Oggi è 17/12/2018

Cronaca

Si estende l’inchiesta “Voto Connection”. In totale gli indagati sono 20. Impieghi, concorsi, accessi a corsi di laurea a numero programmato. Le promesse in cambio del voto

La Procura: “Le intercettazioni sono chiarissime”. Mario Caputo sarebbe un “prestanome”. “Un interlocutore dice a Salvino Caputo: Non ti preoccupare tanto lo sanno tutti che poi all’Ars ci va tuo fratello ma chi fa tutto sei tu”

Pubblicato il 4 aprile 2018

Si estende l’inchiesta “Voto Connection”. In totale gli indagati sono 20. Impieghi, concorsi, accessi a corsi di laurea a numero programmato. Le promesse in cambio del voto

Monreale, 4 aprile 2018 – Impieghi, concorsi, accessi a corsi di laurea a numero programmato. Con queste promesse puntavano a convincere famiglie di disoccupati, studenti e imprenditori a votare il nome di Mario Caputo, candidato alle elezioni regionali dell’ottobre scorso nella lista “Noi con Salvini”. Ma c’è di più, secondo la Procura della Repubblica di Termini Imerese, la combriccola avrebbe anche ingannato il corpo elettorale, utilizzando stratagemmi al fine di confondere gli elettori, facendo credere che il candidato fosse Salvino Caputo piuttosto che il fratello Mario. Come ampiamente raccontato da Filodiretto, vedi articoli precedenti, Salvino Caputo e il fratello Mario si trovano adesso agli arresti domiciliari. Ufficialmente il reato ad essi contestato dalla Procura è quello di attentato contro i diritti politici del cittadino ma la loro posizione potrebbe presto aggravarsi grazie ad altro materiale probatorio posto a loro carico che potrebbe far ipotizzare il reato di voto di scambio.

Gli arresti odierni scaturiscono da un’indagine nata in seguito alle campagna elettorale per le elezioni regionali scorse. Gli inquirenti hanno scoperto un sistema utilizzato dal gruppo di Salvino Caputo per attirare preferenze elettorali in maniera alquanto discutibile tanto da far nascere alcuni sospetti alla magistratura.

Come ha evidenziato il sostituto procuratore Gallucci nel corso della conferenza stampa che si è tenuta questa mattina nelle stanze del Tribunale di Termini Imerese, nel corso delle attività d’indagine sono stati accertati almeno 12 episodi che lasciano ipotizzare il reato di voto di scambio. Episodi che si concretizzano nella promessa di posti di lavoro avvalendosi anche di soggetti indicati come grandi elettori. Si tratterebbe di persone che, fin dalle elezioni amministrative di Termini Imerese e dalle elezioni regionali, sarebbero rimaste al fianco di Salvino Caputo e si sarebbero premurate di contattare una serie di elettori disoccupati, promettendo loro utilità di qualsiasi tipo. Le promesse andavano dalla possibilità di superare un concorso per l’accesso ad alcuni corsi universitari a numero chiuso fino all’elargizione di posti di lavoro in imprese private o uffici pubblici. Ad alcuni disoccupati sarebbero stati promessi impieghi a Termini Imerese. Tra le persone contattate c’è anche chi si è rifiutato di sottomettersi al piano elettorale di Caputo. Alla promessa di essere aiutato nell’iter di apertura di un esercizio commerciale a Monreale, un imprenditore non ha accettato le promesse avanzate, facendo venir meno la disponibilità di posti di lavoro.

Gli elettori alla fine della campagna elettorale hanno chiesto conto e regione delle promesse avanzate dal gruppo, promesse che non sarebbero però state mantenute. Tra gli indagati ci sono anche persone che hanno accettato di recarsi alle urne e votare per la persona indicata. Per essi si potrebbe prefiggere il reato di corruzione elettorale. «Le intercettazioni sono chiarissime», ha detto il sostituto procuratore Annadomenica Gallucci in conferenza stampa.  

Il ruolo di Mario Caputo sarebbe centrale nell’ambito dell’inchiesta. «Doveva mantenere un ruolo passivo ed era a conoscenza dei piani del fratello Salvino – ha continuato Annadomenica Gallucci – ma non doveva presenziare nel circondario di Termini Imerese proprio perché lì doveva figurare il fratello che fece una campagna elettorale porta a porta, con riunioni in esercizi commerciali o abitazioni private».

