Oggi è 25/05/2019

Cronaca
Ci auguriamo che la Democrazia in Italia non subisca scossoni o rivolgimenti, che continui a garantire tutti i cittadini e a tutelare i fondamentali diritti umani e civili anche delle proprie minoranze

Due giugno 2018 Festa della Repubblica. Ma è anche un giorno che dovrebbe rappresentare un nuovo corso, il tanto agognato “cambiamento”

Eventuali danni prodotti da attuali mosse sbagliate lasceranno, più che mai, segni profondi, difficili da rimarginare

Pubblicato il 2 giugno 2018

Due giugno 2018 Festa della Repubblica. Ma è anche un giorno che dovrebbe rappresentare un nuovo corso, il tanto agognato “cambiamento”
Foto di gruppo durante il giuramento del Governo al Quirinale, Roma, 1 giugno 2018. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Monreale, 2 giugno 2018 – Il nuovo governo dopo quasi novanta giorni ha preso forma e Questo Giorno rappresenta, pertanto, uno di quei momenti cruciali, ove parecchia gente mostra soddisfazione per molteplici e diversificati motivi, altra smarrimento, rabbia, incredulità, altra ancora attende gli eventi e vuole mantenersi cauta. Questo è un giorno importante, in cui si vara quello che dovrebbe rappresentare un nuovo corso, il tanto agognato “cambiamento”, caratterizzato dalla sperata svolta economica e sociale, che dovrebbe determinare anche un cambiamento nei presupposti culturali, antropologici e di pensiero, che caratterizzano la nostra società stanca e sofferente.

Da oggi in poi, inevitabilmente, si consolideranno modi di pensare, regole di convivenza, si affermeranno determinati valori piuttosto che altri, si valorizzeranno principi e modi di pensare differenti o anche di “rottura” col passato…si traccerannno, inevitabilmente, solchi profondi nel modo di concepire l’accoglienza e la tolleranza. Questo corso “del cambiamento” probabilmente imprimerà un segno forte nella Storia, avvantaggiando, presumibilmente, una precisa e radicale attitudine alla scissione, che determina “il prima”, “il dopo” o “il mai” di una categoria sociale rispetto a un’altra categoria sociale: “prima gli italiani”, “prima la famiglia tradizionale”, “prima i nostri usi e costumi” etc. Tale ipotesi del “prima” come corsia preferenziale, che sceglie di concedere diritti e priorità a una persona rispetto alla sua appartenenza a una categoria prestabilita, mi spaventa: mi spaventano certi princìpi ostentati da molti, con un disprezzo che non di rado sfocia in una violenza verbale rabbiosa e cieca. Non riesco a comprendere questa voglia di etichettare, questo stabilire princìpi che consolidino l’esclusione di qualcuno, sulla base di una fantomatica priorità sociale dei diritti fondamentali, in una partizione che erode lentamente e dal profondo l’uguaglianza e la solidarietà: “per te va bene, per te no… tu vieni dopo…a te non spetta nulla”.

Come avviene in ogni corso e ricorso storico, forse potremmo in seguito nuovamente cambiarli questi princìpi che adesso sembrano condivisi da molti, ma sarà arduo e, comunque, gli eventuali danni prodotti da attuali mosse sbagliate lasceranno, più che mai, segni profondi, difficili da rimarginare. Ci auguriamo che la Democrazia in Italia non subisca scossoni o rivolgimenti, che continui a garantire tutti i cittadini e a tutelare i fondamentali diritti umani e civili anche delle proprie minoranze. Si profilano risposte (ancora allo stato embrionale) poco rassicuranti e incoraggianti sul piano della tolleranza e della libertà di autodeterminazione della persona, poiché questa svolta, tanto desiderata e acclamata, mi sembra si stia conclamando, nel pensiero collettivo, la tesi secondo la quale esistono comunità non integrabili, gruppi culturalmente incapaci di convivere pacificamente o di integrarsi in un assetto sociale di tipo tradizionale.

