Oggi è 24/09/2018

Cronaca
Quella gelateria nata nel cuore di Palermo si chiamava Biancaneve

Il gelato di Monreale dal 1900 a oggi. Lo racconta il maestro gelatiere Mauro La Grassa

«Si vendevano oltre tre mila gelati al giorno – racconta Mauro -. Poi i miei genitori decisero di mettersi in proprio e abbiamo aperto una gelateria a Monreale»

Pubblicato il 7 aprile 2018

Il gelato di Monreale dal 1900 a oggi. Lo racconta il maestro gelatiere Mauro La Grassa

Monreale, 7 aprile 2018 – Il gelato monrealese, forse non tutti lo sanno, proviene da un’eredità che ha almeno 120 anni e che risale ai primi anni del Novecento. Un’attività, quella di maestro gelatiere, nata tra i vicoli della Vucciria, quando via Roma era conosciuto come il salone di Palermo. In via Maccheronai nel 1905 nasce infatti uno dei primi laboratori per la produzione di gelato del Capoluogo siciliano. Quell’eredità, nata dal lavoro e dai sacrifici degli avi, è arrivata sino ai giorni nostri e viene portata avanti dal monrealese Mauro La Grassa che a Monreale gestisce un’attività già da 31 anni.

Quella gelateria nata nel cuore di Palermo si chiamava Biancaneve. Si produceva il gelato al limone, poi anche il fior di latte. Il gelato era quindi bianco e freddo come la neve, per questo alla gelateria venne dato un nome che si avvicinava molto al mondo delle favole e dei bambini. Ben presto la gelateria Biancaneve diventerà un’azienda importante, che darà lavoro a più di 10 persone. La seconda guerra mondiale costringe la famiglia a spostarsi a Monreale, a piazza Arancio, dove non arrivavano i bombardamenti. Finita la guerra la gelateria torna di nuovo a Palermo, di nuovo alla Vucciria. «Si vendevano oltre tre mila gelati al giorno – racconta Mauro -. Poi i miei genitori decisero di mettersi in proprio e abbiamo aperto una gelateria a Monreale». Alla Vucciria restava la gelateria Biancaneve, nel 1972, a Monreale, nasceva la gelateria I Sette Nani. «Con l’apertura di quella gelateria arrivò il grande boom del gelato monrealese – dice Mauro – il modo di fare il gelato venne decisamente rivoluzionato.

Abbiamo anche portato la novità della panna sotto il gelato nel cono».

Il gelato all’inizio del Novecento era frutto di un durissimo lavoro che iniziava con la raccolta e l’immagazzinamento della neve che veniva mescolata a mano con gli ingredienti che le davano il gusto. Chi produceva il gelato era soprannominato il leone perché era una persona forzuta, con delle braccia enormi grazie al duro lavoro di mescolamento della neve, del latte e degli ingredienti. Il latte fresco, appena munto, veniva mischiato alla neve. Il nonno di Mauro La Grassa è stato il pioniere di queste tecniche di produzione del gelato ereditate dagli arabi. Dopo quattro generazioni di maestri gelatieri le tecniche di produzione del gelato ha subito parecchie trasformazioni dovute alla tecnologia e all’avvento di gusti sempre più diversi.

Mauro ci racconta di altre belle storie del passato raccontate dai nonni e dal papà. «Leonardo Sciascia era compare di mio nonno. Erano soliti sedersi davanti alla gelateria e si godevano il passeggio – rivela con emozione Mauro -. A mio nonno venne l’idea di produrre il gelato al gelsomino, allora chiamato di scorzonera. Quando il gelsomino era in fiore, veniva imbottigliato con l’acqua che si impregnava di profumo. Nel dopoguerra la nostra gelateria era conosciutissima per il gusto gelsomino e per il gusto cannella, due gusti rivoluzionari». Mauro ha così voluto continuare la tradizione di famiglia. Nel 1987 in via Venero apre il suo laboratorio di produzione di gelato in cui mette il suo impegno per la ricerca dei prodotti delle migliori aziende europee e un grande studio delle materie prime. 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Piazzale Candido, centinaia di famiglie ostaggio del cattivo odore e degli insetti: “Costretti a tenere chiuse le finestre anche con il caldo” (LE IMMAGINI)

