Oggi è 25/04/2018

In Evidenza

Ganci (ex segretario PD): “Al posto della Quadrante avrei rassegnato le dimissioni”

Il PD locale si è disinteressato di amministrare la città e i suoi problemi, e ha iniziato una inutile quanto deprecabile guerra di poltrone

Pubblicato il 7 marzo 2018

Ganci (ex segretario PD): “Al posto della Quadrante avrei rassegnato le dimissioni”
Fabio Ganci

Monreale, 7 marzo 2018 – Fabio Ganci, segretario monrealese del Partito Democratico tra il 2012 e il 2013, lo scorso dicembre non ha rinnovato la tessera. Non ha mai nascosto la sua posizione critica con il percorso avviato dal partito, prima sotto la guida del commissario Antonio Rubino e poi con la nuova segreteria a firma Quadrante. A lui, attento osservatore delle dinamiche politiche, abbiamo chiesto un’analisi sul presente e sul futuro del PD che a Monreale, alle scorse consultazioni elettorali, ha raccolto un risultato deludente.

D: In Italia il Partito Democratico è al 18,7%, in Sicilia all’11%. Ancora meno fa a Monreale, dove si ferma al 7,8%. Nonostante fosse stato proposto agli elettori un candidato locale, l’ex deputato regionale Salvo Lo Giudice, nella nostra città il PD segna una delle peggiori percentuali d’Italia. Perché questo risultato? Era una disfatta annunciata?

R: Il PD, a Monreale, si è sciolto come neve al sole. Alle Regionali il partito era già crollato. Alle nazionali i risultati sono stati catastrofici. Occorre dire che questi risultati non possono essere spiegati e giustificati solo con il voto di protesta in favore del M5s. Altri partiti storici, come Forza Italia, infatti, non solo hanno mantenuto il loro consenso elettorale ma, addirittura, pur non avendo avuto un candidato locale, lo hanno aumentato. La verità è che da diversi mesi il PD locale si è disinteressato di amministrare la città e i suoi problemi, e ha iniziato una inutile quanto deprecabile guerra di poltrone. E la gente questo l’ha capito e l’ha punito. Il PD non ha neppure fatto un comizio in piazza, pur avendo il candidato locale. Il consenso elettorale personale di Renzi li aveva abituati a vincere facile. Nel momento in cui Renzi è caduto in disgrazia i politici locali sono stati costretti a dimostrare le loro capacità comunicative e le loro competenze: ed è stato un disastro.

D: Fin quando il partito è stato guidato dal commissario Antonio Rubino è riuscito a rimanere in giunta, determinando, nel bene o nel male, le sorti del paese. Con l’insediamento della nuova segreteria, a firma Quadrante, il partito si porta fuori dal governo della città, lasciato in mano al centro destra. Condivide la posizione assunta dall’attuale segreteria?

R: A Monreale il PD è stato determinante sia per l’elezione dell’attuale Sindaco sia per la guida del paese. I primi tre anni di amministrazione Capizzi sono stati importanti per la nostra città. Nonostante ciò una parte del partito, da sempre contraria alla segreteria di Toti Zuccaro, ma non ai suoi voti, ha deciso di chiedere, per esclusivi fini personali e interessi di corrente politica regionale, celati dietro una proposta di rilancio dell’azione amministrativa, la sostituzione della squadra assessoriale del PD. 

I primi tre anni di amministrazione Capizzi sono stati importanti per la nostra città

Con le dimissioni da Segretario di Toti Zuccaro e la nomina del Commissario Rubino è iniziato il declino del Pd Monrealese.

Il Commissario ha favorito l’inutile (per Monreale) guerra portata avanti dal gruppo consiliare del PD nei confronti degli assessori. E Rubino, assicuratosi l’appoggio per le successive sfide elettorali, ha sostituito gli assessori del PD, che sino ad allora si erano contraddistinti per l’importante azione svolta brillantemente sul territorio, con figure che non solo hanno ottenuto scarso gradimento da parte dei cittadini ma non sono riusciti minimamente ad incidere sull’azione amministrativa.

Il consigliere Quadrante, subentrata a Rubino, ha completato l’opera.

Il consigliere Quadrante avrebbe dovuto, sin da subito, dare un’impronta decisa alla sua segreteria, fornendo una proposta credibile e forte commisurata al nuovo scenario politico configuratosi dopo le regionali. E ciò per non tradire il mandato degli elettori che avevano assegnato al PD la guida del paese.

