Oggi è 17/11/2018

Cultura

“Io scelgo di restare. Mi fai da capitale”. È l’inno di Picciotto per Palermo

“Credo sia importante ripartire dalla scuola. A me non piace distinguere tra mafia e antimafia perché nel mezzo c’è un’infinità di sfumature”

Pubblicato il 30 maggio 2018

“Io scelgo di restare. Mi fai da capitale”. È l’inno di Picciotto per Palermo

Monreale, 30 maggio 2018 – Dall’incontro con il rapper Picciotto, dalle curiosità della redazione del Progetto Pon “Scrivere Libera…mente” del Pietro Novelli, un’interessante intervista sul ruolo della musica rap nella lotta contro la mafia e per il riscatto sociale.

  • Quanti dischi hai inciso?

Cinque e sto lavorando al sesto. In realtà sono tre quelli incisi con “Gente Strana Posse” e due come “Picciotto. Adesso arriverà “Terapia”. 

  • C’è un cantante a cui ti inspiri?

I “99 posse” sono stati certamente determinanti; oggi mi piace Murubutu, ma anche Caparezza con il quale spero di lavorare a breve.

  • Sei più famoso in televisione o sul web? 

Sul Web. A livello locale in televisione ci sono stato diverse volte però è una cosa estremamente locale. Ci sono state anche delle dimensioni nazionali con un programma che mi intervistava per il lavoro che faccio a Borgo Vecchio attraverso il rap. Il Web mi aiuta moltissimo.

  • Perché hai deciso di chiamarti “Picciotto”?

PC sono le mie iniziali: Paterniti Christian. Sono nato giorno otto. Mettendoli insieme “Picciotto”. Volevo inoltre riqualificare il termine picciotto che essendo un‘espressione palermitana, rimanda all’umile lavoratore che si sveglia la mattina presto va a lavorare al panificio o al mercato del pesce. Così anche nel rap ho voluto dare valore a questo termine.

  • Che cosa rappresenta la musica per te?

Ho dedicato alla musica il mio ultimo album che sta per uscire che si intitolerà “D’Amore e d’accordo”. Proprio adesso che sto iniziando a studiarla ho comprato una tastiera. Da piccolo avevo un pianoforte che per motivi economici la mia famiglia ha dovuto vendere, da quel momento è come se io avessi avuto un rigetto, avevo deciso che non dovevo suonare più anzi odiavo la musica. Poi ho iniziato a fare il rap. Da quando quest’anno ho iniziato a studiare il mio rapporto con la musica è cambiato, mi si è allargato l’orizzonte, ora infatti andiamo d’amore e d’accordo.

  • Secondo te i ragazzi capiscono il significato che tu vuoi dare con la musica?

Non lo so bisognerebbe chiedere ai ragazzi. Beh, in parte sì, ma in buona parte no. Tutto sta nell’espressività di ciò che provi a dire. Oggi, grazie (o purtroppo) ai social la comunicazione si è “abbreviata”. O scrivi uno slogan e fai sintesi oppure non sei ascoltato, non sei capito. La parola può essere un’arma molto efficace.

  • Puoi raccontarci la storia della tua carriera musicale? 

Io nasco come cantante della band “Gente Strana Posse”: eravamo due cantanti e un dj. Nel 2009, dopo che avevamo inciso tre dischi, diventiamo una band e facciamo un nuovo disco. Poi continuo la mia carriera come ‘Picciotto’. Adesso il premio che ho vinto, del valore di 15.000 €, mi obbliga a fare un bel po’ di concerti. È una bella fortuna, una bella possibilità.

  • Perché hai scelto il rap e non la musica commerciale?

In realtà quando ho iniziato è stata una scelta abbastanza automatica perché io ascoltavo quello. Io volevo fare il telecronista e tenevo spesso il microfono in mano. Registravo la mia voce sulle musicassette. Quando ho scoperto il rap mi è sembrata certamente la cosa meno musicale, ma più vicina alla mia modalità espressiva. Ho cominciato così. Oggi, in realtà, il rap è pop, molto pop, molto commerciale.

  • La musica può fare qualcosa contro la mafia? 

No, una canzone non basta. Ma nella canzone “Amarcord 2.0” il testo del ritornello richiama al noi: “Non ci rimane che puntare tutto su di noi”. Il noi è un richiamo a guardarci in faccia. Riprendiamoci per mano, guardiamoci in faccia e puntiamo tutto su di noi.

  • Tu hai vinto l’ottava edizione del premio “Musica contro le mafie”.  A chi hai dedicato questo premio?

Ho due dediche: la prima è a me stesso e la seconda a noi. Come recita il ritornello della canzone “Amarcord 2.0”: “Non ci rimane che puntare tutto su noi”. Riprendiamoci per mano, guardiamoci in faccia e puntiamo tutto su di noi.

