Oggi è 18/11/2018

Politica

Populismo, declino della politica, riesumazione di un passato storico tragico, addobbato di valenze tanto inesistenti quanto pericolose

La politica che parla alla pancia degli italiani, alimentando messaggi xenofobi, razzisti, fascisti

Pubblicato il 25 febbraio 2018

Populismo, declino della politica, riesumazione di un passato storico tragico, addobbato di valenze tanto inesistenti quanto pericolose

Monreale, 25 febbraio 2018 – 

“Io, se fossi Dio,

non avrei fatto gli errori di mio figlio,

e sull’amore e sulla carità

mi sarei spiegato un po’ meglio.

Infatti non è mica normale

che un comune mortale

per le cazzate tipo “compassione” e “fame in India”,

c’ha tanto amore di riserva

che neanche se lo sogna,

che viene da dire:

ma dopo come fa a essere così carogna?”

“Io se fossi Dio” è un bellissimo brano di Giorgio Gaber del 1980. Il pezzo è uno di quelli particolarmente sofferti, un lungo e amaro atto di accusa alla società e alla politica italiana di quegli anni. Una poetica fatta di parole dure e affilate come lame, con le quali Gaber si rivolge ai politici, ai giornalisti e a tutti quelli che andavano (e vanno tuttora) avanti tra ipocrisia e disonestà intellettuale. Alla rabbia segue poi uno struggente senso di scoramento unito ad un’apparente rassegnazione e distacco.

Mi è sempre piaciuta questa canzone, come d’altronde tutta la produzione di Giorgio Gaber, poiché risulta essere  tristemente attuale a distanza di quasi quarant’anni.

Credo che Gaber stesso, quando scrisse questo testo, come tanti altri testi, non immaginasse (o forse sì) quanto esso potesse risultare reale e adattabile a possibili e ben più complessi scenari futuri.

In questo preciso momento della storia contemporanea si assiste forse al declino più evidente di quella politica finalizzata, almeno ideologicamente, al bene comune, alla tutela di ogni prerogativa sociale, la cosiddetta politica con la P maiuscola. A ciò corrisponde un’inesorabile, preoccupante e in parte giustificata sfiducia nelle istituzioni, sempre più generalizzata.

Una buona parte della società attuale ha perso la speranza e di conseguenza una vitale prospettiva futura

Ciò che rappresenta ormai il dato più allarmante, di fatto, nasce dalla constatazione di come una buona parte della società attuale abbia perso la speranza e di conseguenza una vitale prospettiva futura, incarnata nella voglia costante di impegnarsi per un mondo migliore.

La gente sembra sempre più rassegnata al declino e, di conseguenza, a un individualismo senza precedenti. Persino una cospicua porzione di quelli che hanno sempre creduto ai più radicati ed elevati valori legati a un impegno politico intellettualmente onesto ed efficace, mostra di essersi ormai arresa dinnanzi ai reiterati e macroscopici fallimenti.

L’individualismo fomentato dalla sfiducia nella politica e nelle istituzioni che della politica sono l’espressione, fa rima con populismo, l’autentico “termine-emblema” dei nostri tempi.

Consultando i significati che il dizionario Treccani attribuisce alla definizione di populismo leggiamo: “atteggiamento ideologico che, sulla base di princìpi e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi”.

Nel suo significato più esaustivo e non banalizzato dall’uso demagogico che si fa del termine stesso, esso, in buona sostanza, rappresenta l’idea che “il popolo” sia sempre dalla parte della ragione, e che affidarsi al popolo sia l’approccio migliore per affermare la “verità” rispetto alle proposte e alle decisioni, considerate non del tutto aderenti alle istanze popolari, proprie della politica “elitaria”.

Nella realtà attuale il termine “populismo” ha assunto un significato molto più ambiguo e sfaccettato, una sorta di marchio ambivalente per delineare l’ascesa politica, figlia dell’insoddisfazione e della sfiducia generalizzate, di gruppi e movimenti diversi tra loro, alcuni dei quali ispirati da posizioni palesemente nazionaliste, conservatrici e di destra. Gruppi politici che fondano il loro “esistere” sulla contestazione, a volte un po’ pretestuosa e non del tutto sincera e autentica, delle classi dirigenti attuali. Una contestazione che, però, pare non voglia contrapporre alla politica tradizionalmente intesa l’idea originaria che ha plasmato la definizione autentica di populismo.