Il segretario Quadrante si è fatta commissariare da altri esponenti locali del PD

Invece si è fatta immediatamente commissariare da altri esponenti locali del PD, determinando, in modo inspiegabile, le condizioni per la fuoriuscita del partito dalla giunta.

Ha condotto una trattativa con il Sindaco in modo superficiale, fornendo nomi invece di parlare di programmi. Ha tentato di imporre al Sindaco, con un aut aut senza precedenti e senza giustificazioni logiche e politiche, tre assessori e il vicesindaco. E il Sindaco, politico navigato e furbo, ha fatto in modo che la rottura con il PD non si consumasse sui programmi o sul metodo, ma sui nomi dei tre futuri assessori.

La conseguenza? Questa trattativa è stata vista solo e soltanto come una guerra di poltrone portata avanti dal consigliere Quadrante e dai consiglieri. E i cittadini, ancora una volta, sono rimasti delusi e sconcertati.

D: Il segretario Manuela Quadrante ha commentato il risultato elettorale con un post su Facebook. Nessuna analisi del voto, nessuna autocritica. Se Lei oggi fosse il segretario locale del PD cosa farebbe alla luce del risultato elettorale conseguito?

R: Da socio fondatore del PD sono rammaricato per quanto accaduto e mi addolora dover assistere a questa disfatta. Ho dovuto prendere atto, già da tempo, che il PD di Monreale è il fratellastro del partito in cui ho militato per anni.

Se oggi fossi stato il segretario, a fronte del catastrofico risultato elettorale, avrei rassegnato le dimissioni e chiesto scusa ai militanti. Non aver fatto neppure un comizio testimonia come non si sia fatta alcuna campagna elettorale. Solo proclami e autocelebrazioni. E’ chiaro, infine, che il disastro elettorale si spiega col fatto che alcuni consiglieri, molti sedicenti maggiorenti e tanti componenti della segreteria non hanno fatto campagna elettorale. 

D: Uno sguardo fuori la Sicilia. Quale identità ha oggi il Partito Democratico? Si può definire ancora un partito di centro sinistra, o Renzi l’ha trasformato in qualcos’altro?

R: Sono d’accordo con Veltroni quando dice che il PD è rimasto imbrigliato nel senso di responsabilità. All’Italia serviva e serve una sinistra liberale, riformista e radicale nelle scelte e nei programmi.

Credo che il PD non rappresenti oggi una sinistra moderna e abbia perso con gli anni la voglia di comprendere i malesseri sociali che hanno alimentato invece i populismi, concentrandosi troppo sull’ampliamento dei consensi per sottrarre voti ai partiti di centro destra.

In parole povere la sinistra si è liquefatta. Sinceramente non ho mai approvato la visione monarchica del Renzismo. Devo dire che molti di quelli che oggi lo criticano, anche a livello regionale, hanno tratto beneficio dal Renzismo, sono stati miracolati dal Renzismo. Hanno idolatrato Renzi come un dio greco. Forse oggi farebbero bene a stare zitti e far parlare esclusivamente i non Renziani della prima ora, per dignità e coerenza.

Credo che il PD di oggi debba prima lavorare su stesso, interrogarsi, fare autocritica, cercare di tornare indietro per poter risorgere dalle ceneri ed essere credibile agli occhi dell’elettorato di sinistra prima di poter avanzare proposte credibili ai cittadini.

D: Per Antonello Cracolici il PD è divenuto ormai un autobus. Come valuta l’ingresso nel PD di Leoluca Orlando e di alcuni uomini provenienti dalle file del centro destra, come Dore Misuraca?

R: Non approvo né mai approverò coloro che sono approdati al PD solo per avere un comodo trampolino di lancio e, una volta ottenuta visibilità, consensi e magari anche qualche posto di rilievo, abbandonano il partito per tornare alle loro origini.

Credo che il partito avrebbe dovuto conservare un’identità forte, senza piegarsi a compromessi o scelte di comodo che, alla fine, penalizzano il partito e disorientano gli elettori. Il PD dovrebbe stare al passo con i tempi, cercando di dare risposte concrete ai problemi che affliggono i cittadini senza rivolgere l‘attenzione a personaggi che portano qualche dubbio voto a scapito della storia del partito.

