Oggi è 24/09/2018

Cronaca

Monreale, arresto Salvino Caputo. I particolari dell’indagine

Da Corleone a Termini Imerese Salvino Caputo avrebbe affisso manifesti elettorali privi di foto del vero candidato. Ad incastrarlo anche la dicitura “Mario Caputo detto Salvino”

Pubblicato il 4 aprile 2018

Monreale, arresto Salvino Caputo. I particolari dell’indagine

Termini Imerese, 4 aprile 2018 – Il giudice per le indagini preliminari ha ritenuto di dover emettere un provvedimento cautelare nei confronti dei due avvocati monrealesi, Salvino Caputo e il fratello Mario Caputo, e di Vercio Benito, di Termini Imerese.  Gli arresti scaturiscono da un’indagine che si è sviluppata nel periodo della campagna elettorale per le elezioni regionali dello scorso novembre 2017. Un’indagine a vasto raggio, che tuttora è in corso e che potrebbe coinvolgere anche altri nomi eccellenti.  

Durante la conferenza stampa di questa mattina, alla presenza del Procuratore della Repubblica, Dott. Cartosio, del Sostituto Procuratore, Dott.ssa Gallucci, e del Comandante Provinciale Carabinieri di Palermo, Col. Di Stasio, sono stati resi noti i particolari dell’indagine.

Nel corso di alcune intercettazioni telefoniche, elemento principale dell’attività investigativa, sembrerebbe che in un primo tempo Salvino Caputo venne scelto come candidato per le elezioni regionali con la lista Noi con Salvini. Dalle registrazioni risulta che lo stesso Salvino Caputo avrebbe affermato di essere il candidato scelto per la lista, ma che ad un certo punto gli sarebbe stato comunicato che i dirigenti politici avevano deciso di non candidarlo. Una decisione presa a causa di una condanna già riportata da Caputo, e in quanto la Commissione Bindi lo aveva considerato soggetto privo dei requisiti morali per essere candidato. Da questo momento in poi l’avvocato monrealese, sconvolto per la notizia, istigato anche da alti personaggi interlocutori, secondo il procuratore della Repubblica Cartosio, avrebbe deciso di utilizzare uno stratagemma, considerato dalla stessa Procura un inganno per gli elettori. Caputo, in sostanza, avrebbe fatto candidare il fratello Mario, ma facendo credere al proprio corpo elettorale che il candidato sarebbe stato invece lui stesso.

Salvino Caputo, secondo le intercettazioni, sapeva che il piano non potrebbe mai essere stato attuato a Monreale, la città dove risiede, lavora e dove è anche stato eletto in passato sindaco. Secondo il procuratore, Caputo avrebbe utilizzato lo stratagemma nel territorio delle Madonie dove avrebbe potuto mandare avanti il proprio piano di inganno agli elettori. Ecco perché, è questa l’ipotesi accusatoria, Caputo, da Corleone a Termini Imerese aveva affisso manifesti elettorali privi di foto del vero candidato e senza indicazioni del nome. Anzi, avrebbe precisato che il candidato in questione era meglio conosciuto come Salvino quando, in realtà, il nome del candidato è Mario.

Caputo quindi si spende personalmente in molti centri delle Madonie. Secondo la Procura della Repubblica, la condotta di Salvino Caputo integra il reato di inganno agli elettori.

Il Gip, pur condividendo in pieno l’impostazione probatoria sul piano delle esigenza cauteari, ha riqualificato il reato in attentato ai diritti politici del cittadino.