  • Il tuo ultimo album “Capitale” è un inno alla città di Palermo. Che cosa rappresenta per te la tua città?

Rappresenta tutto quello che racchiude le emozioni forti. Banalmente mi verrebbe di dire l’amore. In realtà con Palermo ho un conflitto di amore e di odio continuo. Quando ero più piccolo ogni qualvolta “litigavo” con questa città dovevo andarmene a Napoli che per me rappresentava una Palermo esasperata per potermi rinnamorare della mia città e poterci ritornare. Ciò perché purtroppo non è facile fare musica a Palermo. Mi arrabbio con la mia città perché penso che ci sia un potenziale infinito, ci sono delle teste meravigliose, è un posto meraviglioso dove anche chi sta male è disposto ad aiutare il proprio vicino di casa. Paradossalmente tuttavia non riusciamo mai ad emergere del tutto.

  • Nell’ultimo periodo tu hai incontrato molti studenti delle scuole. Puoi raccontarci in che cosa consiste il tuo impegno contro la mafia?

Io credo che sia importante ripartire dalla scuola. Mi impegno molto, infatti, contro la dispersione scolastica. Una sfumatura di quello che può degenerare in un atteggiamento mafioso. A me non piace distinguere tra mafia e antimafia perché nel mezzo ci sono un’infinità di sfumature. Tante persone sono quasi costrette a cadere nell’illegalità. La scuola pubblica è l’ultimo presidio di democrazia rimasta e i ragazzi hanno la fortuna di essere qui insieme all’interno di un posto.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Corleone, vi abitava Riina. Adesso la strada intitolata a Cesare Terranova, il magistrato che indagò sui corleonesi

    Cultura

    Corleone, 16 novembre 2018 - Da sabato 17 novembre via Scorsone cambia nome e diventa via Cesare Terranova. Scelta emblematica, a ben vedere: proprio in via Terranova abitava, infatti, il boss Totò Riina e vi abita tutt'ora la sua famiglia. Cesare Terranova, giudice istruttore a..

    Continua a Leggere

  • Carmine, rimossi i paletti abusivi. I residenti divisi tra favorevoli e non

    Cultura

    Monreale, 16 novembre 2018 - Sono cominciati oggi i lavori per rimuovere i paletti ai bordi delle s..

    Continua a Leggere

  • Ospedale Ingrassia. Il dott. Sergio Fasullo nuovo primario della Cardiologia

    Cultura

    Palermo, 16 novembre 2018 - L’unità operativa di Cardiologia dell’ospedale Ingrassia di Palermo ha un nuovo primario. Il 19 ottobre ha preso servizio il dott. Sergio Fasullo, responsabile della terapia intensiva cardiologica “O.Barberi”, che ha contribuito in questi anni all’eccellenza..

    Continua a Leggere

  • Rendiconto 2017, una corsa contro il tempo: i precari rischiano di restare per altri 2 mesi senza il nuovo contratto. “Alla base un problema tecnico”

    Cultura

    Monreale, 16 novembre 2018 - Sarà una corsa contro il tempo, nelle mani dei Revisori dei conti. Il Rendiconto di Gestione 2017 ha urgenza di essere approvato entro lunedì 19 novembre. Il giorno successivo il sindaco Piero Capizzi e il segretario generale del comune, la dott.ssa Domenica Ficano, vo..

    Continua a Leggere

  • “La Politica con la P maiuscola? Non retribuita e di breve periodo. Il potere tende a corrodere chi lo esercita”

    Cultura

    [gallery ids="82909,82910,82911,82912"] Monreale, 16 novembre 2018 - Ieri, giovedì 15 novembre, il presidente nazionale dell'Azione Cattolica, Matteo Truffelli, ha presentato il suo libro “la P maiuscola, fare politica sotto le parti”. In quest'occasione l'Azione Cattolica ha dato il ..

    Continua a Leggere

  • “Ricominciamo da qui”, Monreale tra le tappe delle “Giornate dell’Economia del Mezzogiorno”

    Cultura

    Monreale, 15 novembre 2018 - Si terrà a Monreale il 23 novembre una delle "Giornate dell'Economia del Mezzogiorno", una serie di eventi che si svolgeranno in varie località e che avranno come temi lo sviluppo economico e l'occupazione. Nella giornata del 23 novembre, dal titolo "Ricomin..


  • Via Aldo Moro si risveglia sommersa dai rifiuti. Residenti stanchi chiedono interventi incisivi

    Cultura

    [gallery ids="82850,82849,82847"] Monreale, 15 novembre 2018 -"In via Aldo Moro ci sono residenti onesti che, come noi, fanno la differenziata e siamo stanchi di vedere questo tutti i giorni". Una mancanza di rispetto per il prossimo, per il proprio vicino di casa, ma anche per i nostri stessi fi..