Sono cresciuti fino a oggi, in maniera esponenziale, nella speranza di un governo che desse loro risposte concrete, atteggiamenti ostili all’inclusione di tutti all’interno della nostra società e incitazioni ad affermare, in modo sprezzante, i propri diritti (tradizionalmente acquisiti) e a negare i medesimi diritti a categorie considerate marginali o addirittura avulse dalla normale organizzazione sociale. Io mi auguro e auguro a tutti, che la Democrazia rimanga il “punto fermo” della nostra società. Voglio ancora sperare in un’Italia più equa e giusta per tutti, nessuno escluso...Voglio poter sentire sempre “il fresco profumo della libertà” che valorizza l’essere umano come persona, “la brezza piacevole” della tolleranza e della convivenza pacifica, “il vento di un cambiamento” che non neghi mai a nessuno comprensione, opportunità e diritti.

W l’Italia.

W la Costituzione della Repubblica Italiana.

Ricevi tutte le news

Francesco Noto

Cara prof. Maria Rosa, sei grande come sempre! Condivido pienamente la tua analisi. Francesco Noto

2 giugno 2018 | 20:47 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Veleno tra i «putiara» monrealesi e l’ex giunta, Costantini prende le distanze da Valerio

    Cronaca

    È polemica al vetriolo a Monreale dopo che il consigliere comunale Geri Valerio ha definito con l’appellativo siciliano «putiara» i commercianti dell’Associazione Commercianti Monrealesi (ACM), che riunisce una fitta schiera di imprenditori commerciali del comprensorio norman..

    Continua a Leggere

  • “Ombre e Luci”: inaugurata ieri a Palermo la mostra della fotografa monrealese Maria Madonia

    Cronaca

    Palermo, 25 maggio 2019 - Si è tenuta oggi pomeriggio, presso l’educandato Maria Adelaide di Palermo, l’inaugurazione della mostra fotografica di Maria Madonia, fotografa di Monreale.

    Una mostra rispecchiata perfettament..

    Continua a Leggere

  • Geri Valerio: “Putiara, non commercianti. Filippo Tusa si faccia da parte, non faccia politica da presidente dell’ACM”

    Cronaca

    Monreale, 25 maggio 2019 - “Apprendo con stupore, tristezza, amarezza e delusione, le dichiarazioni dell'amico Filippo Tusa, presidente dell'associazione commercianti monrealesi”.  Dopo

    Continua a Leggere

  • Capizzi: “Finanziamento per il quartiere Carmine mai finito nel dimenticatoio. Si attende solo il decreto”

    Cronaca

    Monreale, 24 maggio 2019 - “Una sola precisazione, ad onor di verità. Il finanziamento per il quartiere Carmine non è mai finito nel dimenticatoio”. L’ex sindaco Piero Capizzi puntualizza quanto affermato  ieri dal suo successore, Alberto Arcid..

    Continua a Leggere

  • Monreale, gli assessori prestano giuramento (LE FOTO)

    Cronaca

    [gallery ids="104439,104440,104441,104442,104443,104444,104445,104446,104447,104448,104449,104450,104451"] Monreale, 24 maggio 2019 - Nel pomeriggio di oggi il sindaco del comune di Monreale, Alberto Arcidiacono, ha convocato i cinque assessori designati. Alla presenza del segretario comunale,..

    Continua a Leggere

  • Bel tempo ancora per poco. Forti piogge in arrivo

    Cronaca

    Maggio finisce all'insegna del tempo instabile. Sono ore di attesa, la calma è solo temporanea. Ad ovest della Sicilia il vortice è già attivo. Le temperature, secondo i meteorologi, scenderanno di qualche grado.  Le piogge inizieranno già dalla mattina di domani. I nuclei più orga..

    Continua a Leggere

  • Strada colabrodo. Ennesima frana in via Olio di Lino

    Cronaca

    Chiusa al traffico via Olio di Lino, la strada che collega Borgo Molara a Palermo. Una voragine si è aperta su un lato della carreggiata, mentre sull'altro c'è stata una frana della strada. Traffico in tilt in via Cartiera. Caos anche nelle vie Uccello e Busacca. I tecnici sono già al lav..

    Continua a Leggere

  • III edizione “AlimentiAMO la vita”. Open day a Poggio San Francesco

    Cronaca

    "AlimentiAMO la vita III edizione - Educazione ai corretti stili di vita per la salute dell'uomo e dell'ambiente..


