Oggi è 22/03/2019

Politica

Populismo, declino della politica, riesumazione di un passato storico tragico, addobbato di valenze tanto inesistenti quanto pericolose

La politica che parla alla pancia degli italiani, alimentando messaggi xenofobi, razzisti, fascisti

Pubblicato il 25 febbraio 2018

Populismo, declino della politica, riesumazione di un passato storico tragico, addobbato di valenze tanto inesistenti quanto pericolose

Monreale, 25 febbraio 2018 – 

“Io, se fossi Dio,

non avrei fatto gli errori di mio figlio,

e sull’amore e sulla carità

mi sarei spiegato un po’ meglio.

Infatti non è mica normale

che un comune mortale

per le cazzate tipo “compassione” e “fame in India”,

c’ha tanto amore di riserva

che neanche se lo sogna,

che viene da dire:

ma dopo come fa a essere così carogna?”

“Io se fossi Dio” è un bellissimo brano di Giorgio Gaber del 1980. Il pezzo è uno di quelli particolarmente sofferti, un lungo e amaro atto di accusa alla società e alla politica italiana di quegli anni. Una poetica fatta di parole dure e affilate come lame, con le quali Gaber si rivolge ai politici, ai giornalisti e a tutti quelli che andavano (e vanno tuttora) avanti tra ipocrisia e disonestà intellettuale. Alla rabbia segue poi uno struggente senso di scoramento unito ad un’apparente rassegnazione e distacco.

Mi è sempre piaciuta questa canzone, come d’altronde tutta la produzione di Giorgio Gaber, poiché risulta essere  tristemente attuale a distanza di quasi quarant’anni.

Credo che Gaber stesso, quando scrisse questo testo, come tanti altri testi, non immaginasse (o forse sì) quanto esso potesse risultare reale e adattabile a possibili e ben più complessi scenari futuri.

In questo preciso momento della storia contemporanea si assiste forse al declino più evidente di quella politica finalizzata, almeno ideologicamente, al bene comune, alla tutela di ogni prerogativa sociale, la cosiddetta politica con la P maiuscola. A ciò corrisponde un’inesorabile, preoccupante e in parte giustificata sfiducia nelle istituzioni, sempre più generalizzata.

Una buona parte della società attuale ha perso la speranza e di conseguenza una vitale prospettiva futura

Ciò che rappresenta ormai il dato più allarmante, di fatto, nasce dalla constatazione di come una buona parte della società attuale abbia perso la speranza e di conseguenza una vitale prospettiva futura, incarnata nella voglia costante di impegnarsi per un mondo migliore.

La gente sembra sempre più rassegnata al declino e, di conseguenza, a un individualismo senza precedenti. Persino una cospicua porzione di quelli che hanno sempre creduto ai più radicati ed elevati valori legati a un impegno politico intellettualmente onesto ed efficace, mostra di essersi ormai arresa dinnanzi ai reiterati e macroscopici fallimenti.

L’individualismo fomentato dalla sfiducia nella politica e nelle istituzioni che della politica sono l’espressione, fa rima con populismo, l’autentico “termine-emblema” dei nostri tempi.

Consultando i significati che il dizionario Treccani attribuisce alla definizione di populismo leggiamo: “atteggiamento ideologico che, sulla base di princìpi e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi”.

Nel suo significato più esaustivo e non banalizzato dall’uso demagogico che si fa del termine stesso, esso, in buona sostanza, rappresenta l’idea che “il popolo” sia sempre dalla parte della ragione, e che affidarsi al popolo sia l’approccio migliore per affermare la “verità” rispetto alle proposte e alle decisioni, considerate non del tutto aderenti alle istanze popolari, proprie della politica “elitaria”.