I messaggi cosiddetti populisti, che circolano e si intrecciano come corollario di questo traballante e incerto quadro politico italiano, non supportano, infatti, il dato comune secondo cui il popolo nel suo insieme unitario rappresenti la verità, anzi ritengono spesso che la ragione stia nelle fazioni più o meno estese a cui appartengono, in totale opposizione ad altre diverse fazioni populiste.

Tra le pieghe di tali messaggi troviamo tutto ciò che solletica, più o meno esplicitamente, la rabbia sofferente di molti italiani, quella rabbia di “pancia”, quella più immediata e tangibile.

Se é vero, però, che la “pancia” per certi versi può essere intesa come il nostro “secondo cervello”, è altrettanto vero che essa non ha memoria: la pancia soffre, ma non riflette, urla ma non comunica, rigurgita ma non si ferma a pensare.

La “pancia”, inoltre, non segue traiettorie riflessive, reali e di buon senso per cercare di stabilire una diagnosi certa ai sintomi delle gravi iniquità sociali, la “pancia” segue percorsi accidentati e vicoli ciechi che attribuiscono la responsabilità di ogni anomalia solo ad un versante, ovvero a determinate “categorie” di individui o a specifiche situazioni in maniera non di rado pretestuosa.

Tali pretesti sono convenienti e si prestano come oggetto prioritario per tessere la trama di supposizioni politiche spesso frutto di “visioni d’insieme” troppo soggettive e superficialmente interpretate. 

La “pancia” non si pone molti perché, la “pancia” sente come elementi propri solo i rigurgiti rabbiosi, che siano xenofobi, razzisti o fascisti poco importa, la “pancia” vomita bile … quello sa fare.

Su questa modalità si sta avviando uno stile piuttosto omologato e omologante di ipotizzare l’impegno politico, si nota, infatti, una sorta di “populizzazione” in chiave aggressiva di ogni ideale propositivo.

La “pancia” sente come elementi propri solo i rigurgiti rabbiosi, che siano xenofobi, razzisti o fascisti poco importa, la “pancia” vomita bile … quello sa fare

Si assiste alla manifestazione di ogni principio e del suo contrario, alla strumentalizzazione di qualsiasi pretesto, valore o fatto di cronaca, alla riesumazione di un passato storico che può definirsi universalmente tragico, per addobbarlo di valenze tanto inesistenti quanto pericolose.

La speranza, l’umanità, la condivisione (sempre che siano mai autenticamente esistite come valore intrinseco e imprescindibile) sembrano frantumarsi contro il muro dell’indifferenza e della rabbia, come se l’esistenza di alcuni esseri umani rappresentasse un grave danno per l’esistenza di altri esseri umani e che la rimozione della possibilità di una comune convivenza costituisse la panacea di tutti i problemi sociali ed economici.

La speranza basata esclusivamente su soluzioni sociali che sottendono l’esclusione, spacciate come percorsi equi e pseudo-solidali, sui quali, però, incombe, più o meno esplicitamente, l’ombra cupa del razzismo e della xenofobia, non è da ritenersi tale. 

La speranza per un mondo più giusto ed equo deve avere radici che affondano nel terreno fertile della moralità e dell’etica, perché, come dice Gaber: “se io fossi Dio non avrei proprio più pazienza inventerei di nuovo una morale e farei suonare le trombe per il Giudizio universale”

Ricevi tutte le news

Francesco Noto

Cara prof. Maria Rosa, ancora una volta ci regali un’analisi socio-politica lucida, ineccepibile e del tutto condivisibile. Grazie. Francesco Noto

25 febbraio 2018 | 21:11 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Vittoria schiacciante per il Monreale contro il Finale. Comincia a prendere corpo l’impronta di Sorrentino

    Politica

    Monreale, 18 novembre 2018 - Ieri la prima trasferta per l'Atletico Monreale, e non tardano ad arrivare i primi tre punti ai danni del Finale a Pollina. I ragazzi rossoblu di mister Davide Sorrentino hanno piegato una squadra tosta con una doppietta di Ferraro, una di Lo Giudice e i goal di Costanti..