D: Alla luce del risultato elettorale registrato a Monreale, quali effetti si potrebbero avere per le prossime amministrative?

R: Il 12 Marzo il Sindaco farebbe una cosa gradita a tutta la cittadinanza se rassegnasse le dimissioni. La città non può stare un altro anno in balia di un Sindaco che ormai da tempo ha cessato la sua funzione. Lo sanno tutti. Forse solo Lui non se ne è accorto. 

Il sindaco era stato eletto per amministrare la città di Monreale. Da tempo, ormai, fa solo ordinaria amministrazione e partecipa a cerimonie. Monreale, sin da subito, merita una amministrazione capace di ridarle quel posto di rilievo che da sempre ha occupato nella storia per merito soprattutto dei suoi monumenti lasciatici dai nostri avi.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • San Cipirello, ritrovato morto l’anziano scomparso tre giorni fa

    In Evidenza

    San Cipirello, 25 aprile 2018 - Dopo tre giorni di ricerche è stato ritrovato morto il 76enne scomparso. I carabinieri hanno rivenuto il cadavere di G.D.L. impiccato a un albero nelle campagne di San Cipirello. L'uomo si era allontanato da casa sua per raggiungere Piana degli Albanesi, fare una ..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità, per la conclusione dell’anno giubilare del 750° anniversario della dedicazione della Basilica Cattedrale

    In Evidenza

    Monreale, 25 aprile 2018 - Si terrà domani pomeriggio, alle ore 17,00, la conclusione dell’anno giubilare del 750° anniversario della dedicazione della Basilica Cattedrale di Monreale. Il 25 aprile 1267, primo lunedì dopo l’ottava di pasqua, la cattedrale fu consacrata alla Madonna dal Car..


  • Monreale, dalla periferia alla città: erba alta e incuria

    In Evidenza

    Monreale, 24 aprile 2018 - Erba non tagliata, erbacce alte fino a un metro e mezzo, vegetazione incolta e degrado diffuso. Questa è la situazione che si presenta sia alle porte di Monreale che nei quartieri del centro storico. Manutenzione dei marciapiedi, delle strade e sfalcio d'erba as..


  • Belmonte Mezzagno. Reintegrati al comune due geometri sospesi in seguito all’operazione Perseo

    In Evidenza

    Belmonte Mezzagno, 24 aprile 2018 - I giudici del Tar Lazio hanno accolto il ricorso presentato da due geometri del Comune di Belmonte Mezzagno che erano stati rimossi dopo le ispezioni prefettizie su possibili infiltrazioni mafiose degli organi elettivi. Nel 2008, nel corso dell’operazione dei..


  • Autismo, l’acqua può sviluppare la fiducia in sé stessi

    In Evidenza

    Monreale, 24 aprile 2018 -Nell’aula Sarina Ingrassia, le settimane scorse si sono svolti una serie di incontri tra ..


  • Mafia di San Giuseppe Jato e Monreale. Condanne per oltre 2 secoli di carcere I NOMI e FOTO

    In Evidenza

    [gallery ids="59992,59993,59994,59995,59996,59997,59999,60000,60001,60002,60003,60004,60005,60006,60007,60008,60009,60010,60011,60012,60013,60014,60015,60016,60017,60018,60019,60020,60021"] Palermo, 24 aprile 2018 - Il giudice Ferdinando Sestito del Tribunale ordinario di Palermo – sezione del Gi..


  • Grisì, un uomo impatta con due autovetture. Arrestato dai Carabinieri

    In Evidenza

    Grisì, 24 aprile 2018 - Nella serata di lunedì 23 aprile, i militari della Stazione di Grisì (PA) hanno tratto in arresto un uomo, colto in flagranza del reato di danneggiamento aggravato di autovetture. L’uomo, alla guida della propria autovettura, andava ad impattare contro due autove..


  • San Cipirello, 76enne esce per comprare il pane e scompare

    In Evidenza

    San Cipirello, 24 aprile 2018 - Da domenica 22 aprile non si hanno più notizie del 76enne Giuseppe De Luca. Era uscito di casa, San Cipirello, per raggiungere Piana degli Albanesi. Lì avrebbe dovuto comprare il pane, fare una passeggiata per il paese e passare al circolo ricreativo, ma dell'anzian..


