaca

    Monreale, 17 giugno 2018 - La prossima domenica, 24 Giugno, col patrocinio gratuito del Comune di Monreale, si svolgerà la IV edizione per le vie di Monreale della corsa su strada, “3° Memorial Michele Guzzo”, in ricordo dell’atleta della ASD Marathon Monreale scomparso prem..

    Continua a Leggere

  • Sofia Badalamenti è Miss Monreale 2018. La fascia di Miss Social a Gabriella Fragasso

    Cronaca

    Monreale, 17 giugno 2018 - Sofia Badalamenti è Miss Monreale 2018. È stata incoronata ieri notte nel corso della seconda edizione “I Love Monreale” da Miss Monreale 2017, Simona Costanzo. Sul palco di piazza Guglielmo II si è tenuto ieri uno spettacolo di buon livello. Alle numerose sfilat..

    Continua a Leggere

  • Alzare la voce paga. L’uso distorto del diritto di parola e di espressione da parte dei politici

    Cronaca

    Monreale, 17 giugno 2018 - L'art. 21 della Costituzione recita così: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa..


  • Il Palermo resta in B. Perde una partita giocata da “Terza Categoria”

    Cronaca

    Il Palermo conferma gli undici dell’andata al Barbera, il Palermo cerca di giocare a calcio ma il Frosinone è teso come una corda di violino e ad ogni contrasto il direttore di gara è costretto a fermare il gioco. Dopo i primi dieci minuti si cominciano a vedere delle trame di gioco. Il Palermo ..

    Continua a Leggere

  • Anche Corleone vieta la presenza di bovini a Ficuzza

    Cronaca

    Corleone,16 giugno 2018 - "Immediato ritiro, da parte dei proprietari, dei bovini inselvatichiti dalle aree boschive della Ficuzza e dalle aree immediatamente boschive". Lo ha deciso la Commissione Straordinaria del Comune di Corleone. Con una ordinanza della Commissione prefettizia è stato disp..

    Continua a Leggere

  • Arrivano 6 elicotteri antincendio in Sicilia. Uno a Boccadifalco

    Cronaca

    Palermo, 16 giugno 2018 - Una flotta di sei elicotteri verrà schierata nei prossimi giorni dalla Regione Siciliana per la campagna antincendio boschivo. E’ andata a buon fine, infatti, la gara europea per il noleggio dei mezzi avviata dal Comando del Corpo forestale nel mese di febbraio. A gestir..

    Continua a Leggere

  • Papa Francesco a Palermo il 15 settembre, il programma completo della visita

    Cronaca

    Palermo, 16 giugno 2018 - È partita la macchina organizzativa in vista della visita di Papa Bergoglio a Palermo. La visita del Pontefice è prevista per il prossimo 15 settembre, per il XXV anniversario del martirio di don Pino Puglisi. L’arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice ha nominato il ..

    Continua a Leggere

  • Cimitero degli orrori di San Martino. Scarcerati i Messina. Lunedì arrivano i Ris

    Cronaca

    Monreale, 16 giugno 2018 - I Messina escono dal carcere e vanno agli arresti domiciliari. Arriva un colpo di scena nella vicenda che ruota attorno alle raccapriccianti vicende del cimitero degli orrori di San Martino delle Scale. Il Tribunale per il Riesame di Palermo..

    Continua a Leggere

  • Stasera sfilate, musica, spettacolo, comicità. È “I LOVE MONREALE”

    Cronaca

    Monreale, 16 giugno 2018 - Il maltempo ci aveva messo lo zampino. Per evitare di rovinare la kermesse di moda e spettacolo, gli organizzatori di “I LOVE MONREALE” avevano deciso di sospendere la serata di oggi e rimandarla a sabato 23 giugno.  Rimane invece confermata la finale di “Mis..

    Continua a Leggere

  • Coltivava 191 piantine di cannabis. La villetta era stata trasformata in una piantagione (Il VIDEO dell’operazione)

    Cronaca

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=6ayuJQ4ccLo&feature=youtu.be[/embed]   Casteldaccia, 16 giugno 2018 - Sono stati i Carabinieri della Stazione di Palermo Villagrazia, ieri pomeriggio, a scoprire una maxi piantagione a Casteldaccia. Gaetano Di Gregorio, palermitano classe 1991..

    Continua a Leggere

  • Monreale, fondi per inquilini morosi incolpevoli

    Cronaca

    Monreale, 15 giugno 2018 - Pubblicato sul sito del Comune di Monreale il decreto dell'Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità con il quale è stato ripartito il fondo ministeriale destinato agli inquilini morosi incolpevoli relativo all'anno 2017. Reso pubblico anche l'avviso e ..

    Continua a Leggere

  • Monreale, aperto il bando per assistenza Igienico-personale, Autonomia e Comunicazione

    Cronaca

    Monreale, 16 giugno 2018 -Nel convulso momento sociale che stiamo vivendo, anche i servizi per la disabilità nell'anno scolastico che si sta per concludere hanno evidenziato una sofferenza in alcune scuole nel palermitano, sia per la mancanza di risorse di natura economica sia umana. Il com..


  • Capizzi accoglie don Merola, il prete anticamorra che ha salvato molti bambini dall’illegalitá

    Cronaca

    È stato accolto questo pomeriggio a Monreale, dal sindaco Piero Capizzi e dal presidente del parlamento della legalità internazionale Nicolò Mannino, don Luigi Merola sacerdote anticamorra e fondatore della fondazione A Voce De Creature. Don Luigi Merola da mesi condivide gli ideali e le finalit..


  • Domani il prete anticamorra Luigi Merola a Monreale e San Giuseppe Jato

    Cronaca

    Monreale, 15 giugno 2018 - Doppio appuntamento domani per il prete anticamorra Don Luigi Merola, invitato dallo staff del Parlamento della Legalità Internazionale, a chiudere un intenso anno di attività culturali. Merola domani sarà a San Giuseppe Jato e a Monreale. Don Luigi Merola è quoti..


  • Anticipati i saldi estivi in Sicilia. Dal 1 luglio al 15 settembre caccia all’affare

    Cronaca

    Palermo, 15 giugno 2018 - I saldi estivi in Sicilia si svolgeranno dal 1 luglio al 15 settembre, lo prevede il decreto dell’assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano, firmato questa mattina. La decisione dell’assessore è arrivata al termine dell’incontro ..


  • Monreale. L’associazione Nati due volte mette in scena «Le disavventure di Pinocchio»

    Cronaca

    Monreale, 15 giugno 2018 - L’attività associative della Nati due volte onlus, non si ferma mai, e dopo la raccolta fondi Natalizia, ci rallegrerà la prossima settimana, mettendo in scena lo spettacolo Le disavventure di Pinocchio. Lo sceneggiato, realizzato con la collaborazione de..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com