«Ci sono delle conversazioni – ha rivelato invece il Procuratore Cartosio – nelle quali si parla del problema che a Monreale e Palermo sarebbe stato difficile per i Caputo ingannare gli elettori perché lì sapevano benissimo chi fosse il vero candidato. In una conversazione un interlocutore dice a Salvino Caputo: Non ti preoccupare tanto lo sanno tutti che poi all’Ars ci va tuo fratello ma chi fa tutto sei tu». Questa, per Cartosio, sarebbe l’enunciazione del fatto che Mario Caputo sarebbe un “prestanome” non solo nel corso della campagna elettorale ma anche nel ruolo di deputato regionale.

Un altro indagato nell’ambito dell’operazione messa a segno questa mattina dai carabinieri del comando provinciale di Palermo è Stefano Vinci per il quale non è stata accettata dal Gip la misura di custodia cautelare. Quest’ultimo, secondo gli inquirenti, sarebbe stato a conoscenza del piano di Caputo ma non esiste la prova che egli abbia contribuito alla campagna elettorale. Tra gli indagati, come ha lasciato intendere la Gallucci, vi sarebbero altre persone legate a Salvino Caputo, tra i quali diversi colleghi di partito. In totale gli indagati sono 20. Tra questi compare il nome di un assessore dell’attuale giunta di Termini Imerese, Loredana Bellavia e di Michele Galeoto, consigliere comunale dello stesso comune. Questi ultimi sono indagati per voto di scambio.

Tra i faldoni compare anche il nome di Rio Agostino, dipendente del comune di Termini Imerese, indagato per il reato di voto di scambio. È da alcune vicende che lo vedono protagonista che è partita l’indagine. L’inchiesta è iniziata da un esposto anonimo arrivato nell’aprile 2017 presso la Procura della Repubblica di Termini Imerese. La segnalazione riguardava Agostino Rio, dipendente del comune di Termini Imerese, addetto alla biblioteca e del museo da cui si assentava con assidua frequenza. Per questo è stato arrestato durante le scorse settimane per il reato di assenteismo. Da un’intercettazione telefonica è poi venuto fuori che l’uomo si stava anche occupando della campagna elettorale per l’elezione del sindaco di Termini Imerese. L’indagine della Procura ha così condotto ad un nuovo filone d’inchiesta che coinvolge Salvino Caputo.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Pubblicato il “calendario delle manifestazioni di grande richiamo turistico”, ma Monreale non è in lista

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - È stato reso pubblico il decreto, rilasciato dall'Assessorato Regionale al Turismo, con cui vengono calendarizzati gli eventi "di grande richiamo turistico". Si tratta di eventi eccellenti che vanno dalle feste di carnevale fino alle rappresentazioni classiche. Le ma..

    Continua a Leggere

  • Famiglie bisognose, mercoledì la distribuzione delle derrate alimentari in contrada Grotte- Favara

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Nella sede dell’associazione “Asfa Sicilia” (Associazione di sostegno alla famiglia) nella villa confiscata alla mafia in contrada Grotte Favara verranno distribuite delle derrate alimentari a favore delle famiglie bisognose del territorio comunale.  L..

    Continua a Leggere

  • Il coro della scuola P. Novelli si esibisce per gli anziani della casa di riposo Benedetto Balsamo

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Questa mattina i bambini del coro della Direzione Didattica Pietro N..

    Continua a Leggere

  • Era conosciuto come Aldo il pittore. Accanto al corpo del clochard vegliava il suo gatto

    Cronaca

    Palermo, 17 dicembre 2018 - Aid Abdellah, conosciuto come Aldo, è il nome dell’uomo 56enne di origine musulmana che è stato freddato mentre dormiva sotto i portici di piazzale Ungheria. Il clochard è stato trovato agonizzante con una profonda ferita alla testa intorno alle 7,30. A lanciare l’..

    Continua a Leggere

  • Aquino, case popolari di nuovo senza acqua. Inutile l’intervento dei giorni scorsi

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Siamo di nuovo alle prese con le case popolari di via Santa Liberata..

    Continua a Leggere

  • Corsa contro il tempo. SOS cuccioli cercano casa

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Questa mattina tre cuccioli sono stati trovati all'interno di una sc..

    Continua a Leggere

  • La Parrocchia di San Giuseppe al Malpasso inaugura il suo presepe

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Tra i tanti presepi che in questo periodo abbelliscono chiese e luoghi..

