Primo MaGgione, diversi gli artisti che si esibiranno nella storica piazza palermitana

Il fitto calendario di iniziative prevede l’esibizione sul palco di artisti come gli Shakalab, Salvo
Piparo, Cristian Picciotto e i Gente Strana Posse

Palermo, 28 aprile 2018 – Anche quest’anno l’UDU Palermo – Unione degli Universitari e la Rete degli Studenti Medi Sicilia, in collaborazione con Bauhaus Eventi e il PYC – Palermo Youth Center, daranno vita ad un grande evento cittadino che si svolgerà durante il ponte del Primo Maggio, festa dei lavoratori, nella storica cornice di Piazza Magione.

L’evento, alla sua terza edizione, ha visto radunarsi negli scorsi anni migliaia di giovani che si sono intrattenuti dalla mattina fino alla sera attraverso musica, spettacoli, attività gastronimiche, sportive e tanto altro. La volontà degli organizzatori è quella di conciliare la tipica giornata di “scampagnata” del Primo Maggio con un’azione di sensibilizzazione e confronto rispetto ai temi del lavoro e in particolare rispetto alla questione occupazionale che riguarda le giovani generazioni.

L’evento di quest’anno riproporrà lo schema della scorsa edizione con un grande palco montato in una delle aree della piazza e circondato da spazi che ospiteranno attività gastronomiche, piccoli artigiani locali, gazebo informativi delle associazioni organizzatrici, attività per bambini, un’area mostre e un’area sport/relax. Gli allestimenti saranno quest’anno installati presso la piazza già Sabato 28 Aprile e saranno utili ad animare la stessa nei giorni che seguono, fino a Martedì 1 Maggio nella cui sera si svolgerà il concerto conclusivo.

Il fitto calendario di iniziative prevede l’esibizione sul palco di artisti come gli Shakalab, Salvo
Piparo, Cristian Picciotto e i Gente Strana Posse e tanti altri. Domenica 29 Aprile e Martedì 1 Maggio a partire dalle 17 si svolgeranno inoltre due dibattiti presso l’adiacente complesso dello Spasimo. Il primo ospiterà il Sindaco Leoluca Orlando, il giornalista Paolo Borrometi, il Centro Pio La Torre e Libera Terra e cercherà di analizzare il ruolo delle politiche attive del lavoro nella lotta alla criminalità organizzata e quindi a favore della legalità.

Il secondo incontro vedrà presenti l’Assessora Marano, l’Università degli Studi di Palermo, un
rappresentante dello SVIMEZ, l’ARCI e lo SPI CGIL per un confronto che sappia individuare una
visione comune tra due fenomeni apparentemente diversi: la disoccupazione giovanile al Sud che crea emigrazione verso il Nord o il resto d’Europa e il fenomeno migratorio che investe la nostra isola a partire dalle migrazioni provenienti dai paesi africani in particolare.

È possibile trovare il programma completo di tutte le giornate sull’evento Facebook della
manifestazione (https://www.facebook.com/events/601270933566359)

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.