    Cronaca

    [gallery ids="77184,77185,77187,77188,77189,77190,77191,77192,77193,77194"] Monreale, 24 settembre 2018 - “Siamo ostaggio del cattivo odore e degli insetti, costretti a tenere chiuse le finestre anche con il caldo”. A lamentarsi sono alcuni dei residenti in fondo alla via Ven..

    Continua a Leggere

  • Nascondevano oltre 400 grammi di hashish. Arrestata una coppia

    Cronaca

    Palermo, 24 settembre 2018 - Una pattuglia di Carabinieri della Stazione di Mezzo Monreale impegnata in un servizio di controllo del territorio, stava transitando in via Palmerino quando ha notato un giovane a bordo di una Volkswagen Golf, che cedeva presumibilmente dello stupefacente ad un altro gi..

    Continua a Leggere

  • Raid dell’Etna. 84 autovetture d’epoca fanno tappa a Monreale (LE IMMAGINI)

    Cronaca

    [gallery ids="77117,77118,77119,77120,77121,77122,77123,77124,77125,77126,77127,77128,77129,77130,77131,77132,77133,77134,77135,77136,77137,77138,77139,77140,77141,77142"] Monreale, 24 settembre 2018 - Ormai la piazza di Monreale è diventata una delle mete predilette per gli amanti delle quattro..

    Continua a Leggere

  • Monreale, straordinario non pagato. Sei dipendenti fanno causa al comune

    Cronaca

    Monreale, 24 settembre 2018 - Sono sei i dipendenti del comune di Monreale ad avere presentato ricorso con decreto ingiuntivo nei confronti del proprio datore di lavoro. Assistiti dall’avv. Francesco Ganci, lamentano di vantare un credito dal comune per lavoro straordin..


  • Roccamena, il sindaco solleva dall’incarico il dirigente e si autonomina a capo del servizio ecologia

    Cronaca

    Roccamena, 24 settembre 2018 - Dopo l’evento critico di mercoledì 19 settembre, in cui non è stata eseguita la raccolta dei rifiuti urbani, non pare trovare pace la gestione del servizio nel piccolo comune dell’entroterra palermitano. Intanto occorre dire che il Sin..


  • Donna si ribalta con auto sulla SP57

    Cronaca

    Monreale, 23 settembre 2018 - Incidente stradale poco dopo le 14 sulla SP57. Alla guida dell'auto una donna che stav..


  • Coltiva 63 piante di “erba” tra le arance. La scoperta dei cani-carabinieri di Monreale

    Cronaca

    Monreale, 23 settembre 2018 - I Carabinieri della Compagnia di Monreale, a seguito di servizio antidroga finalizzato alla ricerca di piantagioni di sostanze stupefacenti del tipo cannabis indica, hanno tratto in arresto un uomo D.G.r. 51enne palermitano, pregiudicato. I militari dell’A..


  • “Il nuovo impianto a Bellolampo, volano di sviluppo per l’azienda”

    Cronaca

    A seguito dell’attivazione della linea compost presso l’impianto TMB di Bellolampo, la Rap finalmente intravede un nuovo percorso nettamente e saggiamente delineato dall’amministratore Unico Giuseppe Norata. Un'attività che la Fiadel chiedeva invano da tempo e che finalmente si realizza. Q..


  • Piazzale Tricoli, operatori al lavoro tra aria malsana, insetti, cattivo odore e senza un riparo

    Cronaca

    Monreale, 23 settembre 2018 - Entrare con la propria automobile all’interno di piazzale Tricoli, l’area sulla circonvallazione di Monreale adibita a centro di raccolta dei rifiuti differenziati, significa essere invasi dal puzzo nauseabondo dei rifiuti, alcuni di quali, quelli indifferenziati (c..