    Continua a Leggere

  • “Un uomo perbene”. A Piazzale Ungheria trovato il corpo senza vita di un senza tetto

    Cronaca

    Palermo, 17 dicembre 2018 - È stato trovato questa mattina senza vita, all’interno di piazzale Ungheria, a Palermo. A pancia sotto. Dalle prime notizie sembra che abbia un foro sulla testa. Intorno un cordolo di Carabinieri, che non permette a nessuno di avvicinarsi.  [gallery ids="8..

    Continua a Leggere

  • Lotta al randagismo, i volontari impegnati nel controllo del territorio. Zingales: “Accolte tutte le domande pervenute dalle associazioni”

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 -L’assegnazione dell’ex Centro Civico Villaggio Montano alle associazioni volontarie di Guardie Ambientali, la..

    Continua a Leggere

  • SRR Palermo Ovest. Domani convocati sindaci per nominare il CDA

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Ennesimo tentativo di andare avanti, e si spera di non assistere più all’ennesima fumata nera. Si terrà domani, martedì 18, in seconda convocazione, la riunione dei soci della SRR Palermo Ovest, chiamati ad eleggere il CDA dell’Ente. Le varie sedute hanno ripropos..

    Continua a Leggere

  • La scuola Morvillo inaugurerà il presepe vivente, un viaggio nei cinque continenti

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Mercoledì 19, alle ore 9, verrà inaugurato il presepe vivente dell..

    Continua a Leggere

  • 35 scuole, 800 studenti. Dagli studenti passa il contrasto al bullismo. La P. Novelli di Monreale capofila del progetto

    Cronaca

    [gallery ids="86312,86313,86314,86315,86316,86317,86318,86319,86320,86321,86322,86323,86324,86325,86326,86327,86328,86329,86330,86331,86332"] Castelvetrano, 16 dicembre 2018 - Ho giurato di non stare mai in silenzio, in qualunque luogo e in qualunque situazione in cui degli esseri umani siano..


  • Giuseppe Marfia, presunto boss di Altofonte, torna in libertà

    Cronaca

    Altofonte, 16 dicembre 2018 - È tornato in libertà Giuseppe Marfia, presunto boss mafioso di Altofonte condannato a 11 anni e 4 mesi di carcere, in seguito all'emissione di numerose condanne con capi d'accusa quali estorsione, detenzione di armi e droga, furto di bestiame, nonché un possibile ruo..


  • Palermo contro Livorno 1-1: una gara spigolosa

    Cronaca

    Palermo, 16 dicembre 2018 - Il Palermo nella sedicesima giornata fallisce la possibilità di allungare la marcia verso la promozione. Una gara spigolosa anche per il continuo cambio di modulo che questa volta non sortisce l’effetto sperato, nonostante il primato della classifica non v..


  • Incendio nel quartiere Pagliarelli. In fiamme i contenitori della spazzatura

    Cronaca

    [gallery ids="86278,86279,86280,86281,86282"] Palermo, 16 dicembre 2018 - Incendiati nelle prime ore di questa mattina un paio di contenitori presenti nel quartiere Pagliarelli. Le fiamme alimentate dalla spazzatura hanno preso forza facilmente. È ignota la natura del rogo.  Nel quartier..


  • Monreale. Consigli comunali disertati. Cantieri di lavoro a rischio

    Cronaca

    Monreale 16 dicembre 2018 - Rischiano di non venire avviati i cantieri di lavoro, che per alcuni mesi dovrebbero dare una boccata d’ossigeno ad una quarantina di disoccupati e alle loro famiglie. Ma che consentirebbero anche di rendere più fruibile una strada comunale, via SM22, e di sistemare i ..


  • Lo accoltella mentre dorme e poi chiama il 118. Omicidio nella notte a Falsomiele

    Cronaca

    Lo ha accoltellato più volte mentre dormiva. Salvatrice Spataro di 45 anni poco prima di chiamare il 118 aveva ucciso il marito Pietro Ferrera. I due litigavano spesso e il clima in casa non era dei migliori. Tanto che i figli piccoli dormivano in casa della nonna. Il delitto è stato commesso..


  • Ingrassia: un chirurgo in congedo, uno in pensione e chiude Ortopedia

    Cronaca

    Palermo, 15 dicembre 2018 - Da ieri l'ospedale Ingrassia ha visto chiudere il reparto di Ortopedia. Non sarà possibile effettuare ricoveri e interventi fino al mese di gennaio. La causa della decisione, presa dal direttore sanitario dell'ASP Salvatore Russo, è da ricercare nel pensionamento e n..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com