Nella realtà attuale il termine “populismo” ha assunto un significato molto più ambiguo e sfaccettato, una sorta di marchio ambivalente per delineare l’ascesa politica, figlia dell’insoddisfazione e della sfiducia generalizzate, di gruppi e movimenti diversi tra loro, alcuni dei quali ispirati da posizioni palesemente nazionaliste, conservatrici e di destra. Gruppi politici che fondano il loro “esistere” sulla contestazione, a volte un po’ pretestuosa e non del tutto sincera e autentica, delle classi dirigenti attuali. Una contestazione che, però, pare non voglia contrapporre alla politica tradizionalmente intesa l’idea originaria che ha plasmato la definizione autentica di populismo.

I messaggi cosiddetti populisti, che circolano e si intrecciano come corollario di questo traballante e incerto quadro politico italiano, non supportano, infatti, il dato comune secondo cui il popolo nel suo insieme unitario rappresenti la verità, anzi ritengono spesso che la ragione stia nelle fazioni più o meno estese a cui appartengono, in totale opposizione ad altre diverse fazioni populiste.

Tra le pieghe di tali messaggi troviamo tutto ciò che solletica, più o meno esplicitamente, la rabbia sofferente di molti italiani, quella rabbia di “pancia”, quella più immediata e tangibile.

Se é vero, però, che la “pancia” per certi versi può essere intesa come il nostro “secondo cervello”, è altrettanto vero che essa non ha memoria: la pancia soffre, ma non riflette, urla ma non comunica, rigurgita ma non si ferma a pensare.

La “pancia”, inoltre, non segue traiettorie riflessive, reali e di buon senso per cercare di stabilire una diagnosi certa ai sintomi delle gravi iniquità sociali, la “pancia” segue percorsi accidentati e vicoli ciechi che attribuiscono la responsabilità di ogni anomalia solo ad un versante, ovvero a determinate “categorie” di individui o a specifiche situazioni in maniera non di rado pretestuosa.

Tali pretesti sono convenienti e si prestano come oggetto prioritario per tessere la trama di supposizioni politiche spesso frutto di “visioni d’insieme” troppo soggettive e superficialmente interpretate. 

La “pancia” non si pone molti perché, la “pancia” sente come elementi propri solo i rigurgiti rabbiosi, che siano xenofobi, razzisti o fascisti poco importa, la “pancia” vomita bile … quello sa fare.

Su questa modalità si sta avviando uno stile piuttosto omologato e omologante di ipotizzare l’impegno politico, si nota, infatti, una sorta di “populizzazione” in chiave aggressiva di ogni ideale propositivo.

La “pancia” sente come elementi propri solo i rigurgiti rabbiosi, che siano xenofobi, razzisti o fascisti poco importa, la “pancia” vomita bile … quello sa fare

Si assiste alla manifestazione di ogni principio e del suo contrario, alla strumentalizzazione di qualsiasi pretesto, valore o fatto di cronaca, alla riesumazione di un passato storico che può definirsi universalmente tragico, per addobbarlo di valenze tanto inesistenti quanto pericolose.

La speranza, l’umanità, la condivisione (sempre che siano mai autenticamente esistite come valore intrinseco e imprescindibile) sembrano frantumarsi contro il muro dell’indifferenza e della rabbia, come se l’esistenza di alcuni esseri umani rappresentasse un grave danno per l’esistenza di altri esseri umani e che la rimozione della possibilità di una comune convivenza costituisse la panacea di tutti i problemi sociali ed economici.

La speranza basata esclusivamente su soluzioni sociali che sottendono l’esclusione, spacciate come percorsi equi e pseudo-solidali, sui quali, però, incombe, più o meno esplicitamente, l’ombra cupa del razzismo e della xenofobia, non è da ritenersi tale. 

La speranza per un mondo più giusto ed equo deve avere radici che affondano nel terreno fertile della moralità e dell’etica, perché, come dice Gaber: “se io fossi Dio non avrei proprio più pazienza inventerei di nuovo una morale e farei suonare le trombe per il Giudizio universale”

Ricevi tutte le news

Francesco Noto

Cara prof. Maria Rosa, ancora una volta ci regali un’analisi socio-politica lucida, ineccepibile e del tutto condivisibile. Grazie. Francesco Noto

25 febbraio 2018 | 21:11 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Operazione “Artemisia”, Lagalla: “Le mie azioni istituzionali ispirate a criteri di correttezza e rispetto della legge”

    Politica

    Palermo, 21 marzo 2019 - La politica nella bufera a seguito dell’operazione "Artemisia”, messa a segno dai Carabinieri del Comando Provinciale di Trapani contro un vasto sistema corruttivo guidato da una loggia segreta in grado di condizionare la politica. Sono 27 gli ordini di a..