  • Monreale. La donna nel corso dei secoli, attraverso il ritratto di Rosalia Novelli, la Virdimura e Mariannina Coffa

    In Evidenza

    “La donna e l’intelligenza: una sfida lungo i secoli”. È questo il tema dell’incontro che si terrà sabato 28 aprile, alle ore 17,30, presso la Biblioteca Santa Maria La Nuova (sezione Fondo antico), nel complesso Guglielmo II. L’incontro sarà l’occasione per presentare il libro di Rit..


  • Villa comunale, un pool di esperti volontari per il ripristino dell’area in frana

    In Evidenza

    Monreale, 24 aprile 2018 - Stamattina si è svolto un sopralluogo tecnico all'interno della Villa comunale di Monreale finalizzato alla sua riapertura integrale. Il Giardino delle delizie monrealese, dal marzo 2011, a seguito del crollo di una porzione di muro della balconata del Belvedere, era stat..


  • Colpo al clan mafioso di Monreale, sequestrati i beni a Vincenzo Madonia

    In Evidenza

    Palermo, 24 aprile 2018 - La sezione Misure di Prevenzione della Procura di Palermo ha deciso il sequestro di alcuni beni riconducibili a Vincenzo Madonia, uomo d’onore monrealese, ex parrucchiere, arrestato nel 2008 e condannato nell’ambito dell’operazione antimafia Perseo, che bloccò il ten..


  • Monreale, sindaco senza maggioranza solida. Va sotto in consiglio comunale

    In Evidenza

    Monreale, 24 aprile 2018 - La maggioranza non ha i numeri in consiglio comunale e non riesce ad approvare il regolamento per la gestione della galleria civica. Al momento della votazione una cospicua schiera di consiglieri di minoranza, nel corso della seduta di ieri, ha abbandonato l’aula non con..


  • Partirà con anticipo la campagna antincendio in Sicilia

    In Evidenza

    Palermo, 23 aprile 2018 - Quest’anno saranno 15 i mezzi aerei a disposizione in Sicilia per fronteggiare gli incendi nella stagione estiva; nove sono messi a disposizione dal Dipartimento nazionale della Protezione civile, quattro dei quali finanziati dalla Regione siciliana in convenzione con for..


  • Furto all’ospedale Cervello, rubati quattro computer per la ricerca (FOTO)

    In Evidenza

    Palermo, 23 aprile 2018 - Ancora furti all’ospedale Cervello. La scorsa notte sono stati presi di mira dai ladri quattro computer in uffici e laboratori, utili al funzionamento di importanti macchinari per la diagnosi e la ricerca contro le leucemie e i linfomi.&n..


  • In vigore l’Edilizia libera 2018: 58 gli interventi che non necessitano più di autorizzazione

    In Evidenza

    Una bella notizia per chi vorrebbe eseguire dei lavori di manutenzione, di installazione di impianti o semplicemente vuole ristrutturare la propria abitazione. È entrato in vigore il decreto del 22 marzo che contiene il glossario dell’edilizia libera. Il documento contiene l’elenco di tutte le ..


  • “Era un giardino meraviglioso: piante esotiche, alberi di banano, maestosi ficus e una vasca con calle e pesci rossi”. Il racconto di Maria, nipote del custode della Villa

    In Evidenza

    Monreale, 23 aprile 2018 - In questo ultimo periodo la redazione di FiloDiretto Junior, insieme ai compagni delle classi I F e I E della scuola media di Aquino, ci siamo occupati di ricostruire la storia della villa Belvedere di Monreale. Le ultime vicende riguardanti i due ficus della villa ci hann..


  • Tragedia a Palermo, un ragazzo di 18 anni si lancia dal nono piano

    In Evidenza

    Palermo, 23 aprile 2018 - Un'altra tragedia della disperazione a Palermo che provoca un grande dolore in parenti e amici. Un ragazzo di 18 anni è morto dopo essersi lanciato dal nono piano di un palazzo. La tragedia si è consumata nel rione Sperone di Palermo.   Ad avvertire la polizi..


  • La Confraternita SS. Crocifisso e l’impegno verso i giovani. Valentino Mirto: “Abbiamo solo una stanza dove riusciamo a fare tanto”

    In Evidenza

    [caption id="attachment_59736" align="alignright" width="300"] Foto Massimo Palmigiano[/caption] M..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com