  • Arrestato Antonino Graviano, dello storico mandamento di Brancaccio. Sequestrata una pistola e 1,5 kg di stupefacenti

    Cronaca

    Palermo, 24 maggio 2019 -Questa mattina i carabinieri del R.O.S., insieme al comando provinciale di Palermo, hanno tratto in arresto Antonino Graviano, classe 1979, facente parte dell’omonimo nucleo familiare appartenente al mandamento di Brancaccio. Il Graviano è ritenuto respon..


  • Nuovo look per la piramide a vetri. Ripulita dentro e fuori, presto anche illuminata

    Cronaca

    [gallery ids="104345,104346,104347,104348,104349,104350"] [video width="640" height="352" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2019/05/video-pulizie-piramide.mp4"][/video] Monreale, 24 maggio 2019 - Ancora un segnale di cambiamento dalla nuova amministrazione del sindaco ..


  • Scooter si schianta in corso Calatafimi. Un ferito grave

    Cronaca

    Palermo, 24 maggio 2019 - Una giornata cominciata molto male a Palermo: dopo che un tir ha bloccato la carreggiata di viale Regione Siciliana in direzione Trapani, un altro incidente è avvenuto pochi minuti fa in corso Calatafimi. Uno scooter si è schiantato contro un'auto, le dinamiche dell'in..


  • “Mons. Michele Pennisi protettore dei mafiosi”. In corso l’indagine sulla diffamazione nei confronti del vescovo

    Cronaca

    Monreale, 24 maggio 2019 - La città di Monreale è rimasta di sasso dopo che ignoti hanno tappezzato le vie del centro cittadino con un volantino contenente alcune frasi offensive nei confronti dell’Arcivescovo di Monreale, Michele Pennisi. “Mons. Michele Pennisi, Protettore dei mafiosi..


  • Gelsomino: “Dichiarazioni ingenerose. L’amministrazione Capizzi sempre al fianco dei commercianti”

    Cronaca

    Monreale, 24 maggio 2019 - “Sono molto stupito dalle dichiarazioni rilasciate da Filippo Tusa (presidente dell’associazione dei commercianti, ndr). Ingenerose per il lavoro che abbiamo svolto”. Mimmo Gelsomino, ex assessore della giunta Capizzi, interviene sulle dichiarazioni di Filippo Tusa, ..


  • Monreale, Circolo di Cultura Italia. Un weekend con l’artigianato e con la musica

    Cronaca

    Monreale, 24 maggio 2019 - Sabato 25 e Domenica 26 Maggio il Circolo di Cultura Italia, nella maestosa piazza Vittorio Emanuele a Monreale, aprirà le porte alla mostra che verra allestita nella sala liberty dedicata al pittore Antonino Leto. Vi aspettano incantevoli manufatti artigianali, r..


  • “FIAT VOLUNTAS DEI” in scena al circolo AUSER di Monreale

    Cronaca

    Monreale, 24 maggio 2019 - Nell’ambito delle sue attività culturali, l’AUSER Circolo Biagio Giordano di Monreale, nella giornata di sabato 25 maggio prossimo, presso la propria sede in via Venero n. 217, rappresenterà a cura dei propri soci la commedia teatrale “FIAT VOLUNTAS DEI” del..


  • Palermo, traffico in tilt in via Regione Siciliana

    Cronaca

    Palermo, 24 maggio 2019 - Una mattina di ordinaria follia in via regione siciliana, a Palermo. Traffico in tilt nel tratto della carreggiata in direzione Trapani, all’altezza di via Maria SS. Mediatrice.  Intorno alle 08,00 un Tir è sbandato e si..


  • L’ACM incontra il sindaco. Filippo Tusa: “Sei l’ultima speranza, altri 5 anni così non sono sostenibili”

    Cronaca

    Monreale 23 Maggio 2019 – Oggi una rappresentanza dell’Associazione commercianti di Monreale è stata ricevuta dal neo sindaco. I commercianti hanno voluto dare il loro saluto e porgere gli auguri ad Alberto Arcidiacono.  Durante l’incontro, informale, chiesto dall’associazione, s..


  • Commemorazioni, diserzioni, prese di posizione e contestazioni: un giorno non qualunque a Palermo

    Cronaca

    Palermo, 23 maggio 2019 - Nella giornata di commemorazione della strage di Capaci il dibattito a Palermo ruota su più tematiche, tutte - purtroppo - squisitamente politiche o ideologiche. Si è infatti parlato molto di prese di posizione, diserzioni, propaganda e pseudo comizi elettorali in vista d..