  • Approvazione del rendiconto 2017, manca la relazione dei Revisori dei conti. FI: “Di cosa dobbiamo discutere senza un documento tanto importante?”

    Cultura

    Monreale, 15 novembre 2018 - "Ancora una volta assistiamo all’ennesima mortificazione del consiglio comunale come organo rappresentativo dell’interesse dei cittadini. Ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, sottolineiamo come questa amministrazione sia inadeguata ed incapace nel portare avanti..


  • Monreale, approvazione rendiconto 2017. Romanotto (Lega): “Manca la relazione del Collegio dei revisori. Il documento non si potrà votare”

    Cultura

    Monreale, 15 novembre 2018 - Questa sera il consiglio comunale è chiamata ad approvare il rendiconto 2017. Un unico punto all’ordine del giorno, intorno al quale si prevede un ampio e acceso dibattito. Ma già prima di avviare la seduta è il consigliere comunale della Lega, Giuseppe Romanotto..


  • Monreale, saldo TARI 2018. Come e quando pagare le rate

    Cultura

    Monreale, 15 novembre 2018 - Sono stati messi in distribuzione i modelli fiscali F24 per effettuare il pagamento delle rate a saldo TARI2018. Il pagamento va effettuato entro il 31 dicembre 2018, ma potrà essere suddiviso anche in due rate. La prima va pagata entro il 30 ..


  • Centro per l’impiego, Capizzi: “Da oggi c’è l’ok all’agibilità dei locali”

    Cultura

    È stato definito stamane l'iter amministrativo per l’agibilità dei locali di via Venero che ospiteranno il nuovo Centro per l’Impiego. Lo rende noto il sindaco di Monreale Piero Capizzi che ha trasmesso al Dipartimento regionale dell’Assessorato al Lavoro il certificato di agibilità dell’..


  • Aquino, case popolari. Cornicioni pericolanti e muri consumati da muffa e umidità

    Cultura

    Monreale, 15 novembre 2018 — Non c’è requie per i residenti di via Santa Liberata, nella frazione di Aquino. Oltre al già trattato problema delle tubature idriche, le condizioni generali degli edifici non sono meno preoccupanti.


  • Strazzasiti: “Strada a rischio frana. Il comune intervenga”

    Cultura

    [gallery ids="82780,82781,82782,82783,82784,82785,82786,82787,82788,82789,82790,82791,82792"] Monreale, 15 novembre 2018 - “Via esterna Strazzasiti è una strada di competenza comunale” - dichiarano i residenti della contrada monrealese, che chiedono che venga fatto un intervento per ripristi..


  • Rivoluzione nel sistema di gestione dei rifiuti. Via le SRR. Salvataggio per tutto il personale, anche amministrativi e tecnici

    Cultura

    Palermo, 15 novembre 2018 - Si tratta di una vera e propria rivoluzione del sistema di gestione dei rifiuti in Sicilia. Di fronte all’emergenza sanitaria, legata alla saturazione delle discariche, e ai costi di conferimento, e quindi alle tasse elevate, l’Assemblea Regionale Siciliana sta lavora..


  • Truffelli a Monreale per parlare di politica

    Cultura

    Monreale, 14 novembre 2018 - L'Azione Cattolica "Beata Pina Suriano" di Monreale, presenterà il libro "La P maiuscola. Fare politica sotto le parti" di Matteo Truffelli (docente universitario e Presidente nazionale dell'Azione Cattolica Italiana). L'evento si svolgerà il 15 novembre alle 17 nel Pa..


  • Aquino, case popolari senza gas. Intervengono gli operai COM.EST.

    Cultura

    [video width="640" height="352" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2018/11/WhatsApp-Video-2018-11-14-at-13.26.16.mp4"][/video] Monreale, 14 novembre 2018 - Ancora disagi per i residenti delle case popolari di Aquino. Da ieri sera, infatti, le famiglie dei 4 padiglioni si s..


  • Assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. Ecco come richiederla

    Cultura

    Monreale, 14 novembre 2018 - Il Distretto Socio Sanitario 42 provvederà agli interventi ammissibili per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. A darne notizia è il Comune di Monreale.  Gli interessati possono rappresentare la propria situazione pres..


  • Via Olio di Lino riapre al transito, terminati i lavori di ripristino del manto stradale

    Cultura

    Palermo, 14 novembre 2018 - Da questa sera sarà di nuovo possibile transitare in via Olio di Lino. I lavori di ripristino della strada termineranno nel pomeriggio, dopo più di una settimana di disagi per i residenti e per chi quotidianamente utilizza questo tratto. Una settimana impegnativa, co..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com