  • Palermo vs Perugia 4-1

    Cronaca

    Il Palermo travolge il Perugia di Alessandro Nesta che aveva dichiarato di provare a mettere paura al Palermo che visto oggi è seriamente candidato ad un posto per la serie A. Per sicurezza e carattere dimostrato da grande squadra Tedino sembra avere trovato la strada del giusto assett..


  • Liquami in strada in via Baronio Manfredi. La segnalazione dei residenti

    Cronaca

    [gallery ids="76984,76983,76981"] Monreale, 22 settembre 2018 - Da settimane ormai c'è una fuoriuscita di liquami da un pozzetto fognario in via Baronio Manfredi. Dopo diverse segnalazioni sul posto sono arrivati i tecnici dell'acquedotto ma nessuno intervento è stato fatto perché sembrerebbe ..


  • Rischio sismico,113 mila euro per la sicurezza delle scuole di Monreale

    Cronaca

    Monreale, 22 settembre 2018 - Dalla Regione arriva un contributo robusto sotto il profilo economico per affrontare le vulnerabilità determinate da una possibile emergenza terremoto. Pronti ad essere elargiti sono 113 mila euro a favore del co..


  • Un’area archeologica risalente all’Età del Bronzo. Clamorosa scoperta a Corleone

    Cronaca

    [gallery ids="76687,76686,76685,76684,76692,76691,76690,76689,76688,76694,76693,76785"] Monreale, 22 settembre 2018 - Chi lo ha detto che Corleone è solo terra di mafia? A smontare questa vecchia nomea e a tirar fuori dal sottosuolo una storia rimasta seppellita per troppo tempo è stato un rice..


  • Raccolta differenziata al 32%. Presto il vetro dovrà essere separato dai metalli, in arrivo i mangia plastica

    Cronaca

    Monreale, 21 settembre 2018 - Si è parlato di differenziata. Lanciato dal Comitato Pioppo Comune si è svolto ieri l'appuntamento tra cittadini, sindaco Capizzi, assessore all'igiene Urbana Cangemi e Fabio Adimino, il capo squadra della ditta Mirto. In poco più di due mesi, da luglio ad oggi, Monr..


  • Lotta ai furbetti dei rifiuti. Due sole telecamere presenti in tutto il territorio. Gelsomino: “Presto ne installeremo altre”

    Cronaca

    Monreale, 21 settembre 2018 - Due sole telecamere funzionanti in tutto il vasto territorio monrealese per combattere i furbetti dei rifiuti. Si tratta di quella montate sulla SP20, sopra Giacalone, e di quella installata in contrada Pezzenti, i punti maggiormente soggetti all’inci..


  • Cronaca

    21 settembre 2018 - Il porto di Barcellona rappresenta uno dei porti europei più importanti per chi vuole partire per una crociera; la città catalana, d'altro canto, è una delle destinazioni turistiche più frequentate e apprezzate del Vecchio Continente. Collocata nell..


  • Monreale. Spacciava droga in piazza. Arrestato giovane 25enne

    Cronaca

    Monreale, 21 settembre 2018 - Spacciava in piazza, a Monreale, marijuana. Arrestato con in tasca 2 dosi. In casa, in seguito a perquisizione, i Carabinieri hanno trovato, occultata all’interno di un condizionatore, 10 grammi di cocaina e  2 bilancini di precisione, vario materiale per il tagl..


  • “Van Gogh Digital Experience”. Ancora nessun introito per il Comune di Monreale. Avviata azione legale

    Cronaca

    Monreale, 21 settembre 2018 - Si conclude nel peggiore dei modi, e cioè con l'avvio di un'azione giudiziaria, l'idillio che era nato tra il comune di Monreale e la Bicubo digital marketing S.r.l., la società che aveva portato a Monreale la mostra multimediale su Van Gogh, la “Van Gogh Digital Ex..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com