Novelli a “gonfie vele”. Un progetto a favore della salvaguardia dell’ambiente marino

I bambini che hanno frequentato il progetto hanno fatto delle “piccole traversate” in barca a vela

Palermo, 29 maggio 2018 – “C’era una vela sul filo del mare, tutta la storia mi vuol raccontare. Vento leggero, onda che ride, sole caldo, parole amiche…”. Sull’onda delle emozioni dettate dal mare gli studenti imparano a conoscere e a rispettare l’ambiente marino. Il principale obiettivo del progetto “A gonfie vele”, tenuto dall’esperto Vittorio Loddo e con la docente tutor Alessandra Di Benedetto, ha rappresentato la creazione e lo sviluppo di una cultura nautica a favore della salvaguardia dell’ambiente marino. Attraverso lo sport velico è stata altresì favorita l’integrazione e l’inclusione degli alunni grazie ad attività che hanno permesso di costruire dei legami di amicizia e di fiducia reciproca.

Nel corso degli incontri, particolarmente importante è stato l’aiuto e il supporto vicendevole, attraverso la pratica sportiva e, in particolare, il lavoro di squadra in barca a vela. Lo sport velico, oltre ad essere interessantissimo, permette di conoscere bene il mare e i venti, rispettandone il corso, a comprendere come l’uomo sia spesso “il peggiore nemico” del mare, poiché siamo ancora troppo lontani dal possedere veramente la consapevolezza dell’importanza dell’ambiente marino per la vita di tutti noi.

Praticare la vela, inoltre, favorisce la collaborazione, la solidarietà e il rispetto per le azioni e le fatiche altrui, i rapporti di amicizia e la condivisione di esperienze sempre nuove e diverse, perché il mare è sicuramente la più grande scoperta che si possa fare. I bambini che hanno frequentato il progetto hanno fatto delle “piccole traversate” in barca a vela: dei percorsi emozionanti che non si fanno tutti i giorni. Un’esperienza davvero unica e coinvolgente.

Alessandra Grimaudo

Giada Turdo

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.