    Continua a Leggere

  • Roccamena, il sindaco nomina esperto a 1.800 € al mese. L’opposizione insorge: “Ennesimo spreco”. Ciaccio difende la sua scelta: “Il comune risparmia”

    Politica

    Roccamena, 18 novembre 2018 - Il 7 novembre il sindaco del comune di Roccamena, Tommaso Ciaccio, ha nominato un consulente in qualità di “esperto del Sindaco”, in materia di protezione civile, ambiente e servizio idrico integrato. Si tratta del dott. Onofrio Maurizio Todaro, che come si legge d..

    Continua a Leggere

  • Il Mosaico, ancora nessuna coalizione ma tanti interlocutori. “Buon dialogo con Monreale Bene Comune, ma rimangono ancora le distanze”

    Politica

    Monreale, 17 novembre 2018 - Si è tenuto oggi pomeriggio, alle 17.30 presso i locali del Collegio di Maria, l'Assemblea degli iscritti e dei simpatizzanti de "Il Mosaico". Il Movimento, presentato il

    Continua a Leggere

  • “I Beni Culturali Ecclesiastici Tutela e protezione tra presente e futuro”, se ne parlerà martedì nel Palazzo Arcivescovile di Monreale

    Politica

    Martedì 27 novembre, alle ore 9.00, presso il Palazzo Arcivescovile di Monreale, si svolgerà il convegno su “Beni culturali ecclesiastici: tutela e protezione tra presente e futuro", organizzato dall'Arcidiocesi di Monreale con il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Palermo. Il fine è quello ..

    Continua a Leggere

  • Caputo: “Project Financing con privati e istituti bancari per creare un parcheggio multipiano in contrada Cirba”

    Politica

    Monreale, 17 novembre 2018 -  Un parcheggio multipiano a valle di contrada Cirba attraverso un sistema di Project Financing coinvolgendo imprenditori privati e istituti bancari nella sua costruzione e gestione. È questa la proposta av..

    Continua a Leggere

  • Assistenza igienico-sanitaria disabili, dalla Regione oltre sei milioni di nuove risorse

    Politica

    Palermo, 17 novembre 2018 - L’assessore regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali Mariella Ippolito ha provveduto a reperire somme aggiuntive per 6 milioni e quattrocentoseimila euro, per dare un ulteriore contributo alle Città Metropolitane ed ai Liberi Consorzi di Comuni per l’assis..

    Continua a Leggere

  • Elezioni a Corleone, Saporito sceglie la sua squadra di assessori e vicesindaco

    Politica

    Corleone, 17 novembre 2018 - Il candidato Sindaco Salvatore Saporito scioglie le riserve indicando come assessori la dottoressa Francesca Benigno, psicologa, e Mario Orlando, animatore dello sport corleonese. Il dottor Giuseppe Crapisi e l’imprenditore Antonio Navarra erano già stati designati al..

    Continua a Leggere

  • Scatta l’arresto a Partinico, trovati 25 grammi di cocaina in un deposito

    Politica

    Partinico, 17 novembre 2018 - È stato arrestato questa mattina Giuseppe Pellitteri, di anni 61, con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Presso un deposito del Pellitteri sono stati trovati 25 grammi di cocaina suddivisi in 25 dosi e 10 grammi non confezionati e 70 eu..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Commemorazione del Carabiniere Rosario Pietro Giaccone, ucciso dalla mafia

    Politica

    Monreale, 17 novembre 2018 - Si è svolta oggi, presso il cimitero di Monreale, la cerimonia di commemorazione dell'omicidio del Car. Aus. – in congedo – Rosario Pietro Giaccone, Medaglia d’oro al valor civile. L'omicidio era avvenuto il 17 novembre 1986 ad opera della mafia per rappresagli..