  • Partinico, incendiate le auto della famiglia del sindacalista Nicola Barone

    Politica

    Partinico, 21 marzo 2019 - D

    Continua a Leggere

  • Elezioni sindaco, ballottaggio Capizzi-Madonia secondo un sondaggio di Monrealenews

    Politica

    Monreale, 21 marzo 2018 – Sono ben 18.406 le persone che hanno espresso la propria preferenza in un sondaggio proposto dalla testata online Monrealenews e il risultato è sorprendente. A superare il primo turno elettorale e a contendersi la fascia tricolore del comune di Monreale, secondo i let..

    Continua a Leggere

  • “La stagione culturale del MAM”: eventi per valorizzare il patrimonio artistico di Monreale

    Politica

    Monreale, 21 marzo 2019 - Il museo d'arte del mosaico di Monreale inaugura  "La stagione culturale del MAM".  Inaugurato nel Dicembre del 2017 e situato all’interno del complesso monumentale “Guglielmo II”, il ..

    Continua a Leggere

  • A Partinico la Marcia della Legalità. Don Inzerillo: “Non avere paura e ritrovare il coraggio per andare avanti”

    Politica

    Riceviamo e pubblichiamo "Carissimi, quest’anno l’Arcivescovo ha scelto la Città di Partinico come luogo per la “Marcia della Legalità” che si terrà sabato 23 marzo 2019, con inizio alle ore 16.30 dal Monumento ai Caduti, con una seconda tappa in Piazza D..

    Continua a Leggere

  • Rosanna Giannetto: Un piano straordinario per il tempo pieno ed il tempo prolungato. Assicurare 40 ore settimanali anziché le 27 o 30 ore attuali di studio a scuola

    Politica

    Monreale, 21 marzo 2019 - “Un piano straordinario per il tempo pieno ed il tempo prolungato. Assicurare 40 ore settimanali anziché le 27 o 30 ore attuali di studio a scuola”. Rosanna Giannetto, candidata al consiglio comunale con la lista Monreale Bene Comune, nonché designata assessore dal..

    Continua a Leggere

  • Aquino. Fondo Pasqualino. Centro per disabili tra rifiuti, topi e degrado. Caputo: “Situazione ai limiti della civiltà”

    Politica

    [gallery ids="95542,95541,95540,95539,95538,95537,95536"] Monreale, 21 marzo 2019 - "Vedere un centro per disabili chiuso, trasformato in un deposito, vandalizzato e circondato da topi, rifiuti anche pericolosi, erbacce e strade divelte, da il senso del degrado e di abbandono in cui l’Amministr..

    Continua a Leggere

  • Operazione Artemisia, pensioni in cambio di voti. Francesco Cascio tra gli arrestati. Avviso di garanzia per l’assessore Roberto Lagalla

    Politica

    Palermo, 21 marzo 2019 - I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trapani hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari, emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribun..

    Continua a Leggere

  • Gli studenti della Guglielmo II alla finale provinciale di calcio a 5 

    Politica

    [gallery ids="95500,95501,95502,95503,95504,95505"]   Palermo, 20 marzo 2019 - In occasione della finale provinciale di calcio a 5, inserita nel progetto dei campionati studenteschi, venerdì 15 marzo ben dieci studenti del nostro istituto, provenienti dalle classi della secondaria di pri..