Il Gip ha anche ritenuto che sussistessero le esigenze cautelari per Salvino Caputo a causa di un precedente penale e poi perchè per Caputo potrebbe prefiggersi anche il reato di voto di scambio attuato in maniera sistematica e continua. Una situazione di doverosa applicazione delle norme che impongono l’esigenza dell’applicazione delle misure cautelari.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Piazzale Candido, centinaia di famiglie ostaggio del cattivo odore e degli insetti: “Costretti a tenere chiuse le finestre anche con il caldo” (LE IMMAGINI)

    Cronaca

    [gallery ids="77184,77185,77187,77188,77189,77190,77191,77192,77193,77194"] Monreale, 24 settembre 2018 - “Siamo ostaggio del cattivo odore e degli insetti, costretti a tenere chiuse le finestre anche con il caldo”. A lamentarsi sono alcuni dei residenti in fondo alla via Ven..

    Continua a Leggere

  • Nascondevano oltre 400 grammi di hashish. Arrestata una coppia

    Cronaca

    Palermo, 24 settembre 2018 - Una pattuglia di Carabinieri della Stazione di Mezzo Monreale impegnata in un servizio di controllo del territorio, stava transitando in via Palmerino quando ha notato un giovane a bordo di una Volkswagen Golf, che cedeva presumibilmente dello stupefacente ad un altro gi..

    Continua a Leggere

  • Raid dell’Etna. 84 autovetture d’epoca fanno tappa a Monreale (LE IMMAGINI)

    Cronaca

    [gallery ids="77117,77118,77119,77120,77121,77122,77123,77124,77125,77126,77127,77128,77129,77130,77131,77132,77133,77134,77135,77136,77137,77138,77139,77140,77141,77142"] Monreale, 24 settembre 2018 - Ormai la piazza di Monreale è diventata una delle mete predilette per gli amanti delle quattro..

    Continua a Leggere

  • Monreale, straordinario non pagato. Sei dipendenti fanno causa al comune

    Cronaca

    Monreale, 24 settembre 2018 - Sono sei i dipendenti del comune di Monreale ad avere presentato ricorso con decreto ingiuntivo nei confronti del proprio datore di lavoro. Assistiti dall’avv. Francesco Ganci, lamentano di vantare un credito dal comune per lavoro straordin..


  • Roccamena, il sindaco solleva dall’incarico il dirigente e si autonomina a capo del servizio ecologia

    Cronaca

    Roccamena, 24 settembre 2018 - Dopo l’evento critico di mercoledì 19 settembre, in cui non è stata eseguita la raccolta dei rifiuti urbani, non pare trovare pace la gestione del servizio nel piccolo comune dell’entroterra palermitano. Intanto occorre dire che il Sin..


  • Donna si ribalta con auto sulla SP57

    Cronaca

    Monreale, 23 settembre 2018 - Incidente stradale poco dopo le 14 sulla SP57. Alla guida dell'auto una donna che stav..


  • Coltiva 63 piante di “erba” tra le arance. La scoperta dei cani-carabinieri di Monreale

    Cronaca

    Monreale, 23 settembre 2018 - I Carabinieri della Compagnia di Monreale, a seguito di servizio antidroga finalizzato alla ricerca di piantagioni di sostanze stupefacenti del tipo cannabis indica, hanno tratto in arresto un uomo D.G.r. 51enne palermitano, pregiudicato. I militari dell’A..


  • “Il nuovo impianto a Bellolampo, volano di sviluppo per l’azienda”

    Cronaca

    A seguito dell’attivazione della linea compost presso l’impianto TMB di Bellolampo, la Rap finalmente intravede un nuovo percorso nettamente e saggiamente delineato dall’amministratore Unico Giuseppe Norata. Un'attività che la Fiadel chiedeva invano da tempo e che finalmente si realizza. Q..


  • Piazzale Tricoli, operatori al lavoro tra aria malsana, insetti, cattivo odore e senza un riparo

    Cronaca

    Monreale, 23 settembre 2018 - Entrare con la propria automobile all’interno di piazzale Tricoli, l’area sulla circonvallazione di Monreale adibita a centro di raccolta dei rifiuti differenziati, significa essere invasi dal puzzo nauseabondo dei rifiuti, alcuni di quali, quelli indifferenziati (c..


