L’arcivescovo di Monreale a scolari di Ted Formazione. «Un mestiere per il vostro futuro»

«La scuola deve riuscire a valorizzare le vostre capacità manuali»

Monreale, 1 marzo 2018 – «Studiate con impegno perché è fondamentale per affrontare la vita ed imparate un mestiere che possa garantirvi un futuro». È l’esortazione che l’arcivescovo di Monreale Michele Pennisi ha avanzato agli studenti del centro di formazione professionale Ted Formazione di Monreale. Questa mattina il vescovo si è recato in visita presso la sede monrealese dell’istituto di formazione professionale di via Baronio Manfredi, all’interno del complesso della Casa del sorriso, proseguendo le attività di visita pastorale all’interno della diocesi di Monreale. Pennisi, che è anche vescovo delegato per l’istruzione in Sicilia, nei giorni scorsi ha già fatto visita alle altre realtà scolastiche del territorio, scuole materne, medie e superiori.

«La scuola – ha detto il vescovo di Monreale ai ragazzi dopo aver fatto visita alle aule ed ai laboratori – deve adattarsi alle richieste degli studenti. La scuola deve riuscire a valorizzare le vostre capacità manuali». Pennisi ha poi esortato i ragazzi all’impegno e allo studio. «I ragazzi che frequentano gli istituti professionali – ha proseguito – non devono sentirsi studenti di serie b ma studenti orgogliosi d’intraprendere un’esperienza che aiuta loro a conoscere la realtà del lavoro, a fare amicizie e, soprattutto, a prepararsi per entrare nel mondo del lavoro imparando un mestiere».

La scuola che insegna un mestiere è per l’arcivescovo monrealese un’opportunità per potersi garantire un futuro. «Altre scuole non riescono a garantire questa opportunità – ha concluso – ma ciò richiede impegno e l’impegno dei formatori. Serve inoltre, umanità e professionalità». Il prelato ha infine risposto ad alcune domande poste dagli studenti del centro di formazione e ha ascoltato diverse considerazioni dei ragazzi che all’interno delle sedi di Ted formazione imparano i mestieri di cuoco, pasticcere, acconciatore, estetista.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.