    Continua a Leggere

  • Partinico, sabato la marcia della legalità

    Politica

    Partinico, 20 marzo 2019 - La Cisl Palermo Trapani parteciperà anche quest’anno alla marcia della legalità che si terrà sabato 23 marzo a Partinico. La manifestazione è organizzata dall’Arcidiocesi di Monreale, in collaborazione con le parrocchie e le sigle sindacali. Il corteo partirà alle..

    Continua a Leggere

  • Presentazione del libro “IL PICCOLINO” al Circolo di Cultura Italia

    Politica

    Monreale, 20 marzo 2019 - Nuovo appuntamento culturale Giovedì 21 Marzo, alle ore 17:00, presso la sede del  Circolo di Cultura Italia a Monreale, dove si terrà la presentazione del libro “IL PICCOLINO” dello scrittore Dariush Baghi, Presidente e..

    Continua a Leggere

  • Sabato 23 il candidato sindaco Alberto Arcidiacono si presenta agli elettori

    Politica

    Monreale, 20 marzo 2019 - Si terrà sabato prossimo, 23 marzo, alle ore 17,00, l’apertura della campagna elettorale di Alberto Arcidiacono, candidato sindaco di Monreale alle prossime amministrative del 28 aprile. Sono quattro i movimenti che hanno deciso di sostenere Arcidiacono. Diventerà Be..

    Continua a Leggere

  • In arrivo 65mila euro per l’Oreto. Adesso tocca ai comuni di Monreale, Altofonte e Palermo

    Politica

    Monreale, 19 marzo 2019 - Grazie al coinvolgimento di oltre 80mila persone, il fiume Oreto ha vinto il secondo premio del concorso "I Luoghi del cuore", indetto dal Fondo Ambiente Italiano che serve proprio a riqualificare monumenti e aree di interesse ambientale, storico, artistico e culturale. Ade..

    Continua a Leggere

  • Monreale, i tassisti da anni nel limbo. Vertice all’assessorato alle Infrastrutture

    Politica

    Monreale, 19 marzo 2019 – "Probabilmente il percorso Arabo Normanno potrà essere la chiave di volta per risolvere l’annoso problema dei collegamenti tra Monreale e Palermo che da anni limita l’attività dei sette tassisti della cittadina". Questa mattina il Dirigente regionale dell’Assessor..

    Continua a Leggere

  • “Tifiamo Europa” sceglie l’Adelkam, il gemellaggio sarà con la Romania

    Politica

    “Un progetto europeo di gemellaggio con la Romania che vede protagonista in tutta la Sicilia l’ASD Costa Gaia Adelkam”, spiega il dirigente Giovanni Tinervia. “Tifiamo Europa” è rivolto alle scuole calcio affiliate alla Federazione Italiana Giuoco Calcio, società con sede in tutto il ter..

    Continua a Leggere

  • In tre mesi donate sessanta parrucche alle pazienti oncologiche

    Politica

    Monreale, 19 marzo 2019 - Sessanta parrucche donate in tre mesi, con richieste da tutta la Sicilia. È il bilancio dell'iniziativa avviata a dicembre da Assoacconciatori e rivolta alle pazienti oncologiche. I professionisti della categoria, parte integrante dell'Area Produzione di Confeserce..

    Continua a Leggere

  • Lagalla: “Se volete essere liberi nella vita dovete apprendere”. L’assessore alla formazione a Monreale invitato da TED

    Politica

    [gallery ids="95378,95377,95376,95375,95374,95372,95369,95368,95367,95366,95365,95364,95363,95362,95361,95360,95359,95358,95357,95356,95380,95381,95382"] Monreale, 19 marzo 2019 - Si è tenuto questa mattina il convegno “Tra devozione e folklore” organizzato dalla scuola di formazione TED, al..

    Continua a Leggere

  • Corleone. Si gira il film “Il delitto Mattarella”

    Politica

    Corleone, 19 marzo 2019 - A Corleone un consiglio comunale in piazza con due ospiti d’eccezione, in una giornata particolare, quella dedicata al ricordo delle vittime delle mafia. Il 21 marzo saranno ospiti della città il regista Aurelio Grimaldi e l’attore David C..


  • Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com