    Continua a Leggere

  • Aquino, negozi allagati. L’edicolante: 2000 € di danni. La rabbia degli esercenti FOTO E VIDEO

    Politica

    [gallery ids="83112,83098,83091,83088,83087,83085,83083,83073,83069,83067,83065,83068"] Monreale, 17 novembre 2018 - Aquino conta i danni causati dal forte temporale di questa notte. La frazione monrealese è tra le aree più colpite dalle forti acque che sono entrate nei locali della piazza. Dan..

    Continua a Leggere

  • Esonda il torrente “Vadduneddu”. Un’auto trascinata in acqua. Via Corpo di Guardia interdetta. Fango nelle abitazioni

    Politica

    [gallery ids="83058,83059,83060,83062,83064,83066,83070,83074,83075,83076,83077,83078,83080,83081,83089,83092,83093,83094,83095,83096,83097,83079"] Monreale, 17 novembre 2018 - Un altro temporale e inizia la conta dei danni subiti. Questa notte le forti piogge hanno danneggiato abitazioni e st..

    Continua a Leggere

  • Maltempo, Monreale gravemente colpita. Locali allagati e danni in via Circonvallazione

    Politica

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=ooOK7U3yFCE&feature=youtu.be[/embed] Monreale, 17 novembre 2018 - Continua il maltempo in Sicilia. Nella notte tra venerdì e sabato le forti piogge hanno creato disagi non indifferenti a Monreale. Verso le 22.00 l'acqua ha cominciato a entrare nel risto..

    Continua a Leggere

  • “Basta poco per renderli felici”: nasce l’associazione per il recupero e la valorizzazione delle risorse del territorio

    Politica

    Nasce "Basta Poco per Renderli Felici", la neo associazione culturale ha sede a San Martino delle Scale. Uno dei suoi obiettivi principali è il recupero e la valorizzazione delle risorse del territorio. Prevista per domenica 25 novembre la Fiera di Natale, il primo evento dell'Associazione si te..

    Continua a Leggere

  • Temporale a Monreale, strade allagate e voragini anche a Borgo Molara

    Politica

    Monreale, 17 novembre 2018 - Circonvallazione e via Ponte Parco si sono allagate, così anche delle case al pian terreno ad Aquino. Voragini si sono aperte nell'asfalto ma anche alcune attività commerciali hanno subito disagi. Stamattina si contano i danni del temporale che si è abbattuto ieri ser..

    Continua a Leggere

  • Resto al Sud, finanziamenti agevolati anche per professionisti e Under 46

    Politica

    Monreale, 16 novembre 2018 - Si allarga l'agevolazione ai professionisti e l’innalzamento dell’età massima per i beneficiari. Il bando Resto al Sud 2019 ha esteso la platea dei possibili beneficiari. Dal 1 gennaio 2019, infatti, potranno partecipare al bando anche gli under 46 e i liberi profes..

    Continua a Leggere

  • Corleone, vi abitava Riina. Adesso la strada intitolata a Cesare Terranova, il magistrato che indagò sui corleonesi

    Politica

    Corleone, 16 novembre 2018 - Da sabato 17 novembre via Scorsone cambia nome e diventa via Cesare Terranova. Scelta emblematica, a ben vedere: proprio in via Terranova abitava, infatti, il boss Totò Riina e vi abita tutt'ora la sua famiglia. Cesare Terranova, giudice istruttore a..

    Continua a Leggere

  • Carmine, rimossi i paletti abusivi. I residenti divisi tra favorevoli e non

    Politica

    Monreale, 16 novembre 2018 - Sono cominciati oggi i lavori per rimuovere i paletti ai bordi delle s..

    Continua a Leggere

  • Ospedale Ingrassia. Il dott. Sergio Fasullo nuovo primario della Cardiologia

    Politica

    Palermo, 16 novembre 2018 - L’unità operativa di Cardiologia dell’ospedale Ingrassia di Palermo ha un nuovo primario. Il 19 ottobre ha preso servizio il dott. Sergio Fasullo, responsabile della terapia intensiva cardiologica “O.Barberi”, che ha contribuito in questi anni all’eccellenza..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com