  • Palermo vs Perugia 4-1

    Cronaca

    Il Palermo travolge il Perugia di Alessandro Nesta che aveva dichiarato di provare a mettere paura al Palermo che visto oggi è seriamente candidato ad un posto per la serie A. Per sicurezza e carattere dimostrato da grande squadra Tedino sembra avere trovato la strada del giusto assett..


  • Liquami in strada in via Baronio Manfredi. La segnalazione dei residenti

    Cronaca

    [gallery ids="76984,76983,76981"] Monreale, 22 settembre 2018 - Da settimane ormai c'è una fuoriuscita di liquami da un pozzetto fognario in via Baronio Manfredi. Dopo diverse segnalazioni sul posto sono arrivati i tecnici dell'acquedotto ma nessuno intervento è stato fatto perché sembrerebbe ..


  • Rischio sismico,113 mila euro per la sicurezza delle scuole di Monreale

    Cronaca

    Monreale, 22 settembre 2018 - Dalla Regione arriva un contributo robusto sotto il profilo economico per affrontare le vulnerabilità determinate da una possibile emergenza terremoto. Pronti ad essere elargiti sono 113 mila euro a favore del co..


  • Un’area archeologica risalente all’Età del Bronzo. Clamorosa scoperta a Corleone

    Cronaca

    [gallery ids="76687,76686,76685,76684,76692,76691,76690,76689,76688,76694,76693,76785"] Monreale, 22 settembre 2018 - Chi lo ha detto che Corleone è solo terra di mafia? A smontare questa vecchia nomea e a tirar fuori dal sottosuolo una storia rimasta seppellita per troppo tempo è stato un rice..


  • Raccolta differenziata al 32%. Presto il vetro dovrà essere separato dai metalli, in arrivo i mangia plastica

    Cronaca

    Monreale, 21 settembre 2018 - Si è parlato di differenziata. Lanciato dal Comitato Pioppo Comune si è svolto ieri l'appuntamento tra cittadini, sindaco Capizzi, assessore all'igiene Urbana Cangemi e Fabio Adimino, il capo squadra della ditta Mirto. In poco più di due mesi, da luglio ad oggi, Monr..


  • Lotta ai furbetti dei rifiuti. Due sole telecamere presenti in tutto il territorio. Gelsomino: “Presto ne installeremo altre”

    Cronaca

    Monreale, 21 settembre 2018 - Due sole telecamere funzionanti in tutto il vasto territorio monrealese per combattere i furbetti dei rifiuti. Si tratta di quella montate sulla SP20, sopra Giacalone, e di quella installata in contrada Pezzenti, i punti maggiormente soggetti all’inci..


  • Cronaca

    21 settembre 2018 - Il porto di Barcellona rappresenta uno dei porti europei più importanti per chi vuole partire per una crociera; la città catalana, d'altro canto, è una delle destinazioni turistiche più frequentate e apprezzate del Vecchio Continente. Collocata nell..


  • Monreale. Spacciava droga in piazza. Arrestato giovane 25enne

    Cronaca

    Monreale, 21 settembre 2018 - Spacciava in piazza, a Monreale, marijuana. Arrestato con in tasca 2 dosi. In casa, in seguito a perquisizione, i Carabinieri hanno trovato, occultata all’interno di un condizionatore, 10 grammi di cocaina e  2 bilancini di precisione, vario materiale per il tagl..


  • “Van Gogh Digital Experience”. Ancora nessun introito per il Comune di Monreale. Avviata azione legale

    Cronaca

    Monreale, 21 settembre 2018 - Si conclude nel peggiore dei modi, e cioè con l'avvio di un'azione giudiziaria, l'idillio che era nato tra il comune di Monreale e la Bicubo digital marketing S.r.l., la società che aveva portato a Monreale la mostra multimediale su Van Gogh, la “Van Gogh Digital Ex..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com