Pietro Novelli: Multiculturalità, accoglienza e tolleranza nel dialogo tra alunni e Vescovo

Il Vescovo ha portato le sue esperienze in tanti “luoghi sofferenti” della Terra, Tanzania, Perù, le Favelas brasiliane

Monreale 8 febbraio 2018 – Durante la mattinata di ieri, 7 Febbraio, la D. D. “P. Novelli” ha accolto il Vescovo della Diocesi di Monreale S.E. Monsignor Michele Pennisi per la tradizionale Visita Pastorale prevista per le scuole del territorio. La D.S. Dott.ssa Chiara Di Prima ha ricevuto il Vescovo, con il “piacevole supporto” dei canti d’accoglienza intonati dai bimbi delle sezioni di scuola dell’infanzia.

In Aula Magna erano presenti, invece, una rappresentanza di alunni, accompagnati dai relativi insegnanti, lo Staff di Presidenza e una delegazione del Collegio dei Docenti. Molto bello e significativo il Dialogo avviato da Sua Eccellenza con i piccoli alunni, un Momento Culturale e Umano molto importante poiché ha generato nei piccoli una profonda riflessione metacognitiva sul valore dell’Accoglienza e della Tolleranza.

Prima del “Dibattito” un gruppo di alunni, sotto la guida esperta dell’insegnante Simona Pizzurro, ha voluto introdurre il tema, relativo alla Multiculturalità, al senso di Appartenenza alla propria comunità, ormai poliedrica e multi-sfaccettata e al dialogo tra Culture Diverse, con un’emozionante performance stumentale. I piccoli, attraverso sonorità etniche, con cui hanno trasmesso il loro impegno e la loro gioia di esserci e di partecipare, hanno suonato, in una perfetta sintonia ritmica, che simboleggia e veicola la “sintonia culturale tra le Etnie del Mondo”, con strumenti particolari: xilofoni e bonghi, accompagnati dalle loro voci e dall’espressione corporea più autentica e coinvolgente. L’ esposizione, tradotta in Italiano, con suggestive note di sottofondo, di “Imagine”, l’indimenticabile testo di John Lennon, ha concorso a determinare un clima suggestivo ed emozionante.

Gli alunni, visibilmente coinvolti, hanno voluto dialogare col Vescovo, ponendogli domande specifiche a sfondo sociale. Sua Eccellenza ha risposto a tutti con pacatezza e con un linguaggio accessibile ai bambini, invitandoli a riflettere sulla condizione dei Migranti presenti sul nostro territorio, ma anche degli “individui autoctoni a rischio di povertà”, ponendo l’accento sul crescente stato di indigenza di tante famiglie monrealesi.

Il Vescovo ha, altresì, raccontato delle sue esperienze in tanti “luoghi sofferenti” della Terra, in Tanzania, in Perù, tra le Favelas brasiliane. Si é soffermato su una riflessione determinante per sollecitare le coscienze di ciascuno, nella fattispecie sull’importanza del superamento dell’individualismo a favore del senso di Appartenenza alla preziosità condivisa di un “bene” che, superando la dimensione individuale ed egoistica, diventa autentico “bene comune”. A tal proposito ha proposto una sorta di parallelo tra la “dimensione di felicità e condivisione, malgrado le condizioni di estrema povertà” dei piccoli africani e il “senso di insoddisfazione e di individualismo” che spesso attanaglia le giovanissime generazioni del cosiddetto “Occidente” più ricco e civilizzato.

Il momento di riflessione si è avviato alla conclusione con l’intervento dell’insegnante Giampiero Lo Piano, che ha sottolineato la valenza formativa della Scuola Primaria e dell’Infanzia e sopratutto l’enorme responsabilità costituita dall’essere profondamente “Maestri”, una dimensione molto particolare, in cui ciascun insegnante sa di essere prioritariamente “Magister” di vita oltre che Guida didattica. Una nota del presidente del Consiglio di Istituto, Sig.ra Marisa Gullo, sull’importanza del Dialogo scuola-famiglia, su cui la Novelli fonda la sua particolare “Visione di scuola” collaborativa e inclusiva, ha concluso l’incontro, in un clima di emozionante condivisione.

La Visita di Monsignor Pennisi dimostra come il dialogo educativo debba essere aperto al mondo, un raffronto di voci, una coreografia di menti, mai un monologo.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.